VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Mercato stellare per il Milan: i rossoneri sono da Scudetto?
  Sì, a patto che arrivi un grande attaccante
  No, la Juventus resta sempre più forte
  No, ha davanti comunque sempre Roma e Napoli
  Sì, già così è da Scudetto

TMW Mob
Editoriale

Lapadula al Milan per 10 milioni, oggi l'annuncio. Berlusconi non vende più e tiene Brocchi? Bacca via. Beffato il Napoli. Insigne, un caso Nazionale. Juve, Morata nell'affare Pogba. Sanchez è difficile. Inter, scordati Berardi

24.06.2016 08:04 di Enzo Bucchioni   articolo letto 97460 volte
© foto di Federico De Luca

C'era chi si aspettava Ibra, dovrà accontentarsi di Gianluca Lapadula. E' il capocannoniere della serie B il primo colpo a sorpresa del Milan. Un colpo messo a segno con un blitz in pochissime ore, frutto dell'amicizia fra Galliani e il presidente del Pescara Sebastiani.

Il Milan ha bruciato il Napoli che aveva già il sì del giocatore, il Genoa, ma anche la Juventus che aveva pensato all'attaccante per poi girarlo al Sassuolo nell'affare Berardi. Tutto finito, il Pescara ha ceduto Lapadula ai rossoneri per circa dieci milioni, il giocatore ha detto ok a un triennale da un milione a stagione più bonus. L'accordo definitivo sarà siglato questa mattina a Milano dopo le visite mediche, ma non dovrebbero esserci intoppi di sorta.

Lapadula, 26 anni, scuola Juve, ha girovagato mezza Italia, sette squadre, sempre prestato dal Parma ultimo proprietario del suo cartellino, per poi liberarsi con il fallimento dell'anno scorso. E' stato bravo il Pescara a rilanciarlo e con gli abruzzesi è letteralmente esploso, più di trenta gol in stagione e tutti i riflettori su di lui.

Ma è pronto per il Milan? Potrà confermarsi in serie A ad alto livello? Un grande interrogativo, comprandolo Galliani ha già risposto.

Andando oltre Lapadula, c'è da capire cosa possa significare questo acquisto.

Lapadula è un buon giocatore, ma non è certamente un nome internazionale da far impazzire i cinesi, non può essere un biglietto da visita per acquirenti pronti a rifare un grande Milan. Allora? Berlusconi non vende più? E' possibile. Del resto era stato proprio il Cavaliere a dire che in caso di mancato accordo sarebbe andato avanti da solo, con Brocchi in panchina e una squadra piena di italiani e di giovani. Lapadula è un profilo più da Berlusconi che da cinesi.

Fra l'altro si era sempre sostenuto che fino alla sigla dell'accordo o almeno fino alla fine di giugno non si sarebbe fatto mercato per dar modo agli acquirenti di fare le loro scelte.

Però, potrebbe anche essere che i cinesi abbiano anticipato i soldi e dato l'ok anche per Lapadula, ma suona tutto molto strano. Se davvero la cordata cinese comprerà il Milan e metterà in panchina De Boer, qualcuno dovrà spiegargli che il centroavanti l'ha già comprato Galliani.

Questo acquisto, fra l'altro, potrebbe anche liberare Bacca. Il cannoniere rossonero ha mercato, è l'unico per il quale il Milan può incassare denaro fresco, fra i trenta e i quaranta milioni, per andare avanti a fare un mercato italiano. Bacca lo vuole l'Atletico, ma anche in Premier è seguito.

Il colpo di scena di ieri sera può aprire l'orizzonte e far capire molte cose sul futuro del Milan. In panchina Berlusconi voleva tenersi Brocchi, Galliani ha in mano Giampaolo suggerito da Arrigo Sacchi. Vedremo anche qui chi la spunterà con una convinzione: nel Milan regna il caos. Mai successo che a dieci giorni dal via della stagione, i rossoneri non abbiano ancora l'allenatore. Colpa dell'operazione al cuore per Berlusconi che ha rallentato il tutto, ma anche di un grande caos societario ormai sovrano da anni.

Forse il più deluso dalla decisione di Lapadula è il Napoli che aveva trovato nell'ex pescarese l'ideale riserva di Higuain o una spalla nel caso di un cambio di modulo con il ritorno al 4-3-1-2 in alcune partite. Cosa faranno gli azzurri? In casa c'è sempre un certo Gabbiadini che forse sarebbe meglio rivitalizzare. In attesa, tiene banco il caso-Insigne. Il palo colpito contro l'Irlanda ha eccitato l'animo dei napoletani, ma non solo. Gli italiani che amano i giocatori tecnici, il bel calcio, si chiedono come mai possa stare in panchina l'unico vero talento italiano. Conte ha lavorato più sulla squadra che sui singoli, per me in questa Nazionale Insigne può diventare un jolly importante per cambiare il corso a una partita. Speriamo lo confermi lunedì contro la Spagna.

Tornando a Lapadula, la Juve l'aveva mollato da quando Berardi ha rifiutato il trasferimento a Torino. Resterà a Sassuolo ancora una stagione, ma i bianconeri conservano il diritto di prelazione a 25 milioni di euro con tanto di impegno scritto. Squinzi è un uomo d'onore, anche se l'Inter dovesse offrire di più, il futuro di Berardi era e resta nelle mani della Juventus che lo porterà a Torino l'anno prossimo. I nerazzurri si mettano l'animo in pace.

Difficile, invece, l'accordo fra chi Pogba vorrebbe venderlo e chi vorrebbe tenerlo. Alla fine degli Europei la telenovela riprenderà in grande stile, Raiola sta tessendo le sue trame. Se davvero il Real metterà sul tavolo 120-140 milioni di euro, sarà difficile resistere a meno che il giocatore non si impunti per restare a Torino.

Solo trattando con il Real probabilmente sarà possibile mettere nel pacchetto anche la recompra della recompra per riportare Morata in bianconero. Il mercato della Juve dopo Pjanic e Dani Alves è in un momento di riflessione legato proprio a Pogba. I sondaggi su Sanchez ci sono stati, ma il no di Vardy (resterà al Leicester) ha stoppato l'operazione. Almeno per ora. I soldi di Pogba potrebbero far cambiare tutto, ma andrà o resterà? Roba da referendum....


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve, se ci sei, batti un colpo! Verratti con Raiola umilia Di Campli. Mirabelli e il rimpianto nerazzurro. Suning, ora i fatti... 24.07 - I voti al mercato sono una cosa, il campo un'altra. Il Milan ad oggi merita 8,5 per come ha lavorato e per i suoi acquisti. Certamente senza soldi si poteva fare ben poco ma la società ha dimostrato di avere le idee chiare e massima concretezza. I tifosi apprezzano e sanno che, in...
Telegram

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Marotta e Paratici, ha ragione Agnelli: serve un altro Higuain. Napoli, adesso o mai più. Sabatini: trattative diverse (e non va bene) rispetto a quanto annunciato 23.07 - Lucida follia. Un anno fa, quando la Juventus annunciò l'acquisto di Gonzalo Higuain dal Napoli grazie al pagamento della clausola da 90 milioni di euro, commentai così il trasferimento del Pipita. Un'operazione economicamente folle per i bianconeri per un calciatore...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, dal ruggito di Huarong al ruggito di Florentino. Belotti: tutte le carte in tavola. Napoli: uno Scudetto già vinto. 22.07 - Due anni di sarcasmo, di dileggio e di ironie sul Milan. Una montagna di sentenze e di previsioni nefaste che ha partorito un topolino dal numero 19. E' di questo che ci si è ridotti a discutere. Il Milan di Yonghong Li fa esageratamente quella campagna acquisti milionaria per la...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Cairo dice no, ma Belotti ha l'accordo col Milan. Arriva Kalinic. Troppi dubbi su Montella. Juve: ok Berna, ma il centrocampista? Milinkovic Savic con Matic o Matuidi. Inter in difficoltà 21.07 - Cairo resiste, dice no al corteggiamento del Milan e alla cessione di Belotti, ma alla fine si farà. Servirà tempo, trattative giuste, pazienza, ma Belotti al Milan è nella logica delle cose e del mercato. Nonostante tutto. Una società come il Milan che sta spendendo più dell’impossibile,...

EditorialeDI: Luca Marchetti

L'Inter e i giovani di qualità, la Juve e le trattative ad oltranza, la rosa degli attaccanti del Milan. Roma: non solo Defrel 20.07 - Cominciano ad intrecciarsi le strade di Inter e Juve. Non poteva esser altrimenti, non possono rimanere lontane. E allora mentre si definiscono i dettagli per l'operazione di Vecino con la Fiorentina e il suo agente (la Fiorentina dovrebbe far sapere come preferisce che venga pagata...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan, problema Bacca… Inter, un terzetto per decollare! Cassano? Ma stiamo scherzando? La bicicletta di Djalminha, l’età di Taribo West 19.07 - Eccomi qui… Sono reduce da una trasferta “calcistica” che mi ha emozionato. Sono stato a Londra, alla O2 Arena, per lo Star Sixes, il torneo delle leggende del calcio. Ben 120 ex giocatori a duellare per dimostrare che la classe non ha età (se non lo sapete, ha vinto la Francia con...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: attenti alle sorprese, anche pericolose! Milan: ecco i soldi per il Gallo. Inter: 3 novità e altrettante "pillole di fiducia". Napoli: la giusta scelta (ma c'è un pericoloso neo...) 18.07 - PREAMBOLO Ciao. Questo dovrebbe essere il 450esimo editoriale da me scritto su Tmw. Ho fatto dei calcoli di massima. Iniziai nel 2008, avevo ancora i capelli, ho saltato quasi mai. Anzi no, una volta fui costretto alla resa a causa di un attacco di acetone perforante. Scaliamo...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Bonucci in due giorni, per Dalbert sono due mesi. Fassone e Mirabelli, scudetto al mercato ma in campo serve tempo. Branchini, c'era una volta il Re del mercato... E c'è ancora! 17.07 - I tifosi del Milan hanno lasciato, lo scorso maggio, San Siro delusi e stanchi dell'ennesimo campionato mediocre del diavolo. Si facevano due domande: "Il prossimo anno ci abboniamo? Ma questi cinesi che razza di cinesi sono?". Sembra passata una vita e, invece, sono solo due mesi....

EditorialeDI: Marco Conterio

Dalla Juventus al Milan, dall'Inter alla Roma e non solo: i retroscena sui colpi che preparano adesso le grandi d'Italia. E' anche il mercato dei procuratori: tutti gli affari già a segno 16.07 - E' una splendida estate. Inattesa. Il Milan s'è preso la copertina ma mica è finita. Già, perché adesso la premiata coppia Fassone-Mirabelli cerca la ciliegina in attacco e non è da escludere che per il centrocampo arrivi pure un altro colpo con Suso possibile partente. E' da Scudetto?...

EditorialeDI: Mauro Suma

Allegri: da Pirlo a Bonucci. Donnarumma: nessuna reciprocità. Napoli: l'esperimento del non mercato 15.07 - Quando c'è una diaspora che scuote le pareti dello stomaco di una tifoseria, Massimiliano Allegri si trova nel mezzo. Andrea Pirlo nel Milan del 2012, Leonardo Bonucci nella Juventus del 2017. Max cozza senza volerlo con i caratteri di alcuni big: loro non si aspettano in un uomo...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.