VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Dove giocherà Schick la prossima stagione?
  Resterà alla Sampdoria per il primo vero anno da titolare
  E' pronto per il grande salto: andrà alla Juventus
  All'Inter come prima grande alternativa a Icardi
  Andrà al Milan per il dopo Bacca
  In Premier League

TMW Mob
Editoriale

Le follie di settembre: dalla vergogna alla ribalta in 3 giorni. L'Inter risorge. Dubbi Juve. Milik e Napoli: Giuntoli vince ancora

Direttore di Sportitalia e Tuttomercatoweb
19.09.2016 00.00 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 49801 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Siamo alle solite. Il calcio lo amiamo per questo ma ci fa venire anche la gastroenterite per lo stesso motivo. Il giorno prima è tutto nero, il giorno dopo splende il sole. L'evoluzione dell'Inter e l'umore dei suoi tifosi è sconvolgente. Il giovedì in Europa League sembrava una squadra scarsa di serie B. Passano tre giorni e, al di là della vittoria, impone ritmo e gioco alla Juventus mandando in estati i suoi tifosi. Bene, queste vittorie possono farti svoltare la stagione. L'Inter, con la Juve, ha giocato bene ma ha avuto anche il grande merito di aver ribaltato in pochi minuti la partita. Se ribalti così una gara contro la Juventus significa che delle qualità le hai. Allora bisogna lavorare su quelle. Icardi ha una marcia in più. E' un top e per fortuna dell'Inter non è andato via. A volte, non c'è valore che tenga. L'Inter ha una batteria di attaccanti ed esterni da far invidia a mezza Europa, conosce i suoi limiti e sa bene che in difesa e sugli esterni bassi è precaria. Il problema delle squadre di calcio, 90 su 100, sono i calciatori viziati e gli allenatori che da soli si complicano la vita. Se De Boer inizia a fare le cose semplici, allora, potrà togliersi delle grandi soddisfazioni. Il problema del calcio è che siamo troppo umorali e soprattutto si giudica sempre il risultato. Noi proviamo ad andare oltre. Bisogna giudicare le prestazioni. L'Inter con Chievo e Palermo è stata inguardabile, a Pescara cinica ma non meritava i 3 punti, mentre con la Juventus ci è piaciuta molto. Forse non ci saremmo aspettati una partita così, questi ritmi e la forza nel rialzarsi dopo la scoppola presa. Merita una riflessione la Juventus. Premesso che restiamo sulla posizione che quest'anno per lo scudetto non ce ne sarà per nessuno, la Juve rischia di avere delle difficoltà per colpa della troppa pressione che si è creata attorno a questa squadra. Certamente più in Europa che in Italia. Troppe pressioni dopo un mercato clamoroso. Per il popolo juventino, con il Siviglia bisogna vincere 3-0, a Milano con l'Inter che era reduce da quella figuraccia in Europa League bisognava vincere fischiettando ma questo errore lo possono commettere i tifosi e non gli addetti ai lavori. Allegri e Marotta sanno bene che le partite vanno tutte giocate. Dietro ogni angolo c'è un'insidia e basta sbagliare un allenamento in settimana che da fenomeni si torna alla normalità. Bisogna anche specificare che questa Juve, come qualsiasi altra squadra, non può fare a meno delle sue certezze: Higuain è una di queste. Allegri ha troppi top player e questo deve essere motivo di forza e non diventare una nota stonata. La Juve può perdere una partita ma non perderà questo campionato. L'Inter cerca la costanza e questo sarebbe il primo grande traguardo da raggiungere. E' presto per verdetti e giudizi e il campionato è appena iniziato ma qualche valore inizia ad emergere. Milik fa sognare Napoli e grazie ad Arkadiusz Milik abbiamo due conferme. La prima è che Sarri valorizza tutti gli attaccanti e anche se mi metto io al centro dell'attacco del Napoli un gol, prima o poi, lo faccio. Grande merito al Mister e al suo gioco. Uno come Sarri è venuto fuori troppo tardi e tornando indietro avrebbe meritato un'occasione come Napoli solo qualche anno prima. La seconda conferma è del Direttore Sportivo. Mentre Napoli contestava per la partenza di Higuain e sognava Icardi, Giuntoli chiudeva per Arkadiusz Milik. Tutti zitti e a casa. Se vi va bene è così altrimenti problemi dei tifosi e della stampa. Questa, per un direttore, è una grande forza. Milik può migliorare, come tutta la squadra, ma è partito come tutti sognavano e nessuno credeva. Per volare così in alto ci vogliono ali forti. Ed è sempre l'uomo che fa il calciatore e mai il calciatore che fa l'uomo. Questa frase, molti tesserati dell'AIC, ancora non l'hanno capita bene.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Mercato: gran fermento Milan. Ritiro misura mediatica: Pioli scivola. Juventus: il Monaco non è il Barcellona 29.04 - Il Milan ha perso contro l'Empoli, molle e male, e lo sa. Ma sgombriamo il campo dalla mozzarella sfatta del sesto posto che nessuno vuole. Il Milan che scende in campo a San Siro otto giorni dopo il derby, ha al primo minuto pronti-via la possibilità tutta piena e tutta aperta di...
Telegram

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Di Maria, De Sciglio, Verratti, Tolisso, Caldara, Spinazzola: tutti i nomi della nuova Juve. Milan su Dzeko. Inter, Simeone si complica 28.04 - Allegri resterà alla Juventus anche se dovesse essere triplete (tifosi della Signoira toccate ferro), non è Mourinho. La sua è un’altra storia. Vi abbiamo già anticipato la settimana scorsa che è stata raggiunta un’intesa di massima per prolungare il contratto fino al 2020 con un...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Ricostruzione Inter,  i rinnovi di Napoli e Milan. La Roma di Monchi 27.04 - Nessuno si sarebbe mai aspettato una situazione in casa Inter così complicata un mese fa. La dirigenza nerazzurra dà piena fiducia a Pioli, considerato in questo momento senza alcuna ipocrisia il migliore. Non il migliore in assoluto. Il migliore in questa situazione. Dichiarare fallito...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Juve, un giallorosso nel mirino… Schick? Non solo offerte italiane! Milan e Inter, non solo acquisti 26.04 - La Juventus è una meraviglia. Lo Scudetto, il sesto di fila, è pratica in via di chiusura. C’è poi una finale di Coppa Italia da giocarsi e una Champions League che fa ben sperare. Una squadra magnifica. Migliorabile? Risposta affermativa ma con interventi accorti… La rosa è super,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: il segreto di una macchina perfetta (e una guida sul Monaco). Inter: terremoto in panchina, occhio ai nomi (e alle priorità). Milan: il pessimismo sui cinesi, la mossa sul mercato e 2 appunti a Montella. Napoli: non scherziamo su Sarri 25.04 - Come ogni anno dal lontano 2006 è iniziato il drammatico torneo di calcetto dedicato ai giornalisti: si chiama “Press League”, lo organizza un tizio di nome Luca Mastrorocco che poi è il papà di “Zona Gol” (questa citazione dovrebbe valere almeno due arbitraggi “comodi”: Luca, ci...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Inter, prima il mercato dei dirigenti poi quello dei calciatori. Milan, tutto come previsto: c’è poco o nulla da salvare. Calori e Liverani, la bacchetta magica nascosta. Foggia-Pisa: mondo capovolto 11 mesi dopo 24.04 - Se volessero farlo apposta non ci riuscirebbero. I calciatori dell’Inter hanno gettato la croce su Pioli togliendo dall’imbarazzo i dirigenti dalla difficile decisione se confermare o meno l’allenatore per la prossima stagione. Con un finale così osceno hanno “esonerato” Pioli ma...

EditorialeDI: Andrea Losapio

La fortuna di Suning passa dai risultati deludenti, la Juve non ne ha bisogno. De Laurentiis pensa a un'innovazione ogni tre minuti, Pallotta e Monchi al prossimo tecnico 23.04 - L'Atalanta è a un passo dall'Europa, l'Inter un bel po' meno. Da una parte ci sono nerazzurri che vincono e convincono - a parte ieri, partita brutta nonostante i cinque gol - dall'altra una squadra che vorrebbe diventare grande senza passare dalla necessaria anticamera. L'Inter attuale...

EditorialeDI: Mauro Suma

In Cina adesso sanno chi è Li Yonghong. Gabigol costa come Dybala. E la Juve pescò il castigamatti 22.04 - Le cinque squadre più conosciute in Cina, le cinque squadre percepite dalle masse cinesi sono Real Madrid, Barcellona, Manchester United, Bayern Monaco e Milan. E' questa la forza che sarà respiro alla nuova proprietà del Milan. E, conoscendo i nostri chicken, respiro non significa...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, ora pesca il Monaco. Cento milioni dalla Champions. Allegri rinnova fino al 2020. Isco primo obiettivo. Milan, Morata dice no. Inter, 60 milioni per Berna 21.04 - La vera impresa della Juventus d’Europa credo sia quella di non aver preso neppure un gol dal Barcellona in due partite. Questo dato freddamente numerico racconta di una squadra straordinaria che nella fase difensiva rasenta la perfezione pur giocando con quattro attaccanti di ruolo....

EditorialeDI: Luca Marchetti

La Juve fra le top 4, ecco come vuole rimanerci. I progetti di Milan e Inter per tornare fra le grandi. Napoli Insigne: accordo raggiunto 20.04 - I complimenti sono d’obbligo, scontati e sentiti. La Juventus per la seconda volta in tre anni è in semifinale in Champions. E’ il trionfo di una società granitica che difficilmente sbaglia mosse sul mercato e sul campo. E’ il trionfo di Allegri che in 180’ contro il miglior attacco...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.