VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Mercato stellare per il Milan: i rossoneri sono da Scudetto?
  Sì, a patto che arrivi un grande attaccante
  No, la Juventus resta sempre più forte
  No, ha davanti comunque sempre Roma e Napoli
  Sì, già così è da Scudetto

TMW Mob
Editoriale

Le follie di settembre: dalla vergogna alla ribalta in 3 giorni. L'Inter risorge. Dubbi Juve. Milik e Napoli: Giuntoli vince ancora

Direttore di Sportitalia e Tuttomercatoweb
19.09.2016 00:00 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 49826 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Siamo alle solite. Il calcio lo amiamo per questo ma ci fa venire anche la gastroenterite per lo stesso motivo. Il giorno prima è tutto nero, il giorno dopo splende il sole. L'evoluzione dell'Inter e l'umore dei suoi tifosi è sconvolgente. Il giovedì in Europa League sembrava una squadra scarsa di serie B. Passano tre giorni e, al di là della vittoria, impone ritmo e gioco alla Juventus mandando in estati i suoi tifosi. Bene, queste vittorie possono farti svoltare la stagione. L'Inter, con la Juve, ha giocato bene ma ha avuto anche il grande merito di aver ribaltato in pochi minuti la partita. Se ribalti così una gara contro la Juventus significa che delle qualità le hai. Allora bisogna lavorare su quelle. Icardi ha una marcia in più. E' un top e per fortuna dell'Inter non è andato via. A volte, non c'è valore che tenga. L'Inter ha una batteria di attaccanti ed esterni da far invidia a mezza Europa, conosce i suoi limiti e sa bene che in difesa e sugli esterni bassi è precaria. Il problema delle squadre di calcio, 90 su 100, sono i calciatori viziati e gli allenatori che da soli si complicano la vita. Se De Boer inizia a fare le cose semplici, allora, potrà togliersi delle grandi soddisfazioni. Il problema del calcio è che siamo troppo umorali e soprattutto si giudica sempre il risultato. Noi proviamo ad andare oltre. Bisogna giudicare le prestazioni. L'Inter con Chievo e Palermo è stata inguardabile, a Pescara cinica ma non meritava i 3 punti, mentre con la Juventus ci è piaciuta molto. Forse non ci saremmo aspettati una partita così, questi ritmi e la forza nel rialzarsi dopo la scoppola presa. Merita una riflessione la Juventus. Premesso che restiamo sulla posizione che quest'anno per lo scudetto non ce ne sarà per nessuno, la Juve rischia di avere delle difficoltà per colpa della troppa pressione che si è creata attorno a questa squadra. Certamente più in Europa che in Italia. Troppe pressioni dopo un mercato clamoroso. Per il popolo juventino, con il Siviglia bisogna vincere 3-0, a Milano con l'Inter che era reduce da quella figuraccia in Europa League bisognava vincere fischiettando ma questo errore lo possono commettere i tifosi e non gli addetti ai lavori. Allegri e Marotta sanno bene che le partite vanno tutte giocate. Dietro ogni angolo c'è un'insidia e basta sbagliare un allenamento in settimana che da fenomeni si torna alla normalità. Bisogna anche specificare che questa Juve, come qualsiasi altra squadra, non può fare a meno delle sue certezze: Higuain è una di queste. Allegri ha troppi top player e questo deve essere motivo di forza e non diventare una nota stonata. La Juve può perdere una partita ma non perderà questo campionato. L'Inter cerca la costanza e questo sarebbe il primo grande traguardo da raggiungere. E' presto per verdetti e giudizi e il campionato è appena iniziato ma qualche valore inizia ad emergere. Milik fa sognare Napoli e grazie ad Arkadiusz Milik abbiamo due conferme. La prima è che Sarri valorizza tutti gli attaccanti e anche se mi metto io al centro dell'attacco del Napoli un gol, prima o poi, lo faccio. Grande merito al Mister e al suo gioco. Uno come Sarri è venuto fuori troppo tardi e tornando indietro avrebbe meritato un'occasione come Napoli solo qualche anno prima. La seconda conferma è del Direttore Sportivo. Mentre Napoli contestava per la partenza di Higuain e sognava Icardi, Giuntoli chiudeva per Arkadiusz Milik. Tutti zitti e a casa. Se vi va bene è così altrimenti problemi dei tifosi e della stampa. Questa, per un direttore, è una grande forza. Milik può migliorare, come tutta la squadra, ma è partito come tutti sognavano e nessuno credeva. Per volare così in alto ci vogliono ali forti. Ed è sempre l'uomo che fa il calciatore e mai il calciatore che fa l'uomo. Questa frase, molti tesserati dell'AIC, ancora non l'hanno capita bene.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
L'Inter e i giovani di qualità, la Juve e le trattative ad oltranza, la rosa degli attaccanti del Milan. Roma: non solo Defrel 20.07 - Cominciano ad intrecciarsi le strade di Inter e Juve. Non poteva esser altrimenti, non possono rimanere lontane. E allora mentre si definiscono i dettagli per l'operazione di Vecino con la Fiorentina e il suo agente (la Fiorentina dovrebbe far sapere come preferisce che venga pagata...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan, problema Bacca… Inter, un terzetto per decollare! Cassano? Ma stiamo scherzando? La bicicletta di Djalminha, l’età di Taribo West 19.07 - Eccomi qui… Sono reduce da una trasferta “calcistica” che mi ha emozionato. Sono stato a Londra, alla O2 Arena, per lo Star Sixes, il torneo delle leggende del calcio. Ben 120 ex giocatori a duellare per dimostrare che la classe non ha età (se non lo sapete, ha vinto la Francia con...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: attenti alle sorprese, anche pericolose! Milan: ecco i soldi per il Gallo. Inter: 3 novità e altrettante "pillole di fiducia". Napoli: la giusta scelta (ma c'è un pericoloso neo...) 18.07 - PREAMBOLO Ciao. Questo dovrebbe essere il 450esimo editoriale da me scritto su Tmw. Ho fatto dei calcoli di massima. Iniziai nel 2008, avevo ancora i capelli, ho saltato quasi mai. Anzi no, una volta fui costretto alla resa a causa di un attacco di acetone perforante. Scaliamo...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Bonucci in due giorni, per Dalbert sono due mesi. Fassone e Mirabelli, scudetto al mercato ma in campo serve tempo. Branchini, c'era una volta il Re del mercato... E c'è ancora! 17.07 - I tifosi del Milan hanno lasciato, lo scorso maggio, San Siro delusi e stanchi dell'ennesimo campionato mediocre del diavolo. Si facevano due domande: "Il prossimo anno ci abboniamo? Ma questi cinesi che razza di cinesi sono?". Sembra passata una vita e, invece, sono solo due mesi....

EditorialeDI: Marco Conterio

Dalla Juventus al Milan, dall'Inter alla Roma e non solo: i retroscena sui colpi che preparano adesso le grandi d'Italia. E' anche il mercato dei procuratori: tutti gli affari già a segno 16.07 - E' una splendida estate. Inattesa. Il Milan s'è preso la copertina ma mica è finita. Già, perché adesso la premiata coppia Fassone-Mirabelli cerca la ciliegina in attacco e non è da escludere che per il centrocampo arrivi pure un altro colpo con Suso possibile partente. E' da Scudetto?...

EditorialeDI: Mauro Suma

Allegri: da Pirlo a Bonucci. Donnarumma: nessuna reciprocità. Napoli: l'esperimento del non mercato 15.07 - Quando c'è una diaspora che scuote le pareti dello stomaco di una tifoseria, Massimiliano Allegri si trova nel mezzo. Andrea Pirlo nel Milan del 2012, Leonardo Bonucci nella Juventus del 2017. Max cozza senza volerlo con i caratteri di alcuni big: loro non si aspettano in un uomo...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Bonucci capitano del Milan: tutti i retroscena sul divorzio dell'anno. Episodi inquietanti. Ha vinto Allegri. Epurazione, anche Cuadrado e Mandzukic in partenza. In arrivo Manolas. Viola, caos Kalinic 14.07 - Bonucci al Milan è il divorzio dell’anno e forse anche di più. Non siamo infatti solo davanti a un semplice trasferimento a sorpresa, questa vicenda racconta di una Juventus in ebollizione e trasformazione che sta cercando di porre fine a un evidente strappo di spogliatoio iniziato...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Milan grandi idee (Bonucci), Juve-Schick, Roma e gli attaccanti... 13.07 - L'idea è ambiziosa, esattamente come il Milan del nuovo corso. Finora nessun contatto, neanche ufficioso, fra le società. Ma i rossoneri pensano a Bonucci. Hanno cominciato a sondare il terreno, a parlare con il procuratore del ragazzo (l'altro ieri Lucci era a casa Milan anche per...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Juve, ora un addio eccellente… Milan-Gigio, tutto dimenticato? Roma-Nainggolan, resa dei conti! Inter, quanti sogni. E intanto Roberto Carlos fa 9… 12.07 - Ancora una volta, la Juventus sta mostrando gli artigli. Dopo un inizio di calciomercato soporifero, Marotta e compagni hanno deciso di inserire le marce alte. Douglas Costa è un fenomeno. In un calcio molto tattico come quello italiano, avere uno, come il brasiliano, che salta l’uomo...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve, non solo Douglas: altri 2 colpi “da Champions” (uno nascosto). Inter: la strategia su Nainggolan, il patto con Dalbert e la “tecnica-Spalletti”. Milan: dietro al super-mercato c’è un piano preciso (e occhio al Gallo…) 11.07 - (A fine editoriale mi lascio andare a un delirio da ricovero coatto. Non fateci caso, è il caldo). Buondì. Oggi volevo ragionare con voi di emoticon. Le faccine che sorridono, che piangono, il simbolo della merda col sorriso, il dito all’insu, le corna, l’omino che corre, il vecchio...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.