HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Cristiano Ronaldo alla Juve: ora chi andrà via?
  Gonzalo Higuain
  Miralem Pjanic
  Daniele Rugani
  Paulo Dybala
  Alex Sandro
  Più di un big
  Nessuno

Editoriale

Marotta e Paratici, ha ragione Agnelli: serve un altro Higuain. Napoli, adesso o mai più. Sabatini: trattative diverse (e non va bene) rispetto a quanto annunciato

Nato a Napoli il 10/03/88, laureato in Filosofia e Comunicazione presso l'Università Orientale di Napoli. Lavora per Tuttomercatoweb.com dal 2008, è il vice direttore dal 2012
23.07.2017 10:02 di Raimondo De Magistris  Twitter:    articolo letto 117018 volte
© foto di TUTTOmercatoWEB.com

Lucida follia. Un anno fa, quando la Juventus annunciò l'acquisto di Gonzalo Higuain dal Napoli grazie al pagamento della clausola da 90 milioni di euro, commentai così il trasferimento del Pipita. Un'operazione economicamente folle per i bianconeri per un calciatore all'alba dei 30 anni, ma esattamente quello che serviva perché una squadra fortissima come quella bianconera si rinforza così: solo con i top player.
Una lucida follia che deve accompagnare anche questa finestra di calciomercato dei bianconeri, che ad oggi hanno completato il reparto avanzato con Douglas Costa e Bernardeschi, ma hanno perso un leader carismatico oltre che il difensore più forte in rosa: Leonardo Bonucci. Ed è andato via anche Dani Alves, sostituito con De Sciglio.
Questa Juventus è più forte di quella di un anno fa? Chissà. E' sicuramente più completa in attacco, soprattutto in virtù del 4-2-3-1. Ma se al posto di Cuadrado e Mandzukic inserisci Bernardeschi e Douglas Costa la squadra non cambia volto. Un anno fa, invece, con l'inserimento di Higuain i bianconeri sicuramente si rinforzarono. Si poteva discutere del prezzo, di come s'è sviluppata la trattativa, ma non del miglioramento netto dell'undici titolare grazie al nuovo innesto.
Un dettaglio che ha messo all'ordine del giorno anche Andrea Agnelli, che parla poco ma quando lo fa non manca di mettere bene in luce il suo punto di vista. Anche sul calciomercato: "Nuovi investimenti alla Higuain? Non invertiremo la rotta", ha dichiarato un paio di settimane fa.
Parole che dovranno recepire bene anche in società, perché se in difesa puoi pensare di sostituire Bonucci con Rugani e, al massimo tra un anno, con l'interessantissimo Caldara, a centrocampo serve il colpaccio. L'acquisto da 100 milioni, in questo reparto, non può aspettare.
Matic, N'Zonzi e Matuidi sono in tutti e tre i casi ottimi calciatori, all'altezza dei titolari Khedira e Pjanic. Ma la domanda da farsi è un'altra: cambiano il volto della Juve? La risposta, a mio modesto avviso, è negativa. Servono giocatori come Rakitic, Kroos, Verratti, Modric o Thiago Alcántara. Semplice a dirsi, molto meno a farsi, ci mancherebbe. Ma ormai con una Juve che per fatturato è tra le primissime in Europa anche queste non sono più operazioni impossibili: sia in termini economici che di appeal. E poi non ne servono due o tre, ma uno solo. Un solo grandissimo acquisto, proprio come fatto con Higuain un anno fa.

Se la Juventus non dovesse riuscire a mettere il colpo da 90, il campionato rischierebbe - solo e soltanto per la prossima stagione - di entrare in una congiuntura storica molto particolare. Perché da un lato ci sarebbe una squadra come quella bianconera che è reduce da sei Scudetti consecutivi, che ha perso il suo leader carismatico e, seppur con una panchina di maggiore spessore, non avrebbe sostanzialmente migliorato il suo undici titolare. Mentre dall'altro un Milan che, per come si sta muovendo e quanto sta investendo, è destinato ad aprire presto un ciclo di vittorie, ma adesso avrà il compito di amalgamare una rosa nuova di zecca. Un rodaggio che non durerà a lungo, al massimo qualche mese, ma che potrebbe comunque portare a perdere qualche punto di troppo per strada. Soprattutto se l'obiettivo è lo Scudetto.
Chi, allora, potrebbe inserirsi nel mezzo? Il Napoli, molto più della Roma che anche questa estate ha cambiato tanto, troppo. Condivisibile la strategia della società partenopea che ha deciso di non cambiare nulla rispetto a un ultimo girone di ritorno pressoché perfetto. I rinnovi di contratto di Insigne e Mertens hanno dato serenità e stabilità a un gruppo consapevole dei suoi mezzi come mai in passato. La squadra non avrà bisogno di quel rodaggio che lo scorso autunno, a causa del terribile 'combo' addio di Higuain/infortunio di Milik, ha portato a qualche sconfitta di troppo. Ha titolari e riserve all'altezza in tutti i reparti e deve sfruttare questa particolare annata per dare l'assalto a uno Scudetto che in qualsiasi altra stagione sarebbe quasi impossibile da raggiungere.

Nel discorso Scudetto non ho citato l'Inter. Non è un caso. Ho condiviso al 100% le parole rilasciate nella conferenza stampa di Riscone dal nuovo dirigente nerazzurro Walter Sabatini. "Il Milan - ha detto - non è il nostro modello da seguire. A questa squadra servono pochi innesti, ma di primissimo spessore. Giocatori come Nainggolan o Vidal".
Tutto giusto: ma allora perché impostare anche questa sessione di calciomercato sulla quantità? Sono già arrivati Skriniar e Borja Valero, arriveranno Dalbert e Vecino, mentre in attacco per sostituire Perisic potrebbero arrivare due calciatori: Keita e Schick.
Ottimi giovani e buoni calciatori, ma dei Nainggolan o dei Vidal non c'è traccia. Quali sono i volti nuovi (oltre a mister Spalletti) in grado di tenere alta l'asticella dell'attenzione quando la barca inizierà a sbandare? Chi, dal punto di vista caratteriale oltre che tecnico, permetterebbe a questa squadra di fare il salto di qualità tra i volti nuovi? Queste le domande per un Walter Sabatini che, da navigato dirigente e profondo conoscitore di calcio qual è, sa bene che il problema sussiste. E ha un mese abbondante di tempo per invertire la rotta.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

CR7 a Torino è un colpaccio per la Juventus, non per la Serie A. In Italia (e non solo) va avanti il monopolio e il risultato finale sarà uno solo: la nascita della Superlega 15.07 - Se ne sono dette tante, troppe. E forse è anche giusto così. Perché Cristiano Ronaldo è un acquisto che almeno per qualche giorno ha riportato l'Italia al centro del mondo calcistico. Ha risvegliato i sogni e riportato con la memoria indietro nel tempo, quando i grandi campioni -...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Inter, assalto a Vrsaljko e Dembelé. Per Milinkovic Savic ora c’è il Real. Higuain e Rugani verso il Chelsea, che pensa anche ad Alisson. Florenzi rinnova fino al 2023 14.07 - L’Inter non si ferma e tenta il doppio colpo. Ausilio continua a lavorare per provare a chiudere altri due acquisti. A centrocampo l’obiettivo è Dembélé. Il belga è fortemente tentato dall’idea di misurarsi nel campionato italiano. La presenza di Nainggolan è uno stimolo in più per...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Cavani è la risposta del Napoli a Ronaldo. De Laurentiis tratta con il Psg, ingaggio da spalmare. Ma è il Milan il futuro di Giuntoli con Conte in panchina. Sarri e Zola firmano per il Chelsea. Juve lascia via libera al Real per Milinkovic Savic 13.07 - De Laurentiis ha incassato da signore (o quasi) il colpo del secolo messo a segno dalla Juventus. E adesso come risponderà all’acquisto di Ronaldo? Chi lo conosce bene sa che le dichiarazioni di questi giorni sono fumo per mascherare le intenzioni e la realtà. Non si prende un allenatore...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Non solo Cristiano Ronaldo... la serie A risponde 12.07 - Cristiano Ronaldo alla Juventus ha avuto un’eco mediatica incredibile. E questo è solo l’assaggio di quello che succederà in Italia da adesso in poi. A cominciare da lunedì, quando ci sarà il CR7-day. Arrivo, visite mediche, conferenza stampa e presentazione. Poi da lì in poi inizierà...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

La Juventus porta avanti il calcio italiano riportando indietro l’orologio di 20 anni: entriamo in una nuova era. Nella storia del calcio italiano solo il passaggio di Ronaldo all’Inter è paragonabile, ecco perché 11.07 - Qui Radio Mosca, ma il terremoto di Torino è arrivato a ondate fino a qua. Qua dove sono io adesso, nel Media Center dell’astronave aliena della Krushovka Arena di San Pietroburgo, qua dove c’era una semifinale dei Mondiali. Ah, c’era una semifinale dei Mondiali? Se ne sono accorti...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: tutte le sfaccettature dell'affare (fatto) chiamato "Ronaldo". Inter: le chance per Rafinha, l'idea per il centrocampo e il messaggio di Icardi. Milan: qualcuno salvi il soldato Gattuso. Napoli: il regalo di ADL per Ancelotti 10.07 - Oggi non c’è molto tempo. Però c’è parecchia “ciccia”, del resto sono iniziati i ritiri e il Mondiale sta per finire. E più il Mondiale si avvicina alla fine, più tornano le bombe di mercato. Le bombe di mercato sono importantissime, sono “il metadone” che accompagna i tossici del...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

“Un giorno all’improvviso…”CR7-Juve, mille vantaggi e un solo svantaggio. Paratici, dal colpo del secolo al bluff del millennio. Raduno Milan: squadra da sostenere, proprietà da contestare. Meret-Napoli, a Pastorello non prendeva il telefono 09.07 - C’è un popolo in attesa. Bambini impazziti che sognano il loro idolo con la maglia della propria squadra del cuore. Il popolo si divide in due: quelli che non vedono l’ora di abbracciarlo e quelli che non vogliono neanche sentire nominare Cristiano Ronaldo, per profonda scaramanzia....

EditorialeDI: Marco Conterio

Lunga ricostruzione della trattativa del secolo: Cristiano Ronaldo alla Juventus. La partita a poker Real-Mendes e il rischio boomerang. Poi i messaggi nascosti, l'orgoglio di Perez, lo United e la strategia economica per raggiungere il sogno 08.07 - Scordata e dimenticata, relegata al ruolo di recettrice di grandi talenti o di campioni in cerca di riscatto, l'Italia è tornata nella cartina geografica mondiale del calcio che conta. Perché Cristiano Ronaldo alla Juventus è trattativa e suggestione che rinverdisce fasti antichi,...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Cristiano Ronaldo sempre più Juve, Higuain verso il Chelsea, l’Inter insiste per Malcom. Milan: obiettivo cessioni 07.07 - Cristiano Ronaldo si avvicina sempre più. La Juventus è a pochi passi dal traguardo, vede insomma l’arrivo. Se Florentino Perez accetta l’offerta di 120 milioni di euro, Cr7 è bianconero. Ci vorrà ancora un pò di pazienza ma l’ottimismo in casa Juventus non manca. E’ chiaro che il...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Ronaldo ha deciso: vuole solo la Juve. Ok del Real, ma prima Perez vuole riprovare con Neymar, prendere Kane o Mbappè. Tutti i retroscena della trattativa del secolo. 350 milioni per vincere la Champions. Higuain e Rugani al Chelsea per 100 milioni 06.07 - Ronaldo ha deciso: vuole soltanto la Juventus. La leggenda narra che tutto è cominciato la sera del tre aprile scorso quando quarantamila spettatori dello Juventus Stadium si sono alzati in piedi e per più di un minuto lo hanno applaudito per il gol segnato in rovesciata. Da quella...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy