HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A: quale di questi attaccanti vi ha deluso di più?
  Giovanni Simeone
  Edin Dzeko
  Arkadiusz Milik
  Patrik Schick
  Marko Pjaca
  Paulo Dybala
  Duvan Zapata
  Keita Balde Diao
  Simone Zaza

La Giovane Italia
Editoriale

Milan fuori dall'Europa, Inter fra entrate e uscite, la Juve e i rinnovi. Parma e Sassuolo scatenate!

28.06.2018 00:00 di Luca Marchetti   articolo letto 31019 volte
© foto di Federico De Luca

Con il mercato c'entra poco: ovvero potrebbe avere sicuramente delle ripercussioni sulle strategie rossonere ma la notizia più importante è la decisione della Uefa riguardo al Milan: un anno senza Europa. Il Milan ricorrerà ma è evidente che i peggiori timori dei dirigenti rossoneri si sono avverati. Il danno è anche di immagine ma avrà un riverbero (dovesse essere confermato anche in appello) sul mercato e sugli incassi provenienti dal marketing. Al Milan - verosimilmente - serviranno meno giocatori (meno partite) e sarà meno attrattivo. Il mercato quindi subirà delle conseguenze, ma il vero ago della bilancia delle strategie rossonere è nella questione della cessione della società.

La trattativa - che sembrava procedere spedita - si è bruscamente interrotta. E ora Yonghong Li avrebbe l'intenzione di pagare i 32 milioni di euro a Elliot per poi gestire l'immediato futuro trattando con più calma (e in prima persona) la cessione della società oppure trovando i capitali per rifondere Elliot. In serata sono arrivate le parole di Commisso: "Chiudo il contratto solo alle mie condizioni, ma non accetterei mai di essere in minoranza. Penso di essere in grado di gestirlo e di farlo tornare ai fasti di un tempo". Se Li dovesse ridare a Elliot i 32 milioni rimarrebbe in gioco Commisso ma entrerebbero anche gli altri pretendenti (Ricketts, Ross e fondo arabo). Altrimenti già da luglio tutto sarebbe in mano a Elliot che procederebbe con le proprie regole d'ingaggio alla cessione della società (avendo iniziato molto probabilmente un giro d'orizzonte).

Situazione completamente diversa in casa Inter. Si continua a lavorare sul fronte Politano con il Sassuolo alla ricerca di un'intesa totale. Intanto sul valore del giocatore (ballano circa 5 milioni di euro) e sulle eventuali contropartite (Merola, Zappa e Odgaard al momento quelli che dovrebbero piacere al Sassuolo, ma mai il condizionale è stato così d'obbligo visto che gli accordi o meglio le preferenze potrebbero cambiare rapidamente). Nel frattempo l'Inter ha incontrato a pranzo il ds dell'Atletico Madrid per Vrsaljko: ma il club spagnolo non lo vuole cedere il prestito. In serata incontro con il procuratore di Vecino per il rinnovo di contratto. Nell'occasione non si è parlato né di Suso, né di Zappacosta, che rimangono però nel mirino dell'Inter (come Malcom) nonostante il possibile arrivo di Politano. Nel frattempo l'Inter lavora anche ad altre cessioni con gli agenti di Bakayoko (attaccante rientrato dal prestito al Socheaux), con il Parma a cui piacciono Biabiany e Dimarco e con il Galatasaray per cercare di chiudere Nagatomo.

Alla Juve dopo l'arrivo di Cancelo si lavora ai rinnovi: dopo quelli di Barzagli e Chiellini (che vanno solo formalizzati) si sta parlando con Cuadrado che potrebbe prolungare di un anno. E i bianconeri stanno continuando a corteggiare Golovin: dopo le offerte rifiutate nei giorni scorsi arriverà una nuova proposta: 20 milioni più bonus più percentuali sulla futura rivendita. Visto che il CSKA chiedeva 30 milioni l'offerta comincia ad esser più che concreta. Juve che rimane concentrata anche sulle cessioni: Mandragora all'Udinese è un colpo certamente per i friulani (che vincono la concorrenza di Genoa e Atalanta) che portano in casa uno dei centrocampisti più promettenti in Italia ma anche per la Juve che incassa 20 milioni e si tiene la possibilità di riacquistare il giocatore con il riacquisto a 24 milioni. E poi c'è un'interessantissima offerta per Favilli da parte del Wolverhampton: pronti 20 milioni di euro per il ragazzo (anche qui con la recompra) che sarebbe anche interessato a giocare in Premier.

Il Napoli intensifica i contatti con l'Udinese per Meret. Ma i friulani non solo vorrebbero 35 milioni per il cartellino del portiere ma vorrebbero inserire nella trattativa anche Karnezis. Il Napoli avrebbe altre idee (Sorrentino su tutte, oltre Consigli) ma potrebbe prendere in considerazione anche la proposta bianconera.

A Roma in arrivo l'ufficialità di Bianda, ma il mercato in entrata non finisce: Berardi torna nel mirino giallorosso. Attenzione però: bisognerà pensare anche alle cessioni (eventualmente) in avanti, visto che i giocatori offensivi cominciano ad essere molti. El Shaarawy, Perotti e Defrel sono richiesti. Bisognerà capire come evolverà il mercato.

La Lazio oltre a Berisha dal Salisburgo (in arrivo venerdì) potrebbe prendere anche Caletca-Car, difensore croato, in caso di partenza di Wallace.

Scatenato il Parma: interessa Trezeguet, attaccante egiziano del Kasimpasa, come detto segue Biabiany e Dimarco dell'Inter, può prendere Rigoni a parametro zero (dopo la scadenza di contratto con il Genoa) e anche Peluso, ora al Sassuolo. Moncini del Cesena è un altro obiettivo, ma prima va capito che fine farà il club.

Alla Samp per la porta piace Jandrei, portiere della Chapecoense (potrebbe essere il primo acquisto di Sabatini) e tratta La Gumina del Palermo (che chiede 10 milioni). La Fiorentina vista l'esclusione del Milan si prepara per l'Europa League: cercherà di stringere per Pasalic dello Spartak Mosca e per Pjaca della Juve.

Anche il Sassuolo si dà da fare: oltre alla trattativa con l'Inter, c'è l'accordo con il Genoa per Izzo (manca però quello con il giocatore), è in trattativa con il Chelsea per Boga giovane centrocampista (lo scorso anno al Brighton) e sta parlando con la Lazio per la cessione di Acerbi: ma ballano ancora 2/3 milioni nonostante l'inserimento nella trattativa di Cataldi. E poi è stato praticamente perfezionato lo scambio con il Bologna: Falcinelli-Di Francesco. Scambio alla pari con bonus legati a presenze, gol e soprattutto presenze in Nazionale. Praticamente meglio fai, più costi, insomma parola al campo!

Il Genoa continua a lavorare con la Juventus per Cerri (lo scorso anno al Perugia) e spera ancora di prendere Lisandro Lopez. A Cagliari si continua a trattare Kouame con il Cittadella, il Cittadella tratta con l'Atalanta Varnier, al Frosinone piacciono Mustacchio (ultima stagione al Perugia), Caracciolo (difensore del Verona) e Aleesami del Palermo (su cui c'è anche il Chievo).


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Allegri cosa dici?! Hai cambiato idea rispetto a quando eri al Milan, e proprio prima di una partita con la Juve… Ibrahimovic in rossonero è possibile: ecco a che punto è la trattativa. Juventus su De Gea e James? C’è questo retroscena 14.11 - Massimilano Allegri è già l’allenatore che ha vinto più Panchine d’Oro nella storia, 4. Anche se ovviamente i suoi obiettivi sono altri. Il primo e ovvio è vincere la Champions (Allegri è anche il primo allenatore italiano a perdere entrambe le prime due finali di Champions a cui...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

C’è solo una cosa bella della Sosta per la Nazionale. No, non è vero, non c’è. Tra l’altro sarà la 2323esima quest’anno. Si sono moltiplicate. O forse è solo un’impressione. 13.11 - Juve: la panchina d’oro, i cervelli di ghisa. Inter: le scelte di Spalletti (e un segreto…). Milan: il (troppo) rigore di Higuain. Arbitri: l’esempio di IrraQuando c’è la Sosta per la Nazionale a nessuno frega nulla di qualunque cosa, si fa finta di appassionarsi a temi come “Balotelli...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Milan, no a Ibra. Napoli, un salto nel fango. Spal, l'unica società che ha sfruttato il triplo salto. Liverani, oro di Lecce. Gravina, ecco il primo colpo: Brunelli dalla Lega 12.11 - Arriva la sosta, nel momento meno opportuno, e come sempre si tornerà a parlare di calciomercato. La Juventus cerca un centrocampista, l'Inter in teoria è a posto così, la Roma necessita di almeno due tasselli, mentre il Napoli potrebbe aver bisogno di un vice Milik che, a gennaio,...

Editoriale DI: Raimondo De Magistris

En plein probabile, chi l'avrebbe mai detto: la Serie A è di nuovo la casa dei grandi difensori. De Laurentiis aveva ragione: Ancelotti vale un top player. Calo Juventus? Non c'è da fidarsi 11.11 - Kalidou Koulibaly, Milan Skriniar e Kostas Manolas. Poi la difesa della Juventus che può andare ad Harvard per dare lezioni sulla fase difensiva. Sono loro il miglior spot di una Serie A che quest'anno in Champions ha buone possibilità di portare tutte le squadre almeno agli ottavi...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Su Skriniar tutte le big d’Europa: City, United, Barcellona e Bayern Monaco, ma la sua volontà è rimanere all’Inter. Il Napoli in pressing su Tonali. Il Milan pensa a Paredes. Juventus, a San Siro prova verità 10.11 - L’Inter è al lavoro per blindare Skriniar. Il difensore slovacco cresce partita dopo partita e ormai è arrivato a un livello altissimo. Anche Spalletti dopo la gara con il Barcellona ha sottolineato che ormai è un giocatore top. Un vero leader della difesa, in grado di unire qualità...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Contro Mourinho, evviva Mourinho. Si scatena un altro Juventus-Inter. Gli eccessi del tifo da condannare. Bocciato dagli inglesi. Da Mazzone in giù, ma che calcio vogliamo? Il Var in Champions, ora basta, cosa aspettate? 09.11 - Mourinho non è tipo da mezze misure, o lo odi o lo ami, ma questo lo sapevamo già. Il doppio confronto fra Juventus e Manchester è stata l’occasione per rimettere in moto cose antiche, rivalità mai sopite, sgarbi mai digeriti, gesti sopra le righe, un Triplete esagerato, pensieri...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Sorprese (e certezze) in Champions: Juve, CR7 e Pellegrini. E una foto - da non conservare - della nostra Serie A 08.11 - Bene: se la giornata di martedì ci aveva confermato che Napoli e Inter non solo hanno una propria posizione in Champions, ma che ce l'hanno anche Icardi e Insigne la sorpresa arriva dalle gare del mercoledì. Anzi le sorprese: una positiva e una negativa. Chiaramente quella negativa...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Inter, perché aspettare 150 minuti? Mentre a Napoli il confine è solo il cielo. Ecco perché alla Juventus la vittoria contro il Manchester United serve…contro l’Inter. Davvero Mosca ultima chiamata per la Roma e Di Francesco? 07.11 - Il calcio è questione di punti di vista, certamente. Dunque è sicuramente un punto di vista positivo per l’Inter aver rischiato di pareggiare all’83’ al Camp Nou. Così come è sicuramente un punto di vista positivo l’aver tenuto a San Siro il risultato fino al finale di partita. Ma...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: i problemi di cui non si parla perché tanto... è la Juve. Milan: la zona Champions e le "indiscrezioni" su Wenger. Inter: il giorno del Barcellona. Napoli, vendicaci tutti 06.11 - Prima le cose importanti. Mi scrive Antonio Portaccio, lo trovate su messenger, ha una barba da competizione: “Ciao Fabrizio, io non ti ho scritto per i biglietti per il derby, inoltre ti leggo sempre. Se ci troviamo in giro ti offro un caffè, sono su Milano. Mo’ veniamo al favore,...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

La lunga storia di Donadoni, le richieste di rettifiche e le conferme. Inter, Spalletti ha cambiato tutto. Politano, non ti avrei dato un euro. De Zerbi show: Sassuolo è leader 05.11 - Vi devo raccontare questa storia, anche se sono certo vi annoierà. E' talmente banale che l'hanno ingigantita perché, forse, colti nel segno. Avete mai visto un Direttore andare a cena con un allenatore e un procuratore? Qualche volta è successo. Prima puntata: il Milan perde il derby...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy