HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Lotta per l'Europa: Inter e Milan andranno in Champions?
  Sì, arriveranno entrambe in Champions League
  Solo l'Inter riuscirà nell'obiettivo
  Niente Inter: sarà solo il Milan a raggiungerla
  Nessuna delle due riuscirà ad andarci

La Giovane Italia
Editoriale

Milan fuori dall'Europa, Inter fra entrate e uscite, la Juve e i rinnovi. Parma e Sassuolo scatenate!

28.06.2018 00:00 di Luca Marchetti   articolo letto 31060 volte
© foto di Federico De Luca

Con il mercato c'entra poco: ovvero potrebbe avere sicuramente delle ripercussioni sulle strategie rossonere ma la notizia più importante è la decisione della Uefa riguardo al Milan: un anno senza Europa. Il Milan ricorrerà ma è evidente che i peggiori timori dei dirigenti rossoneri si sono avverati. Il danno è anche di immagine ma avrà un riverbero (dovesse essere confermato anche in appello) sul mercato e sugli incassi provenienti dal marketing. Al Milan - verosimilmente - serviranno meno giocatori (meno partite) e sarà meno attrattivo. Il mercato quindi subirà delle conseguenze, ma il vero ago della bilancia delle strategie rossonere è nella questione della cessione della società.

La trattativa - che sembrava procedere spedita - si è bruscamente interrotta. E ora Yonghong Li avrebbe l'intenzione di pagare i 32 milioni di euro a Elliot per poi gestire l'immediato futuro trattando con più calma (e in prima persona) la cessione della società oppure trovando i capitali per rifondere Elliot. In serata sono arrivate le parole di Commisso: "Chiudo il contratto solo alle mie condizioni, ma non accetterei mai di essere in minoranza. Penso di essere in grado di gestirlo e di farlo tornare ai fasti di un tempo". Se Li dovesse ridare a Elliot i 32 milioni rimarrebbe in gioco Commisso ma entrerebbero anche gli altri pretendenti (Ricketts, Ross e fondo arabo). Altrimenti già da luglio tutto sarebbe in mano a Elliot che procederebbe con le proprie regole d'ingaggio alla cessione della società (avendo iniziato molto probabilmente un giro d'orizzonte).

Situazione completamente diversa in casa Inter. Si continua a lavorare sul fronte Politano con il Sassuolo alla ricerca di un'intesa totale. Intanto sul valore del giocatore (ballano circa 5 milioni di euro) e sulle eventuali contropartite (Merola, Zappa e Odgaard al momento quelli che dovrebbero piacere al Sassuolo, ma mai il condizionale è stato così d'obbligo visto che gli accordi o meglio le preferenze potrebbero cambiare rapidamente). Nel frattempo l'Inter ha incontrato a pranzo il ds dell'Atletico Madrid per Vrsaljko: ma il club spagnolo non lo vuole cedere il prestito. In serata incontro con il procuratore di Vecino per il rinnovo di contratto. Nell'occasione non si è parlato né di Suso, né di Zappacosta, che rimangono però nel mirino dell'Inter (come Malcom) nonostante il possibile arrivo di Politano. Nel frattempo l'Inter lavora anche ad altre cessioni con gli agenti di Bakayoko (attaccante rientrato dal prestito al Socheaux), con il Parma a cui piacciono Biabiany e Dimarco e con il Galatasaray per cercare di chiudere Nagatomo.

Alla Juve dopo l'arrivo di Cancelo si lavora ai rinnovi: dopo quelli di Barzagli e Chiellini (che vanno solo formalizzati) si sta parlando con Cuadrado che potrebbe prolungare di un anno. E i bianconeri stanno continuando a corteggiare Golovin: dopo le offerte rifiutate nei giorni scorsi arriverà una nuova proposta: 20 milioni più bonus più percentuali sulla futura rivendita. Visto che il CSKA chiedeva 30 milioni l'offerta comincia ad esser più che concreta. Juve che rimane concentrata anche sulle cessioni: Mandragora all'Udinese è un colpo certamente per i friulani (che vincono la concorrenza di Genoa e Atalanta) che portano in casa uno dei centrocampisti più promettenti in Italia ma anche per la Juve che incassa 20 milioni e si tiene la possibilità di riacquistare il giocatore con il riacquisto a 24 milioni. E poi c'è un'interessantissima offerta per Favilli da parte del Wolverhampton: pronti 20 milioni di euro per il ragazzo (anche qui con la recompra) che sarebbe anche interessato a giocare in Premier.

Il Napoli intensifica i contatti con l'Udinese per Meret. Ma i friulani non solo vorrebbero 35 milioni per il cartellino del portiere ma vorrebbero inserire nella trattativa anche Karnezis. Il Napoli avrebbe altre idee (Sorrentino su tutte, oltre Consigli) ma potrebbe prendere in considerazione anche la proposta bianconera.

A Roma in arrivo l'ufficialità di Bianda, ma il mercato in entrata non finisce: Berardi torna nel mirino giallorosso. Attenzione però: bisognerà pensare anche alle cessioni (eventualmente) in avanti, visto che i giocatori offensivi cominciano ad essere molti. El Shaarawy, Perotti e Defrel sono richiesti. Bisognerà capire come evolverà il mercato.

La Lazio oltre a Berisha dal Salisburgo (in arrivo venerdì) potrebbe prendere anche Caletca-Car, difensore croato, in caso di partenza di Wallace.

Scatenato il Parma: interessa Trezeguet, attaccante egiziano del Kasimpasa, come detto segue Biabiany e Dimarco dell'Inter, può prendere Rigoni a parametro zero (dopo la scadenza di contratto con il Genoa) e anche Peluso, ora al Sassuolo. Moncini del Cesena è un altro obiettivo, ma prima va capito che fine farà il club.

Alla Samp per la porta piace Jandrei, portiere della Chapecoense (potrebbe essere il primo acquisto di Sabatini) e tratta La Gumina del Palermo (che chiede 10 milioni). La Fiorentina vista l'esclusione del Milan si prepara per l'Europa League: cercherà di stringere per Pasalic dello Spartak Mosca e per Pjaca della Juve.

Anche il Sassuolo si dà da fare: oltre alla trattativa con l'Inter, c'è l'accordo con il Genoa per Izzo (manca però quello con il giocatore), è in trattativa con il Chelsea per Boga giovane centrocampista (lo scorso anno al Brighton) e sta parlando con la Lazio per la cessione di Acerbi: ma ballano ancora 2/3 milioni nonostante l'inserimento nella trattativa di Cataldi. E poi è stato praticamente perfezionato lo scambio con il Bologna: Falcinelli-Di Francesco. Scambio alla pari con bonus legati a presenze, gol e soprattutto presenze in Nazionale. Praticamente meglio fai, più costi, insomma parola al campo!

Il Genoa continua a lavorare con la Juventus per Cerri (lo scorso anno al Perugia) e spera ancora di prendere Lisandro Lopez. A Cagliari si continua a trattare Kouame con il Cittadella, il Cittadella tratta con l'Atalanta Varnier, al Frosinone piacciono Mustacchio (ultima stagione al Perugia), Caracciolo (difensore del Verona) e Aleesami del Palermo (su cui c'è anche il Chievo).


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

La Juve, la Champions, i soldi e il mercato. I programmi della Roma e la “nuova” recompra 18.04 - La mancata qualificazione alle semifinali per la Juventus non è semplicemente una sconfitta che fa male. Perché tradisce le aspettative dei tifosi della Juventus, prima ancora che le ambizioni della società a del suo presidente Agnelli. L’Ajax ha frantumato la Juventus, ha scoperto...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

E’ la disfatta di Allegri, checché ne dica Agnelli: vincere non era l’unica cosa che conta? La Juventus ha giocato solo quando ha dovuto reagire. Rilassatasi con l’Ajax, è crollata. Gli juventini vogliono Allegri? 17.04 - Il ranking. Il nuovo tormentone è il ranking. Uscire da questa disfatta - né più, né meno - contro l’Ajax, e parlare da parte di Agnelli di ranking e degli ultimi cinque anni sempre nei Quarti, ha lo stesso effetto dell’ingaggiare un make-up artist da Oscar per fare agghindare un...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: i rischi della super sfida e il moralismo senza senso sui “ragazzotti”. Inter: la verità tra le parole di Marotta (Icardi, Spalletti e... Conte). Milan: il futuro di Gattuso, spiegato nel presente. Napoli: la coerenza non è un optional 16.04 - Mentre scriviamo brucia Notre Dame e c’è davvero poco da ridere. Qualcuno fa grassa ironia “in fondo non è morto nessuno!”. Ah, pisquani, quanta pochezza. Brucia Notre Dame e noi siam qui a parlare di pallone, del resto di arte capiamo nulla, ma che fastidio accendere la tv e vedere...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Milan, angeli e demoni. Inter, traguardo vicino. Napoli, che horror! Chievo giustamente in B. Gravina, prima i veri problemi poi il resto... 15.04 - Le lotte per il quarto posto, e per il terzultimo, sono le uniche rimaste a farci divertire. Penserete, giustamente, come sia caduta in basso la serie A. Vero! La Juventus, ormai, deve fare i calcoli per quando festeggiare. Deve decidere solo la data e si organizza per la passerella,...

Editoriale DI: Raimondo De Magistris

La formazione di Allegri è il frutto di un campionato che non funziona. Vincere così non aiuta nessuno, nemmeno la Juve. E Andrea Agnelli lo sa bene... 14.04 - Un esordiente nel massimo campionato con la maglia della Juventus, due esordienti assoluti in Serie A, più Hans Nicolussi Caviglia. Centrocampista classe 2000 che prima di ieri sera aveva giocato in Serie A solo dieci minuti contro l'Udinese (quando il risultato era 4-0). A Ferrara,...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Inter, è Lukaku la prima scelta se parte Icardi. Dzeko e Zapata le altre ipotesi. Juventus, per il centrocampo si continua a monitorare Ndombele del Lione. Svolta Mertens, l’attaccante belga ora potrebbe rimanere. Giuntoli al lavoro per Callejon 13.04 - La fine del campionato è dietro l’angolo e una decisione deve essere presa per forza. La svolta tra l’Inter e Icardi sta per arrivare. L’addio resta l’ipotesi più probabile ma non scontata. Icardi è un grande bomber, ha 26 anni e ora più che mai è un’occasione di mercato per tante...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Juve, il Real vuole Kean. De Ligt, passi avanti. Conte, scatto della Roma. Un piano con Faggiano come ds. L’ombra del Qatar. Ma l’Inter vuole chiudere in fretta. Skriniar rinnova, Chiesa più lontano. Pioli-Fiorentina alle carte bollate 12.04 - La Juve deve fare in fretta a rinnovare il contratto di Moise Kean in scadenza fra un anno. Dopo la raffica di gol e le capacità tecniche e fisiche messe in mostra dal ragazzo del 2000, mezza Europa lo sta monitorando, ma in particolare è scattata l’attenzione del Real Madrid. Zidane...

Editoriale DI: Luca Marchetti

La Juve, la legge di CR7 e le panchine che cambiano in Serie A 11.04 - Tiene duro la Juventus, CR7 ci mette sempre la sua firma per un gol che fra una settimana potrebbe valere moltissimo. La Juve tocca con mano la freschezza dei giovani talenti olandesi, ma ha assolutamente imparato la lezione impartita al Real Madrid negli ottavi di finale. Non ha...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

L’assenza di Chiellini è più pesante di quella di Cristiano Ronaldo. Ma è la Champions della Juventus: anche così Allegri può vincere. Conte dentro, Icardi fuori: perché l’Inter deve decidersi, e presto 10.04 - Senza Chiellini contro l’Ajax non mancherà solo uno dei migliori tre difensori del mondo. Mancherà il condottiero, ancora prima che il capitano, quello che è capace di trascinare l’esercito fuori dal fuoco di fila. Si teme uno stop che possa includere anche il ritorno, ma il Chiello...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Inter: Conte in avvicinamento (e non arriva da solo...). Milan: la "finale" di Gattuso e un futuro già scritto. Juve: le polemiche e il campionato vinto a ottobre. Salvate il Var dagli arbitri! 09.04 - Parto con una primizia: lo scudetto è andato, assegnato, lo vince la Juve. Sarà per quei 323423423 punti di vantaggio sulla seconda. E allora parliamo d'altro, di una roba noiosa ma che ci tocca affrontare: parliamo di arbitri. E di Var. E di arbitri al Var. E di designatori che mandano...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510