VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Sedici squadre si giocano la Champions League: chi è la favorita?
  Barcellona
  Basilea
  Bayern Monaco
  Besiktas
  Chelsea
  Juventus
  Liverpool
  Manchester City
  Manchester United
  Paris Saint-Germain
  Porto
  Real Madrid
  Roma
  Siviglia
  Shakhtar Donetsk
  Tottenham

TMW Mob
Editoriale

Milan, ma che combini? Un’altra leggenda… Inter-Icardi, il matrimonio durerà! De Rossi non è un killer… Chi guarda il quarto turno di Coppa Italia?

29.11.2017 00:00 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    articolo letto 21834 volte

Meno male che c’è questa “tre giorni” di calcio… Dai, c’è la Coppa Italia. Ci si gioca l’accesso agli ottavi di finale… Forza, tutti a seguire i match delle 15.00 o quelli delle 18.00 o, perché no, i super match serali delle 21.00. Chi viene con me? Dai, c’è la Coppa Italia… Mamma mia, che tristezza! Lo so bene che sarà un “turno” di Coppa Italia per pochi intimi, sia allo stadio che davanti alla TV. Possibile che non si riesca ad “accendere” questa competizione? E’ incredibile come riesca a suscitare qualche interesse solo dagli ottavi, ops, dai quarti, ops, dalle semifinali in poi… Diventa fondamentale solo quando non c’è altro da vincere. Una “coppa maledetta”… Forse è per questo che spero in un grande exploit! Pensate ad un successo clamoroso. Mi ricordo del Vicenza… Esattamente 20 anni fa, superò, in finale, il Napoli e alzò la Coppa Italia!!! Che meraviglia… Ecco, faccio il tifo per “le altre”… Ci voglio credere…
Credo anche che la dirigenza del Milan abbia commesso un grosso errore a “disfarsi” di Montella e chiedere all’ennesima leggenda rossonera di “salvare la baracca”. Montella aveva un progetto a medio/lungo termine, la dirigenza del Diavolo vuole primeggiare subito, immediatamente, oggi… Ma è fattibile? No, non è fattibile. Colpa di tante avversarie che, mai come quest’anno, si sono migliorate (chiedere ad Allegri per conferma) e di una rosa, quella rossonera, buona ma non eccelsa e, soprattutto, con tanti giovani che avrebbero bisogno di tempo (e fiducia) per crescere. Perché Gattuso, a differenza dei vari Seedorf, Brocchi ed Inzaghi, dovrebbe compiere il miracolo? Forse perché urla di più degli altri “colleghi”? Forse perché è un duro fuori e dentro il campo? Non lo so… Una volta scelto Montella, andava sostenuto, davanti a tutto e tutti. Poi, a giugno, nel caso di risultati scadenti, si sarebbero potuti fare altri discorsi… Comunque, in bocca al lupo a Gattuso, nella speranza che non si bruci, come accaduto agli altri colleghi ex rossoneri…
Passiamo all’argomento Icardi. Essendo persone di indubbie abilità analitiche, avrete notato che, ogni giorno, appare un nuovo possibile compratore… Tutti vogliono Maurito. Ci posso anche credere ma, state sereni tifosi nerazzurri, Icardi non va da nessuna parte. Perché mai un gruppo solido come Suning dovrebbe lasciar andar via il vero fenomeno della squadra? Icardi ha atteso a lungo, in silenzio, un’Inter competitiva. Ora può, finalmente, iniziare a divertirsi con la sua Inter, di cui è anche capitano…
Sereno sul fronte Icardi, adirato con chi ha “bollato” De Rossi come un “uomo che, a volte, non sa controllarsi”. Dai, signori… Non ci fosse stato il VAR, De Rossi non sarebbe mai stato “pizzicato”. Ho visto centinaia di azioni scorrette simili al “fattaccio” De Rossi-Lapadula. Attenzione, contentissimo del VAR e arcifelice che simili comportamenti ora siano punibili ma non tollero che si definisca De Rossi un killer… Ricordare tutti i suoi rossi mi pare una mancanza di rispetto per un simbolo del nostro calcio. Credo che sia piuttosto normale, per uno che ha quasi 600 gare da professionista sulle spalle (solo con la Roma) e 117 gettoni in Nazionale, avere qualche passo falso, no? Io, uno come De Rossi, che mi ha “regalato” l’immensa gioia di una Coppa del Mondo, lo ringrazierò sempre e comunque, anche quando perde la testa in campo…
Intanto che scrivevo, il Pordenone si è conquistato il pass per gli ottavi di finale. Sfiderà l’Inter a San Siro… Dai, su, guardiamola questa Coppa Italia che magari accade come nell’edizione 1996/97!!!


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Donnarumma-Raiola, che pasticcio! Il VAR va migliorato non demonizzato… Lazio, incubo Barcellona! 13.12 - Un mio vecchio amico mi ripete, alla noia, questa frase: “Ai miei tempi il calcio era un gioco semplice fatto da persone semplici”. Avendo superato la settantina, è evidente il suo riferimento ad un calcio, quello degli anni ’60 e 70’ che ben poco ha a che fare con il calcio d’oggi…...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: Allegri e la "grana" Dybala. Inter: il senso delle parole di Spalletti. Milan: Gattuso non è solo "grinta". Occhio agli Euro-sorteggi... 12.12 - Ciao. Oggi c’è Inter-Pordenone di Coppa Italia. La Coppa Italia è molto considerata dai nostri capi del calcio: fanno giocare l’ottavo di finale in casa della più forte. Di martedì. Alle nove antelucane. Con -12 gradi e l’incubo “gelicidio”. Il gelicidio fa paura a tutti. Tutti ne...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Juve-Inter, uno spot per poveri. Roma e Napoli, siamo alle solite. Crotone, con Nicola hai perso un patrimonio tecnico ed umano 11.12 - Quando aspetti una settimana intera un big match, lo carichi con titoloni e speciali e poi vedi (o meglio non vedi) una partita priva di emozioni, capisci che questo campionato è aperto ad ogni pronostico. L'Inter è la vera anti-Juve? Difficile pensarlo se ci ricordiamo da dove arriva...

EditorialeDI: Marco Conterio

Juventus-Inter: altro che partita perfetta e spot del calcio italiano. Nei bianconeri ci sono due casi ma molto diversi tra Allegri e Mourinho. Icardi, l'esame Mundial e la corte di Florentino Perez 10.12 - Zero a zero sarà pure la partita perfetta ma Juventus-Inter è stata la fotografia della noia. Un ben noto e ascoltato incipit della gara, spiegava che sarebbe dovuta essere lo spot per il calcio italiano. Purtroppo, lo è stata del calcio italiano. Dove contano tanto i giocatori di...

EditorialeDI: Mauro Suma

La Cavese e il Povero Diavolo. Il Milan 2012-2017. I doveri dei Club channels. Juve, vigilia violenta 09.12 - I giocatori del Milan devono capire, compatibilmente con il lavoro di carico atletico che stanno mettendo nelle gambe, che in questo momento hanno un dovere doppio. Non solo quello di giocare e fare punti. Sarebbe troppo banale. Ma anche e soprattutto di tenere il Milan come simbolo...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Un giallo: il Milan accerchiato. Bocciato o no il piano finanziario, l’Uefa non si fida di Li Yonghong. E Montella non andava esonerato adesso. Napoli, resta solo lo scudetto: De Laurentiis investa a gennaio e fuori subito dall’Europa League 08.12 - E’ l’anno del Milan, l’anno nero intendo. Il nuovo corso cinese che doveva riportare i rossoneri al vertice del calcio mondiale, in realtà sta portando soltanto enormi problemi. In campo e fuori. “Aridatece il Berlusca”, urla il popolo milanista e chissà lui quanto starà godendo. L’ultimo...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Napoli e i problemi di novembre, un piccolo record italiano e una panchina per Nesta 07.12 - Al Napoli non è riuscita l'impresa. Non sarebbe dipeso solo dagli azzurri, serviva un aiutino (o aiutone, visto a posteriori) da parte del City. Invece il 2-0 maturato dopo mezz'ora ha fatto il resto. E il Napoli non ha neanche azzannato l'avversario. Per mille motivi, primo su tutti...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Juve, Allegri come Yoda… Roma in paradiso!!! Milan, disastro in vista. Contrattone Messi? Se lo merita… 06.12 - Ed ecco la solita, determinata, immensa, compatta Juventus… Quando la palla comincia a scottare, i bianconeri rispondono sempre alla grande. Dopo la fondamentale vittoria al San Paolo, il successo in terra greca (contro un coriaceo Olympiacos) e il conseguente pass per gli ottavi...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: sboccia Costa, ma “mister ottavi” ha il solito problema. Milan: Gattuso deve risolvere il “guaio estivo” (e c’è un esempio da seguire). Inter: Spalletti, Icardi e i pericolosi suonatori di violino. Napoli: Sarri non farti fregare 05.12 - Intanto chiedo un grande applauso al direttore artistico Luca Tommassini. Bravo Luca, riesci a sorprenderci ogni volta. (Se non chiedi un applauso per Luca Tommassini, oggigiorno non sei nessuno). Poi riflettiamo sul Natale. Il Natale sta arrivando con le sue luci e le sue mille...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Milan, gli alibi sono finiti. Inter, adesso dimostra a Torino chi sei. Napoli, sono pochi 13 calciatori per lo scudetto. Sassuolo, quando paga Angelozzi? 04.12 - Siamo tutti professori senza cattedra ma è il bello del nostro mestiere dove giudichiamo ma non siamo giudicati perché alla fine parlare è facile ma fare calcio è davvero complicato. Puoi spendere soldi, puoi fare progetti ma il calcio è bello e maledetto proprio perché può stravolgerli....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.