VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Mercato di gennaio: da quale big i colpi più importanti?
  Juventus
  Roma
  Inter
  Napoli
  Milan
  Lazio

Editoriale

Milan, Mr. Bee pensa sempre ai tifosi. Juve: se parte Morata, arriva Higuain. Samp, Ferrero in mezzo al guado. Bologna-Parma: la differenza è Saputo. Roma, Ancelotti? No, Montella

Nato a Milano il 10 Maggio 1965; Giornalista Professionista dal 1994. Dopo le esperienze professionali di carta stampata (La Notte e Il Giorno) e televisive (Telelombardia, Telenova, Eurosport), dirige Milan Channel dal 16 Dicembre 1999.
03.10.2015 09:00 di Mauro Suma   articolo letto 80933 volte

Silvio Berlusconi ha valorizzato la forma e il rapporto personale, con le sue dichiarazioni romane al termine della lunga giornata di Mr. Bee Taechaubol a Villa San Martino. Classica "sfacchinata" quella del magnate thailandese: volo su Milano, primo intervento con 2 ore filate di parole costellate da fogli, impegni e documenti, nuovo volo da Milano. Ma attenzione: non solo la forma. C'è la sostanza. Credeteci: Pasquale Cannatelli, Alessandro Franzosi e Danilo Pellegrino, i manager Fininvest che tirano le fila della trattativa, sono di valore multiplo. Non li porti via con qualche enunciazione di principio. Li tieni al tavolo della trattativa solo ed esclusivamente con documenti e impegni veri, verificati, confermati, schedulati. E' per questo che è tutto vero e tutto trasparente. C'è qualcuno che la chiama farsa? Pazienza, Fininvest e Mr. Bee sanno che è solo il lavoro quello che paga. Non le parole di un inutile fuoco di sbarramento, non le eventuali parole di reazione polemica. Ma c'è soprattutto un fatto che riguarda da vicino i tifosi rossoneri. Se il rapporto fra Silvio Berlusconi e Mr. Bee è forte, è dovuto al fatto che 9 pensieri su 10 dell'operatore economico thailandese sono dedicati ai tifosi del Milan. I nostri tifosi devono sapere, i nostri tifosi pensano, i nostri tifosi sperano. Avanti.

Il diritto di recompra, questo spauracchio. Ora che Morata si è confermato splendido cavallo di categoria in Champions League, di più rispetto al Campionato, lo spettro chiamato recompra torna a profilarsi all'orizzonte. Sarebbero 32 in questo caso i milioni di euro che da Madrid prenderebbero la direzione di Torino. E a questo punto, aggiungendo gli introiti Champions stagionali, la Juventus non potrà che dirottare su Napoli. Non per tirare le fila del discorso Hamsik, ma per regalare ai propri tifosi il Pipita Higuain. L'uono giusto per attutire anche l'impatto dell'eventuale partenza di Pogba.

La voce arriva da chi ci aveva messo in guardia sul fatto che non sarebbero stati ne Donadoni ne altri il futuro allenatore della Sampdoria, ma Zenga. Stesso fonte e stessa sensazione: la Sampdoria è in vendita. Non ufficialmente, ma sostanzialmente. Il presidente Ferrero fa bene al calcio: le sue uscite anche se a volte un po' spinte e il suo istrionismo in tribuna d'onore rendono la Samp e Marassi più easy, più alla mano, più alla portata. Poi lui è così naif da non cedere Eder e Soriano al momento giusto e al posto giusto, ma non così tanto da non cogliere che affievolendosi l'ombrello protettivo dei Garrone anche lui dovrà fare di conto molto molto bene, rigorosamente e con attenzione. E quindi si guarderà in giro, anzi lo sta già facendo.

Se oggi il Bologna è in Serie A con Destro e Giaccherini e il Parma in Serie D, la differenza è Joey Saputo. Probabilmente a Parma lo sanno che il crack canadese stava per andare proprio nella città ducale, ma un po' per i conti davvero problematici e un po' per l'insistenza di Di Vaio, il punto di svolta dello sbarco di Saputo in Italia è stato Bologna. Saputo è un patrimonio per il calcio italiano: ha tanti soldi e, se possibile, ancora più entusiasmo. Bologna se lo tenga caro, buono e stretto.

No, Carlo Ancelotti non interromperà il buen retiro canadese. Crediamo lo debba ad Adriano Galliani, anche se questo gli costerà non poco, perché allenare la Roma è sempre stato un suo sogno. E' vero che lo spogliatoio di campioni giallorossi sembra fatto apposta per Re Carlo, ma attenzione all'uomo nell'ombra, anzi forse mica tanto da come è tornato a presidiare sistematicamente la Capitale: Vincenzo Montella. In caso di ulteriore sfilacciamento fra Rudi Garcia, Roma e la Roma, tutta quella tecnica presente a Trigoria è la "morte sua" proprio per Vincenzo Montella. Potrebbe toccare a lui dare calma, fluidità e serenità al gioco di passaggi e rilanci che centrocampisti ed esterni della Roma sono potenzialmente in grado di costruire. Vero che per Montella c'è la clausola di 5 milioni cui i Della Valle non rinunceranno ma, nel caso, nello stesso modo in cui sono riuscite a non litigare per Salah, Roma e Fiorentina sarebbero prontissime a fare esattamente la stessa cosa per l'Aeroplanino.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Napoli, Inter, Roma: mercato pro-Juve, ma fanno notizia le ombre del Milan 19.01 - Non cadete nelle trappole propagandistiche. La politica italiana ha così pochi argomenti propositivi che l’unico esercizio remunerativo appare la distruzione verbale dell’avversario. Insulti, minacce, dubbi e sospetti, così l’operazione Berlusconi-Milan cinese è diventato (dopo il...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter avanti per Rafinha, ma spuntano le alternative, le mosse (segrete) del Napoli e quelle (clamorose) delle spagnole: da CR7 a Griezmann... 18.01 - Il primo incontro con il Barcellona ora deve maturare. L'Inter, con il suo direttore sportivo, ha allacciato ufficialmente i rapporti (fra società importanti come Inter e Barca è molto meglio, anche diplomaticamente, parlarne di persona) e ha "lanciato" l'ultima offerta. 35 milioni...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Giù le mani da Nainggolan… Verdi, la risposta è ok! Inter, nomi all’altezza? Quanto vale oggi CR7? 17.01 - A Milano fa freddo… Di colpo, pare che l’inverno si sia ricordato di esistere. Anche il calciomercato pare “bloccato” in una morsa gelida. Non si muove quasi nulla. A chiacchiere stiamo a 1000, come sempre. C’è un nome che continua ad essere scritto a lettere cubitali: RADJA NAINGGOLAN....

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: oltre a Emre Can, un altro colpo per giugno. Inter: la cena con Pastore e la strategia per Rafinha. Milan: un anno di polemiche, la compravendita e altri “misteri”. Napoli: occhio alla risposta di Verdi. E in Figc… 16.01 - Ciao. Siamo in regime di sosta invernale. La sosta a suo tempo ci stava antipatica perché era "sosta della nazionale" ma siamo stati bravi e abbiamo deciso di eliminarla del tutto, infatti per non rischiare non scegliamo neppure un ct ("vuole un ct?". "Sia mai! Poi quello magari pretende...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Cessione Milan, una giustizia col Rolex. Napoli, blinda Sarri: ora o mai più! Sabatini, sei più bravo senza portafogli. Figc, che pasticcio! Serve l'intesa 15.01 - La giustizia con il Rolex ci ha sempre fatto paura. Ciò non significa che le indagini non vadano condotte, ma tempistiche e modalità sono al quanto dubbie. Premesso che non siamo fan di Berlusconi (chi legge questo editoriale con un po' di costanza lo sa bene), non capiamo come mai,...

EditorialeDI: Marco Conterio

Il primo bilancio del mercato e quello che può accadere da qui a fine mese: le regine sono al contrario. Juve già in ottica futura. Spalletti ritrova il sorriso coi due rinforzi, il Milan resta in bilico. E occhio al valzer dei tecnici in estate 14.01 - A metà del guado. Mancao solo due settimane nel calciomercato italiano e finora cosa è concretamente successo? Le regine sono al contrario, ovvero le formazioni che lottano per non retrocedere. Sugli scudi un Benevento in crisi nera di risultati ma con un presidente, Vigorito, che...

EditorialeDI: Mauro Suma

3 stadi, 3 derby e 3 film diversi. Milan, il vulnus Montella. Nazionale, Conte entra in scena. Ramires, Capello lo vuole in Cina 13.01 - Settimana di pausa campionato ed ecco che i protagonisti non diventano i giocatori o i tifosi, ma la loro cornice, il loro punto di ritrovo naturale: lo stadio, gli stadi. Milano, Genova, Roma: è stata una settimana cruciale su tutti e tre i fronti. Il fil rouge è stato soprattutto...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Inter, ecco Lisandro Lopez. Rafinha vicino, ma Spalletti frena. Deulofeu preferisce Milano, ma il Napoli tratta. Sarri aspetta lunedì l'ok di Verdi. Juve-Barella, vertice 12.01 - Ora è ufficiale, sarà contenta anche la mamma di Spalletti. Che succede? Forse l’Inter compra un centrale e la pista porta dritta a una vecchia conoscenza chiamata Lisandro Lopez del Benfica. Non è un fenomeno, buon giocatore, ma vecchia conoscenza perché il mancato arrivo dell’argentino...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Napoli e Deulofeu: contatto. L’Inter e le opportunità, incontro Juve-Samp, Cagliari Castan e non solo... 11.01 - L’agente di Deulofeu Gines Carvajal è stato a Milano. E ha incontrato il Napoli. Le distanze di ingaggio praticamente non ci sono, potremmo dire che è una sorta di accordo visto che le distanze si possono colmare in tempi anche brevi. Ora toccherà poi al Napoli andare a trattare con...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Caos VAR, la soluzione c’è! Loro Coutinho, noi Deulofeu… Roma, un big lascia? Milan, dubbio André Silva! 10.01 - Sono stati giorni caotici e complicati… Dal doveroso arrivederci alle Feste al “campionato falsato dal VAR”. Si esagera nella Feste, si sa. E stiamo esagerando anche con il VAR. Ci si continua a dimenticare che il VAR è al suo debutto, al suo primo anno. E’ un’innovazione sperimentale....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.