VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Dove giocherà Schick la prossima stagione?
  Resterà alla Sampdoria per il primo vero anno da titolare
  E' pronto per il grande salto: andrà alla Juventus
  All'Inter come prima grande alternativa a Icardi
  Andrà al Milan per il dopo Bacca
  In Premier League

TMW Mob
Editoriale

Milan, Mr. Bee pensa sempre ai tifosi. Juve: se parte Morata, arriva Higuain. Samp, Ferrero in mezzo al guado. Bologna-Parma: la differenza è Saputo. Roma, Ancelotti? No, Montella

Nato a Milano il 10 Maggio 1965; Giornalista Professionista dal 1994. Dopo le esperienze professionali di carta stampata (La Notte e Il Giorno) e televisive (Telelombardia, Telenova, Eurosport), dirige Milan Channel dal 16 Dicembre 1999.
03.10.2015 09.00 di Mauro Suma   articolo letto 80924 volte

Silvio Berlusconi ha valorizzato la forma e il rapporto personale, con le sue dichiarazioni romane al termine della lunga giornata di Mr. Bee Taechaubol a Villa San Martino. Classica "sfacchinata" quella del magnate thailandese: volo su Milano, primo intervento con 2 ore filate di parole costellate da fogli, impegni e documenti, nuovo volo da Milano. Ma attenzione: non solo la forma. C'è la sostanza. Credeteci: Pasquale Cannatelli, Alessandro Franzosi e Danilo Pellegrino, i manager Fininvest che tirano le fila della trattativa, sono di valore multiplo. Non li porti via con qualche enunciazione di principio. Li tieni al tavolo della trattativa solo ed esclusivamente con documenti e impegni veri, verificati, confermati, schedulati. E' per questo che è tutto vero e tutto trasparente. C'è qualcuno che la chiama farsa? Pazienza, Fininvest e Mr. Bee sanno che è solo il lavoro quello che paga. Non le parole di un inutile fuoco di sbarramento, non le eventuali parole di reazione polemica. Ma c'è soprattutto un fatto che riguarda da vicino i tifosi rossoneri. Se il rapporto fra Silvio Berlusconi e Mr. Bee è forte, è dovuto al fatto che 9 pensieri su 10 dell'operatore economico thailandese sono dedicati ai tifosi del Milan. I nostri tifosi devono sapere, i nostri tifosi pensano, i nostri tifosi sperano. Avanti.

Il diritto di recompra, questo spauracchio. Ora che Morata si è confermato splendido cavallo di categoria in Champions League, di più rispetto al Campionato, lo spettro chiamato recompra torna a profilarsi all'orizzonte. Sarebbero 32 in questo caso i milioni di euro che da Madrid prenderebbero la direzione di Torino. E a questo punto, aggiungendo gli introiti Champions stagionali, la Juventus non potrà che dirottare su Napoli. Non per tirare le fila del discorso Hamsik, ma per regalare ai propri tifosi il Pipita Higuain. L'uono giusto per attutire anche l'impatto dell'eventuale partenza di Pogba.

La voce arriva da chi ci aveva messo in guardia sul fatto che non sarebbero stati ne Donadoni ne altri il futuro allenatore della Sampdoria, ma Zenga. Stesso fonte e stessa sensazione: la Sampdoria è in vendita. Non ufficialmente, ma sostanzialmente. Il presidente Ferrero fa bene al calcio: le sue uscite anche se a volte un po' spinte e il suo istrionismo in tribuna d'onore rendono la Samp e Marassi più easy, più alla mano, più alla portata. Poi lui è così naif da non cedere Eder e Soriano al momento giusto e al posto giusto, ma non così tanto da non cogliere che affievolendosi l'ombrello protettivo dei Garrone anche lui dovrà fare di conto molto molto bene, rigorosamente e con attenzione. E quindi si guarderà in giro, anzi lo sta già facendo.

Se oggi il Bologna è in Serie A con Destro e Giaccherini e il Parma in Serie D, la differenza è Joey Saputo. Probabilmente a Parma lo sanno che il crack canadese stava per andare proprio nella città ducale, ma un po' per i conti davvero problematici e un po' per l'insistenza di Di Vaio, il punto di svolta dello sbarco di Saputo in Italia è stato Bologna. Saputo è un patrimonio per il calcio italiano: ha tanti soldi e, se possibile, ancora più entusiasmo. Bologna se lo tenga caro, buono e stretto.

No, Carlo Ancelotti non interromperà il buen retiro canadese. Crediamo lo debba ad Adriano Galliani, anche se questo gli costerà non poco, perché allenare la Roma è sempre stato un suo sogno. E' vero che lo spogliatoio di campioni giallorossi sembra fatto apposta per Re Carlo, ma attenzione all'uomo nell'ombra, anzi forse mica tanto da come è tornato a presidiare sistematicamente la Capitale: Vincenzo Montella. In caso di ulteriore sfilacciamento fra Rudi Garcia, Roma e la Roma, tutta quella tecnica presente a Trigoria è la "morte sua" proprio per Vincenzo Montella. Potrebbe toccare a lui dare calma, fluidità e serenità al gioco di passaggi e rilanci che centrocampisti ed esterni della Roma sono potenzialmente in grado di costruire. Vero che per Montella c'è la clausola di 5 milioni cui i Della Valle non rinunceranno ma, nel caso, nello stesso modo in cui sono riuscite a non litigare per Salah, Roma e Fiorentina sarebbero prontissime a fare esattamente la stessa cosa per l'Aeroplanino.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve, un giallorosso nel mirino… Schick? Non solo offerte italiane! Milan e Inter, non solo acquisti 26.04 - La Juventus è una meraviglia. Lo Scudetto, il sesto di fila, è pratica in via di chiusura. C’è poi una finale di Coppa Italia da giocarsi e una Champions League che fa ben sperare. Una squadra magnifica. Migliorabile? Risposta affermativa ma con interventi accorti… La rosa è super,...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: il segreto di una macchina perfetta (e una guida sul Monaco). Inter: terremoto in panchina, occhio ai nomi (e alle priorità). Milan: il pessimismo sui cinesi, la mossa sul mercato e 2 appunti a Montella. Napoli: non scherziamo su Sarri 25.04 - Come ogni anno dal lontano 2006 è iniziato il drammatico torneo di calcetto dedicato ai giornalisti: si chiama “Press League”, lo organizza un tizio di nome Luca Mastrorocco che poi è il papà di “Zona Gol” (questa citazione dovrebbe valere almeno due arbitraggi “comodi”: Luca, ci...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Inter, prima il mercato dei dirigenti poi quello dei calciatori. Milan, tutto come previsto: c’è poco o nulla da salvare. Calori e Liverani, la bacchetta magica nascosta. Foggia-Pisa: mondo capovolto 11 mesi dopo 24.04 - Se volessero farlo apposta non ci riuscirebbero. I calciatori dell’Inter hanno gettato la croce su Pioli togliendo dall’imbarazzo i dirigenti dalla difficile decisione se confermare o meno l’allenatore per la prossima stagione. Con un finale così osceno hanno “esonerato” Pioli ma...

EditorialeDI: Andrea Losapio

La fortuna di Suning passa dai risultati deludenti, la Juve non ne ha bisogno. De Laurentiis pensa a un'innovazione ogni tre minuti, Pallotta e Monchi al prossimo tecnico 23.04 - L'Atalanta è a un passo dall'Europa, l'Inter un bel po' meno. Da una parte ci sono nerazzurri che vincono e convincono - a parte ieri, partita brutta nonostante i cinque gol - dall'altra una squadra che vorrebbe diventare grande senza passare dalla necessaria anticamera. L'Inter attuale...

EditorialeDI: Mauro Suma

In Cina adesso sanno chi è Li Yonghong. Gabigol costa come Dybala. E la Juve pescò il castigamatti 22.04 - Le cinque squadre più conosciute in Cina, le cinque squadre percepite dalle masse cinesi sono Real Madrid, Barcellona, Manchester United, Bayern Monaco e Milan. E' questa la forza che sarà respiro alla nuova proprietà del Milan. E, conoscendo i nostri chicken, respiro non significa...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, ora pesca il Monaco. Cento milioni dalla Champions. Allegri rinnova fino al 2020. Isco primo obiettivo. Milan, Morata dice no. Inter, 60 milioni per Berna 21.04 - La vera impresa della Juventus d’Europa credo sia quella di non aver preso neppure un gol dal Barcellona in due partite. Questo dato freddamente numerico racconta di una squadra straordinaria che nella fase difensiva rasenta la perfezione pur giocando con quattro attaccanti di ruolo....

EditorialeDI: Luca Marchetti

La Juve fra le top 4, ecco come vuole rimanerci. I progetti di Milan e Inter per tornare fra le grandi. Napoli Insigne: accordo raggiunto 20.04 - I complimenti sono d’obbligo, scontati e sentiti. La Juventus per la seconda volta in tre anni è in semifinale in Champions. E’ il trionfo di una società granitica che difficilmente sbaglia mosse sul mercato e sul campo. E’ il trionfo di Allegri che in 180’ contro il miglior attacco...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Inter-Simeone, qualcosa non torna… Milan, scelta difficile per l’attacco! Juve, Guarin è stanco della Cina. De Rossi, Roma ingrata? 19.04 - Che Pasqua… C’è chi ha trovato la sorpresa che cercava da tempo e chi è rimasto a bocca asciutta. Si pensi al popolo nerazzurro, beffato sul più bello. Gioie per Juve e Napoli, Roma contrariata. Uova frantumate, in senso letterale, alle spalle, è meglio guardare avanti… Pare incredibile...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: 113 motivi per temere il Barcellona e 1 solo (ma decisivo) per non avere paura. Inter: il futuro di Pioli e la scelta dei nerazzurri. Milan: 2 nomi concreti per il mercato (e l’agenda di Fassone). Un appunto a Orsato 18.04 - Da tre giorni non faccio altro che pensare ai celebri ricercatori dell’Amaro Montenegro, alla loro perseveranza nell‘individuare e mettere in salvo l’Antico Vaso. Li invidio molto, perché si danno sempre un gran daffare e cascasse il mondo non falliscono mai. Questi signori dopo...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Milan, padroni nuovi fantasmi vecchi. Pioli si è giocato l’Inter. Chievo, prima di prendere il DS informati bene. Venezia e Foggia: c’è la mano delle società 17.04 - Hanno un nome: Lì. Hanno un cognome: Lì. E hanno quasi la stessa faccia. C’è di fatto che esistono e, finalmente, li abbiamo visti e (quasi) toccati. I cinesi del Milan non sono cinesi magnati ma sono cinesi affaristi e sicuramente non è una colpa né un’offesa. Fanno un mestiere diverso...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.