HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Rinnovo Icardi: cosa farà il capitano dell'Inter?
  Resterà all'Inter senza rinnovo
  Rinnoverà il contratto in scadenza nel 2021
  Non rinnoverà e lascerà l'Inter in estate

La Giovane Italia
Editoriale

Milan, nuova linfa dal mercato per raggiungere i livelli di Sacchi

Telecronista del Milan a 7 Gold, direttore editoriale del settimanale sportivo "Sprint&Sport Lombardia". Opinionista al "Processo di Biscardi" e Milan Channel.
17.05.2011 00:00 di Tiziano Crudeli   articolo letto 23936 volte
© foto di Tiziano Crudeli

Massimiliano Allegri al termine del match Milan-Cagliari ha detto: "Vince la cultura del lavoro. Quella portata da Sacchi:" In effetti il Milan targato Righetto aveva una gran cultura del lavoro che esaltata dalla qualità dei giocatori ha portato quella squadra in cima al mondo. Luglio 2007. Il mensile "World Soccer" il più accreditato nel calcio, elenca le migliori squadre di ogni epoca. Il verdetto finale: "The best football team of all time is Milan..." Tradotto: La migliore squadra di tutti i tempi è il Milan di Arrigo Sacchi che precede il Barcellona di Cruijff e il Real Madrid di Puskas, Gento e Di Stefano. L'anno prima, il 2006, "France Football" nella graduatoria delle migliori èquipe del dopo guerra aveva messo al primo posto il Milan, seguito dal Real Madrid e dal Liverpool. Molto acqua è passata sotto i ponti, oggi il Barcellona di Guardiola meriterebbe la leadership. E' comunque certo che quel Milan ottenne unanimi consensi. Grazie al Vate di Fusignano e ai suoi prodi il football made in Italy da catenacciaro è assurto a meraviglioso interprete di uno spettacolare gioco offensivo. In casa e in trasferta.. Il Milan di Sacchi era un macchina vincente non per i suoi talenti, ma per come i talenti erano stati motivati, assemblati e messi in campo. Undici giocatori sempre in movimento con o senza palla, in ogni zona del rettangolo di gioco. Estetica, tecnica sopraffina, potenza, cuore, tanto fosforo, tattica e fisico in quantità erano componenti essenziali di quel team. Una squadra disposta in 20-30 metri con difensori (Tassotti, Maldini, Filippo Galli.....) piazzati a metà campo magistralmente orchestrati dal Piscinin (Franco Baresi) protetti a dovere da Rijkaard , Ancelotti e Colombo bravi pure a supportare i formidabili Donadoni, Gullit e Van Basten. Una squadra perfetta: gioco a zona, calcio totale, pressing e conquista degli spazi. Un team che per quattro anni (1987-1991) ha incantato le platee di tutto il mondo. Il Milan di Capello ha vinto di più ma non bello come quello di Sacchi. Il Milan di Allegri, per ora, ha in comune la medesima " cultura del lavoro" e lo spirito di corpo. Una buona base di partenza per tornare protagonista anche nel difficile contesto europeo dove qualità, fisicità, corsa, intensità sono determinanti. Il Barcellona è l'esempio da seguire, ma anche il Manchester United, l'altra finalista di Champions, è un complesso moderno ottimamente strutturato. I neo campioni d'Italia per arrivare a livelli super necessitano di linfa nuova, di giocatori giovani e di grande tecnica. Tutti nell'entourage rossonero ne sono consapevoli. I dirigenti del Milan si stanno muovendo in tale direzione. Noi tifosi aspettiamo con fiducia e intanto ci godiamo il diciottesimo scudetto.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Milan, così non va. Da Gonzalo a Piatek, segnale di debolezza. Visto Muriel? Balata e una Lega B allo sfascio. Lecce, esempio di mercato. Si scrive Juve, si legge Stabia 21.01 - Se la scorsa estate Leonardo e Maldini avessero portato al Milan Piatek al posto di Higuain avrebbero preso 3 su tutte le pagelle del mondo. Arrivò Gonzalo e si sprecarono i 7 per il grande affare fatto con la Juventus, ridando indietro quel pacco vecchio di Bonucci prendendo il futuro...

Editoriale DI: Raimondo De Magistris

Leonardo non conosceva Higuain? Il Milan ha sopravvalutato il Pipita. Troppa ipocrisia su Wanda Nara: l'unico errore sarebbe quello di non comportarsi come gli altri procuratori 20.01 - Gonzalo Higuain è stato il miglior centravanti visto in Italia dopo Zlatan Ibrahimovic. Ha riscritto la storia dei cannonieri della Serie A battendo nel 2016 il record di Nordhal che resisteva da 65 anni. Diciassette, poi 18, 36, 24 e 16 gol in cinque stagioni di Serie A, 111 in cinque...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Higuain al Chelsea e Piatek al Milan ormai ci siamo. Nell’operazione anche il ritorno di  Bertolacci al Genoa. Su Barella per giugno l’Inter di nuovo in pole position. Napoli, Lozano se in estate parte uno tra Mertens e Callejon 19.01 - Higuain al Chelsea, Piatek al Milan, Morata all’Atletico Madrid, Il gioco è fatto. Tutti gli incastri al posto giusto per un grande valzer di attaccanti. E allora andiamo a ricostruire quello che accadrà a breve. Higuain presto volerà a Londra per le visite mediche e si metterà a...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Juve-Milan falsata, l’ultimo scandalo. Con questo VAR aumentano solo le polemiche e non si fa giustizia. Banti, che delusione. Higuain, che vergogna. Piatek al Milan, che rischio. Icardi rinnoverà 18.01 - Gli arbitri italiani stanno diventando dei piccoli Tafazzi: sono riusciti nell’impresa ciclopica di falsare perfino una gara tutto sommato non complicata come la Supercoppa italiana e farsi ancora una volta travolgere dalle polemiche. Autolesionismo puro, incredibile ma vero, come...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Higuain-Chelsea, ci siamo. Le alternative del Milan per sostituirlo: Piatek ma non solo... Iniziano a muoversi gli attaccanti... attenzione! 17.01 - Era sicuramente uno dei temi più intressanti da analizzare in questo mercato invernale. Dopo la giornata appena finita è diventata una vera e propria telenovela, con dei colpi di scena (più mediatici che reali) che starebbero bene in una sceneggiatura da soap opera. Higuain, è evidente,...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Il triangolo scaleno del mercato Milan-Chelsea-Atletico: tutte le parti in causa vogliono che Higuain, Morata e Piatek si muovano. Ma manca ancora molto: ecco esattamente le cifre in questo momento delle tre trattative 16.01 - Il mercato di gennaio che in verità non si muove mai particolarmente, ringrazia l’asse Milano-Londra-Madrid che va a incidere profondamente su Serie A, Premier e Liga, e sarà la vera trattativa principale del calciomercato invernale. Non solo adesso, ma fino alla fine, fino all’ultimo...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve-Milan con Higuain in mezzo: ma i rossoneri si meritano di più (e le voci su Piatek…). Inter: l’incontro con Icardi (non ancora fissato) e l’obiettivo del club. Stadi chiusi: ecco l’occasione per dimostrare del buonsenso 15.01 - Ciao. Uno ieri mi ha detto “Buon anno”. È stato molto gentile, ma dopo l’Epifania la vivo come una presa per il culo. Oggi è il 15 gennaio. Secondo il calendario originale la sessione di mercato sarebbe dovuta terminare tra tre giorni. Invece andrà avanti fino al 31. Che bello, così...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Inter-Icardi, Mauro indossa tu i pantaloni. Ridateci l'albo degli agenti e basta con mogli improvvisate. Gonzalo, resta dove sei. Capotondi, per favore risparmiaci le lezioni e torna a fare cinema 14.01 - La "telenovela" Icardi è un finto problema per l'Inter ma quando il campionato è fermo fa tutto brodo. Per Wanda, per i giornali e per le tv. Parliamo di Icardi perché fa notizia. La notizia, comunque, non c'è se non che Mauro vuole più soldi ma ancora non ha capito come fare le trattative...

Editoriale DI: Marco Conterio

La caccia al nuovo sogno mercato della Juventus passa dai conti. E dall'inevitabile partenza di un big. Icardi, decimo stipendio della A: con l'Inter è braccio di ferro economico 13.01 - Kylian Mbappè. Come sogno e come chimera. Come grande obiettivo, perché "adesso la Juventus deve puntare i nuovi Cristiano Ronaldo". E chi meglio del crack francese che col portoghese si scattava le foto da giovane e imberbe talento? Chi meglio di un giocatore che a Parigi non vive...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Higuain e Morata situazione in evoluzione, ma il Milan punta a tenere il Pipita. Icardi-Inter vertice in settimana per trattare il rinnovo.  Juventus, dopo Ramsey ora è il turno di Romero. Per Barella continua il pressing di Chelsea e Napoli 12.01 - Sono giorni importanti per capire il futuro di Higuain e Morata. Le posizioni sono molto chiare. Sarri considera il Pipita l’uomo giusto per aumentare tantissimo il potenziale offensivo del Chelsea. Sta spingendo perché questa possa diventare un’ipotesi concreta fin da subito. Higuain...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510