HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi merita il Pallone d'Oro 2018?
  Sergio Aguero
  Alisson Becker
  Gareth Bale
  Karim Benzema
  Edinson Cavani
  Thibaut Courtois
  Cristiano Ronaldo
  Kevin De Bruyne
  Roberto Firmino
  Diego Godin
  Antoine Griezmann
  Eden Hazard
  N'Golo Kanté
  Isco
  Harry Kane
  Lionel Messi
  Neymar
  Jan Oblak
  Luka Modric
  Paul Pogba
  Sadio Mané
  Hugo Lloris
  Marcelo
  Kylian Mbappé
  Mario Mandzukic
  Ivan Rakitic
  Sergio Ramos
  Mohamed Salah
  Luis Suarez
  Raphael Varane

La Giovane Italia
Editoriale

Milan: soldi veri, soldi precisi. Come Verratti? Gigio e Lorenzo pensateci. Mercato: la Premier va capita, non scopiazzata

09.09.2017 07:10 di Mauro Suma   articolo letto 17872 volte

Le cifre vanno e vengono. Una volta che entra in scena il campo, lasciano il tempo che trovano. Ma intanto "passano". Esattamente come due anni fa, estate 2015, insistevamo sul fatto che il calciomercato del Milan fosse stato di 80 milioni e non di 100, allo stesso modo, senza virgole in più e senza virgole in meno, ricordiamo che il mercato estivo del Milan è stato di 160 milioni al netto di entrate e uscite, non di 250. Tanti soldi, investimenti importanti. Ma non esiste da nessuna parte una proporzione diretta fra mercato e piazzamento finale, a maggior ragione se ci si mettesse a straparlare di Scudetto. Una estate fa, le due di Manchester hanno speso oltre 300 milioni di euro cadauna e non hanno mai, ma proprio mai, nemmeno per una giornata, lottato per il titolo inglese. La manovrina di prepararsi il terreno parlando di fallimento nel caso, poniamolo, in cui il Milan arrivasse quarto, è tanto elementare quanto spuntata. L'obiettivo dichiarato del Milan di questa stagione è qualificarsi per la Champions League, dopo una stagione di Europa League per tornare a respirare il clima delle coppe europee. Secondo obiettivo centrato, per il primo vedremo. Cosa dire dopo per non darla vinta, come venirne fuori, come galleggiare: spiacenti, ma non è un dibattito sul Milan. E' una umanamente comprensibile vicenda personale. Che non deve riguardare i tifosi del Milan e dalla quale i tifosi del Milan non devono in alcun modo farsi contaminare. Un esempio? Proprio in questi spazi, negli anni più duri, brutti e difficili della storia recente del Milan, dall'estate 2013 all'estate 2016, è andato in scena un duello rusticano vero. Con bozzi, ferite, ammaccature. Sangue vero, visioni dure, schieramenti tosti. Quelli di oggi non sono nulla, sono piccoli, infantili capitomboli in un bicchier d'acqua. Anche i tifosi rossoneri ne convengano e dedichino tempo solo alla casa comune: il Milan e la sua stagione, il Milan e il suo rilancio, il Milan e le sue prospettive. Senza perdere tempo con nient'altro.

Donnarumma e Insigne, sono e saranno i top player della Nazionale. Sono un patrimonio di tutti, che deve essere il più possibile condiviso. Per non trasformare anche loro in un Verratti, il calcio italiano deve drizzare le antenne. Che cosa intendiamo per Verratti, con tutto il rispetto per una delle tante bellissime creature di Zeman? Un giocatore di grandi doti e di grandi colpi, ma così abituato ad essere pubblicizzato, mediaticizzato e copertinato che si sta dimenticando di migliorare. E' un grande talento Verratti, ma non ancora un grandissimo giocatore. Su di lui fanno notizia i titoli del suo passaggio al PSG, i milioni del suo ingaggio, le decine e decine di milioni di cui si favoleggia a intervalli regolari su un suo possibile trasferimento. Poi però sul campo c'è ordine, ci sono i tocchi, ma non le magie, non la consacrazione, non l'esplosione totale che tutto il battage dovrebbe comportare. Gigio, alla vera personalità del quale, alla cui famiglia, Mino Raiola vuole continuare a sovrapporsi e a imporsi (le sue critiche recenti non sono al Milan, ma a papà Alfonso e a Gigio per essere rimasti), ma non solo lui, anche Lorenzo Insigne, devono invece continuare a vivere il calcio. A respirarlo. E, un sospiro dopo l'altro, a migliorarsi. Se entrano nella nube dorata dei milioni, delle squadre di plastica e degli ingaggi con tanti zeri ma senz'anima, è come se andassero nei Cosmos di una volta a inizio carriera. Belli, ricchi, ma fuori dal campo e dalla lotta quasi senza accorgersene.

Abbiamo copiato la Premier League per le due partite del 23 e del 30 Dicembre. Copieremo la Premier per la conclusione del mercato prima dell'inizio delle gare ufficiali di Campionato. Cose importanti, significative, ma non decisive. Sull'unica cosa nella quale è fondamentale essere come la Premier, stiamo invece facendo gli gnorri. La Premier League, al momento della compilazione dei calendari, sa esattamente a chie giorno e a che ora si giocano tutte (tutte!) le partite del proprio torneo, dalla prima all'ultima giornata. Ecco cosa conta davvero. Una programmazione ragionata e competitiva significa ricavi economici in più, nuove risorse. Sapere a che ora e in che giorno si gioca, significa consentire a tutte le tv del mondo, soprattutto le asiatiche, di metterti in palinsesto. A tutto vantaggio dei tuoi sponsor. E anche e soprattutto al tifoso per organizzarsi per tempo tutte le trasferte che ritiene opportuno seguire. A tutto vantaggio del botteghino e dell'entusiasmo dentro lo stadio durante la partita. Non dobbiamo inseguire la Premier sui titoli di giornale del giorno prima.  Dobbiamo imparare a pensare da Premier, se davvero vogliamo prima imitarla e poi appaiarla. 


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Juventus, Napoli e Roma su Piatek. Paratici segue anche De Ligt dell’Ajax. Ancelotti pronto a fermare il Psg. Per i giallorossi ipotesi Herrera del Porto. Lazio su Brahimi, Inter-Milan che derby 20.10 - Per Piatek è pronta a scatenarsi l’asta. L’avvio travolgente dell’attaccante polacco pagato appena 5 milioni di euro da Preziosi ha catturato l’attenzione un po’ di tutti. In Italia ci sono Juventus, Napoli e Roma. Il club bianconero là davanti ha problemi di abbondanza se si pensa...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Higuain da il via libera per Ibra al Milan. Tutto fatto, lui deciderà entro novembre. Barella, l’Inter torna in pole. Conte al Real, ora si può. Figc, Gravina è l’uomo giusto   19.10 - Un altro importante tassello per il ritorno di Ibrahimovic al Milan l’ha messo direttamente Gonzalo Higuain. Nella bella intervista rilasciata ieri alla Gazzetta, fra le tante cose non banali, si legge anche: “Ibra al Milan? Io amo giocare con i grandissimi e lui lo è”. E’ più di...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Il derby di Milano: strade incrociate, obiettivi comuni 18.10 - Siamo entrati nel vivo: la settimana del derby di Milano. E dopo la pausa per gli impegni della Nazionale, che ci ha regalato una bella vittoria contro la Polonia fatta di speranza e di bel gioco, non poteva tornare con una partita migliore, il campionato di serie A. Milan e Inter...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Derby time: ecco perché il Milan è favorito. L’Inter sarebbe più in forma, ma… Cristiano Ronaldo con vista Manchester: la Juventus pensa già allo United per spaventare l’Europa. I 35 milioni offerti dal Napoli per Piatek 17.10 - Come si vince il Derby della Madonnina? E chi rischia di più? Inter-Milan è la partita che noi tutti ci meritiamo dopo due settimane di pausa, ristoratrici per la Nazionale e per il nostro amor proprio, ma che ci hanno lasciato una fame di calcio tale da sbirciare quasi con curiosità...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: quel che si può dire (e non dire) su Ronaldo. Inter e Milan: un derby lunghissimo (con Marotta sullo sfondo). Napoli: il prezzo di Piatek. Italia: bentornati azzurri, ma sugli stadi… 16.10 - Ciao. Domenica c’è il derby, l’altro giorno invece ha giocato la Nazionale. Ci si divide tra chi dice “uh ma che bella Nazionale! Parliamone!” e chi “che due maroni la sosta, pensiamo al derby di Milano”. Solo che il derby è domenica sera, manca ancora una vita. E allora ci si spreme...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Berlusconi e il Milan di Gattuso. Ad Allegri manca solo un tetto. Marotta-Inter, non avrebbe senso. Io voto Gravina perché.... 15.10 - Quando c'è la pausa campionato è un disastro. Non sai cosa scrivere e devi inventare storie, raccogliere notizie e parlare di mercato anche quando non c'è. Per fortuna, in questa domenica pomeriggio, Silvio Berlusconi su Sportitalia (durante Monza-Triestina) ci ha dato diversi spunti...

Editoriale DI: Raimondo De Magistris

La pausa degli esoneri e dei primi acquisti per gennaio. Pungiball Ventura, ma il Chievo ha fatto benissimo. Finalmente c'è la formazione: ora Mancini segua il consiglio di Sarri 14.10 - Lo sport Nazionale degli ultimi undici mesi è stato insultare Gian Piero Ventura. Non è stato solo il colpevole dell'eliminazione dell'Italia dal Mondiale, ma dallo scorso 13 novembre di qualsivoglia problema. L'aumento dello spread? E' colpa di Ventura. Il surroscaldamento globale?...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Conte ipotesi concreta per il Real, Florentino pronto a tutto per avere anche Hazard. Milan, che colpo Paquetà. Under verso il rinnovo fino al 2023. Napoli a breve l’accordo con Zielinski, per gennaio non sono previste operazioni in entrata 13.10 - Lopetegui, Conte, Real e Chelsea. Il mese di ottobre potrebbe regalarci un’altra interessante rivoluzione in panchina. Florentino Perez non è soddisfatto del rendimento del suo allenatore, fortemente voluto in estate dopo l’addio di Zidane e ora sta pensando in maniera concreta ad...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Ronaldo, una vergogna. In certi casi è vietato tifare. Juve su James Rodriguez e Rabiot. Milan, dopo Paquetà tutto su Barella. Derby con l’Inter per Ramsey 12.10 - Attorno alla vicenda personalissima che coinvolge Cristiano Ronaldo stiamo scrivendo un’altra pagina imbarazzante. E dico poco. Fatevi questa domanda: avete elementi seri che vi possano far pensare che Cristiano Ronaldo sia colpevole di stupro? La risposta sensata, quasi obbligata,...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Milan: un colpo in Brasile. Leicester: in arrivo un italiano, faceva il cameriere! E una Nazionale che non decolla... 11.10 - Il Milan ha praticamente preso Paquetà, il primo colpo di Leonardo. Nella notte italiana, Globo Esporte aveva lanciato l'indiscrezione. Nel corso della giornata le conferme. Accordo raggiunto tra Milan e Flamengo per il centrocampista offensivo brasiliano classe '97. Il ragazzo arriverà...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy