HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2019/2020?
  Liverpool
  Paris Saint-Germain
  Real Madrid
  Bayern Monaco
  Tottenham
  Manchester City
  Juventus
  Atletico Madrid
  Napoli
  Borussia Dortmund
  Barcellona
  Inter
  Chelsea
  Ajax

La Giovane Italia
Editoriale

Milan, un rischio i pieni poteri a Maldini. Paratici, comunque andrà, avrà creato una spaccatura. Sogliano, un "fenomeno" anti "Club Manager". Italia, W Under 17 e Under 20, altro che marchette di immagine...

Direttore di Sportitalia e Tuttomercatoweb
03.06.2019 00:00 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 56857 volte

Siccome a fine articolo parlerò di marchette, in orbita Nazionale, voglio iniziare anche io con un marchetta. Da oggi parte, ufficialmente, il calciomercato di Tuttomercatoweb e Sportitalia. Andate al mare, in montagna o in bici ma state sereni che con la App (gratuita) di Tmw potrete essere aggiornati 24 ore su 24. Notizie dalla A alla D, più Europa e curiosità, eventi live e poi vedetevela da soli perché ha mille funzioni. Su Sportitalia parte il calciomercato: 16 ore al giorno di diretta, più di mille ore da oggi fino al 2 settembre. Tante novità, un paio di sorprese pesanti ma non ve le svelo. Anche perché non so se le vedrete già questa settimana. Canale 60 del digitale e in streaming in tutto il Mondo. Divertitevi. Marchetta finita. Andiamo di mercato.
Sinceramente non mi aspettavo che Gazidis "costringesse" Leonardo e Gattuso a dimettersi per dare pieni poteri a Paolo Maldini. Mi aspettavo un colpo inglese o francese. Dare il mercato, più la gestione della squadra, a Maldini è un rischio che Elliott non si può permettere dopo aver già bucato al primo anno. Attenzione: nulla contro Maldini che è un valido professionista e un'ottima persona ma al Milan si arriva dopo la gavetta, dopo una comprovata esperienza e non perché sei stato il migliore in assoluto da calciatore. Due sono le cose: o Gazidis mette Maldini per comandare in prima persona senza Direttori decisionisti, oppure crede talmente in Maldini che vede in lui cose che noi da fuori non vediamo. Ci starebbe anche la seconda ipotesi. Nulla da dire. Se, però, ad una scommessa dirigenziale ne aggiungi un'altra in panchina, nell'anno in cui Napoli, Juve e Inter si rinforzano il rischio di restare fuori dalla Champions, anche la prossima stagione, è concreto. Serve un Direttore Sportivo a Casa Milan. E non c'è. Chi tratta con gli agenti? Chi fa le singole trattative e chi decide il piano di azione sul mercato? Maldini, da solo, è un azzardo. Zanetti, all'Inter, è una bandiera ma incide poco. Nedved, alla Juventus, era il braccio sinistro del braccio destro e adesso è diventato braccio destro e Totti, alla Roma, comanda quanto me alla Dogana.
A proposito di Paratici. Ultimo appello a Fabio. Fai firmare questo allenatore e voltiamo pagina. Fallo per noi della stampa, fallo per noi peccatori ma leviamoci questo peso mediatico. Perché Paratici, Direttore tra i migliori in Europa e nel Mondo dal almeno 6-7 anni, ha fatto un guaio che non sapeva di fare. Ha segnato un'era della comunicazione ai tempi dei social. La comunicazione 2.0 del 2019. Un Direttore Sportivo, e non sto esagerando, ha fatto una cosa che non sarebbe stato in grado di fare neanche il Ministro delle Comunicazioni. Ripeto: amplifico ma sono serio. L'allenatore della Juventus, che conosceremo questa settimana, ci dirà se la stampa "specializzata" italiana perde clamorosamente colpi e al 2019 tutti sono autorizzati a fare i giornalisti oppure se per fare il giornalista sportivo serve ancora un minimo di credibilità, conoscenza della materia e rapporto con gli addetti ai lavori. Questa volta non si scappa. Cazzari da una parte e giornalisti dall'altra. E, in un solo colpo, sapremo se i cazzari sono i giornalisti o i cazzari resteranno cazzari. Non dico e non mi espongo. Faccio solo cronaca. Se arriva Sarri alla Juventus sarà la vittoria della stampa italiana, quella certificata, in caso contrario con avvento di Pep dal cielo allora il Circo Togni sarà autorizzato ad aprire le gabbie. Fabio, chiudi questa partita. In ginocchio te lo chiediamo...
Qualche giorno fa abbiamo dato la notizia di Sean Sogliano futuro Direttore Sportivo del Padova. Un pò a sorpresa. Infatti, prima di darla su Tuttomercatoweb e Sportitalia, l'ho verificata come se stessimo parlando di Conte all'Inter. Uno che doveva andare al Milan, con Barbara Berlusconi, e uno che ha fatto grandi cose a Verona e Bari, poteva tornare all'Hellas, che riparte dalla C (nonostante la grande piazza) suonava strano. Ma Sogliano un pò strano lo è. Ed è per questo che lo apprezziamo. Un grande intenditore di calcio, un grande lavoratore, uno che le partite le vede ancora sui campi e non al pc e uno che preferisce lavorare in serie C pur di decidere di fare il suo lavoro che di fare il "Club Manager" in serie A. Traduzione del "Club Manager". Sono quei Direttori che non incidono nulla, accettano di andare a lavorare in società di serie A pur sapendo che possono solo prenotare gli hotel, perché le squadre le fanno i Presidenti insieme ad amici o procuratori. Poi, però, retrocedono ad ottobre e si lamentano. Ma noi... lo avevamo detto! Tornando a Sogliano, dato di fatto, è un "fenomeno" incompreso. Ripartirà da Padova, con umiltà, ma sinceramente ci piange il cuore vedere Sogliano in C e tra serie A e serie B degli incompetenti che fanno perdere, ogni anno, milioni di euro ai propri Presidenti.
In chiusura un complimento alla Federazione Italiana. I successi di Under 17 e Under 20 certificano come il movimento del calcio giovanile in Italia funzioni alla grande. Maurizio Viscidi sta facendo un super lavoro e sta dando lustro ai tanti giovani, a volte, dimenticati anche dai loro club. La piccola Italia è l'Italia del futuro. Dovremmo dare più spazio, anche mediatico, a questi ragazzi perché ci daranno gioie infinite. Sono calciatori forti e a Coverciano c'è la migliore formazione europea. Abbiamo un patrimonio ma non sappiamo promuoverlo. Marco Brunelli avrà questo compito: dare visibilità a quello che funziona in Federazione. Capiamo le marchette ideologiche per far vedere alla Uefa che noi ci siamo anche su altri progetti ma il calcio vero è questo. Il calcio del futuro è questo. Sono i nostri giovani che coltiviamo da anni. Non possiamo improvvisare e creare un sistema nuovo, dalla sera alla mattina, solo perché fa tendenza. Ma non frega nulla a nessuno. Siamo in Italia con i nostri pregi e i nostri difetti. Sappiamo cosa vogliamo e sappiamo ancora riconoscere un mondo professionistico da uno dilettantistico. W Gravina, W Brunelli, W Viscidi e abbasso le marchette ideologiche dei finti perbenisti.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

La Juve di Sarri (forse) non nascerà, ma Maurizio ha un piano. Milan: il problema di Giampaolo è nell’estate (e il mercato non c’entra). Inter: il lavoro di Marotta e...il pensiero di Conte. Napoli: c'è il Liverpool, alla faccia dei comunicati 17.09 - Buon martedì. Eccoci qui a parlare di calcio. Ho perso al fantacalcio perché hanno annullato il gol a Joao Pedro. Non si fa. Ma veniamo a noi. Il calcio fa ammattire tutti e infatti spuntano le polemiche come funghi. Spunta la polemica su Sarri che parla degli orari di giuoco “e poi...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

A Sarri serve tempo ma Conte non ne concede. Inter concreta ma non bella. Cellino ci riprova con lo stadio... a Cagliari finì male. Samp, tra Vialli e Ferrero perde Di Francesco 16.09 - Se passi da Massimiliano Allegri a Maurizio Sarri devi preventivare che il passaggio possa risultare traumatico e, soprattutto, che ci voglia del tempo. Lo diciamo da due mesi: ai bianconeri, quest'anno, servirà tanta pazienza. Sarri è un allenatore vero e non impari i suoi schemi...

Editoriale DI: Andrea Losapio

Il caso Mandzukic è chiaro: accetta il Qatar, aspetta la Cina o inguaia la Juventus?  La sicurezza di Koulibaly e la bacchetta magica di Conte. Il Milan riuscirà a ritornare grande? 15.09 - Doveva essere l'attacco di Mauro Icardi e Mario Mandzukic, sarà probabilmente di Gonzalo Higuain e Paulo Dybala. I due argentini erano sul mercato ad agosto, nella speranza di trovare una sistemazione e una plusvalenza. Due motivi diversi per la permanenza: il primo non voleva lasciare...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Juventus, Mandzukic verso  il Qatar. Per gennaio ipotesi scambio Emre Can-Rakitic. Inter, per il centrocampo idea Matic. De Paul, oltre alla Fiorentina  attenzione anche al Milan 14.09 - Gennaio è lontanissimo, ma il mercato non si ferma, mai. Anche perché la chiusura della sessione estiva ha lasciato alcune situazioni in sospeso. In casa Juventus ci sono due vicende aperte: Mandzukic e Emre Can. Il futuro dell’attaccante (escluso dalla lista Champions e assente anche...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Sarri seduto su un vulcano. Torna dove perse lo scudetto e chi esclude Matuidi o Rabiot? Khedira o Emre Can? E Dybala? Mandzukic sta in panca o va in Qatar? E Montella rischia già. Conte fra Lautaro e Sanchez 13.09 - Penso a Sarri e ancora una volta ho come la sensazione che esista davvero la Dea Eupalla, come sosteneva il mitico Gianni Brera del quale abbiamo parlato giustamente tanto in questi giorni. O se non esiste, credo che da qualche parte almeno si nasconda un Folletto malizioso capace...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Chi spende e chi vince: non sempre coincide, anzi... le classifiche in Europa e in Italia 12.09 - Manca poco meno di una settimana e poi inizierà anche la Champions League. E le ambizioni delle squadre che parteciperanno i "pronostici" possono arrivare anche da un'analisi economica. E ci viene in aiuto una ricerca fatta dal CIES, pochi giorni fa, che testimonia come la voglia...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

I problemi delle grandi. Juventus: difesa fragile, scontenti rumorosi. Inter: esterni in prova, l’Europa di Conte. Napoli: poca intensità, cazzimma da trovare. Roma: nazionali senza filtro, e senza storia. Milan: poche idee ma confuse 11.09 - Tra le sette piaghe bibliche inflitte all’umanità non c’era ancora la pausa per le Nazionali a settembre solo perché ancora in quel tempo non era iniziato il campionato, ma nell’anno 2019 di grazia del Signore la sosta di inizio settembre si piazza come indice di gradimento esattamente...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Balle da post-mercato: occhio alle fregature. Nazionale: la retorica ci ucciderà. Zhang-DeLaurentiis e la sfida per l’Eca: molto più di una poltrona. 10.09 - Rieccoci. Non è che ci sia molto da dire. Del resto siamo al 43242° giorno di pausa per la nazionale, una calamità capace di uccidere persino taluni virus rari. Durante la pausa per la nazionale c’è talmente poco da dire che il livello di balle raggiunge l’iperuranio. Per dire, il...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Adesso inizia il campionato. Figc-Lega, aria di bufera. Gli inglesi ci copiano. La tv della Lega, da sogno a (quasi) realtà 09.09 - Il vero campionato inizierà nel week end. Come sempre le Nazionali rovinano tutto e le prime due giornate vengono considerate "fase di rodaggio" poi si è chiuso il mercato e solo ora, tra infrasettimanali e Coppe, si parte seriamente. Dove la classifica inizierà, lentamente, a prendere...

Editoriale DI: Marco Conterio

L'estate dei grandi agenti: da Raiola a Giuffrida, da Pastorello a Lucci, da Branchini a Busardò, fino alle grandi potenze europee. Chi c'è dietro a tutte le trattative e ai sogni del mercato 08.09 - Abbiamo vissuto una grande estate di calciomercato. Fatta di sogni, talvolta di fantasie e illusioni, ma soprattutto di grandi trattative. Di panchine che cambiano, dell'era Allegri che finisce alla Juventus, di quella Sarri che si apre. Di Conte all'Inter, ma anche di Milan e Roma...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510