HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Pallone d'Oro, qual è l'esclusione più sorprendente?
  Gareth Bale
  Edinson Cavanti
  Angel Di Maria
  Harry Kane
  Neymar
  Luka Modric
  Paul Pogba
  Sergio Ramos
  Luis Suarez
  Hakim Ziyech

La Giovane Italia
Editoriale

Napoli, con il Liverpool il salto di qualità. Mertens e Callejon due rinnovi difficili. Sarri, ora l’obiettivo è trovare il giusto spazio a Dybala. Giampaolo-Conte, quanta pressione per il derby. Fiorentina, la proposta per blindare Chiesa

21.09.2019 07:46 di Niccolò Ceccarini  Twitter:    articolo letto 16453 volte

È già tempo di campionato ma prima una veloce riflessione sula due giorni di Champions: Napoli e Juventus si confermano due certezze. Comincio da Insigne e compagni. Battere i campioni d’Europa non è cosa da tutti i giorni. Era successo anche l’anno scorso, sempre nella fase a gironi, ma stavolta il Napoli ha dato una sensazione diversa contro il Liverpool. Una crescita nella mentalità, grazie anche al lavoro di Ancelotti, un atteggiamento da grande squadra, che fa ben sperare. Ha colpito a 10 minuti dalla fine ma soprattuto ha raddoppiato nel recupero, in un’azione di pressing nell’area avversaria. E questo fa capire tutto. Dal campo ai contratti. Giuntoli chiuderà i rinnovi di Milik, Zielinski e Maksimovic, resta da capire cosa vorranno fare Mertens e Callejon. Entrambi hanno il contratto in scadenza nel giugno 2020 e finora non ci sono stati passi avanti per trovare un’intesa. Stesso discorso per l’esterno spagnolo. La proposta del Napoli è arrivata, il club azzurro attende risposte. A Madrid si è cominciata a vedere la Juventus di Sarri. Che ci sarebbe voluto un po’ di tempo prima di assimilare i meccanismi del nuovo allenatore era normale, solo che la brutta prestazione contro la Fiorentina aveva lasciato molto dubbi. Rimane il problema delle palle inattive su cui la Juventus dovrà decisamente migliorare. Dybala continua a giocare poco, il prossimo obiettivo del tecnico bianconero è ritagliare il giusto spazio alla Joya. Chiudo la parentesi sulla Champions League dicendo che il pareggio dell’Inter con lo Slavia Praga non è certo un bel risultato ma i nerazzurri hanno tutto per passare il turno. L’impatto dell’Atalanta con l’Europa che conta è stato fortemente negativo, ma questa squadra ritroverà il suo spirito e sono sicuro che alla fine si toglierà anche qualche soddisfazione. Oggi poi è il grande giorno di Milan-Inter. Un test soprattutto per Giampaolo, una partita in cui inevitabilmente la pressione sarà tanta. Anche alla luce delle ultime prestazioni, che non hanno convinto. E proprio per questo il tecnico rossonero dovrà essere bravo a gestirla e ad ovattare la squadra. Sulla carta l’Inter è più forte, ma ancora non è la macchina perfetta che ha in testa Conte. Detto questo, sarà come sempre una sfida emozionante. Infine la Fiorentina. I viola hanno ormai blindato il nuovo talento Castrovilli, che firmerà fino al 2024. Presto arriveranno anche i rinnovi di Sottil, Ranieri e Venuti. Più delicato quello di Chiesa. Commisso vuole costruire una grande Fiorentina, con Federico punta di diamante. E proprio per questo l’intenzione è proporre un allungamento di contratto di uno o due anni (quello attuale scade nel 2022), con un importante adeguamento economico, una base fissa da 3,5 milioni a stagione più bonus. Di sicuro ci vorrà del tempo, molto dipenderà anche da quello che vorrà fare Chiesa.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Sarri cinico e spietato. Juve, ecco cosa ti manca. Maran top, merita una grande. Mazzarri flop, servono i fatti. C'era una volta il miracolo Catania. Lo Monaco, che errore il ritorno! 21.10 - Per lo spettacolo c'è tempo, adesso serve concretezza e fare molti punti per non tenere in gioco, o meglio tenere il più distante possibile, il nemico. La Juventus vista con il Bologna non ha brillato di luce propria ma ha portato a casa quello che doveva portare e si sta iniziando...

Editoriale DI: Raimondo De Magistris

Insigne venga trattato da capitano (o si volti pagina). Mandzukic e l'accordo 'suicida'. In Serie A c'è un club perfetto per questo Zlatan Ibrahimovic 20.10 - Tutti i nodi vengono al pettine. Tutti i problemi, quando non li risolvi e provi solo ad accantonarli, ti tornano indietro più forti di prima. E' così nella vita, è così nel calcio. Prendete Lorenzo Insigne: lui non potrà mai dirlo, perché è napoletano e capitano del Napoli, ma in...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Matic, l’Inter alza il pressing.  Rakitic, Milinkovic e Tonali gli altri obiettivi. Leonardo vuole Paquetà. Mandzukic sempre più United, vicini i rinnovi di Cuadrado, Matuidi e Szczesny 19.10 - Matic è l’ipotesi più concreta per l’Inter in vista di gennaio. La società nerazzurra non ha ancora programmato in maniera definitiva le sue mosse, ma se ci dovessero essere i presupposti per un centrocampista in grado di alzare ulteriormente il livello qualitativo del reparto si...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Napoli, salta tutto. Adl attacca Insigne, Mertens e Callejon. E mette in vendita Koulibaly. Milan in rosso, giallo Donnarumma. Elliott aspetta lo stadio per vendere e rientrare. Inter, Conte vuole un centrocampista. Ibra, un segnale 18.10 - Ci sono giorni in cui ti prende così e ieri è stato uno di quei giorni in cui Adl, Aurelio De Laurentiis rigorosamente con due i per l’anagrafe, prende cappello e sbotta contro tutto e tutti. Non è la prima volta e non sarà l’ultima, il carattere non lo cambi a settant’anni, la diplomazia...

Editoriale DI: Luca Marchetti

I pensieri in casa Napoli, Milan più rosso che nero, l’Inter stringe i denti (fino a gennaio) 17.10 - A Napoli il processo di crescita continua, ma come in tutte le cose ci sono dei passaggi obbligati e dei nodi da sciogliere. Fra questi sicuramente il rapporto fra Insigne e Ancelotti, che deve essere chiarito fino in fondo, dopo le ultime decisioni dell’allenatore (la tribuna in...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Ecco i 23 convocati per Euro2020. In 16 sono già sicuri: Bernardeschi e Zaniolo devono migliorare, ma il nome a rischio più clamoroso è Romagnoli. Balotelli? No, a meno che... 16.10 - “Se erano qua è perché crediamo in questi giocatori, ma è anche vero che a giugno purtroppo qualcuno bravo dovrà rimanere a casa”. La frase di Roberto Mancini su Di Lorenzo e Cristante, in coda al record di 9 vittorie consecutive raggiunto contro il Liechtenstein, è più importante...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: la verità (sensata) di De Ligt. Inter: gli infortuni, il comandamento di Conte” e le panzane sul “vice Lukaku”. Milan: la logica sulla scelta di Pioli e le mezze verità di Silvio. Italia: è tutto bello, ma non esageriamo 15.10 - Ciao. Il dramma della pausa per la nazionale è che porta con sé molti effetti collaterali a contorno. Il primo è che tutti quelli che parlano di calcio si ritrovano spaesati, non sanno che dire, e allora pur di non ritrovarsi senza opinioni esprimono il loro giudizio su altri argomenti:...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Milan e Samp, servono i cambi di mentalità. Napoli, per Ancelotti l'anno della verità. Petrachi, se pensi una cosa non ritrattare... 14.10 - Ringraziamo Milan e Sampdoria che ci hanno consentito di lavorare in una settimana, quelle delle Nazionali, che è una autentica mazzata per giornalisti e tifosi. Queste continue soste spezzano e, consentitemi, falsano il campionato. Troppe pause, troppe volte i calciatori devono andare...

Editoriale DI: Andrea Losapio

Bentornata Italia. Inter, perché Lazaro? Milan e Sampdoria, scelte diverse ma uguali: uno paga 150 milioni di euro, altri sbandierano trattative per la cessione, autodestabilizzandosi. De Laurentis e Icardi, l'ammissione di non voler spendere 13.10 - La settima vittoria consecutiva manda Roberto Mancini e la sua Italia agli Europei. Ora c'è il Liechtenstein e il record di Vittorio Pozzo a una sola lunghezza, probabilmente verrà pareggiata proprio nella prossima. Facendo l'avvocato del Diavolo, però, c'è da sottolineare come -...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Milan, Pioli merita fiducia. Primo passo: recuperare Piatek e lanciare Rebic. Inter per giugno obiettivi Tonali e Van de Beek. Napoli, Hysaj verso la Roma. Genoa, tieniti stretto Andreazzoli. Samp, Ranieri non basta 12.10 - Pioli merita fiducia. Non credo sia giusto giudicare a priori chi ancora non ha cominciato a lavorare. Il Milan ha una storia gloriosa e un passato fantastico ma se da 7 anni non riesce ad alzare la testa a certi livelli ci sarà pure un perché. La ripartenza è sempre stata difficile...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510