HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà il Mondiale?
  Germania
  Brasile
  Spagna
  Argentina
  Portogallo
  Francia
  Belgio
  Inghilterra
  Altro

Editoriale

Napoli e i problemi di novembre, un piccolo record italiano e una panchina per Nesta

07.12.2017 00:00 di Luca Marchetti   articolo letto 16572 volte
© foto di Federico De Luca

Al Napoli non è riuscita l'impresa. Non sarebbe dipeso solo dagli azzurri, serviva un aiutino (o aiutone, visto a posteriori) da parte del City. Invece il 2-0 maturato dopo mezz'ora ha fatto il resto. E il Napoli non ha neanche azzannato l'avversario. Per mille motivi, primo su tutti naturalmente il discorso motivazionale. Non si può non pensare a quello che succede di là, visto che da "di là" dipende il passaggio del turno.
La sconfitta significa poco, sinceramente. Arrivata all'ultimo con tutto quello che abbiamo detto. Ma il dato su cui Sarri e i suoi devono riflettere: 4 sconfitte nelle ultime 4 trasferte europee (Real, Shakhtar, City e Feyenoord). Una questione probabilmente di mentalità.
Va sottolineato anche un altro dato. Giustamente Sarri aveva sottolineato il suo cammino: solo quattro sconfitte (di cui due con il City) in questo avvio di stagione. Sono 5 ora, anche se quest'ultima non fa testo. Ma in questo girone era evidente che contava lo scontro diretto con lo Shakhtar. Essersi diviso la posta con una vittoria a testa ha spostato tutto al calendario e in questo il Napoli non è stato avvantaggiato. Un City promosso e pieno di riserve è cliente più morbido del superCity che aveva invece affrontato il Napoli. Ma su questo non si può fare niente, sulla sconfitta con gli ucraini sì. Due partite perse (ribadiamo che quella con il Feyenoord non la contiamo neanche) che hanno dato un sapore diverso al bel cammino del Napoli fatto finora: psicologicamente la Juve ha dimostrato di essere ancora viva e in Champions non si riesce ad andare avanti. Ci sarà da lavorare soprattutto sulle certezze. E capire il motivo di questa frenata oggettiva. Dal 1 novembre giocate 7 partite: 3 sconfitte 3 vittorie e un pari.
Una piccola-grande beffa però la sconfitta olandese la porta: il Napoli non sarà testa di serie in Europa League. Dalla Champions, le migliori 4 terze saranno testa di serie, le altre 4 no.
Rimane comunque un dato a suo modo storico: non era mai successo che tutte le italiane rimanessero in Europa. Era successo che ci arrivassero 5 su 5, ma in un caso la Roma nell'altro la Samp avevano perso il preliminare. Quindi comunque il calcio italiano, seppur perde il Napoli nella coppa più prestigiosa, mantiene comunque il suo plotoncino intatto. E magari aumenta anche le chanches di vincere l'Europa: League (non è mai successo) con l'arrivo del Napoli che sicuramente ha le caratteristiche giuste (anche se ora ci sono oltre a Milan e Lazio anche Atletico Madrid e Borussia Dortmund). A patto di risolvere il piccolo problema a cui ha fatto riferimento Sarri nel post partita: la difficoltà di realizzazione a fronte del volume di gioco espresso.
Altra considerazione a latere per quanto riguarda le 6 che vanno avanti in Europa. Questo piccolo record alle italiane riesce nell'anno in cui l'Italia non si qualifica al Mondiale. Come è possibile? Molto semplice, gli italiani non giocano molto. Basta guardare i minuti giocati dagli azzurrabili nelle sei squadre europee: 47% il Milan (che ha fatto giocare anche molte seconde linee, come la Lazio), 36% l'Atalanta, 30% la Juve, 22% la Lazio, addirittura 16% e 13% rispettivamente per Roma e Napoli...
Sempre invece per quanto riguarda il discorso futuro azzurro altra considerazione che facciamo una volta scoperto lo studio del CIES sui giovani più quotati in Europa. Stiamo parlando di U21, già fenomeni insomma. Su 100 giocatori presi in considerazione (e se volete tutto è opinabile, ma il range è molto ampio) il primo è Mbappé con un valore di 182 milioni di euro (ad oggi), secondo Dele Alli (180), terzo Sané (124)- Il primo degli italiani è Donnarumma al dodicesimo posto (valore 55.7 milioni), poi a seguire Chiesa (52.6) e Pellegrini (50.7). Poi bisogna saltare al 70esimo posto per trovare un altro italiano: Barella del Cagliari, valutato 10.7 milioni. 4 su 100 obiettivamente sono pochini, non trovate?
Nel frattempo, come saprete, a sorpresa Nicola ha rassegnato le dimissioni. Irrevocabili. A nulla è servito l'incontro con la dirigenza nella mattinata. Il nome su cui hanno puntato a Crotone è quello di Alessandro Nesta. Lui è lusingato e si è preso qualche ora per decidere, ma già in mattinata dovrebbe arrivare una risposta da dentro o fuori. Sono stati presi in considerazione anche De Biasi e Colantuono e in questi casi finché non si mette la firma sul contratto nulla è deciso in maniera definitiva.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Juve, no allo scambio Higuain-Morata. Sì alla cessione secca. Frosinone in A: polemiche e controsensi. Seconde squadre e mercato, la nuova FIGC è già in confusione. C di Cosenza... non di Juve B 18.06 - Il mercato, quello vero, dovrebbe entrare nel vivo solo questa settimana. Saranno i giorni di Sarri al Chelsea, di Ancelotti che inizia a chiudere qualche affare per il Napoli e del Milan che saprà di che morte morire. E' un modo di dire, lo specifichiamo. La Juventus, come sempre,...

EditorialeDI: Marco Conterio

Un mercato ancora senza rinforzi. Solo la Juve è migliorata, Inter a metà tra acquisti e mancati riscatti. Roma: i giovani basteranno per sostituire i grandi in uscita? Napoli, effetto Ancelotti ma ora i colpi 17.06 - Scrivere di calciomercato col Mondiale che scorre in sottofondo. Con la Francia che sfida l'Australia, con Marocco e Iran che corrono, sudano. Con l'Arabia Saudita che crolla, con le giocate di spagnoli, portoghesi, argentini. Mette una nostalgia dannata dei ricordi più belli perché...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Nainggolan all’Inter si farà. Alisson-Real pista caldissima. Napoli: Politano se esce Callejon. Cancelo e Darmian, la Juve prova il doppio colpo 16.06 - L’Inter è pronta a piazzare il colpo Nainggolan. I contatti con la Roma sono sempre più intensi e la sensazione è che alla fine l’operazione si farà. Con un anno di ritardo, Radja approderà alla corte di Spalletti. E questo è un grande acquisto, che permetterà al tecnico di Certaldo...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, avanti su Golovin già star dei mondiali: il Cska alza il tiro. Offerto anche Pjaca. Sarri (e Zola) col Chelsea bloccano Higuain, Icardi, Savic e Rugani. Il Napoli vuole Courtois per liberare l’allenatore. Roma, via Allison e Nainggolan 15.06 - Se qualcuno avesse avuto ancora dei dubbi, la prima partita dei mondiali li ha spazzati via: la Juventus ha visto bene su Aleksandr Golovin, 22 anni, centrocampista del Cska Mosca. Due assist e mezzo, un gol, Golovin è stato il migliore in campo nel cinque a zero dei russi contro...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Juve Cancelo e non solo, Inter incontra Dembele, il FFP e il nuovo socio rossonero 14.06 - Ha parlato Allegri, in casa Juve. E con la consueta leggerezza non ha fatto un dramma per eventuali partenze di big, Higuain in testa. “Il 9 luglio vedròsarà in ritiro: generalmente ho sempre avuto una buona squadra”. Chissà che non ci sia Cancelo visto che il Valencia è a Milano...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Qui Radio Mosca: perché è un Mondiale come non si vedeva da Argentina 78? Dalla Russia ecco cosa sta succedendo nel e attorno al Mondiale. Di cosa deve avere paura il Brasile, in cosa deve sperare l’Argentina 13.06 - Qui Radio Mosca: benvenuti in Russia. Da oggi e per il prossimo mese ogni mercoledì proverò a portarvi le sensazioni che si vivono qui al Mondiale, provando a dirvi quello che non si vede davanti alle telecamere o sulla carta stampata. Doverosa promessa: in questo spazio saranno banditi...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: c’è un belga a centrocampo! Inter: la strategia per Nainggolan-Rafinha e l’appuntamento con Icardi. Milan: il mercato “oltre l’Uefa” passa dalla Spagna. Roma: che meraviglia il piano-Monchi. Napoli: Verdi e... 12.06 - Ciao. Penso da una settimana alla storia del gambero cinese. L’avete letta? Il gambero cinese era dentro la zuppa, stava per crepare di morte orrenda, nella broda bollente. Ma il gambero cinese è come Rambo 3 e decide di uscire dalla zuppa oleosa: si trascina sul bordo del piatto,...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Juve, Perin non è la scelta giusta. Monchi sta ricostruendo il Colosseo. "Caso Parma" e regole da riscrivere. Squadre B, così non ci siamo... 11.06 - Parte la settimana che darà lo slancio definitivo al calciomercato. Fin qui poco o nulla. Sarà la settimana dell'inizio del Mondiale ma è una cosa che non ci riguarda e rosichiamo di brutto a pensare che aspettiamo 4 anni e poi non ci presentiamo neanche. Grazie Ventura. Ogni tanto...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Morata vuole solo la Juve, ma l'idea è quella di un centrocampo d'assalto. Folle dire di no a 50 milioni per Jorginho, così come allo scambio Icardi-Higuain. Ma chi è il presidente del Milan? 10.06 - È iniziato con le bombe, il calciomercato 2018. Più scritte che non realizzate, eccezion fatta per l'arrivo di Cristante alla Roma - con Coric e Marcano - e i parametri zero: dell'Inter, da de Vrij ad Asamoah, oppure della Juventus, con Emre Can. Latita però il grande acquisto, quello...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Roma, fatta per Kluivert, il Napoli pensa a Praet se va via Hamsik. Juventus e Inter pronte all’assalto su Chiesa 09.06 - La rivoluzione di Monchi è già cominciata. Spazio alla linea verde, un progetto iniziato già l’anno scorso con l’arrivo di due grandissimi prospetti come Ünder e Schick. Il ds giallorosso, dopo aver piazzato anche il colpo Cristante, ora è pronto a chiudere per Justin Kluivert, talento...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy