VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Chi è attualmente il numero nove più forte del mondo?
  Harry Kane
  Mauro Icardi
  Gonzalo Higuain
  Robert Lewandowski
  Romelu Lukaku
  Luis Suarez
  Edinson Cavani
  Alvaro Morata
  Edin Dzeko

Editoriale

Napoli, Inter, Roma: mercato pro-Juve, ma fanno notizia le ombre del Milan

19.01.2018 07:09 di Luca Serafini   articolo letto 21614 volte

Non cadete nelle trappole propagandistiche. La politica italiana ha così pochi argomenti propositivi che l’unico esercizio remunerativo appare la distruzione verbale dell’avversario. Insulti, minacce, dubbi e sospetti, così l’operazione Berlusconi-Milan cinese è diventato (dopo il magheggio del sindaco Sala sullo stadio) il piatto preferito al tavolo dei suoi concorrenti elettorali. Non si soffermano sull’assenza assoluta di leggi e riforme durante i suoi mandati – sarebbe un bel tema – preferendo sparare ora sulle feste di Arcore, ora sul fisco, ora sul Milan, sulle antenne, su Fininvest…

A Milano un thailandese per 3 anni ha prestato soldi a interessi fuori mercato all’Inter (attività che in giurisprudenza otterrebbe una definizione molto precisa), scorazza ancora tra via Montenapoleone e la tribuna d’onore di San Siro, poi è arrivato un cinese plurifantastiliardario che non scuce un euro, ma a fare notizia sono sempre e solo i fantasmi agitati alle spalle, o meglio in assenza, di Mr. Li. Eretto il muro di balle del fair-play finanziario o del governo cinese che impedirebbero a Suning di comprare anche soltanto un catorcio di 40 anni per dare una mano a San Luciano Spalletti, si va a picconare quello del fondo Elliot e dei debiti improvvisi a breve scadenza che spuntano come funghi. Che la situazione al Portello sia nebulosa riguardo al futuro lo sa per primo chi ci lavora e lo ha capito anche la nonna di Spalletti, la quale sta a casa ma sa tutto di tutti, eppure il fuoco nemico per il club rossonero è diventato certamente più devastante di qualsiasi truce prospettiva.

Non bastasse la questione politico-finanziaria, ecco la parte sportiva. Al mercato di gennaio sono arrivate preparatissime Spal, Foggia, Crotone, Benevento e molte altre comprimarie di A e di B, ma le rivali della Juve brillano per assenza assoluta di strategia. Il Napoli incassa un inatteso rifiuto (inatteso? Dopo settimane di trattative?) da Verdi, nicchia su Deulofeu, non ha mai affondato del tutto su Inglese sino a quando si è infortunato e il discorso si è chiuso. Intanto De Laurentiis ha preso il nuovo Careca in Brasile. La Roma conta i flop, da Peres a Schick, da Defrel a Palmieri (per non parlare del caso-Nainggolan), ma a gennaio prova a vendere chiunque senza comprare. L’Inter va al mercato rionale cercando riserve o acciaccati, in Portogallo, in Spagna e in Cina (ma non sono affiliati???), prestiti o parametri zero alla maniera dell’ultimo Galliani. Mentre la Juve lavora per giugno in entrata e in uscita: Emre Can, Marchisio, Lichsteiner, Alex Sandro, Darmian… Bisogna rassegnarsi, ragazzi: se il panorama è questo, almeno in Italia il dominio bianconero è destinato a reggere a lungo.

Dal Milan ci saremmo aspettati qualche movimento in uscita, come era stato annunciato. Speriamo almeno che Gattuso mantenga i buoni propositi di “recuperare” André Silva, Kalinic, Biglia e alzare l’asticella di Rodriguez e Kessié come sta facendo con Chalanoglu. Sarebbero i veri colpi del girone di ritorno.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Gattuso c'è, Henry no. Pogba, il ritorno alla Juve. Sabatini: non c'era bisogno. La Samp e Calabria. Cutrone e Chiellini 24.02 - L'ultima volta che Milan e Arsenal si sono misurate in Europa risale al febbraio-marzo del 2012. Era Champions League, altro Milan, altro Arsenal. Ma se Rino Gattuso, all'epoca ancora alle prese con la miastenia oculare, oggi è l'allenatore del Milan, dopo le robuste dosi di rinnovamento...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Gattuso confermato, il Milan ha deciso. Ma Donnarumma va via, arriva Reina: se i cinesi in pagano, Elliott ha già l’acquirente. Sabatini in Cina per l’Inter del futuro 23.02 - Il Milan sta trovando una sua dimensione, non c’è motivo di cambiare, Fassone e Mirabelli hanno deciso: Gattuso sarà l’allenatore rossonero anche l’anno prossimo. La decisione è già stata comunicata a Rino che l’ha accolta con entusiasmo e una promessa: farà di tutto per provare a...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Sicuri che non vi interessa il fatturato? Ed è vero che chi spende di più, vince di più? 22.02 - Ancora numeri, per cercare di analizzare quanto il mercato influisce, soprattutto quanto i soldi influiscono sulle prestazioni. Soldi uguale mercato. Ma è vero che chi meglio spende meglio spende? Ovvero il famoso concetto del fatturato? E' un argomento che ciclicamente torna di attualità....

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Da Robben a Balo, quante offerte per l’estate! Juve su de Vrij, il Real tenta Bonucci… Ma Ibra non lo vuole nessuno? 21.02 - Sarà un’estate caldissima e non solo per le alte temperature (gli esperti parlano di una “bella stagione” torrida). Tutti si stanno affannando per cercare l’affare del secolo. Indubbiamente non mancano le super offerte. La lista di “parametri zero” è lunga ed interessante. Al Bayern...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: il segreto delle "non-lacrime" di Allegri. Milan: l'allarme cinese... e occhio a maggio! Inter: è ora di giocare al gioco del silenzio. Napoli: il diritto di Sarri a fare come crede 20.02 - Ciao. Quando arriva il momento di compilare questo editoriale faccio un giro sui siti per cercare ispirazione ed evitare di scrivere cose come “prima o poi bisogna affrontarle tutte” o “lo scudetto si decide a primavera” o “la politica è tutto un magna-magna”. A volte i siti ti danno...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Napoli-Juve, marzo sarà decisivo. Inter, che flop! Sassuolo, il problema era dietro la scrivania. Cuore De Zerbi e Bergamo Gasperini-Sartori sono ai titoli di coda… 19.02 - Se la Juventus non ha lasciato punti a Firenze e nel derby significa che il Napoli, per vincere questo scudetto, dovrà andare oltre la soglia del miracolo. Tuttavia, sembra chiaro che il campionato si deciderà a marzo, in un modo o nell'altro. Allegri e Sarri sono reduci da una pessima...

EditorialeDI: Andrea Losapio

I meriti di Gattuso o i demeriti di Montella? Borussia-Atalanta, che spot per il calcio. Un po' meno il Napoli in Europa League. Rosa lunga alla Juventus, ma se si fanno tutti male... 18.02 - In sala stampa a Dortmund, con i gol di Europa League che scorrevano in sottofondo, alcuni giornalisti tedeschi paragonavano Cutrone a Inzaghi. "Ci somiglia, eh?". Non può essere che lui l'uomo copertina del Milan di Gennaro Gattuso. Lui, invece, assomiglia tanto al Pioli della scorsa...

EditorialeDI: Mauro Suma

Primavera Cutrone e Primavera Merrill Lynch. Juventus europea, stampelle e pareggio. Napoli provinciale, limiti e sconfitta 17.02 - Dalla Primavera rossonera arriva Patrick Cutrone e alla Primavera come stagione prossima ventura guarda tutto il Milan che sta lavorando per la propria nuova struttura finanziaria pre-Elliott e, possibilmente, post-Elliott. Insomma, pre ottobre 2018. Ci sono grandi novità in vista...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Ecco perché la Juve non ha battuto il Tottenham. Mancano i campioni. Le grandi lontane. Campionato non allenante. Napoli, vai fuori dalla Coppa 16.02 - La Juventus può ancora ribaltare il risultato a Londra, è giusto pensarlo e crederlo. L’impresa è difficile, ma possibile, conosciamo bene il calcio e anche il carattere dei bianconeri. Il pareggio con il Tottenham però è stato liquidato troppo in fretta come un incidente di percorso....

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il calciomercato di oggi, i nomi di ieri. Quanto varrebbero ora i big che ci hanno fatto sognare. Da Ronaldo a Totti, da Maradona a Platini: ecco le loro valutazioni... 15.02 - Quando Totti ha detto (a Sky) che nel mercato di oggi varrebbe almeno 200 milioni di euro è scattato in testa a tutti il solito giochino. Ma quanto varrebbero ora i grandi campioni del passato, Totti compreso? Non è la prima volta che ci si pensa, non è la prima volta che si fa. Proprio...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.