HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
"Messi venga in Italia". CR7 lancia la sfida, credete sia possibile?
  E' solo una provocazione, Messi chiuderà al Barcellona
  In caso di addio, andrà da Guardiola
  Perché non 'con' CR7? La Juve dovrebbe pensarci
  Superato il FFP, può essere il regalo di Elliott al Milan
  Suning può provarci: Messi all'Inter contro CR7 alla Juve
  Messi come Diego. Perché non chiudere al Napoli?
  Andrà al PSG se lasceranno Mbappé o Neymar

La Giovane Italia
Editoriale

Nazionali e mercato, periodo di riflessioni. Ecco chi manca a chi...

05.10.2017 17:12 di Luca Marchetti   articolo letto 13053 volte
© foto di Federico De Luca

Weekend dedicato alle Nazionali. Pausa di riflessione, si tirano le somme rispetto a quanto visto in questo primo scorcio di campionato e si comincia a ragionare già in ottica di gennaio.
C'è chi ha convinto e chi ancora non ha ingranato. Chi sa già dove deve intervenire, chi invece già sa che ha le spalle coperte e non ha bisogno di fare molto. Prendete il Napoli per esempio. E' una macchina da tutti definita perfetta. Già sa che Inglese è più che un'opportunità per gennaio, soprattutto per concedere a Milik un recupero più sereno (visto che non si può forzare troppo, considerato che anche l'altro ginocchio è reduce da operazione) e contemporaneamente concedere un giro di riposo (soprattutto) a Mertens. Che neanche in Nazionale si risparmia. Al contrario di quello che succede in casa Juve. Dove se Matuidi è riuscito ad imporre la sua personalità in mezzo al campo, ancora questo non è successo a Douglas Costa, a Bernardeschi e Howedes (che ancora deve recuperare). E questa potrebbe essere anche la chiave per il testa a testa che durerà per l'intera stagione. Il Napoli gioca a memoria, ha praticamente tutti gli interpreti tirati a lucido (fatta eccezione per qualcuno che sta cominciando ad ingranare). Alla Juve (che non è riuscita a fare l'en plein per un rigore fallito da Dybala) ci sono ancora dei terreni inesplorati: sia a livello tattico (il 433) sia a livello personale. Dei nuovi non ancora al top abbiamo appena detto: dopo la sosta Allegri avrà a disposizione anche gli infortunati. Magari non tutti ma una buona parte sì, e anche questo potremmo definirlo un bell'acquisto di questo mercato "nazionali".
Sarà un lungo testa a testa. Peraltro speriamo. Speriamo per la bellezza del campionato, per la vivacità e speriamo anche che la rosa possa rimanere allargata. Perché è vero che Juventus e Napoli sono le più attrezzate, hanno già dimostrato la loro forza ma è anche vero che per esempio l'Inter è lì. Potete chiamarla fortuna, potete chiamarlo calendario più semplice. Oppure potete chiamarlo fattore Spalletti che ha dato un'anima e un'identità all'Inter. A cui però manca ancora qualcosa: quel famoso trequartista o centrocampista assaltatore tanto caro al nuovo allenatore dell'Inter. Per il momento sta cercando, Spalletti, una soluzione interna. Ma il mercato potrà aiutarlo. DI nomi concreti ancora in casa nerazzurra non ne sono stati fatti. Difficile che ci possa essere una spesa molto importante al mercato di gennaio perché a quanto ci risulta la situazione per l'Inter è sempre rimasta quella di qualche mese fa. Solidità sì, grandi spese no. Ma se dovessimo scommettere se i nerazzurri dovessero effettuare un'operazione sarebbe in quella zona del campo. E un difensore. Perché di un difensore (almeno a livello numerico) c'è bisogno.
Alla Roma dovranno capire prima di che pasta è fatto Schick con la maglia giallorossa. Ed eventualmente dopo fare anche altre valutazioni tecniche. Di Francesco è stato molto onesto (e molto bravo): ha detto che eventualmente sarebbe pronto anche a cambiare. Finora il suo gioco sta dando frutti più che buoni: sono lontani anni luce le critiche post Atletico. Da allora la Roma ha solo vinto, Milan compreso.
Che al momento è quella più in difficoltà. Ma che sul mercato quello che doveva fare ha fatto. Tutti si interrogano sul futuro di Montella. Posto che è evidente che il destino di un allenatore dipende sempre dai risultati, Montella paradossalmente è stato più in discussione dopo la sconfitta con la Samp che dopo la seconda consecutiva contro la Roma. Dovesse andar male con l'Inter? Sarebbe sicuramente un bel problema. Ma ad oggi - che ancora manca molto - la sensazione è che non si cambi comunque. Sarà interessante seguirlo, come sempre. Non possiamo però fare i maghi!
La notizia di mercato della giornata è però un'altra. Il ritorno in serie A di un direttore sportivo di grandissima esperienza e che per amore del calcio e del suo lavoro è sceso fino in Lega Pro. Giorgio Perinetti corteggiatissimo dal Genoa sta per diventare il nuovo responsabile tecnico dei rossoblu. Ha seminato benissimo a Venezia, ma alla serie A è difficile dire di no. La sua esperienza al servizio di Preziosi quindi. In bocca al lupo.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Milan, Quagliarella ipotesi concreta, a centrocampo possibile nome a sorpresa. Juventus, Pogba pista forte per giugno ma attenzione anche a Rabiot se non rinnova con il Psg. Di Francesco, decisiva la sfida con il Genoa 15.12 - Ibra non arriverà e il Milan sta già lavorando su altri fronti. Anche perché il mercato è alle porte e il tempo comincia a stringere. Fabio Quagliarella ad ora è un’ipotesi concreta. Per l’attaccante c’è un discorso aperto con la Samp per il rinnovo di un anno ma la strada è ancora...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Conte non prende l’Inter in corsa. Il piano di Marotta per convincerlo. Da Pogba a Chiesa, da Milinkovic Savic a Modric, tutte le piste. Via Icardi per fare cassa? Spalletti si salva se arriva terzo e vince in Europa. Di Francesco, ultima chiamata 14.12 - Beppe Marotta si è presentano con un’idea impegnativa: Sono qui per un progetto vincente. E già. E’ dal 2010 che i tifosi dell’Inter aspettano qualcosa di vincente e per riprovarci i nerazzurri hanno scelto non a caso, ma il numero Uno, quello che ha riportato in alto la Juventus...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le incertezze della Champions: la cura non è solo il mercato... 13.12 - Possiamo dirlo senza mezzi termini: peggio di così difficilmente poteva andare. Martedì sera le due italiane non sono riuscite a qualificarsi nonostante avessero avuto tutto a disposizione, non soltanto in questo turno di Champions, ma anche i precedenti. Mercoledì Juve e Roma si...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Spalletti il grande imputato: il limite di carattere dell’Inter dell’ultimo mese rispecchia il valore della squadra o i limiti del tecnico? Napoli a testa alta, pagato solo il rodaggio iniziale di Ancelotti.Europa League: perché fa per il Napoli 12.12 - Cos’è peggio nella vita: un due di picche, o rimanere con il dubbio che sarebbe potuta andare bene se ci avessi provato? L’Inter esce dalla Champions manco fosse un adolescente impacciato, che si intreccia le mani mentre cerca in tasca il coraggio per rivolgere la parola alla ragazzina...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: Chiellini e altri difensori. Inter: 10 "segreti" sulla festa di Wanda Nara (e uno su Spalletti). Milan: Donnarumma, Abate... e un dato di fatto su Ibra. Napoli: forza Ancelotti, fai impazzire i critici 11.12 - Ciao. Sono stato al compleanno di Wanda Nara. Giuro. Mi ha invitato perché è gentile. E quindi non dovrei, ma vi racconto tutto il torbido di una festa che ha fatto molto parlare e ha indignato i più. Giustamente, tra l’altro: un capitano che va alla festa di sua moglie non si era...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Juve-Inter, la differenza tra il gioco e la vittoria. Roma, non c'è nulla. Napoli, devi farcela. Bigon e la meritocrazia: misteri del calcio 10.12 - La differenza tra la Juventus e l'Italia non sta solo nella classifica. Sarebbe riduttivo per una squadra che a dicembre, in campionato, ha vinto tutte le partite e pareggiata una. Se il calcio fosse un'equazione, allora, avremmo risolto molti problemi e ci saremmo messi l'anima in...

Editoriale DI: Marco Conterio

La vittoria di Allegri e la sconfitta di Spalletti. Cancelo, rimpianto nerazzurro e clamorosamente sottovalutato in Europa. Agnelli-Zhang segnano la fine della storica rivalità tra Juventus e Inter? 09.12 - Il tempo dei bilanci di fine anno si avvicina ma è chiaro che tracciare una linea su quel che è stato di questo 2018 non sia complicato. La gara di due sere fa di Torino ne è la chiara fotografia: il coraggio non basta, la Juventus prepara Capodanno da febbraio mentre le altre sono...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Napoli e Giuntoli il matrimonio va avanti, si lavora ancora per Zielinski. Milan, per Cahill c’è l’ok del Chelsea ma resta l’ostacolo ingaggio. La Juventus ripensa a Isco. Roma anche Weigl nella lista di Monchi. Fiorentina su Sansone 08.12 - Meno di un mese e il mercato sarà di nuovo aperto. E allora parto subito con il Napoli e con Cristiano Giuntoli. Un matrimonio destinato a durare ancora a lungo. Con De Laurentiis il feeling è forte e le parti sono vicine a prolungare il rapporto per continuare un ciclo che si è aperto...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Marotta sfida la Juventus. Duello a tutto mercato per Barella, Chiesa, Milinkovic Savic, Martial e non solo: il sogno è Dybala nerazzurro. Spalletti, i segreti per fermare Allegri. Un Ronaldo dall’altra parte vent’anni dopo il rigore contestato 07.12 - Marotta non è ancora un dirigente dell’Inter, almeno in via ufficiale. Per opportunità sarà presentato soltanto giovedì prossimo, dopo la sfida di questa sera con la Juve, il suo passato ancora vivo e caldo. Tutto sommato la scelta di Suning è condivisibile, nel calcio ci sono già...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Vince sempre il più ricco? E come si fa a batterlo? 07.12 - Spesso si fanno discorsi relativi al fatturato e alla capacità di spesa. È evidente che se hai più soldi sei avvantaggiato: diciamo che come minimo puoi permetterti più errori. Ma da qualche tempo a questa parte, soprattutto in Italia, sembra quasi si sia innestato un circolo virtuoso...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->