HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
"Messi venga in Italia". CR7 lancia la sfida, credete sia possibile?
  E' solo una provocazione, Messi chiuderà al Barcellona
  In caso di addio, andrà da Guardiola
  Perché non 'con' CR7? La Juve dovrebbe pensarci
  Superato il FFP, può essere il regalo di Elliott al Milan
  Suning può provarci: Messi all'Inter contro CR7 alla Juve
  Messi come Diego. Perché non chiudere al Napoli?
  Andrà al PSG se lasceranno Mbappé o Neymar

La Giovane Italia
Editoriale

Non solo Cristiano Ronaldo... la serie A risponde

12.07.2018 00:00 di Luca Marchetti   articolo letto 42896 volte
© foto di Federico De Luca

Cristiano Ronaldo alla Juventus ha avuto un’eco mediatica incredibile. E questo è solo l’assaggio di quello che succederà in Italia da adesso in poi. A cominciare da lunedì, quando ci sarà il CR7-day. Arrivo, visite mediche, conferenza stampa e presentazione. Poi da lì in poi inizierà una grande avventura, incredibile avventura, pazzesca avventura. Con un campione incredibile, il migliore al Mondo, che torna nella nostra serie A. Di Juve e CR7 si è detto tutto. Si dirà ancora tanto. Ma ora la Juve deve anche pensare (oltre a creare il business) anche a vendere per rendere sostenibile l’acquisto del secolo.
I primi nomi sulla lista sono fondamentalmente due: Higuain e Rugani, entrambi già destinati (mediaticamente) al Chelsea, che però ancora non ha abbracciato Sarri. Doveva essere la giornata giusta, quella appena trascorsa. Come spesso succede nel calciomercato, il “giorno giusto è domani”. La vicenda Sarri si incastra nei rapporti Napoli Chelsea e nella triangolazione con il City. Aurelio De Laurentiis ha dichiarato che la vicenda Sarri Chelsea è svincolata da Jorginho e che se l’italo brasiliano dovesse andare a Londra, sarà una sua scelta in cui il Napoli non c’entra nulla. Non possiamo che credere al presidente del Napoli, ma la nostra ricostruzione differisce un po’: intanto per la questione prezzo. Al Chelsea Jorginho costerebbe una decina di milioni in più. E poi il giocatore, immaginiamo, sarebbe contento pure di essere allenato da Guardiola. La situazione ancora comunque non si è sbloccata: Sarri è ancora sotto contratto con il Napoli, Conte continua a dirigere gli allenamenti del Chelsea, Ancelotti si è presentato ai suoi nuovi tifosi. Con una battuta in cui ha sottolineato (con il suo stile garbato ma deciso) una grande verità: l’impatto di Ancelotti sulla serie A è stato decisamente importante. Certo mediaticamente non pari a quello di CR7: ma qualcuno mette in dubbio che Ancelotti non sia uno dei migliori allenatori in circolazione? E che la forza di prenderlo a Napoli non sia stato un grande colpo? Ora il primo obiettivo è un terzino e il nome su cui sta lavorando con maggior attenzione Giuntoli (il Cristiano di Ancelotti, così lo ha definito!) è Sabaly del Bordeaux visto che oltre ad essere bravo sa anche giocare nei due ruoli (destra e sinistra) che è quello che serve maggiormente al Napoli in questo momento.
Anche l’Inter cerca un terzino, destro però. Si continua a lavorare per Vrsaljko: il giocatore è d’accordo, si aspetterà la prossima settimana per formalizzare l’offerta all’Atletico (sempre in prestito). Si continua naturalmente a tenere sotto osservazione anche Darmian (oltre Zappacosta).
Un discorso a parte lo merita il Milan: ora è cambiata la proprietà. Ci sarà il CdA e da quello si capiranno le reali intenzioni di Elliott: se gestire o vendere nel brevissimo periodo. Da quello che filtra al momento Fassone e Mirabelli rimararanno almeno per gestire le prossime settimane: significa mercato, fondamentalmente. Ma sarà un mercato particolare: intanto perché il Milan dovrà vendere. E vendere big per cercare di tornare in linea con le esigenze di FFP. E comunque ci sarà la necessità di avre una squadra competitiva per tornare in Europa (perché il Milan senza Europa varrebbe di meno e questo Elliott chiaramente non lo vorrebbe) senza smantellare. Non sarà un lavoro semplice. Poi ci sarà da capire cosa succederà anche all’attuale dirigenza.
La Lazio sta per salutare Felipe Anderson: anche se ci sono stati dei momenti di tensione (visite mediche infatti posticipate a venerdì) legati a dei bonus e attenzione perché il Real Madrid, che deve colmare il vuoto di Cristiano Ronaldo, vuole fortemente Milinkovic Savic (e Lotito vuole 140 milioni di euro). L’assalto potrebbe partire da un momento all’altro.
La Roma ha fatto il punto di mercato: Monchi e Pallotta si sono visti a Londra, ma il ds giallorosso non ha incontrato il Chelsea per parlare di Alisson
L’Atalanta ha chiuso Zapata dalla Samp (che ora punta Defrel) e valuta il difensore argentino del San Lorenzo, Senesi, visto che si è fatto male Varnier.
La Samp a proposito di giovani ha praticamente messo sotto contratto Junior Tavares del San Paolo e ha fatto ultimatum alla Chapecoense per Jandrei, il portiere. Altrimenti risalgono le quotazioni di Audero.
Il Sassuolo continua a trattare Boga del Chelsea, attaccante. Il Cagliari ha messo sotto contratto Cerri (Juventus). Il Genoa si avvicina a Ciciretti (prestito in diritto di riscatto e controriscatto), Lisandro Lopez è vicinissimo, Kouame arriverà fra poche ore pe 5 milioni di euro. A Frosinone hanno preso Molinaro, quasi preso Goldaniga e sono interessatissimi a Ghiglione. All’Udinese interessa Favilli (potrebbe essere altra operazione con diritto di recompra, stile Mandragora) e ha le mani su Pussetto. Il Parma ha raggiunto un accordo con l’Inter per Bastoni, pensa a Petagna e non esclude l’idea Borriello e quella di Cassano (che giocherenne al minimo con bonus a rendimento).
In serie B due grandi colpi: Donnarumma al Brescia e Melchiorri al Perugia. Due attaccanti che possono decidere il campionato. Il Palermo sta per prendere Mazzotta, il Crotone ha chiesto Asencio al Genoa, il Benevento vuole R Insigne e ha preso Montipò, la Salernitana prende Montalto e Carretta che alla Ternana in Lega Pro non volevano rimanere e Kresic in prestito dall’Atalanta. Il Livorno tenta Diamanti, a Venezia va Di Mariano. È un mercato in fermento. Non solo per CR7


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Conte non prende l’Inter in corsa. Il piano di Marotta per convincerlo. Da Pogba a Chiesa, da Milinkovic Savic a Modric, tutte le piste. Via Icardi per fare cassa? Spalletti si salva se arriva terzo e vince in Europa. Di Francesco, ultima chiamata 14.12 - Beppe Marotta si è presentano con un’idea impegnativa: Sono qui per un progetto vincente. E già. E’ dal 2010 che i tifosi dell’Inter aspettano qualcosa di vincente e per riprovarci i nerazzurri hanno scelto non a caso, ma il numero Uno, quello che ha riportato in alto la Juventus...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le incertezze della Champions: la cura non è solo il mercato... 13.12 - Possiamo dirlo senza mezzi termini: peggio di così difficilmente poteva andare. Martedì sera le due italiane non sono riuscite a qualificarsi nonostante avessero avuto tutto a disposizione, non soltanto in questo turno di Champions, ma anche i precedenti. Mercoledì Juve e Roma si...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Spalletti il grande imputato: il limite di carattere dell’Inter dell’ultimo mese rispecchia il valore della squadra o i limiti del tecnico? Napoli a testa alta, pagato solo il rodaggio iniziale di Ancelotti.Europa League: perché fa per il Napoli 12.12 - Cos’è peggio nella vita: un due di picche, o rimanere con il dubbio che sarebbe potuta andare bene se ci avessi provato? L’Inter esce dalla Champions manco fosse un adolescente impacciato, che si intreccia le mani mentre cerca in tasca il coraggio per rivolgere la parola alla ragazzina...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: Chiellini e altri difensori. Inter: 10 "segreti" sulla festa di Wanda Nara (e uno su Spalletti). Milan: Donnarumma, Abate... e un dato di fatto su Ibra. Napoli: forza Ancelotti, fai impazzire i critici 11.12 - Ciao. Sono stato al compleanno di Wanda Nara. Giuro. Mi ha invitato perché è gentile. E quindi non dovrei, ma vi racconto tutto il torbido di una festa che ha fatto molto parlare e ha indignato i più. Giustamente, tra l’altro: un capitano che va alla festa di sua moglie non si era...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Juve-Inter, la differenza tra il gioco e la vittoria. Roma, non c'è nulla. Napoli, devi farcela. Bigon e la meritocrazia: misteri del calcio 10.12 - La differenza tra la Juventus e l'Italia non sta solo nella classifica. Sarebbe riduttivo per una squadra che a dicembre, in campionato, ha vinto tutte le partite e pareggiata una. Se il calcio fosse un'equazione, allora, avremmo risolto molti problemi e ci saremmo messi l'anima in...

Editoriale DI: Marco Conterio

La vittoria di Allegri e la sconfitta di Spalletti. Cancelo, rimpianto nerazzurro e clamorosamente sottovalutato in Europa. Agnelli-Zhang segnano la fine della storica rivalità tra Juventus e Inter? 09.12 - Il tempo dei bilanci di fine anno si avvicina ma è chiaro che tracciare una linea su quel che è stato di questo 2018 non sia complicato. La gara di due sere fa di Torino ne è la chiara fotografia: il coraggio non basta, la Juventus prepara Capodanno da febbraio mentre le altre sono...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Napoli e Giuntoli il matrimonio va avanti, si lavora ancora per Zielinski. Milan, per Cahill c’è l’ok del Chelsea ma resta l’ostacolo ingaggio. La Juventus ripensa a Isco. Roma anche Weigl nella lista di Monchi. Fiorentina su Sansone 08.12 - Meno di un mese e il mercato sarà di nuovo aperto. E allora parto subito con il Napoli e con Cristiano Giuntoli. Un matrimonio destinato a durare ancora a lungo. Con De Laurentiis il feeling è forte e le parti sono vicine a prolungare il rapporto per continuare un ciclo che si è aperto...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Marotta sfida la Juventus. Duello a tutto mercato per Barella, Chiesa, Milinkovic Savic, Martial e non solo: il sogno è Dybala nerazzurro. Spalletti, i segreti per fermare Allegri. Un Ronaldo dall’altra parte vent’anni dopo il rigore contestato 07.12 - Marotta non è ancora un dirigente dell’Inter, almeno in via ufficiale. Per opportunità sarà presentato soltanto giovedì prossimo, dopo la sfida di questa sera con la Juve, il suo passato ancora vivo e caldo. Tutto sommato la scelta di Suning è condivisibile, nel calcio ci sono già...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Vince sempre il più ricco? E come si fa a batterlo? 07.12 - Spesso si fanno discorsi relativi al fatturato e alla capacità di spesa. È evidente che se hai più soldi sei avvantaggiato: diciamo che come minimo puoi permetterti più errori. Ma da qualche tempo a questa parte, soprattutto in Italia, sembra quasi si sia innestato un circolo virtuoso...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Derby d’Italia: ma davvero l’Inter pensa di avere qualche speranza? La Juve allo Stadium prepara una vittoria dal sapore spietato. Quello che deve temere la Juventus è su Isco: Paratici sta lavorando, ma la situazione è complicata 05.12 - Era dal 2010 che non si giocava un derby d’Italia al venerdì, occasione che può essere di buon auspicio per entrambe: perché era l’ultimo anno in cui un’italiana vinse la Champions, e quell’italiana fu l’Inter - e il derby si anticipò appunto prima della semifinale Inter-Barcellona. Ma...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->