HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Politano verso il Napoli, è l'acquisto giusto?
  Sì, dà un'alternativa all'irriconoscibile Callejon dell'ultimo periodo
  No, al Napoli sarebbe servito un giocatore diverso
  No, il campionato azzurro è compromesso, a prescindere dagli arrivi

La Giovane Italia
Editoriale

Per la Juventus c’è Haaland. Per Ibrahimovic, il Milan. Per Conte, Marcos Alonso. Per Emre Can, una tv rotta. Per Paratici e Nedved, il bromuro: ecco i regali di Natale

25.12.2019 19:56 di Tancredi Palmeri  Twitter:    articolo letto 77443 volte

Caro Babbo Natale, so che sei impegnato a portare regali ai bimbi buoni in giro per il mondo, quindi giustamente a noi in Italia non ci pensi proprio, e soprattutto a noi legati al calcio italiano, che sta al Natale come un cane con le zampe sporche in una lavanderia a secco, e a dire il vero io oggi ti lascerei proprio in pace, e poi neanche ci credo io a Babbo Natale, quindi scompari, ma siccome mi trovo in Lettonia che non è la Lapponia ma mi trovo a un tiro di slitta da casa tua, allora alcune squadre italiane mi hanno chiesto se di passaggio posso lasciarti le loro letterine per i regalucci di Natale. Ti avviso: quasi tutte vogliono giocatori, quindi vedi un po’ te come fare, e se vuoi che se ne vadano tutti in Lapponia. A tutti i modi hai tempo fino al 31 gennaio vai tranquillo, e noi in Italia ad arrivare in ritardo non ci siamo mai formalizzati. Quindi eccoti le richieste da parte di un po’ di protagonisti del calcio italiano. Oh non te la pigliare con me eventualmente eh, io nelle richieste c’entro meno che la renna Rudolf che recapita regali non graditi.

ALLA JUVENTUS: Erling Braut Halland

La Juve ha già offerto 30 milioni di € per l’attaccante norvegese del Salisburgo, prezzo sufficiente a incontrare la clausola d’uscita. Sorpassate Manchester United e Liverpool. E’ the next big thing del calcio mondiale, quindi è un grandissimo acquisto, anche se francamente non so cosa possa farsene in questo momento la Juve, che in attacco proprio non ha bisogno, e che per la psicosi da parametro zero ha garantito quasi 40 milioni all’anno a Ramsey, Rabiot e Emre Can. Comunque fatti loro. Mancano ancora 14 milioni di € di commissioni richiesti da Raiola. Ma quelli a Torino non sono mai stati un problema, comunque Babbo Natale se puoi metterci una buona parola, vedi tu.

A ZLATAN IBRAHIMOVIC: il Milan

I rossoneri hanno aumentato l’offerta, avvicinandola a quella dell’Everton. Circa 7.5 milioni di € totali per un anno e mezzo, vicina agli 8 milioni offerti dall’Everton e agli 8.5 richiesti da Ibra. Ora per carità, Zlatan può scegliere quello che vuole, ma se è davvero l’ultimo giro, e se davvero gli manca Milano, allora Babbo Natale diglielo: Natale con i tuoi…

A PARATICI E NEDVED (E AGNELLI PER RESPONSABILITA’ OGGETTIVA): un po’ di bromuro

Abbiamo capito che quest’anno la Champions deve arrivare per forza, però Babbo Natale diglielo che non è che possono stare così ogni volta. Hanno ricevuto una multa dalla Procura Federale perché nel post-partita della Supercoppa sono andati nei pressi dello spogliatoio arbitrale e hanno avuto un atteggiamento irrispettoso nei confronti dei collaboratori della Procura Federale. Ora Babbo Natale, lo so che ti sta venendo in mente un trio all’erta e pieno di brio che abitava a Torino più di 10 anni fa e a cui hai scarrettato un mare di carbone nel corso degli anni, ma ti posso assicurare che nononononono questa volta è un’altra cosa. Però per favore portagli un po’ di bromuro, camomilla, qualcosa, perché se fai sta piazzata quando perdi meritatamente una Supercoppa in cui per di più ti hanno pure graziato una espulsione per intervento di Matuidi poco natalizio, allora che cosa dobbiamo aspettarci nei prossimi mesi di lotta scudetto punto a punto contro l’Inter di Antonio C’eravamo Tanto Amati Conte?!

A ANTONIO CONTE: Marcos Alonso

Ti avviso, questo si accontenterebbe della qualsiasi. Quindi pure se gli porti uno scarpone di quarta categoria, lui è contento, perché tanto nel giro di due mesi è capace di fartelo giocare da Nazionale. Però ecco se proprio non puoi portargli Kulusevski perché l’Atalanta non recede dai 40 milioni di richiesta, se nemmeno puoi portargli De Paul perché l’Udinese non recede proprio dai 35 milioni di richiesta, e neanche Vidal perché il Barcellona a meno di 25 milioni non lo cede e nemmeno è sicuro che comunque lo ceda; allora dice se almeno gli puoi portare Marcos Alonso, perché lui dategli un terzino che taglia, e ti solleva il mondo. E Babbo Natale, lo sa benissimo che i regali da lui li porterai travestito da Marotta, ma a lui sta bene lo stesso.

A EMRE CAN: Un televisore rotto

Questo è un caso particolare. Portagli per favore un televisore rotto, dove non possa vedere tutto quello che ha vinto il Liverpool da quando Emre Can l’ha lasciato perché non gli bastavano 3 milioni di € di stipendio rispetto all’1.5 milioni di € che percepiva, ed è andato alla Juve a prenderne 6 di milioni all’anno, salvo un anno dopo già volersene andare via perché non lo fanno giocare, proprio negli stessi giorni in cui il Liverpool si laurea campione del mondo, dopo averlo fatto con il titolo europeo, e pochi mesi prima di farlo con il titolo inglese.

A ANTONIO CASSANO: Un televisore funzionante

Poche settimane fa, aprii un editoriale con il giudizio fulminante di Antonio Cassano su de Ligt, unico in Italia ad evidenziarne l’allucinazione collettiva, a parte il sottoscritto (che però conta quanto l’uovo di Pasqua a Natale): ““Ha fatto bene solo con l’Atalanta. Fine. Ne sta facendo una più di Bertoldo. Come no, ‘ha fatto bene’, ‘sta giocando alla grande’ , ‘è il migliore al mondo’. Va bene, diciamo sempre quello che volete”. Così Cassano su de Ligt. Che bello, che freschezza, che schiettezza, finalmente che novità nel panorama ingessato degli opinionisti.
Tre settimane dopo: Cassano è stato rimosso dalla trasmissione.
Per favore Babbo Natale, portagli un televisore funzionante.

A PAUL POGBA: la Juventus

Sul mercato invece Paratici il bromuro non se lo prende, e fa bene. Si lavora instancabilmente su Pogba, non è ancora accantonata la possibilità di prenderlo a gennaio, anche se diventa sempre più difficile. Il Manchester United è partito da una valutazione di 150 milioni, la Juve non vuole spingersi oltre i 100 milioni. A Manchester non sono esattamente dei geni della trattativa, quindi Paratici giustamente ha deciso di provarci offrendo 60 milioni e Emre Can - spalleggiato da Raiola che ne alimenta l’ottimismo. Difficilmente Mandzukic potrebbe entrare nella trattativa. Ma Pogba pensa solo alla Juventus. E per ora il problema non sembra essere se, ma quando. Vedi tu Babbo Natale se è un regalo per il Natale 2019 o per il Ferragosto 2020.

A LEONARDO: gli acquisti italiani

L’offerta per Lucas Paquetà è presente,: 35 milioni, stesso prezzo di acquisto che consentirebbe al Milan di uscirne senza danni. E’ una roba che vogliono tutte e tre le parti, quindi Babbo Natale falli contenti. Peraltro a Leonardo la Juve ha offerto Emre Can per Paredes, perché sa come a ogni giro di PSG il brasiliano faccia la spesa in Italia. Falli contenti Babbo Natale, anche a costo di duplicarne due o tre di Emre Can da dare a tutti quelli a cui è stato proposto, sennò poi fa la fine di Mandzukic, che decide lui quando andarsene e se ne va in Qatar solo a dicembre.

A MAURIZIO SARRI: chiarezza con diritto di riscatto

Infine Babbo Natale, regala a Maurizio Sarri quello che teoricamente doveva già avere. La chiarezza del progetto, la forza di imporre le sue idee. Quella che teoricamente era la sua unica vera forza quando era al Napoli, ma in questi due anni a forza di ripetergli “eh per guidare una grande squadra però bisogna saper smussare i propri angoli” lui è finito per smussarsi tutto e non si capisce più cosa sia.
La Juventus gioca a niente da quattro mesi, non c’è un ordine di gerarchie, non c’è una scelta di uomini, difendi de Ligt per due mesi dicendo che sono gli altri cattivoni a criticarlo, e poi appena Demiral ti gira normalmente non vedi l’ora di promuoverlo titolare al posto dell’olandese. Al subcomandante Maurizio Sarri per ora è rimasto solo il prefisso a forza di starsene sott’acqua e non poter reagire e dire quello che vuole, sostituire chi vuole sostituire, torchiare a dare di più chi vuole torchiare. Portagli un po’ di chiarezza con diritto di riscatto, Babbo Natale. Perché va bene tutto, si può anche perdere (davvero, si può, spiegatelo anche a Paratici e Nedved): ma sentirsi dare dell’imitatore e usurpatore di Allegri, per Sarri proprio non si può…


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Eriksen a inizio settimana a Milano. Politano al Napoli. Conte avrà Giroud. Juventus, arriva Kurzawa con De Sciglio al PSG. Emre Can, il Borussia Dortmund pronto all’’assalto. La Roma prende Carles Perez 25.01 - Ormai è tutto fatto. Piccoli dettagli. Eriksen sarà un giocatore dell’Inter. A inizio settimana il centrocampista danese sarà a Milano per le visite mediche e la firma su un contratto di quattro anni e mezzo. Un’operazione che alla fine all’Inter costerà una cifra vicina ai 20 milioni...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Eriksen domenica a San Siro col Cagliari. Ora Llorente o Giroud. E Marotta non molla Allan. Politano e Mateta al Napoli, via Mertens e Callejon. Juve, cinquanta milioni per Tonali. Milan, Paquetà vuole il Psg. Roma su Januzaj e Mandragora 24.01 - Eriksen farà di tutto per vedere l’Inter dal vivo già domenica prossima, vuol essere a San Siro per la gara contro il Cagliari per inserirsi prima possibile nel mondo nerazzurro. Il danese è il colpo di gennaio, l’uomo di classe e di esperienza internazionale che può avvicinare l’Inter...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Politano Napoli, avanti con decisione: spunta anche Llorente. Via vai in casa Milan, la Fiorentina e le nuove idee. Due ritorni in difesa per Genova... 23.01 - Un'altra trattativa che procede spedita. E ancora una volta Politano protagonista. Dopo l'affare saltato con la Roma è il Napoli a farsi sotto con grandissima decisione. E dopo le chiacchierate al telefono (pre e post partita di coppa) il Napoli è passato ai fatti. Incontro con l'Inter...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

L’Inter alza l’offerta per Eriksen: 18 milioni. Apertura Spurs, ecco i dettagli. Altro che Politano, la Roma è già su Shaqiri. Manovre estere: Manchester United con 55 milioni per Bruno Fernandes 22.01 - Ci siamo. L’Inter avanza su più fronti per chiudere con manovra a tenaglia su Eriksen. Prima sul giocatore: accordo totalmente raggiunto, male che vada il danese arriverebbe a giugno. Ma soprattutto con il Tottenham, per avere Eriksen subito. E per questo l’Inter ha presentato una...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: una (non) novità di mercato e l'idea di Sarri su Ronaldo. Inter: la cifra per Eriksen, il piano per Moses e... un po' di calma. Milan: Ibra ma non solo Ibra. Napoli: sta accadendo qualcosa di grottesco 21.01 - Dieci giorni e finisce il mercato. Se questa notizia vi intristisce avete un problema. Procediamo. L’Inter ha giocato una partita discretamente brutta a Lecce. I padroni di casa hanno alzato le barricate in modo intelligente ed efficace, i loro avversari non hanno trovato alternative...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Marotta-Ausilio, una decisione per il bene dell'Inter. Napoli, crisi senza fine. Milan a 2 punte: serviva anche la fortuna. Lazio, che show 20.01 - Secondo pareggio di fila, questa volta più indigesto rispetto a quello precedente con l'Atalanta. Il Lecce si conferma fermagrandi. Al Via del Mare, dopo la Juventus, non passa neanche l'Inter. I problemi, però, restano. Per la corsa al titolo questi due punti pesano. Eccome. La settimana...

Editoriale DI: Marco Conterio

Il naufragio della trattativa tra Inter e Roma è la triste fotografia di questo mercato. Le lacrime di Politano, lo sguardo di Spinazzola e il peso dei giocatori nel calcio di oggi 19.01 - Matteo Politano, con la sciarpa della Roma, aveva un sorriso grande come un sogno. Sulla pelle un tatuaggio: Matteo bambino, la sedici sulle spalle troppo larga per contenere tutte le speranze. Ai piedi un Super Santos, davanti San Pietro. Davanti Roma, casa, terra premessa e ora...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Inter, Eriksen in dirittura d’arrivo, accelerata per Moses. Lazaro in uscita, Vecino ha mercato in Premier. Il Milan pensa a Olmo per il dopo Suso. Il Napoli insiste per Amrabat, Llorente e Ghoulam restano 18.01 - L’Inter è sempre più vicina ad Eriksen. Il giocatore ha già comunicato al Tottenham di volere andare via a gennaio e ha scelto il club nerazzurro. La cena di mercoledì sera tra Marotta e il suo agente ha suggellato definitivamente l’operazione. Ora serve solo limare un po’ la distanza...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Inter da scudetto: presi Eriksen, Young, Giroud e Spinazzola. Vidal in attesa. Milan, Under per Suso. Rrahmani del Napoli. Gasperini, clamoroso autogol 17.01 - Presi Young, Giroud e Spinazzola, praticamente fatta per Eriksen: è il grande giorno dell’Inter. E se qualcuno poteva avere ancora qualche dubbio, Marotta e Ausilio li hanno spazzati via tutti: i nerazzurri vogliono lo scudetto. La strategia già chiara da qualche settimana sta diventando...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Inter scatenata: blitz a Londra, ancora attesa per lo scambio con la Roma, e anche il Milan ora parla con i giallorossi 16.01 - Si muove - eccome - il mercato, fra Milano, Londra e Roma. Andiamo per ordine. Intanto blitz a Londra di Piero Ausilio, volato nella capitale inglese per approfondire i discorsi relativi a Eriksen e Giroud. Sul danese si è certificata, in un ulteriore incontro con il suo procuratore,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510