VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A 2017/2018 al via: chi vince il campionato?
  Juventus
  Napoli
  Roma
  Milan
  Inter
  Lazio
  Altro

TMW Mob
Editoriale

Rivincite e conferme, il campionato e le leggi del mercato

22.09.2016 07:01 di Luca Marchetti   articolo letto 31850 volte
© foto di Federico De Luca

L'unico a steccare in questo turno infrasettimanale è stato il Napoli, la macchina da gol celebrata in questo avvio di stagione si è fermato, di fronte a un Genoa gagliardo (pur lamentando qualche svista arbitrale). Ma nel complesso non si è visto quel Napoli arrembante che ci aveva fatto divertire nelle prime 4. Ma per il resto, obiettivamente, è stato un trionfo per le scommesse o le conferme di mercato.
Abbiamo parlato tanto di Higuain in questo periodo, soprattutto delle scelte di Allegri su di lui. Stavolta il Pipita ha giocato titolare: ha favorito il primo gol bianconero (quello di Rugani), ha fatto il secondo. Stavolta, vedrete, nessuno avrà da dire nulla ad Allegri che, nonostante le critiche pivutegli addosso in questi ultimi 5 giorni, è primo in classifica, di nuovo. E, come se non bastasse, è arrivato anche il primo gol in Italia di Dani Alves. L'unico che non ha festeggiato è stato Dybala, alla centesima partita in serie A, senza gol ancora per quest'anno.
Poi capitolo Inter: anzi capitolo Icardi. Icardi è l'Inter, l'Inter è Icardi. Contro la Juve ha trascinato i nerazzurri alla vittoria con una prestazione sontuosa, a Empoli ha messo dentro le prime due palle che gli sono capitate e ha spianato la strada al terzo posto dell'Inter. E' vero è presto per dare giudizi formati e per capire i trend, ma su un dato si può riflettere. Icardi in questa stagione interista ha segnato seir gol su sette (e il settimo è arrivato su suo assist) e ha segnato 4 di questi gol di testa. Voi direte, cosa c'entra. Bene: in tutti le altre marcature Maurito aveva fatto al massimo 2 gol a stagione con la "cabeza"... Cosa cambia? Evidentemente il gioco di De Boer privilegia le ali e l'aiuto di Perisic, Candreva ed Eder è super prezioso.
Vogliamo parlare della Roma? Di Totti abbiamo detto tutto e il contrario di tutto. La prossima settimana compirà 40 anni. 40 anni di un campione assoluto che nonostante l'età che avanza continua a dispensare lezioni di calcio in campo. Con il mercato non c'entra nulla, perché lui nelle trattative di mercato non è mai entrato. E' una bandiera che ha sempre sventolato alta. Ma il suo lavoro ha nobilitato ulteriormente quello di Dzeko su cui la tifoseria romanista si era concentrata per le critiche. Spalletti e Sabatini lo hanno sempre difeso (soprattutto a parole), Totti è riuscito a farlo con i fatti. Un assist strepitoso per il suo primo gol, un altro lancio millimetrico per Salah che poi ha consegnato al bosniaco il pallone del 2-0.
Vogliamo parlare della Fiorentina? Un'estate intera a parlare di Babacar, la cessione, le offerte. Ma Corvino (che di giocatori si intende) ha sempre fissato un prezzo alto, perché credeva nelle qualità del ragazzo. Tacco spettacolare e ora andategli a dire che ha torto. Potrebbe essere l'ennesima potenziale svolta per la carriera di questo ragazzo, che (non dimentichiamolo) è ancora giovane. E magari anche Bernardeschi, tornato in campo e tornato al gol.
Vogliamo parlare del Palermo? Nestorovsky regala la prima gioia a De Zerbi e Zamparini. Solo il Crotone rimane senza vittorie in campionato e i rosanero si godono una magia di un giocatore sul quale all'inizio dell'anno puntava soltanto Zamparini. Nelle ultime ore di mercato Faggiano ha cercato un attaccante per rinforzare il reparto. Non è riuscito in così poco tempo a portarne uno in rosanero: Zamparini infatti era convinto che non sarebbe convenuto prendere nessuno per mettere nelle migliori condizioni quelli che c'erano già. Il turno infrasettimanale gli da ragione, vedremo il resto del campionato.
E per ultimo un premio alla programmazione. Nel derby delle provinciali più in forma d'Italia la spunta il Chievo che ora è terzo in classifica insieme a Roma e Inter, a soli due punti dalla Juventus. Un gruppo storico e un allenatore trattenuto nonostante le tante richieste arrivate a casa Maran, subito dopo il campionato dello scorso anno. Nember è ripartito da lui e dai giocatori che al Chievo hanno messo radici. Anche questo è mercato, scegliere e saperseli tenere.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Nainggolan e Belotti meglio di Dembelè. Kalinic, crudo ma chiaro. Niang come Cerci? Keita: sarà vera ritirata quella della Juve? 19.08 - Tre anni fa era l'estate dell'Ice Bucket Challenge. Nato per scherzo e diventato virale. Questa è invece l'estate dell'I go where i want. E' altrettanto virale, anche se evidentemente non è un hashtag o qualcosa di definito. E' la moda, inaugurata da Neymar e Dembelè, di prendere...
Telegram

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, Matuidi non basta. Con questo mercato l’obiettivo Champions si allontana. Oltre a Spinazzola anche Caldara? Il modulo da cambiare. Cuadrado via. Inter, Spalletti vuole un fantasista. Schick vice Icardi, arriva un centrale 18.08 - Erano due anni che un giorno si’ e un altro pure, puntualmente, Matuidi era dato come imminente acquisto della Juve. Una storia simile a quella del lupo e il lupo questa volta e’ arrivato. Un giocatore cosi’, fisico, ma anche piedi discreti e visione di gioco, servira’ di sicuro e...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Un Ferragosto di colpi: Juve, Inter e Milan. Caso Keita, restyling Fiorentina: ma non è affatto finita qui 17.08 - Entro il fine settimana sarebbe arrivato Matuidi. E Matuidi è stato. Anche in anticipo (leggero) rispetto alle previsioni. Approfittando della festa di Ferragosto Marotta e Paratici hanno rotto gli indugi e già da martedì sera Paratici era andato a Montecarlo per chiudere la trattativa...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Quanti pensieri sotto il sole di Riccione… Kondo, che pasticcio! Juve e le scuse di Higuain… Sarri, ora o mai più! Ma Asensio? 16.08 - Le spensierate vacanze sono agli sgoccioli… Sotto il sole di Riccione ci si diverte e la mente (e il fisico) si rilassa, immagazzinando energie per i mesi futuri… Eppure, tre o quattro volte al giorno, ci si ritrova a parlare di calcio! Impossibile farne a meno… La Juventus ridimensionata...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Allarme Juve: il rinforzo di Marotta e la scelta (complicata) di Allegri. Inter: la decisione su Schick. Bomber Milan? Un silenzio "studiato". Napoli: ecco la mossa giusta 15.08 - E ben ritrovati a tutti. Questo editoriale va in onda in forma ridotta per ovviare a una questione di "ferie del sottoscritto iniziate giusto ieri". Questo non significa che non si possa toccare il fondo anche questa settimana: ci riusciremo, solo in maniera più concentrata. Vi...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

5 giorni al via della nuova serie A: ecco la griglia di partenza… e di arrivo aspettando il 31 Agosto 14.08 - Ovviamente preferiamo tutti la grigliata di Ferragosto alla griglia di partenza della serie A, però, è giusto parlare prima anziché dopo quando sarà tutto più facile per tutti. Certamente ci sono ancora due settimane piene per cambiare obiettivi e per spostare gli equilibri, con un...

EditorialeDI: Marco Conterio

L'anno zero del calcio mondiale. Il risveglio dal sogno Leicester, la lezione di Rooney, i milioni del PSG e le grandi d'Italia in cerca degli ultimi botti 13.08 - Il Leicester City di Claudio Ranieri aveva risvegliato, in tutti noi, una parola antica. Fanciullesca. Favola. Aveva riportato alla mente i racconti di un calcio che fu, le pagine polverose del pallone delle leggende, di quanto la televisione era un miraggio, o di quanto Davide aveva...

EditorialeDI: Mauro Suma

Juve, Milan e Inter: cosa manca. Biglia e Kondo: casi di Ferragosto. Kolarov: l'ovvio del derby 12.08 - Alla Juventus manca un centrocampista, al Milan un centravanti, all'Inter un colpo. Quello del centrocampista inizia ad essere un caso per i bianconeri. Sempre vincenti e sempre leader, ma nel corso degli anni il reparto-chiave, la sala macchine, ha perso irreversibilmente qualità....

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve allarme, il mercato e’ in ritardo. Per la Champions serve di più. Non poteva prendere Strootman con la clausola? Serve un altro Bonucci. Ma anche l’Inter e’ ferma. Milan, occhi su Cavani. Fiorentina, Simeone e Jese’ 11.08 - Guardo la casella degli acquisti su un giornale qualsiasi, conto i giorni che mancano alla fine del mercato (soltanto venti) e comincio a pensare che la Juventus sia in netto ritardo. Magari oggi Marotta mi smentira’ presentando in un colpo solo i tre-quattro giocatori che servono...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Juve un 10 in attesa del centrocampista, la Roma insiste, l'Inter dribbla. Il Torino scatenato a centrocampo, Schick rifa le visite e ora? 10.08 - La Juve, sebbene non abbia più piazzato la zampata del centrocampista, la notizia della giornata l'ha comunque tirata fuori: Dybala sarà il nuovo 10 bianconero. Voi direte: col mercato non c'entra niente. Vero ma intanto possiamo sgombrare il campo da qualsiasi tipo di voce che continuava...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.