HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Cristiano Ronaldo alla Juve: ora chi andrà via?
  Gonzalo Higuain
  Miralem Pjanic
  Daniele Rugani
  Paulo Dybala
  Alex Sandro
  Più di un big
  Nessuno

Editoriale

Roma, All-in su Schick… Kepa porta Donnarumma al Real! Inter, nessuno vuole andarsene. Gattuso ha un problema…

24.01.2018 07:52 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    articolo letto 48332 volte

Tra Dzeko e Schick ballano 10 anni e oltre 225 gol… Il bosniaco ha segnato, ad oggi, 247 reti da professionista, di cui 61 con la casacca giallorossa (39 la scorsa stagione, con Salah a supportarlo). Il giovane ceco è a quota 22. Il popolo giallorosso è diviso. La maggior parte dei tifosi fatica a comprendere la logica di Monchi. Perché vendere a gennaio un big, quando si è ancora in piena corsa per obiettivi importanti? Perché la Roma, a differenza degli altri top club italiani, ha sempre bisogno di cedere qualche pezzo pregiato? Dall’altra parte, c’è chi, invece, “giustifica” l’operazione. Economicamente i vantaggi sono evidenti o c’è qualche dubbio in proposito? In realtà qualche perplessità ci sarebbe… In estate, Salah è stato ceduto al Liverpool per 42 milioni + bonus. Una plusvalenza pari a circa 29 milioni di euro. Beh, guardando al rendimento che l’egiziano sta avendo in maglia Reds, forse l’affare l’ha fatto il Liverpool. Anche perché, dati alla mano, la Roma non ha ancora trovato un vero sostituto di Salah… E Pjanic? Cessione da 32 milioni di euro (vero, c’era l’inghippo clausola), circa 28 di plusvalenza. Pare che il bosniaco, alla Juventus, non stia andando male, no? Insomma, andiamoci piano a bollare l’operazione Dzeko come “giustificata da età e denaro”. Tolto Nainggolan, Dzeko è il giocatore più importante della squadra. Ora la responsabilità dell’attacco sarà consegnata al 22enne (auguri, compie gli anni oggi) Schick. E’ come se la dirigenza della Roma abbia deciso un All-in al buio (o quasi). Tutto nelle mani, o meglio, nei piedi di Schick e speriamo che il ceco non faccia rimpiangere Dzeko (ricordiamoci che Defrel doveva sostituire Salah)…
Un bel rischio, come quello che correrà il Milan al termine della stagione in corso. Kepa Arrizabalaga Revuelta, giovane portiere spagnolo, non andrà al Real Madrid come tutti credevano. Kepa ha rinnovato con l’Athletic Bilbao. Quindi? Due opzioni. Opzione A: il suo passaggio ai blancos è stato posticipato di qualche mese. Opzione B: a Madrid stanno pensando a Donnarumma come futuro portiere titolare del club (e Raiola si frega le mani).
Gigio è legatissimo al Milan, così come Joao Mario, Brozovic ed Eder sono pazzi dell’Inter. Storicamente, i giocatori nerazzurri fanno fatica a lasciare la Pinetina. Anche chi non gioca mai, sperimenta delle criticità importanti quando viene invitato a fare le valigie e abbandonare la Beneamata. Il buon Ausilio si sta dannando l’anima per trovare una nuova casa, sportivamente parlando, ai tre (o almeno a due di loro) ma, ad oggi, tutte le proposte sono state rispedite al mittente. E dire che, tutti e tre, hanno un appeal interessante. Lo dico da mesi: Joao Mario non può essere così scarso, probabilmente non è nell’ambiente ideale dove spiccare il volo. Eppure anche il portoghese fa muro… E’ proprio vero: all’Inter si sta bene, lo si narra dai tempi in cui gli assegni li firmava Moratti…
E Gattuso? Doveroso parlare di Ringhio… Il buon Giordano, leggendaria punta del Napoli di Maradona, in una recente chiacchierata, mi ha convinto: “Ora il Milan ha grinta, i giocatori hanno iniziato a capire che, con Gattuso, devi lottare su ogni pallone, sempre e comunque”. Vero, qualcosa è cambiato… Ritengo, ancora oggi, che Montella aveva i requisiti per “tenere” il Diavolo ma ora mi chiedo: che faranno a fine stagione i sommi dirigenti rossoneri? Se Conte, come sembra, sarà libero e voglioso di tornare in Italia, il Milan non si farà avanti per proseguire il suo cammino con Gattuso in panchina? Anche questo profuma tanto di All-in…
Chiudo con un consiglio: appena visto il docu-film “Ibrahimovic – Diventare leggenda”. Già sono un fan di Re Zlatan, dopo quello che ho scoperto attraverso questo documentario, sono diventato un suo ancor più devoto servitore. Uno così nasce una volta ogni 30 anni e, come dice sempre il grande Flavio Tranquillo, soprattutto quando parla di un altro Re (LeBron James): “Siamo fortunati ad essere suoi contemporanei”…


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Benvenuti al Ronaldo day. Tra depistaggi e ombre. Higuain, giusto andare. Milan, cambiare ora non avrebbe senso. Napoli, ripetersi così è difficile... 16.07 - Ci siamo! Il momento, di mercato, più atteso degli ultimi 30-50 anni è arrivato. Ronaldo, il più forte del mondo, alla Juventus, la più forte d'Italia. In questa settimana il calcio italiano si è diviso in due; come sempre: c'è chi ha visto il vantaggio solo per la Juventus e chi,...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

CR7 a Torino è un colpaccio per la Juventus, non per la Serie A. In Italia (e non solo) va avanti il monopolio e il risultato finale sarà uno solo: la nascita della Superlega 15.07 - Se ne sono dette tante, troppe. E forse è anche giusto così. Perché Cristiano Ronaldo è un acquisto che almeno per qualche giorno ha riportato l'Italia al centro del mondo calcistico. Ha risvegliato i sogni e riportato con la memoria indietro nel tempo, quando i grandi campioni -...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Inter, assalto a Vrsaljko e Dembelé. Per Milinkovic Savic ora c’è il Real. Higuain e Rugani verso il Chelsea, che pensa anche ad Alisson. Florenzi rinnova fino al 2023 14.07 - L’Inter non si ferma e tenta il doppio colpo. Ausilio continua a lavorare per provare a chiudere altri due acquisti. A centrocampo l’obiettivo è Dembélé. Il belga è fortemente tentato dall’idea di misurarsi nel campionato italiano. La presenza di Nainggolan è uno stimolo in più per...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Cavani è la risposta del Napoli a Ronaldo. De Laurentiis tratta con il Psg, ingaggio da spalmare. Ma è il Milan il futuro di Giuntoli con Conte in panchina. Sarri e Zola firmano per il Chelsea. Juve lascia via libera al Real per Milinkovic Savic 13.07 - De Laurentiis ha incassato da signore (o quasi) il colpo del secolo messo a segno dalla Juventus. E adesso come risponderà all’acquisto di Ronaldo? Chi lo conosce bene sa che le dichiarazioni di questi giorni sono fumo per mascherare le intenzioni e la realtà. Non si prende un allenatore...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Non solo Cristiano Ronaldo... la serie A risponde 12.07 - Cristiano Ronaldo alla Juventus ha avuto un’eco mediatica incredibile. E questo è solo l’assaggio di quello che succederà in Italia da adesso in poi. A cominciare da lunedì, quando ci sarà il CR7-day. Arrivo, visite mediche, conferenza stampa e presentazione. Poi da lì in poi inizierà...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

La Juventus porta avanti il calcio italiano riportando indietro l’orologio di 20 anni: entriamo in una nuova era. Nella storia del calcio italiano solo il passaggio di Ronaldo all’Inter è paragonabile, ecco perché 11.07 - Qui Radio Mosca, ma il terremoto di Torino è arrivato a ondate fino a qua. Qua dove sono io adesso, nel Media Center dell’astronave aliena della Krushovka Arena di San Pietroburgo, qua dove c’era una semifinale dei Mondiali. Ah, c’era una semifinale dei Mondiali? Se ne sono accorti...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: tutte le sfaccettature dell'affare (fatto) chiamato "Ronaldo". Inter: le chance per Rafinha, l'idea per il centrocampo e il messaggio di Icardi. Milan: qualcuno salvi il soldato Gattuso. Napoli: il regalo di ADL per Ancelotti 10.07 - Oggi non c’è molto tempo. Però c’è parecchia “ciccia”, del resto sono iniziati i ritiri e il Mondiale sta per finire. E più il Mondiale si avvicina alla fine, più tornano le bombe di mercato. Le bombe di mercato sono importantissime, sono “il metadone” che accompagna i tossici del...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

“Un giorno all’improvviso…”CR7-Juve, mille vantaggi e un solo svantaggio. Paratici, dal colpo del secolo al bluff del millennio. Raduno Milan: squadra da sostenere, proprietà da contestare. Meret-Napoli, a Pastorello non prendeva il telefono 09.07 - C’è un popolo in attesa. Bambini impazziti che sognano il loro idolo con la maglia della propria squadra del cuore. Il popolo si divide in due: quelli che non vedono l’ora di abbracciarlo e quelli che non vogliono neanche sentire nominare Cristiano Ronaldo, per profonda scaramanzia....

EditorialeDI: Marco Conterio

Lunga ricostruzione della trattativa del secolo: Cristiano Ronaldo alla Juventus. La partita a poker Real-Mendes e il rischio boomerang. Poi i messaggi nascosti, l'orgoglio di Perez, lo United e la strategia economica per raggiungere il sogno 08.07 - Scordata e dimenticata, relegata al ruolo di recettrice di grandi talenti o di campioni in cerca di riscatto, l'Italia è tornata nella cartina geografica mondiale del calcio che conta. Perché Cristiano Ronaldo alla Juventus è trattativa e suggestione che rinverdisce fasti antichi,...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Cristiano Ronaldo sempre più Juve, Higuain verso il Chelsea, l’Inter insiste per Malcom. Milan: obiettivo cessioni 07.07 - Cristiano Ronaldo si avvicina sempre più. La Juventus è a pochi passi dal traguardo, vede insomma l’arrivo. Se Florentino Perez accetta l’offerta di 120 milioni di euro, Cr7 è bianconero. Ci vorrà ancora un pò di pazienza ma l’ottimismo in casa Juventus non manca. E’ chiaro che il...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy