HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
"Messi venga in Italia". CR7 lancia la sfida, credete sia possibile?
  E' solo una provocazione, Messi chiuderà al Barcellona
  In caso di addio, andrà da Guardiola
  Perché non 'con' CR7? La Juve dovrebbe pensarci
  Superato il FFP, può essere il regalo di Elliott al Milan
  Suning può provarci: Messi all'Inter contro CR7 alla Juve
  Messi come Diego. Perché non chiudere al Napoli?
  Andrà al PSG se lasceranno Mbappé o Neymar

La Giovane Italia
Editoriale

Roma, All-in su Schick… Kepa porta Donnarumma al Real! Inter, nessuno vuole andarsene. Gattuso ha un problema…

24.01.2018 07:52 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    articolo letto 48388 volte

Tra Dzeko e Schick ballano 10 anni e oltre 225 gol… Il bosniaco ha segnato, ad oggi, 247 reti da professionista, di cui 61 con la casacca giallorossa (39 la scorsa stagione, con Salah a supportarlo). Il giovane ceco è a quota 22. Il popolo giallorosso è diviso. La maggior parte dei tifosi fatica a comprendere la logica di Monchi. Perché vendere a gennaio un big, quando si è ancora in piena corsa per obiettivi importanti? Perché la Roma, a differenza degli altri top club italiani, ha sempre bisogno di cedere qualche pezzo pregiato? Dall’altra parte, c’è chi, invece, “giustifica” l’operazione. Economicamente i vantaggi sono evidenti o c’è qualche dubbio in proposito? In realtà qualche perplessità ci sarebbe… In estate, Salah è stato ceduto al Liverpool per 42 milioni + bonus. Una plusvalenza pari a circa 29 milioni di euro. Beh, guardando al rendimento che l’egiziano sta avendo in maglia Reds, forse l’affare l’ha fatto il Liverpool. Anche perché, dati alla mano, la Roma non ha ancora trovato un vero sostituto di Salah… E Pjanic? Cessione da 32 milioni di euro (vero, c’era l’inghippo clausola), circa 28 di plusvalenza. Pare che il bosniaco, alla Juventus, non stia andando male, no? Insomma, andiamoci piano a bollare l’operazione Dzeko come “giustificata da età e denaro”. Tolto Nainggolan, Dzeko è il giocatore più importante della squadra. Ora la responsabilità dell’attacco sarà consegnata al 22enne (auguri, compie gli anni oggi) Schick. E’ come se la dirigenza della Roma abbia deciso un All-in al buio (o quasi). Tutto nelle mani, o meglio, nei piedi di Schick e speriamo che il ceco non faccia rimpiangere Dzeko (ricordiamoci che Defrel doveva sostituire Salah)…
Un bel rischio, come quello che correrà il Milan al termine della stagione in corso. Kepa Arrizabalaga Revuelta, giovane portiere spagnolo, non andrà al Real Madrid come tutti credevano. Kepa ha rinnovato con l’Athletic Bilbao. Quindi? Due opzioni. Opzione A: il suo passaggio ai blancos è stato posticipato di qualche mese. Opzione B: a Madrid stanno pensando a Donnarumma come futuro portiere titolare del club (e Raiola si frega le mani).
Gigio è legatissimo al Milan, così come Joao Mario, Brozovic ed Eder sono pazzi dell’Inter. Storicamente, i giocatori nerazzurri fanno fatica a lasciare la Pinetina. Anche chi non gioca mai, sperimenta delle criticità importanti quando viene invitato a fare le valigie e abbandonare la Beneamata. Il buon Ausilio si sta dannando l’anima per trovare una nuova casa, sportivamente parlando, ai tre (o almeno a due di loro) ma, ad oggi, tutte le proposte sono state rispedite al mittente. E dire che, tutti e tre, hanno un appeal interessante. Lo dico da mesi: Joao Mario non può essere così scarso, probabilmente non è nell’ambiente ideale dove spiccare il volo. Eppure anche il portoghese fa muro… E’ proprio vero: all’Inter si sta bene, lo si narra dai tempi in cui gli assegni li firmava Moratti…
E Gattuso? Doveroso parlare di Ringhio… Il buon Giordano, leggendaria punta del Napoli di Maradona, in una recente chiacchierata, mi ha convinto: “Ora il Milan ha grinta, i giocatori hanno iniziato a capire che, con Gattuso, devi lottare su ogni pallone, sempre e comunque”. Vero, qualcosa è cambiato… Ritengo, ancora oggi, che Montella aveva i requisiti per “tenere” il Diavolo ma ora mi chiedo: che faranno a fine stagione i sommi dirigenti rossoneri? Se Conte, come sembra, sarà libero e voglioso di tornare in Italia, il Milan non si farà avanti per proseguire il suo cammino con Gattuso in panchina? Anche questo profuma tanto di All-in…
Chiudo con un consiglio: appena visto il docu-film “Ibrahimovic – Diventare leggenda”. Già sono un fan di Re Zlatan, dopo quello che ho scoperto attraverso questo documentario, sono diventato un suo ancor più devoto servitore. Uno così nasce una volta ogni 30 anni e, come dice sempre il grande Flavio Tranquillo, soprattutto quando parla di un altro Re (LeBron James): “Siamo fortunati ad essere suoi contemporanei”…


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Conte non prende l’Inter in corsa. Il piano di Marotta per convincerlo. Da Pogba a Chiesa, da Milinkovic Savic a Modric, tutte le piste. Via Icardi per fare cassa? Spalletti si salva se arriva terzo e vince in Europa. Di Francesco, ultima chiamata 14.12 - Beppe Marotta si è presentano con un’idea impegnativa: Sono qui per un progetto vincente. E già. E’ dal 2010 che i tifosi dell’Inter aspettano qualcosa di vincente e per riprovarci i nerazzurri hanno scelto non a caso, ma il numero Uno, quello che ha riportato in alto la Juventus...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le incertezze della Champions: la cura non è solo il mercato... 13.12 - Possiamo dirlo senza mezzi termini: peggio di così difficilmente poteva andare. Martedì sera le due italiane non sono riuscite a qualificarsi nonostante avessero avuto tutto a disposizione, non soltanto in questo turno di Champions, ma anche i precedenti. Mercoledì Juve e Roma si...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Spalletti il grande imputato: il limite di carattere dell’Inter dell’ultimo mese rispecchia il valore della squadra o i limiti del tecnico? Napoli a testa alta, pagato solo il rodaggio iniziale di Ancelotti.Europa League: perché fa per il Napoli 12.12 - Cos’è peggio nella vita: un due di picche, o rimanere con il dubbio che sarebbe potuta andare bene se ci avessi provato? L’Inter esce dalla Champions manco fosse un adolescente impacciato, che si intreccia le mani mentre cerca in tasca il coraggio per rivolgere la parola alla ragazzina...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: Chiellini e altri difensori. Inter: 10 "segreti" sulla festa di Wanda Nara (e uno su Spalletti). Milan: Donnarumma, Abate... e un dato di fatto su Ibra. Napoli: forza Ancelotti, fai impazzire i critici 11.12 - Ciao. Sono stato al compleanno di Wanda Nara. Giuro. Mi ha invitato perché è gentile. E quindi non dovrei, ma vi racconto tutto il torbido di una festa che ha fatto molto parlare e ha indignato i più. Giustamente, tra l’altro: un capitano che va alla festa di sua moglie non si era...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Juve-Inter, la differenza tra il gioco e la vittoria. Roma, non c'è nulla. Napoli, devi farcela. Bigon e la meritocrazia: misteri del calcio 10.12 - La differenza tra la Juventus e l'Italia non sta solo nella classifica. Sarebbe riduttivo per una squadra che a dicembre, in campionato, ha vinto tutte le partite e pareggiata una. Se il calcio fosse un'equazione, allora, avremmo risolto molti problemi e ci saremmo messi l'anima in...

Editoriale DI: Marco Conterio

La vittoria di Allegri e la sconfitta di Spalletti. Cancelo, rimpianto nerazzurro e clamorosamente sottovalutato in Europa. Agnelli-Zhang segnano la fine della storica rivalità tra Juventus e Inter? 09.12 - Il tempo dei bilanci di fine anno si avvicina ma è chiaro che tracciare una linea su quel che è stato di questo 2018 non sia complicato. La gara di due sere fa di Torino ne è la chiara fotografia: il coraggio non basta, la Juventus prepara Capodanno da febbraio mentre le altre sono...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Napoli e Giuntoli il matrimonio va avanti, si lavora ancora per Zielinski. Milan, per Cahill c’è l’ok del Chelsea ma resta l’ostacolo ingaggio. La Juventus ripensa a Isco. Roma anche Weigl nella lista di Monchi. Fiorentina su Sansone 08.12 - Meno di un mese e il mercato sarà di nuovo aperto. E allora parto subito con il Napoli e con Cristiano Giuntoli. Un matrimonio destinato a durare ancora a lungo. Con De Laurentiis il feeling è forte e le parti sono vicine a prolungare il rapporto per continuare un ciclo che si è aperto...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Marotta sfida la Juventus. Duello a tutto mercato per Barella, Chiesa, Milinkovic Savic, Martial e non solo: il sogno è Dybala nerazzurro. Spalletti, i segreti per fermare Allegri. Un Ronaldo dall’altra parte vent’anni dopo il rigore contestato 07.12 - Marotta non è ancora un dirigente dell’Inter, almeno in via ufficiale. Per opportunità sarà presentato soltanto giovedì prossimo, dopo la sfida di questa sera con la Juve, il suo passato ancora vivo e caldo. Tutto sommato la scelta di Suning è condivisibile, nel calcio ci sono già...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Vince sempre il più ricco? E come si fa a batterlo? 07.12 - Spesso si fanno discorsi relativi al fatturato e alla capacità di spesa. È evidente che se hai più soldi sei avvantaggiato: diciamo che come minimo puoi permetterti più errori. Ma da qualche tempo a questa parte, soprattutto in Italia, sembra quasi si sia innestato un circolo virtuoso...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Derby d’Italia: ma davvero l’Inter pensa di avere qualche speranza? La Juve allo Stadium prepara una vittoria dal sapore spietato. Quello che deve temere la Juventus è su Isco: Paratici sta lavorando, ma la situazione è complicata 05.12 - Era dal 2010 che non si giocava un derby d’Italia al venerdì, occasione che può essere di buon auspicio per entrambe: perché era l’ultimo anno in cui un’italiana vinse la Champions, e quell’italiana fu l’Inter - e il derby si anticipò appunto prima della semifinale Inter-Barcellona. Ma...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->