HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Eriksen è il giocatore che serve all'Inter per lottare per lo Scudetto?
  Sì, ha l'esperienza ad alto livello che manca a Conte
  No, la Juve rimane troppo distante dalla squadra di Conte
  No, servirebbe un giocatore come Vidal per aiutare Conte

La Giovane Italia
Editoriale

Si riparte! Mercato al via con i botti: Ecco cosa serve a chi. Inter per il sogno, Milan spacciato, Juve per la Champions e Napoli per la rincorsa

Direttore di Sportitalia e Tuttomercatoweb
06.01.2020 00:00 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 36856 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Si riparte con il mercato intenso, non durerà tre mesi, ma in meno di 30 giorni si farà tutto. E' vero che si chiama mercato di riparazione ma, mai come questa volta, un po' tutti dovranno fare qualcosa. E anche chi non dovrebbe fare nulla, vedi la Juventus, qualcosa ha già fatto; chi ha lavorato bene in estate (la Lazio su tutte) adesso può pensare solo al campo. Il mercato invernale non è bello come quello estivo. Ci mancherebbe, ne siamo tutti consapevoli. Come le vacanze di natale non sono belle come quelle di agosto. Oggi si riparte con una buona dose di paura. In molti ignorano il mercato delle "piccole" ma gennaio è importante soprattutto per loro. Se sbagli in inverno vai giù diretto. Gennaio serve per fare acquisti ma anche per tracciare una linea su chi ha lavorato bene in estate e chi ha sbagliato molto. La Juventus è in alto ma grazie agli acquisti delle scorse sessioni; non dell'ultima. L'Inter ha lavorato bene, idem la Lazio, bene la Roma, benissimo il Verona. Male, malissimo Milan, Napoli e Fiorentina. Che delusioni. In basso disastro ligure e Spal. Adesso tutti devono fare qualcosa, per questo non sarà un mese banale. Avanti e dietro tra gli alberghi di Milano fino alle corse finali il giorno della chiusura.
Ecco chi deve fare... qualcosa. Si fa per dire. L'Inter, almeno, un giocatore in mezzo al campo. Perché Sensi e Barella sono due ottimi centrocampisti ma forse dei due ne bastava uno. Serve un Vidal. E servirebbe anche un attaccante, ma con la squadra fuori dalla Champions se ne potrebbe fare anche a meno se Sanchez recupererà in tempi brevi. Serve qualche uscita. Probabilmente uno tra Vecino e Gagliardini rischia di diventare di troppo. Sulle corsie laterali Conte è corto ma il mercato offre poco. Soprattutto in inverno.
Il Milan si è presentato con la bomba mediatica e l'ha fatta subito esplodere. Nascondendo, in parte, il disastro pre-natalizio di Bergamo e soprattutto continui errori dirigenziali che non possono passare più in secondo piano. Presentarsi con Ibra, a stagione compromessa, significa continuare a fare shopping per le Vie di Montenapoleone con la carta di credito di tuo marito che si fida di te ma continui a comprare vestiti inutili in un armadio brutto ma pieno. Tutto negli scatoloni in cantina. Ibrahimovic è un grande professionista. Uomo carismatico. I suoi gol li farà. E aggiungerei: ci mancherebbe altro per quello che Eliott lo pagherà in sei mesi. Attenzione, però, perché il fondo utilizza soldi degli investitori e non propri e prima o poi qualcuno dovrà dare delle risposte a chi investe e non sa in cosa sta investendo. Il Milan è fuori dalla lotta scudetto, fuori dall'obiettivo stagione ovvero la zona Champions e potrebbe raggiungere la zona Europa League; inutile ai fini della crescita del club. Manca un progetto e mancano i condottieri. Tanti calciatori in rosa ma nessuno, tolti Donnarumma e Bonaventura, che abbia un valore importante. Cosa più grave: nessuno li vuole e nessuno li cerca.
La Juventus, in estate, non ha lavorato benissimo. Per ora questo dice il campo. C'è ancora tempo per farci cambiare idea. Gennaio è un mercato superfluo per club come la Juve che hanno già di tutto nel proprio organico. Bisogna fare bene con quello che già si ha. Ed è tanta roba. Forse qualche uscita, sicuramente. Andava gestito meglio l'addio di Mandzukic. E' stato un grande professionista e anche in questi mesi non ha dato problemi alla squadra e alla società. Almeno questo è quello che ci risulta. Hanno lavorato male a Genova. Intervenire oggi è difficile e rischierebbe di aggiungere confusione su confusione. Stagione finita a Napoli? Forse. C'è una Champions da fare a testa alta anche se l'urna è stata disgraziata. Il campionato è il peggiore degli ultimi anni e va bene che Gattuso di nome fa Gennaro ma per i miracoli non è pronto. Malissimo tutto a Napoli: dal mercato alla gestione. Adesso serve un play ma, anche qui, la società si è mossa tardi, ovvero quando Gattuso ha spiegato che Allan e Fabian Ruiz sono play adattati. Diventa difficile migliorare la Fiorentina che è stata cotta talmente a lungo che si è bruciata. La proprietà paga l'inesperienza del primo anno ma soprattutto la conferma della guida tecnica di Montella. Alla viola servono almeno tre calciatori che diano qualità, ma altri dovranno andare via perché in molti sono arrivati a fine corsa e il vero flop è stata la mancata cessione di Chiesa. Quando un calciatore vuole andare deve essere libero di farlo, a maggior ragione se diventa una grande opportunità economica per una società che non si chiami Real Madrid o Barcellona. Se il Real ha fatto a meno di Ronaldo, la Fiorentina avrebbe potuto fare a meno di Chiesa. Un conto è venderlo all'apice della sua carriera, un altro è cedere un pezzo pregiato della tua rosa dopo un anno di alti e bassi.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Inter scatenata: blitz a Londra, ancora attesa per lo scambio con la Roma, e anche il Milan ora parla con i giallorossi 16.01 - Si muove - eccome - il mercato, fra Milano, Londra e Roma. Andiamo per ordine. Intanto blitz a Londra di Piero Ausilio, volato nella capitale inglese per approfondire i discorsi relativi a Eriksen e Giroud. Sul danese si è certificata, in un ulteriore incontro con il suo procuratore,...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Eriksen-Inter: ci siamo. PSG sorpassato, ecco la richiesta del Tottenham. Il Best XI del girone d’andata: vince l’Inter, i tifosi non votano Cristiano Ronaldo, quattro allenatori davanti a Conte 15.01 - Si entra nel vivo. Giro di boa del mercato di gennaio, e l’Inter prova a sferrare l’attacco decisivo per Eriksen. La settimana scorsa vi informavamo di come i nerazzurri fossero davanti a tutti nella trattativa per il giocatore, adesso dopo 7 giorni la situazione è in rapidissima...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: il problema di Sarri non è in campo (e per la difesa c'è...). Inter: Eriksen e Spinazzola (con Politano a Roma) a un passo! Milan: Ibra, il modulo... ma c'è di più. Napoli: mercato caldissimo 14.01 - Cose che sono successe nelle ultime ore e che mescoliamo con il calcio per creare ulteriore confusione. 1)      Salvo Veneziano è stato eliminato dal Grande Fratello ed è svincolato: può essere un buon rinforzo per molte squadre. 2)      Tal Favoloso era scomparso, ma per...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Inter, sei arrivata corta: serve il mercato. Rinnovo Ausilio meritato. Milan, finalmente il cambio modulo. La C è tornata dopo un mese: a cosa è servito?. Dal Pino in Lega ma più poteri a De Siervo 13.01 - Che l'Inter stia facendo molto di più di quello che ci aspettavamo è un semplice dato di fatto. Beppe Marotta ha lavorato benissimo in estate, ma lui stesso era consapevole lo scorso 2 settembre che bisognava aggiungere pezzi a gennaio e, soprattutto, completare la rivoluzione in...

Editoriale DI: Raimondo De Magistris

Una lezione anche a San Siro: Gasperini è il miglior allenatore italiano. E' il Re di Bergamo e sarà difficile schiodarlo, ma chi vorrà provarci eviti l'errore della Roma 12.01 - Inter-Atalanta è stata una bella partita, uno spettacolo che è difficile da vedere altrove quando si parla di Serie A. Lo è stata perché il pressing di questa Inter è da studiare, è il segreto del successo di una squadra che arriva al giro di boa con 46 punti (meglio dell'anno del...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Milan, il Tottenham su Piatek, per la difesa idea Rugani, si avvicina Politano. Viviano per il dopo Reina. Inter, per l’attacco sempre più vicino Giroud, Young vuole solo i nerazzurri. La Fiorentina insiste per Duncan e Bonifazi 11.01 - Il mercato è entrato nel vivo e cominciano ad arrivare i primi colpi. Il Milan dopo l’arrivo di Zlatan Ibrahimovic deve risolvere anche alcune situazioni, una di queste riguarda il futuro di Piatek. L’attaccante polacco è in uscita e su di lui si stanno muovendo in tanti. Soprattutto...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Juve, ecco il piano per Icardi. Dopo Kulusevski, Paratici vuole soffiare all’Inter Tonali e Chiesa. Marotta replica: Vidal e Young subito, Kumbulla a giugno. Milan, il giallo cessione Armani-Arnault. Fiorentina, ecco Cutrone 10.01 - La Juventus di oggi va bene così, non ci sono soluzioni di mercato in grado di alzare da subito il livello della rosa e Sarri non gradisce troppo mettere mano al lavoro a stagione in corso. Fra l’altro si stanno vedendo progressi decisivi in Ramsey e Rabiot e pure Emre Can sta crescendo...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Mercato effervescente: Milan su Politano, Napoli doppio colpo, l’Inter aspetta Young e tutti i colpi per non retrocedere 09.01 - E' mercato effervescente, visto il grande equilibrio in tutte le zone della classifica. Ma il protagonista di giornata è il Milan che irrompe su Politano. In giornata infatti gli agenti dell'attaccante nerazzurro sono stati a casa Milan per parlare delle condizioni economiche del...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Eriksen: l’Inter c’è. Difficile ma il tentativo è serio, ed è indipendente da Vidal. Pogba: la Juventus attende, Paratici e Raiola puntano ad abbassare il prezzo, tutto passa da questo maxiscambio 08.01 - La beffa Juventus per Haaland ha provocato la beffa Inter per Kulusevski. La Juve si è subito consolata, il tempo dirà se a torto o a ragione, e ha lasciato il cerino infiammato dalla delusione tra le dita dell’Inter. Il bello del mercato e del calcio in senso lato è che, come si...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: Ronaldo e il "piano" mercato. Inter: doppio colpo in arrivo... ma senza esagerare. Milan: ok Ibra, ma la soluzione è un'altra. La lezione di Lazio e Atalanta 07.01 - Rieccoci. Saremo sbrigativi. L'anno nuovo regala situazioni antiche. E ci introduce al maledetto mercato di gennaio. E allora ecco le situazioni antiche. E allora ecco quello che serve alle grandi per affrontare la seconda parte della stagione senza avere rimpianti. La Juve stravince....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510