HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Calciomercato di Serie A in chiusura: qual è il vostro flop tra le big?
  Juventus
  Napoli
  Roma
  Inter
  Lazio
  Milan

La Giovane Italia
Editoriale

Sicuri che non vi interessa il fatturato? Ed è vero che chi spende di più, vince di più?

22.02.2018 00:00 di Luca Marchetti   articolo letto 20767 volte
© foto di Federico De Luca

Ancora numeri, per cercare di analizzare quanto il mercato influisce, soprattutto quanto i soldi influiscono sulle prestazioni. Soldi uguale mercato. Ma è vero che chi meglio spende meglio spende? Ovvero il famoso concetto del fatturato? E' un argomento che ciclicamente torna di attualità. Caro soprattutto a Sarri, quando parla della Juventus, o delle avversarie più corazzate del Napoli.
Ne ha parlato pochi giorni fa anche Giampaolo paragonando la sua Sampdoria al Milan, appena incontrato in campionato. Allora abbiamo cercato di analizzare le spese fatte in questi anni dalle squadre di serie A per costruire la propria rosa (quindi la spesa fatta nell'acquisizione del cartellino dei giocatori che ora compongono la rosa della squadra) in relazione ai punti fatti in campionato. Con una discriminante non secondaria: queste spese sono state dilazionate negli anni. Anni in cui la Juventus è sempre riuscita a vincere lo scudetto. E la seconda considerazione è che prendiamo in esame solo le spese e non le entrate, ovvero le cessioni. Che evidentemente modificano (o potrebbero modificare il dato).
Naturalmente è la squadra bianconera ad aver speso più di tutti nella costruzione della squadra: 439 milioni (la fonte, per tutti i dati è transfermarkt.it). E probabilmente non a caso è stata la squadra che ha vinto in questi ultimi anni (e che è arrivata in fondo alla Champions due volte nelle ultime tre competizioni). La seconda, quasi a sorpresa, è il Milan. Oltre 248 milioni la maggior parte dei quali spesi in questa estate. Una stagione iniziata decisamente male e che ora sta prendendo una piega diversa. Spesso, in queste settimane, Mirabelli e Fassone hanno sottolineato come gli investimenti del Milan siano stati fatti con un'ottica a lungo termine, con la consapevolezza che prima o poi pagheranno, nonostante la falsa partenza. Poi in terza posizione il Napoli con 195 milioni spesi, quindi Roma con quasi 187 e Inter con 175. La quinta piazza è della Lazio con 120 milioni investiti.
Non è un caso forse che sono proprio queste le prime 6 del campionato. Quello che cambia, naturalmente, sono le posizioni. E qui il giochino diventa interessante. Perché abbiamo cercato di avere un parametro "comune". Ovvero: quanto è costato ogni punto di questa classifica, calcolando le spese per i cartellini dei giocatori. Chi sono dunque i più virtuosi?
La classifica cambia, eccome. Ma non nelle prime due posizioni. La Juve rimane la più ricca: ogni punto in classifica è "costato" 6,75 milioni di cartellino. Secondo il Milan: ogni punto sono circa 6 milioni di euro. Chi manca all'appello in questa classifica è il Napoli perché viene sorpassato in un solo colpo dalla Roma (3.75 mln/pt) e dall'Inter (3.65 mln/pt). La squadra di De Laurentiis scende sotto il muro dei tre milioni di euro (2.95). Addirittura la Lazio anche meglio di Sassuolo e Fiorentina (rispettivamente 2.77 e 2.48) con 2.45 mln/pt.
Lo schema si ripropone anche in coda, della serie A a dire il vero. Anche qui con qualche eccezione. Il Benvento che ha speso molto (anche a gennaio per cercare l'impresa) paga ogni punto circa 1.18 ed a centro classifica. Ma in fondo ci sono Verona (0.14) Crotone (0.15) e Spal (0.34). Appena salvo il Chievo con 0.4.
A queste considerazioni ne aggiungiamo altre due. Se si devono fare i complimenti al Napoli (evidentemente) per aver costruito una rosa nel corso degli anni riuscendo a spendere relativamente poco per i cartellini trovando allo stesso tempo dei giocatori molto forti (e anche bravo a Sarri per averli valorizzati al massimo) il vero indicatore è dato dal monte ingaggi. Qui però i dati non sono così precisi, nel senso che i bilanci più recenti sono della passata stagione, anche se va detto generalmente la quota lorda non varia molto da stagione a stagione (forse Milan a parte, quest'anno).
Vi diciamo indicativamente che allora le prime quattro della classifica rimangono sempre quelle lì: Juve, Milan, Roma e Inter, con il Napoli quinto (e la Lazio settima). Ma è in rapporto ai punti che si fa la differenza. Perché un punto del Napoli costa circa tre volte di meno di quello della Juventus. Quindi i complimenti a cui facevamo riferimento prima devono essere sicuramente ribaditi.
Va ricordato però quello con cui abbiamo aperto la nostra analisi: i soldi spesi dalla Juventus sono "serviti" ad essere in testa in tutti questi anni e a giocarsi il campionato anche in questa stagione in un appassionante testa a testa, incredibile che per il Napoli (almeno finora) ha rappresentato un'eccezione. E anche - probabilmente - una rosa più profonda a disposizione di Allegri piuttosto che quella che sta gestendo Sarri.
Ultima considerazione a livello europeo. Stesso ragionamento e stesso parametro: quanto hanno speso le società più ricche del mondo per costruire la propria rosa. Neanche a dirlo nelle prime 20 posizioni ci sono 9 inglesi e le prime due piazza sono di Manchester: City primo, United secondo. Peraltro con un primato per il City che fra le prime 20 è l'unica che ha pagato di più i suoi giocatori rispetto al valore attuale della rosa (almeno secondo transfermarkt). 813 milioni di spesa per i Citiziens, 689 per i Reds. Terza, guarda un po', il PSG con 584 milioni spesi per Neymar e soci. Le italiane? Settima la Juve (439 milioni spesi e un apprezzamento della rosa del 20% sempre secondo transfermarkt), quindicesimo il Milan, diciottesimo il Napoli, diciannovesima la Roma, ventunesima l'Inter.
Napoli, Atletico Madrid e Tottenham sono le squadre che hanno accresciuto di più il loro valore (58% gli spagnoli, 53% gli inglesi, 52% gli italiani) e anche questo è un bel primato. Ma probabilmente, anche qui, non è un caso che alla fine le più accreditate sono sempre le stesse, con l'eccezione del Bayern, decimo nella classifica della spesa, che è sempre una corazzata.
Ecco perché quando si parla di fatturato e di capacità di spesa bisogna sempre tenerne conto.
Perché alla fine incidono. Si può andare contro per un periodo, ma alla lunga, la capacità di spesa è inevitabile che faccia la differenza. Ma lavorare bene aiuta. Come un volano.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Juve: mercato con (doppia) sorpresa, ma occhio a Nedved... Inter: dopo il settimo (Keita) c'è una certezza. Milan: 2 colpi in 4 giorni, l'impresa di Leonardo. Napoli: il "complesso" di De Laurentiis 14.08 - Ciao. C'è il fuso. Son dall'altra parte del mondo. Al mare. È un posto strano. Qui, per dire, è nuvoloso da 4 giorni. Sapete quando sono arrivato? Quattro giorni fa. Il fuso è devastante. Soprattutto se vuoi stare al passo con le robe del mercato. Per questo metto tanti punti. Almeno...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

De Laurentiis, 5 giorni per dare un senso a questo mercato. Milan, sessione intelligente. L’Inter dietro la Juve. Volevate il Commissario? Era meglio Montalbano… 13.08 - Cinque giorni e poi sarà tutto finito. L’assurdità di chiudere il calciomercato il 17 agosto, alle ore 20.00, lascerà tanti cadaveri sulla riva del fiume. Lo scriviamo da mesi, adesso, molti club di serie A iniziano a capire la fesseria di seguire Marotta nell’unica sciocchezza fatta,...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il mondo dorato di CR7 e quello sommerso dei Tribunali, dove vige il tutti contro tutti. Tra udienze, sentenze e ricorsi B e C sono in pieno caos. E anche la Serie A non può dirsi tranquilla 12.08 - E' un'estate strana, particolare. Senza dubbio unica quella che tra meno di una settimana - per gli operatori di calciomercato - chiuderà i battenti. Non sono mancate le notizie, né i colpi di scena. Sono stati mesi che hanno riportato una manciata di club italiani a sedere di nuovo...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Ore decisive per il futuro di Modric. Inter, fatta per Keita. Il Milan pronto a chiudere per Bakayoko. Ochoa in pole per il Napoli, occhio anche a Tatarusanu. 11.08 - Luka Modric, l’Inter e il Real Madrid. Sono ore decisive per il futuro del centrocampista croato vice campione del mondo, che vorrebbe andare all’Inter, anche se non è intenzionato ad arrivare ai ferri corti con Florentino Perez. Il numero uno del Real non cede. Anzi in Spagna sono...

EditorialeDI: Luca Serafini

I colpi di Leo, il ruolo di Paolo, il lavoro di Rino: notte prima degli esami 10.08 - Tra una settimana è campionato. Possiamo davvero dire che l’estate è volata, sotto questa cappa di afa con ventate di grande ottimismo. Di meritato sollievo. Mi fanno ridere i censori del ruolo di Paolo Maldini, come se avere una figura di riferimento così autorevole non fosse già...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Modric ancora attesa, Keita si tratta ad oltranza. Bakayoko convinto ora si fa sul serio. Portieri Napoli e quello del Chievo. Ultima settimana... 09.08 - Doveva essere il Modric-day, nel bene o nel male, ma si è trasformato in un altro giorno di attesa. Tutto rinviato a data da destinarsi, forse venerdì, visto che le prossime ore saranno quelle di Cortouis e che Florentino non vorrà togliere la scena al suo portiere con la grana Modric....

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Modric-Inter: è il D-Day. Ecco perché tutti i fattori esterni sono contro l’Inter (diversamente da come erano stati tutti a favore della Juve con Cristiano). Pogba-Barcellona: dipende da Lotito… 08.08 - E’ arrivato il giorno in cui l’Inter saprà se può tornare a sognare l’impossibile, come non le accadeva dai tempi del Triplete. Nonché in cui la Serie A può scoprire se davvero le cose hanno già cominciato a cambiare a livello sistemico, o se il locomotore Juventus tira ancora il...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Inter: in attesa del "miracolo Modric" si punta a Keita! Juve: altro tassello in arrivo al centro. Milan: attenzione, Leonardo ha un segreto... Napoli: 10 giorni per risolvere un equivoco 07.08 - Ciao. Mancano 10 giorni alla chiusura del mercato poi, purtroppo, inizierà il campionato. Il campionato non interessa a nessuno. A tutti interessa il mercato. “Chi arriva?”. “Ne prendiamo due?”. “La pista è calda?”. Queste cose qui. Pochissimi si chiedono “dove giocherà?” o “ha senso...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Higuain e Caldara boom ma a Leo non basta. De Laurentiis si scrive le regole da solo. Belotti ad un bivio: ora o mai più. Un'estate italiana: la solita pagliacciata 06.08 - E' stata la settimana del diavolo. Tifosi che tornano a sognare e sperare dopo il bluff Lì. L'arrivo di Elliott è servito almeno a fare chiarezza sulla strategia futura della società. Avere un proprietario come fondo non è il massimo ma, almeno, conosciamo la mission. Rivalutare squadra...

EditorialeDI: Andrea Losapio

MIlan-Juve, scambio da sogno. Le scuse per Vidal, l'incredibile Modric. E il Napoli che ne prende 5 a Liverpool 05.08 - È stata una grande settimana di mercato. Tra Gonzalo Higuain, Mattia Caldara e Leonardo Bonucci, tre protagonisti inconsapevoli di questo mercato, almeno fino a inizio luglio. Higuain poteva finire sul mercato dopo qualche incomprensione con Allegri - e la panchina nella finale di...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy