HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi merita il Pallone d'Oro 2018?
  Sergio Aguero
  Alisson Becker
  Gareth Bale
  Karim Benzema
  Edinson Cavani
  Thibaut Courtois
  Cristiano Ronaldo
  Kevin De Bruyne
  Roberto Firmino
  Diego Godin
  Antoine Griezmann
  Eden Hazard
  N'Golo Kanté
  Isco
  Harry Kane
  Lionel Messi
  Neymar
  Jan Oblak
  Luka Modric
  Paul Pogba
  Sadio Mané
  Hugo Lloris
  Marcelo
  Kylian Mbappé
  Mario Mandzukic
  Ivan Rakitic
  Sergio Ramos
  Mohamed Salah
  Luis Suarez
  Raphael Varane

La Giovane Italia
Editoriale

Sicuri che non vi interessa il fatturato? Ed è vero che chi spende di più, vince di più?

22.02.2018 00:00 di Luca Marchetti   articolo letto 20794 volte
© foto di Federico De Luca

Ancora numeri, per cercare di analizzare quanto il mercato influisce, soprattutto quanto i soldi influiscono sulle prestazioni. Soldi uguale mercato. Ma è vero che chi meglio spende meglio spende? Ovvero il famoso concetto del fatturato? E' un argomento che ciclicamente torna di attualità. Caro soprattutto a Sarri, quando parla della Juventus, o delle avversarie più corazzate del Napoli.
Ne ha parlato pochi giorni fa anche Giampaolo paragonando la sua Sampdoria al Milan, appena incontrato in campionato. Allora abbiamo cercato di analizzare le spese fatte in questi anni dalle squadre di serie A per costruire la propria rosa (quindi la spesa fatta nell'acquisizione del cartellino dei giocatori che ora compongono la rosa della squadra) in relazione ai punti fatti in campionato. Con una discriminante non secondaria: queste spese sono state dilazionate negli anni. Anni in cui la Juventus è sempre riuscita a vincere lo scudetto. E la seconda considerazione è che prendiamo in esame solo le spese e non le entrate, ovvero le cessioni. Che evidentemente modificano (o potrebbero modificare il dato).
Naturalmente è la squadra bianconera ad aver speso più di tutti nella costruzione della squadra: 439 milioni (la fonte, per tutti i dati è transfermarkt.it). E probabilmente non a caso è stata la squadra che ha vinto in questi ultimi anni (e che è arrivata in fondo alla Champions due volte nelle ultime tre competizioni). La seconda, quasi a sorpresa, è il Milan. Oltre 248 milioni la maggior parte dei quali spesi in questa estate. Una stagione iniziata decisamente male e che ora sta prendendo una piega diversa. Spesso, in queste settimane, Mirabelli e Fassone hanno sottolineato come gli investimenti del Milan siano stati fatti con un'ottica a lungo termine, con la consapevolezza che prima o poi pagheranno, nonostante la falsa partenza. Poi in terza posizione il Napoli con 195 milioni spesi, quindi Roma con quasi 187 e Inter con 175. La quinta piazza è della Lazio con 120 milioni investiti.
Non è un caso forse che sono proprio queste le prime 6 del campionato. Quello che cambia, naturalmente, sono le posizioni. E qui il giochino diventa interessante. Perché abbiamo cercato di avere un parametro "comune". Ovvero: quanto è costato ogni punto di questa classifica, calcolando le spese per i cartellini dei giocatori. Chi sono dunque i più virtuosi?
La classifica cambia, eccome. Ma non nelle prime due posizioni. La Juve rimane la più ricca: ogni punto in classifica è "costato" 6,75 milioni di cartellino. Secondo il Milan: ogni punto sono circa 6 milioni di euro. Chi manca all'appello in questa classifica è il Napoli perché viene sorpassato in un solo colpo dalla Roma (3.75 mln/pt) e dall'Inter (3.65 mln/pt). La squadra di De Laurentiis scende sotto il muro dei tre milioni di euro (2.95). Addirittura la Lazio anche meglio di Sassuolo e Fiorentina (rispettivamente 2.77 e 2.48) con 2.45 mln/pt.
Lo schema si ripropone anche in coda, della serie A a dire il vero. Anche qui con qualche eccezione. Il Benvento che ha speso molto (anche a gennaio per cercare l'impresa) paga ogni punto circa 1.18 ed a centro classifica. Ma in fondo ci sono Verona (0.14) Crotone (0.15) e Spal (0.34). Appena salvo il Chievo con 0.4.
A queste considerazioni ne aggiungiamo altre due. Se si devono fare i complimenti al Napoli (evidentemente) per aver costruito una rosa nel corso degli anni riuscendo a spendere relativamente poco per i cartellini trovando allo stesso tempo dei giocatori molto forti (e anche bravo a Sarri per averli valorizzati al massimo) il vero indicatore è dato dal monte ingaggi. Qui però i dati non sono così precisi, nel senso che i bilanci più recenti sono della passata stagione, anche se va detto generalmente la quota lorda non varia molto da stagione a stagione (forse Milan a parte, quest'anno).
Vi diciamo indicativamente che allora le prime quattro della classifica rimangono sempre quelle lì: Juve, Milan, Roma e Inter, con il Napoli quinto (e la Lazio settima). Ma è in rapporto ai punti che si fa la differenza. Perché un punto del Napoli costa circa tre volte di meno di quello della Juventus. Quindi i complimenti a cui facevamo riferimento prima devono essere sicuramente ribaditi.
Va ricordato però quello con cui abbiamo aperto la nostra analisi: i soldi spesi dalla Juventus sono "serviti" ad essere in testa in tutti questi anni e a giocarsi il campionato anche in questa stagione in un appassionante testa a testa, incredibile che per il Napoli (almeno finora) ha rappresentato un'eccezione. E anche - probabilmente - una rosa più profonda a disposizione di Allegri piuttosto che quella che sta gestendo Sarri.
Ultima considerazione a livello europeo. Stesso ragionamento e stesso parametro: quanto hanno speso le società più ricche del mondo per costruire la propria rosa. Neanche a dirlo nelle prime 20 posizioni ci sono 9 inglesi e le prime due piazza sono di Manchester: City primo, United secondo. Peraltro con un primato per il City che fra le prime 20 è l'unica che ha pagato di più i suoi giocatori rispetto al valore attuale della rosa (almeno secondo transfermarkt). 813 milioni di spesa per i Citiziens, 689 per i Reds. Terza, guarda un po', il PSG con 584 milioni spesi per Neymar e soci. Le italiane? Settima la Juve (439 milioni spesi e un apprezzamento della rosa del 20% sempre secondo transfermarkt), quindicesimo il Milan, diciottesimo il Napoli, diciannovesima la Roma, ventunesima l'Inter.
Napoli, Atletico Madrid e Tottenham sono le squadre che hanno accresciuto di più il loro valore (58% gli spagnoli, 53% gli inglesi, 52% gli italiani) e anche questo è un bel primato. Ma probabilmente, anche qui, non è un caso che alla fine le più accreditate sono sempre le stesse, con l'eccezione del Bayern, decimo nella classifica della spesa, che è sempre una corazzata.
Ecco perché quando si parla di fatturato e di capacità di spesa bisogna sempre tenerne conto.
Perché alla fine incidono. Si può andare contro per un periodo, ma alla lunga, la capacità di spesa è inevitabile che faccia la differenza. Ma lavorare bene aiuta. Come un volano.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

C'è una guerra in corso per il Var? Stecca la Juventus, fermando Piatek. Pare già mercato con Paquetà 21.10 - Anche nella giornata di ieri il Var è stato assente non giustificato nell'espulsione di Milinkovic-Savic, portiere della Spal. Vero è che il campo di applicazione non poteva intervenire nel doppio giallo del numero uno serbo (sarebbe anche utile capire se sarebbe scattata l'ammonizione...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Juventus, Napoli e Roma su Piatek. Paratici segue anche De Ligt dell’Ajax. Ancelotti pronto a fermare il Psg. Per i giallorossi ipotesi Herrera del Porto. Lazio su Brahimi, Inter-Milan che derby 20.10 - Per Piatek è pronta a scatenarsi l’asta. L’avvio travolgente dell’attaccante polacco pagato appena 5 milioni di euro da Preziosi ha catturato l’attenzione un po’ di tutti. In Italia ci sono Juventus, Napoli e Roma. Il club bianconero là davanti ha problemi di abbondanza se si pensa...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Higuain da il via libera per Ibra al Milan. Tutto fatto, lui deciderà entro novembre. Barella, l’Inter torna in pole. Conte al Real, ora si può. Figc, Gravina è l’uomo giusto   19.10 - Un altro importante tassello per il ritorno di Ibrahimovic al Milan l’ha messo direttamente Gonzalo Higuain. Nella bella intervista rilasciata ieri alla Gazzetta, fra le tante cose non banali, si legge anche: “Ibra al Milan? Io amo giocare con i grandissimi e lui lo è”. E’ più di...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Il derby di Milano: strade incrociate, obiettivi comuni 18.10 - Siamo entrati nel vivo: la settimana del derby di Milano. E dopo la pausa per gli impegni della Nazionale, che ci ha regalato una bella vittoria contro la Polonia fatta di speranza e di bel gioco, non poteva tornare con una partita migliore, il campionato di serie A. Milan e Inter...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Derby time: ecco perché il Milan è favorito. L’Inter sarebbe più in forma, ma… Cristiano Ronaldo con vista Manchester: la Juventus pensa già allo United per spaventare l’Europa. I 35 milioni offerti dal Napoli per Piatek 17.10 - Come si vince il Derby della Madonnina? E chi rischia di più? Inter-Milan è la partita che noi tutti ci meritiamo dopo due settimane di pausa, ristoratrici per la Nazionale e per il nostro amor proprio, ma che ci hanno lasciato una fame di calcio tale da sbirciare quasi con curiosità...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: quel che si può dire (e non dire) su Ronaldo. Inter e Milan: un derby lunghissimo (con Marotta sullo sfondo). Napoli: il prezzo di Piatek. Italia: bentornati azzurri, ma sugli stadi… 16.10 - Ciao. Domenica c’è il derby, l’altro giorno invece ha giocato la Nazionale. Ci si divide tra chi dice “uh ma che bella Nazionale! Parliamone!” e chi “che due maroni la sosta, pensiamo al derby di Milano”. Solo che il derby è domenica sera, manca ancora una vita. E allora ci si spreme...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Berlusconi e il Milan di Gattuso. Ad Allegri manca solo un tetto. Marotta-Inter, non avrebbe senso. Io voto Gravina perché.... 15.10 - Quando c'è la pausa campionato è un disastro. Non sai cosa scrivere e devi inventare storie, raccogliere notizie e parlare di mercato anche quando non c'è. Per fortuna, in questa domenica pomeriggio, Silvio Berlusconi su Sportitalia (durante Monza-Triestina) ci ha dato diversi spunti...

Editoriale DI: Raimondo De Magistris

La pausa degli esoneri e dei primi acquisti per gennaio. Pungiball Ventura, ma il Chievo ha fatto benissimo. Finalmente c'è la formazione: ora Mancini segua il consiglio di Sarri 14.10 - Lo sport Nazionale degli ultimi undici mesi è stato insultare Gian Piero Ventura. Non è stato solo il colpevole dell'eliminazione dell'Italia dal Mondiale, ma dallo scorso 13 novembre di qualsivoglia problema. L'aumento dello spread? E' colpa di Ventura. Il surroscaldamento globale?...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Conte ipotesi concreta per il Real, Florentino pronto a tutto per avere anche Hazard. Milan, che colpo Paquetà. Under verso il rinnovo fino al 2023. Napoli a breve l’accordo con Zielinski, per gennaio non sono previste operazioni in entrata 13.10 - Lopetegui, Conte, Real e Chelsea. Il mese di ottobre potrebbe regalarci un’altra interessante rivoluzione in panchina. Florentino Perez non è soddisfatto del rendimento del suo allenatore, fortemente voluto in estate dopo l’addio di Zidane e ora sta pensando in maniera concreta ad...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Ronaldo, una vergogna. In certi casi è vietato tifare. Juve su James Rodriguez e Rabiot. Milan, dopo Paquetà tutto su Barella. Derby con l’Inter per Ramsey 12.10 - Attorno alla vicenda personalissima che coinvolge Cristiano Ronaldo stiamo scrivendo un’altra pagina imbarazzante. E dico poco. Fatevi questa domanda: avete elementi seri che vi possano far pensare che Cristiano Ronaldo sia colpevole di stupro? La risposta sensata, quasi obbligata,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy