HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Icardi non è più il capitano: condividete la scelta dell'Inter?
  Si
  No

La Giovane Italia
Editoriale

Spalletti-Inter, obiettivo contratto fino al 2021. Per Rafinha lavori in corso con il Barça. Futuro Allegri: occhio all’Arsenal. Juve forte su Pellegrini. Rui Patricio prima scelta del Napoli

Nato a Firenze il 6-10-1970, giornalista appassionato di calciomercato, dal febbraio 2018 direttore di RMC SPORT NETWORK
28.04.2018 08:21 di Niccolò Ceccarini  Twitter:    articolo letto 27586 volte

L’obiettivo è allungare il contratto e costruire un progetto ancora più solido. Spalletti e l’Inter sono destinati a rimanere ancora insieme e l’idea è quella di prolungare il matrimonio almeno fino al 2021. Un accordo di due anni in più con la reciproca soddisfazione. Certo la qualificazione in Champions League sarebbe la ciliegina sulla torta ma a prescindere da questo ci sono le basi per costruire un progetto vincente. Non c’è fretta, l’argomento diventerà caldo a fine campionato, ma Suning pensa che Spalletti sia l’uomo giusto per la crescita ulteriore della squadra, che è già stata rafforzata dall’arrivo di Lautaro Martinez, con De Vrij e Asamoah in dirittura d’arrivo. Certo questo non basta, ma Ausilio sta cercando di trovare le soluzioni giuste per trattenere a condizioni vantaggiose alcuni giocatori anche l’anno prossimo. Di Cancelo vi ho già detto, nei piani c’è anche Rafinha, qui servirà un’intesa diversa rispetto a quella concordata a gennaio con il Barcellona. Ora è quasi impossibile pensare che ci possa essere il riscatto fissato a 35 milioni di euro. Per cui si va avanti sulla strada della diplomazia cercando di convincere il club catalano a prendere in considerazione altre ipotesi. Magari un altro prestito. Alla fine arriverà anche il rinnovo con adeguamento per Icardi, la strada è stata tracciata da tempo, serve trovare l’accordo sulla clausola rescissoria, che potrebbe aggirarsi intorno ai 160 milioni di euro. In queste ore si sta parlando molto del futuro di Allegri. Lascia, resta. L’addio è possibile, tutto dipenderà da come finirà la corsa scudetto e dalla finale di Coppa Italia in programma il prossimo 9 maggio. L’Arsenal tra i club interessati è quello in pole position. È chiaro che la situazione è arrivata ad una svolta. Non solo per lui, per la Juventus stessa. Deve ripartire un ciclo e quindi tutte le parti devono essere in perfetta sintonia. Dopo 4 anni è giusto anche fermarsi a riflettere, ormai manca poco, meno di un mese e tutto sarà chiaro. Nel frattempo il lavoro per il futuro va avanti. Una delle ipotesi più concrete riguarda il centrocampo. La Juventus è sempre più convinta di fare l’operazione Pellegrini con la Roma e questo vuol dire pagare la clausola rescissoria. Anche il Napoli è al centro del mercato in entrata e uscita. Hysaj e Koulibaly piacciono molto in Inghilterra. Il difensore albanese ha una clausola rescissoria di 50 milioni di euro, il centrale senegalese no è questo rafforza decisamente la posizione della società. Ma i due stanno bene a Napoli e l’eventuale vittoria dello scudetto rafforzerebbe il desiderio di continuare un ciclo aperto tre anni fa con l’arrivo di Maurizio Sarri. Per il portiere salgono le quotazioni di Rui Patricio dello Sporting Lisbona visto che su Leno c’è anche l’Atletico Madrid che si sta cautelando nel caso dovesse partire Oblak. Il Paris Saint Germain sta cercando un grande numero uno e dopo Donnarumma e Alisson anche lo sloveno è un candidato forte. Il mercato dei portieri è pronto a decollare.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Icardi andrà via, ma ora l’Inter punta al rinnovo. Chi paga 110 milioni? Tutte le colpe di Wanda. Punito dalla società, scaricato dallo spogliatoio. I tifosi contro l’argentino. Avanti con Lautaro. Le idee di Marotta per l’attacco 15.02 - E adesso come finirà? E’ questa la domanda delle domande che ruota e rimbalza fra l’Inter, Icardi, Wanda Nara, i compagni e i tifosi. Dopo la decisione della società di togliergli la fascia, degradare Maurito, e per reazione il suo rifiuto di seguire la squadra a Vienna, si sta...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Capitani, fasce, rinnovi e cessioni: Icardi e Hamsik 14.02 - La notizia in casa Inter è di quelle che tengono l’attenzione alta per tutta la giornata, forse per tutta la stagione. Icardi non è più il capitano dell’Inter, Icardi non è convocato per la partita di Europa League contro il Rapid Vienna. Anzi di più: Icardi ha scelto di non andare...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Roma padrona, adesso le scuse a Di Francesco e Monchi. Quello che Paratici non dice: l’asse di scambio Isco-Dybala è più di una possibilità per la Juventus. Lo spogliatoio vuole Sarri fuori: Inter, Roma o Milan se lo prenderebbero? 13.02 - Roma padrona, in Champions non perdona. Visto che bisogna adeguarsi a chi c’è al governo, allora si può riattare uno slogan politico usato da quella parte nell’epoca Tangentopoli per fotografare i giallorossi in Europa. Tanto parlare, tanto condannare, e poi la Roma è stata una potenza...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: Ramsey e non solo! Inter: Marotta e la rivoluzione di giugno (nomi e modalità). Milan: Gattuso non va celebrato oggi. E su Sanremo… 12.02 - Uè, ciao. Son tornato da Sanremo. Non potere capire, sembrava l’inferno. Cioè, noi pensiamo sempre che il mondo del calcio sia il più complicato e fetente in assoluto e invece c’è chi prova a competere. C’è stata questa cosa del vincitore Mahmood che ha scatenato il tutti contro tutti...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Sarri-Napoli, l'addio è stato un flop per tutti. Inter, su Icardi ha ragione Spalletti. Frosinone, la cura di Baroni. Roma, Faggiano l'uomo giusto per il dopo Monchi. Benevento, hai fatto bene a fidarti di Bucchi 11.02 - Dirlo dopo questo week end è troppo facile ma un passaggio lo avevamo già fatto. Il divorzio estivo tra il Napoli e Maurizio Sarri è stato un flop per tutti. Quando le cose vanno bene e un allenatore trova l'habitat ideale bisognerebbe fare di tutto per andare avanti il più possibile....

Editoriale DI: Raimondo De Magistris

La differenza tra Piatek e Hamsik: De Laurentiis e la lezione alla medio-alta borghesia del calcio italiano che troppo spesso non viene compresa 10.02 - Nel calcio per costruire un progetto importante saper cedere è molto più importante di saper acquistare. Saper resistere, contrattare e rifiutare quando da una cessione sembra possano arrivare solo vantaggi è fondamentale. E' la differenza tra chi fa impresa in modo lungimirante e...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Juventus e Real quanti intrecci: Marcelo e Isco per Dybala, ecco l’ultima idea di mercato. Hamsik al Dalian. Saint Maximin è l’esterno che il Milan ha scelto per l’anno prossimo. Per il futuro di Spalletti decisivi i prossimi 2 mesi 09.02 - Il tempo non manca ma il quadro delle operazioni per giugno comincia a delinearsi. La Juventus è sempre molto attiva. In casa bianconera sono in atto alcune riflessioni. È chiaro che in estate il lavoro non mancherà. Paratic, che ha già preso Ramsey, vuole ulteriormente rafforzare...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Inter, c’è Mourinho e non Conte per il dopo-Spalletti. Milinkovic Savic al Milan, Chiesa e Barella nerazzurri, Isco alla Juve, Mancini alla Roma: tutti gli obiettivi del mercato estivo 08.02 - Dopo aver incontrato Conte che stava andando a comprare un divano sotto la sede dell’Inter, prima o poi qualcuno si imbatterà anche in Mourinho mentre passeggia gustandosi un gelato. Chissà…Miracoli, allucinazioni, miraggi e realtà del mercato. Sono d’accordo con Spalletti, certi...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Che mercato è stato? Lo dicono i numeri... dietrofront Napoli: Hamsik rimane qui 07.02 - Partiamo dall’ultima notizia che ha movimentato le redazioni di tutta Italia (e forse anche di tutta la Cina). Il Napoli ha comunicato con un tweet che ha deciso di “soprassedere” per questioni legate alle modalità di pagamento relative alla trattativa Hamsik. Può saltare un’operazione...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Allenatori sull’orlo di una crisi di nervi: Spalletti e quell’unica cosa che lo può salvare; Allegri e il caso Dybala; Di Francesco e una sentenza quasi scritta. Gattuso e Ancelotti ridono, protetti dalla società 06.02 - Come diceva Trapattoni, gli allenatori si dividono in due categorie: quelli che sono stati esonerati, e quelli che lo saranno. E febbraio è un buon momento per mettere a friggere un allenatore e il suo destino, visto che certe situazioni cominciano a non avere ritorno. Il problema...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510