HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A: quale di questi attaccanti vi ha deluso di più?
  Giovanni Simeone
  Edin Dzeko
  Arkadiusz Milik
  Patrik Schick
  Marko Pjaca
  Paulo Dybala
  Duvan Zapata
  Keita Balde Diao
  Simone Zaza

La Giovane Italia
Editoriale

Spalletti-Inter, obiettivo contratto fino al 2021. Per Rafinha lavori in corso con il Barça. Futuro Allegri: occhio all’Arsenal. Juve forte su Pellegrini. Rui Patricio prima scelta del Napoli

Nato a Firenze il 6-10-1970, giornalista appassionato di calciomercato, dal febbraio 2018 direttore di RMC SPORT NETWORK
28.04.2018 08:21 di Niccolò Ceccarini  Twitter:    articolo letto 27586 volte

L’obiettivo è allungare il contratto e costruire un progetto ancora più solido. Spalletti e l’Inter sono destinati a rimanere ancora insieme e l’idea è quella di prolungare il matrimonio almeno fino al 2021. Un accordo di due anni in più con la reciproca soddisfazione. Certo la qualificazione in Champions League sarebbe la ciliegina sulla torta ma a prescindere da questo ci sono le basi per costruire un progetto vincente. Non c’è fretta, l’argomento diventerà caldo a fine campionato, ma Suning pensa che Spalletti sia l’uomo giusto per la crescita ulteriore della squadra, che è già stata rafforzata dall’arrivo di Lautaro Martinez, con De Vrij e Asamoah in dirittura d’arrivo. Certo questo non basta, ma Ausilio sta cercando di trovare le soluzioni giuste per trattenere a condizioni vantaggiose alcuni giocatori anche l’anno prossimo. Di Cancelo vi ho già detto, nei piani c’è anche Rafinha, qui servirà un’intesa diversa rispetto a quella concordata a gennaio con il Barcellona. Ora è quasi impossibile pensare che ci possa essere il riscatto fissato a 35 milioni di euro. Per cui si va avanti sulla strada della diplomazia cercando di convincere il club catalano a prendere in considerazione altre ipotesi. Magari un altro prestito. Alla fine arriverà anche il rinnovo con adeguamento per Icardi, la strada è stata tracciata da tempo, serve trovare l’accordo sulla clausola rescissoria, che potrebbe aggirarsi intorno ai 160 milioni di euro. In queste ore si sta parlando molto del futuro di Allegri. Lascia, resta. L’addio è possibile, tutto dipenderà da come finirà la corsa scudetto e dalla finale di Coppa Italia in programma il prossimo 9 maggio. L’Arsenal tra i club interessati è quello in pole position. È chiaro che la situazione è arrivata ad una svolta. Non solo per lui, per la Juventus stessa. Deve ripartire un ciclo e quindi tutte le parti devono essere in perfetta sintonia. Dopo 4 anni è giusto anche fermarsi a riflettere, ormai manca poco, meno di un mese e tutto sarà chiaro. Nel frattempo il lavoro per il futuro va avanti. Una delle ipotesi più concrete riguarda il centrocampo. La Juventus è sempre più convinta di fare l’operazione Pellegrini con la Roma e questo vuol dire pagare la clausola rescissoria. Anche il Napoli è al centro del mercato in entrata e uscita. Hysaj e Koulibaly piacciono molto in Inghilterra. Il difensore albanese ha una clausola rescissoria di 50 milioni di euro, il centrale senegalese no è questo rafforza decisamente la posizione della società. Ma i due stanno bene a Napoli e l’eventuale vittoria dello scudetto rafforzerebbe il desiderio di continuare un ciclo aperto tre anni fa con l’arrivo di Maurizio Sarri. Per il portiere salgono le quotazioni di Rui Patricio dello Sporting Lisbona visto che su Leno c’è anche l’Atletico Madrid che si sta cautelando nel caso dovesse partire Oblak. Il Paris Saint Germain sta cercando un grande numero uno e dopo Donnarumma e Alisson anche lo sloveno è un candidato forte. Il mercato dei portieri è pronto a decollare.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Ecco tutti gli obiettivi di mercato di Juve, Milan, Inter, Roma e Napoli. Da Barella a Diawara, da Lazzari a Chiesa. Tornano Rafinha e Paredes. E Marotta va in Cina 16.11 - Questa sosta per la Nazionale è utile alle società, tutte stanno facendo un check per capire cosa serve sul mercato di gennaio, ma anche e soprattutto per gettare le basi e mettersi avanti per obiettivi e trattative future. La squadra più in difficoltà, con necessità immediate...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Pronti per gennaio: il Milan più attivo ecco i primi nomi. E poi attenzione: parametri zero pazzeschi! 15.11 - Il mercato si avvicina alla velocità della luce. Sarà più corto del previsto, visto che chiuderà il 18 gennaio, ma non per questo sarà meno intenso. Se dovessimo sbilanciarci potremmo dire che per il Milan potrebbe essere una sessione di primo livello. Nel senso che a gennaio Elliot,...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Allegri cosa dici?! Hai cambiato idea rispetto a quando eri al Milan, e proprio prima di una partita con la Juve… Ibrahimovic in rossonero è possibile: ecco a che punto è la trattativa. Juventus su De Gea e James? C’è questo retroscena 14.11 - Massimilano Allegri è già l’allenatore che ha vinto più Panchine d’Oro nella storia, 4. Anche se ovviamente i suoi obiettivi sono altri. Il primo e ovvio è vincere la Champions (Allegri è anche il primo allenatore italiano a perdere entrambe le prime due finali di Champions a cui...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

C’è solo una cosa bella della Sosta per la Nazionale. No, non è vero, non c’è. Tra l’altro sarà la 2323esima quest’anno. Si sono moltiplicate. O forse è solo un’impressione. 13.11 - Juve: la panchina d’oro, i cervelli di ghisa. Inter: le scelte di Spalletti (e un segreto…). Milan: il (troppo) rigore di Higuain. Arbitri: l’esempio di IrraQuando c’è la Sosta per la Nazionale a nessuno frega nulla di qualunque cosa, si fa finta di appassionarsi a temi come “Balotelli...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Milan, no a Ibra. Napoli, un salto nel fango. Spal, l'unica società che ha sfruttato il triplo salto. Liverani, oro di Lecce. Gravina, ecco il primo colpo: Brunelli dalla Lega 12.11 - Arriva la sosta, nel momento meno opportuno, e come sempre si tornerà a parlare di calciomercato. La Juventus cerca un centrocampista, l'Inter in teoria è a posto così, la Roma necessita di almeno due tasselli, mentre il Napoli potrebbe aver bisogno di un vice Milik che, a gennaio,...

Editoriale DI: Raimondo De Magistris

En plein probabile, chi l'avrebbe mai detto: la Serie A è di nuovo la casa dei grandi difensori. De Laurentiis aveva ragione: Ancelotti vale un top player. Calo Juventus? Non c'è da fidarsi 11.11 - Kalidou Koulibaly, Milan Skriniar e Kostas Manolas. Poi la difesa della Juventus che può andare ad Harvard per dare lezioni sulla fase difensiva. Sono loro il miglior spot di una Serie A che quest'anno in Champions ha buone possibilità di portare tutte le squadre almeno agli ottavi...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Su Skriniar tutte le big d’Europa: City, United, Barcellona e Bayern Monaco, ma la sua volontà è rimanere all’Inter. Il Napoli in pressing su Tonali. Il Milan pensa a Paredes. Juventus, a San Siro prova verità 10.11 - L’Inter è al lavoro per blindare Skriniar. Il difensore slovacco cresce partita dopo partita e ormai è arrivato a un livello altissimo. Anche Spalletti dopo la gara con il Barcellona ha sottolineato che ormai è un giocatore top. Un vero leader della difesa, in grado di unire qualità...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Contro Mourinho, evviva Mourinho. Si scatena un altro Juventus-Inter. Gli eccessi del tifo da condannare. Bocciato dagli inglesi. Da Mazzone in giù, ma che calcio vogliamo? Il Var in Champions, ora basta, cosa aspettate? 09.11 - Mourinho non è tipo da mezze misure, o lo odi o lo ami, ma questo lo sapevamo già. Il doppio confronto fra Juventus e Manchester è stata l’occasione per rimettere in moto cose antiche, rivalità mai sopite, sgarbi mai digeriti, gesti sopra le righe, un Triplete esagerato, pensieri...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Sorprese (e certezze) in Champions: Juve, CR7 e Pellegrini. E una foto - da non conservare - della nostra Serie A 08.11 - Bene: se la giornata di martedì ci aveva confermato che Napoli e Inter non solo hanno una propria posizione in Champions, ma che ce l'hanno anche Icardi e Insigne la sorpresa arriva dalle gare del mercoledì. Anzi le sorprese: una positiva e una negativa. Chiaramente quella negativa...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Inter, perché aspettare 150 minuti? Mentre a Napoli il confine è solo il cielo. Ecco perché alla Juventus la vittoria contro il Manchester United serve…contro l’Inter. Davvero Mosca ultima chiamata per la Roma e Di Francesco? 07.11 - Il calcio è questione di punti di vista, certamente. Dunque è sicuramente un punto di vista positivo per l’Inter aver rischiato di pareggiare all’83’ al Camp Nou. Così come è sicuramente un punto di vista positivo l’aver tenuto a San Siro il risultato fino al finale di partita. Ma...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy