HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Il Milan punta su Pioli: la scelta vi convince?
  Si, è l'allenatore giusto
  No, era meglio confermare Giampaolo
  No, serviva un altro allenatore

La Giovane Italia
Editoriale

Spalletti una garanzia per l’Inter. Napoli, dopo Koulibaly si lavora al rinnovo di Zielinski. Rigoni può essere l’uomo in più per l’Atalanta. Belotti e Zaza che coppia. Champions: 4 squadre agli ottavi, traguardo difficile ma non impossibile

01.09.2018 08:14 di Niccolò Ceccarini  Twitter:    articolo letto 26502 volte

Due giornate di campionato se ne sono già andate, ma l’argomento di discussione resta sempre l’Inter. 1 punto tra Sassuolo e Torino non era certo prevedibile. Una partenza a rilento, ma lo dico subito: io sto con Spalletti. Il tecnico di Certaldo l’anno scorso ha fatto un grande lavoro conquistando la Champions all’ultima giornata con un mercato non eccezionale. In estate Ausilio ha lavorato benissimo, non è arrivato Modric, ma si sapeva che era un po’ un sogno nel cassetto. Credo che la vera garanzia sia proprio Spalletti. Per cui calma e gesso, i risultati arriveranno, l’Inter lotterà fino alla fine per il secondo posto. E se la Milano nerazzurra e ancora un po’ coperta di nuvole, splende invece il sole nel cielo di Napoli. Merito di Carletto Ancelotti, che ha permesso agli azzurri di partire con il piede giusto. 6 punti con Lazio e Milan, con un pregio che dimostra anche la forza della squadra: due vittorie in rimonta con cambio di modulo. Mi è piaciuto molto il 4-2-4 messo in mostra nell’ultima parte della sfida con i rossoneri. Zielinski poi è in crescita continua. Il processo di maturazione iniziato con Sarri si sta completando e non è un caso che tra le priorità del Napoli ci sia anche quella di blindare il centrocampista polacco, che ha un contratto in scadenza nel 2021 con clausola rescissoria di 65 milioni di euro. L’obiettivo è allungare di altre due stagioni fino al 2023 con aumento di ingaggio e clausola di 100 milioni di euro. Chiudo con Atalanta e Torino. La mancata qualificazione alla fase a gironi di Europa League del Papu e compagni non cambia di una virgola il giudizio. Basta pensare a quello che è accaduto lunedì a Roma per capire come questa squadra sia lo specchio della bravura del suo allenatore. Gasperini è un po’ come Re Mida, trasforma in oro tutto ciò che tocca. L’Atalanta è l’esempio lampante di quello che sto dicendo. Gioca a memoria, valorizza i giovani. Quello che è appena cominciato è il terzo anno di Gasperini a Bergamo e sono convinto che anche stavolta sarà un successo. A proposito, l’acquisto di Rigoni è stato un ottimo colpo: giocatore completo, destinato a lasciare il segno. Mi è piaciuto il rush finale di mercato del Torino, che ha piazzato l’uno-due con Soriano e Zaza. Serve solo un po’ di tempo a Mazzarri per per cominciare a vedere i primi frutti. Il Gallo e Zaza hanno tutte le caratteristiche giuste per diventare un gran bella coppia. Infine una considerazione sul sorteggio di Champions League. Il Napoli non è stato certo fortunato pescando il Paris Saint Germain e il Liverpool, ma se la può giocare anche grazie all’esperienza di Ancelotti. Difficile ma non impossibile il girone dell’Inter, meno complicato il compito di Juventus e Roma. Bisogna guardare al futuro con fiducia e allora penso positivo e a tutte e quattro le italiane agli ottavi di finale.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Milan, Pioli merita fiducia. Primo passo: recuperare Piatek e lanciare Rebic. Inter per giugno obiettivi Tonali e Van de Beek. Napoli, Hysaj verso la Roma. Genoa, tieniti stretto Andreazzoli. Samp, Ranieri non basta 12.10 - Pioli merita fiducia. Non credo sia giusto giudicare a priori chi ancora non ha cominciato a lavorare. Il Milan ha una storia gloriosa e un passato fantastico ma se da 7 anni non riesce ad alzare la testa a certi livelli ci sarà pure un perché. La ripartenza è sempre stata difficile...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Milan, tutta colpa di Elliott. Il fondo deve vendere subito se vuole il bene del Club e non solo dei suoi conti. Boban e Maldini, che delusione. Inter tra Rakitic e Matic per gennaio. La Juve vuole Emerson Palmieri. Ranieri-Samp, ci siamo 11.10 - Con il Milan in pieno caos, dalla Cina arriva la notizia di un’inchiesta su mister Yonghong Li. I cinesi, a quanto pare, vogliono sapere come e dove il presunto magnate con gli occhi a mandorla, abbia fatto i soldi per comprare il Milan. Di riffe e di raffa circa un miliardo di euro....

Editoriale DI: Luca Marchetti

Il Milan e i cambiamenti: un’altra ripartenza. La Samp e una scelta complicata 10.10 - Si è presentato Pioli, ma soprattutto hanno parlato nuovamente Gazidis, Maldini e Boban, nella conferenza stampa del loro nuovo allenatore. Le speranze di Pioli, i suoi buoni propositi, il suo modo di porsi e le idee che intende portare fanno sicuramente parte del suo mondo, del...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

La colpa del Milan è dei milanisti: è una squadra da sesto posto, accettatelo! Lasciare a Pioli il tempo non dato a Giampaolo. L’Inter non fa sconti: giusto non pagare 4.5 milioni per favorire Spalletti (e il Milan)? 09.10 - L’unica cosa positiva di tutta questa storia a tinte rossonere è che un galantuomo come Stefano Pioli avrà la possibilità di rifarsi. Dopo aver dato alla città di Firenze quello che nessun contratto avrebbe potuto prevedere - uno straordinario slancio umano per tenere la testa alta...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: 90 minuti semi-perfetti e un dato di fatto “pericoloso”. Inter: il mercato estivo, le prime critiche e la richiesta di Conte. Milan: Spalletti è il prescelto, Pioli l’alternativa (in grande ascesa), Giampaolo è già il passato 08.10 - Ciao. C’è la sosta: un grande classico ottombrino. Due belle settimane di rotture di balle e questa volta con una maglia verde in più, quella della Nazionale. Sapete cosa cambia la presenza della maglia verde rispetto alla noia mortale del “pausone”? Niente. Ma per annoiarci c’è gran...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Maldini, in cerca di esperienza e alla ricerca della classe (persa a Genova): ecco cosa è successo. A Firenze ho visto la luce... classe 1997 e non è Chiesa 07.10 - Siete pronti a leggere una bestemmia pubblica? Eccola: in tutto questo strazio, al Milan, il meno colpevole è Marco Giampaolo. Un allenatore bravo, un grande teorico, non sempre un eccellente pratico a tal punto che pochi anni fa per far ripartire la sua carriera è dovuto scendere...

Editoriale DI: Marco Conterio

Conte e la lezione dell'Inter alla Serie A. Sarri resta ancora una splendida scommessa. Che succede ad Ancelotti e al Napoli? 06.10 - Quanto conta un allenatore, nel rendimento di una squadra? Nelle partite e nei campionati? Domande, non risposte. Trovarle è sempre stata un arcano, quando sembrava d'avere il Graal è arrivato il santone a sovvertire le gerarchie. Un'annata a raccontare un altro percorso, un'altra...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Genoa-Milan, un sabato di passione. Ultima chiamata per Giampaolo ma l’eventuale sostituto resta un rebus. Ai rossoneri serve un leader alla Ribery. Inter, contro la Juventus  ancora fiducia a Lautaro, Ramsey la chiave tattica di Sarri 05.10 - C’è una partita che vale una stagione o quasi. Dopo 6 giornate di campionato Genoa-Milan è uno spartiacque per Andreazzoli e Giampaolo. Ed è incredibile soprattutto la situazione del Milan Il rendimento dei rossoneri è inspiegabile, 2 vittorie e 4 sconfitte, le ultime 3 consecutive,...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Inter, sfida totale alla Juve. Torna Lukaku con Politano, Ronaldo con Higuain e Ramsey. Sarri-Conte dall’Arezzo allo scudetto. Milan, confusione totale: Elliott deve vendere nonostante le smentite. Insigne, ecco cosa è successo con Ancelotti 04.10 - Sarri e Conte, due allenatori che dodici anni fa non riuscirono a salvare l’Arezzo dalla retrocessione in serie C, domenica si ritrovano a ragionare di scudetto. E’ un’altra bella storia o favola, fate voi, confezionata dal Dio del Pallone. Quell’anno si divisero il lavoro su una...

Editoriale DI: Luca Marchetti

La lezione di Barcellona, (antipasto prima della Juve) e il rammarico del Napoli: le prestazioni non valgono allo stesso modo 03.10 - Solo la Juve fa risultato pieno con una prestazione convincente in questa due giorni di Champions, ma la prestazione dell’Inter a Barcellona deve essere valutata al di là del risultato. Perché è vero che nel finale è calato il ritmo, e che nel secondo tempo i blaugrana hanno registrato...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510