HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A 2017/18: chi è stato il migliore?
  Ciro Immobile
  Mauro Icardi
  Kalidou Koulibaly
  Milan Skriniar
  Allan
  Bryan Cristante
  Sergej Milinkovic-Savic
  Douglas Costa
  Alisson
  Paulo Dybala

Editoriale

Totti Day, niente scherzi! Donnarumma, tanta paura… Inter? 11 con le valigie, con possibile scambio con la Juve…

24.05.2017 00:00 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    articolo letto 26349 volte
© foto di Federico De Luca

Domenica 28 maggio, ore 18.00, Stadio Olimpico in Roma. Ultima giornata di Serie A con i giallorossi vogliosi di blindare il secondo posto. Ci dispiace, non è questo il “titolo ad effetto” che ci interessa… Domenica 28 maggio andrà in scena il Totti Day, non c’è altro che abbia senso… L’Olimpico si riempirà come accaduto pochissime volte nella storia del club (soprattutto recente) per salutare, con tutte le onorificenze del caso, il più grande giocatore che abbia indossato la casacca della Roma. Una festa doverosa, voluta, sentita… Saranno connessi da tutto il globo terracqueo per omaggiare Francesco Totti, colui che ha regnato a Roma, sponda giallorossa, per oltre 20 anni… Inutile snocciolare dei numeri, superfluo ricordare cosa ha fatto e cosa avrebbe potuto fare in più, Totti è Totti, nulla da aggiungere. Quindi, niente scherzi caro Spalletti. Non c’è secondo posto che tenga, Roma-Genoa appartiene a Totti, a nessun altro. Non c’è persona che può intromettersi e stravolgere la sceneggiatura. Totti DEVE giocare. Dal primo minuto? Ad inizio secondo tempo o per tutta la partita, almeno finché avrà le energie per stare in campo? Basta chiederlo direttamente a lui, che sia il Capitano a scegliere. Se l’è ampiamente meritato, sarebbe lecito e incredibilmente toccante che fosse lui e lui soltanto a decidere come, quando e in che modo salutare la sua gente. In realtà, ci dicono, non ha ancora fatto sapere se lascierà o meno l’amato pallone? Non importa, domenica 28 maggio sarà, a prescindere da cosa deciderà dal 29 maggio in poi, il suo giorno, la sua partita, il suo momento… Ripeto, niente scherzi…
Totti Day a parte, c’è preoccupazione nella mia mente. Il futuro di Donnarumma mi inquieta. Perché stiamo andando così per le lunghe? Perché non è stato già tutto firmato e controfirmato? Cosa c’è di così importante da dover aspettare? Io voglio credere nelle capacità della nuova proprietà cinese. Donnarumma resterà rossonero, vero? Anche perché, con Berlusconi, quello vero, non saremmo qui a parlarne. Donnarumma avrebbe già trovato l’accordo con il Milan da tempo. Lo dice la storia del Cavaliere al Diavolo… Vero, i tempi sono cambiati ma un Milan, edizione 2017/18, senza Donnarumma tra i pali sarebbe un colpo durissimo alla credibilità (e solidità economica) della nuova proprietà…
Milan in ansia, Inter con un insano ma comprensibile desiderio di rivoluzione. Ne ho contati ben 11 che hanno le valigie pronte. Certo, prima dovranno arrivare delle offerte ma, questa volta, non ci saranno “ripensamenti” o “offerte giudicate troppo basse”. Chi alza la mano, si porta a casa il giocatore… La lista è lunga. Questa la mia personale “carrellata di giocatori pronti a lasciare la Pinetina”: Jovetic, Ranocchia, Santon, Nagatomo, Murillo, Miranda, Brozovic, Kondogbia, Banega, Biabiany e uno, a scelta, tra Perisic e Handanovic (qui l’entità dell’offerta peserà). Bene, credo che uno di questi 11 possa finire alla Juventus. Brozovic? E’ stato già accostato ai bianconeri, no? No, sbagliato. Magari Miranda, uno che, se sta bene, può essere utile? No, sbagliato. Allora Kondogbia per un clamoroso tentativo di redenzione? No, sbagliato. Attenzione a Perisic… Il croato porterebbe ulteriori soluzioni offensive ad una squadra già fortissima. E se dovesse partire Mandzukic, Perisic farebbe comodo… Eh sì, signori, Mario, in caso di vittoria a Cardiff, potrebbe anche tornare ad aver voglia di fare il centravanti puro, di “vedere” la porta da una posizione privilegiata e non sempre dalla fascia o, peggio, dalla propria aria di rigore. Magari, dopo tanto tempo, con Sabatini ad orchestrare il tutto, uno scambio tra croati potrebbe anche andare in porto, no? Perisic alla Juve in cambio di Mandzukic e magari qualche milioncino a conguaglio. Complicato? Lo si diceva anche quando si iniziava a parlare di Higuain a Torino… Comunque, a parte tutto, ciò che conta, almeno fino a domenica, è il Totti Day. Niente scherzi…


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Sarri al Chelsea con Zola. E vuole Higuain. L’incontro con Abramovich. Napoli, arriva David Luiz. De Laurentiis, cento milioni sul mercato per Ancelotti. Inter, a luglio riproverà per Rafinha. Icardi può partire. Milan, mercato bloccato 25.05 - L’arrivo di Ancelotti al Napoli è il trionfo di Aurelio De Laurentiis e delle sue strategie. Da mesi, sott’acqua, con il sorriso sulle labbra e i complimenti pubblici a Sarri, in realtà aveva già annusato l’aria di divorzio e stava lavorando al futuro senza l’allenatore toscano. Proviamo...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il colpo di De Laurentiis: Ancelotti rilancia il Napoli e Napoli. E ora Sarri? Ecco la nuova Inter e tutti gli allenatori di A 24.05 - Ancelotti sbarca ufficialmente a Napoli. 3 anni di contratto a circa 5 milioni di euro. Con il suo staff al completo e con una gran voglia di tornare ad essere protagonista nel nostro campionato. Il presidente De Laurentiis ha fatto un grande colpo, ha riportato in Italia un grandissimo...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Ecco cosa rischia il Milan dalla Uefa: la scure del financial fair play pronta ad abbattersi sui rossoneri, e il salto all'indietro rischia di essere davvero triplo. Eppure c'era quel dettaglio che rendeva tutto prevedibile… 23.05 - E' andata come si sperava non andasse, o come si temeva, o come qualcuno aveva indicato: la Uefa ha rifiutato il settlement agreement, dopo aver in illo tempore rigettato il voluntary agreement, e ha rinviato il caso alla Camera. Decisione che è l'anticamera della sanzione nei confronti...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: Buffon a Parigi, Emre Can-Morata in arrivo. Inter: Icardi resta, solo uno tra Rafinha e Cancelo. Milan: i numeri (ottimi) di Gattuso e il “guaio” Donnarumma. Napoli: Sarri tra i soldi e il cuore 22.05 - È finito il campionato. Quando finisce il campionato c’è chi è felice e chi no. Poi inizia il mercato. Anzi, il mercato c’è a prescindere, anche a Pasqua. Solo che quest’anno per noialtri non c’è neppure il Mondiale e, quindi, c’è “più mercato”. Ci sono tifosi che al gol di Vecino...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Juve-Napoli: lo scudetto dei veleni. Milan, il bomber del futuro ce l’hai in casa. Parma, il volo del Faggiano. Verona, Marchetti la tua strada migliore 21.05 - Bare con nomi di calciatori, maglie offensive, cori inopportuni e via con il valzer delle schifezze. Bisogna saper perdere ma bisogna anche saper vincere. Non vale solo per la Juventus ma per tutti. Ha vinto la Juve e, allora, via con i fucili spianati su Torino. Avesse vinto il Napoli...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Rivoluzione Juve, ma solo in campo. Gli Scudetti sono 34. Valzer del moscerino: Napoli-Sarri, Inter-Spalletti, Lazio-Inzaghi, solo il Milan ci proverà per Conte (se salta la coppia Gattuso-Mirabelli) 20.05 - Ogni anno la stessa, identica, storia. Massimiliano Allegri sembra sulla graticola, poi vince lo Scudetto e la Coppa Italia - 4x4, complimenti - e rimane alla guida del club italiano più famoso. Anche nel mondo, dopo che l'egemonia Milan, dovuta soprattutto alle Coppe Campioni, è...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Inter, nella lista anche Ilicic e Cristante. Il Milan non molla la pista Belotti. Lazio, idea Badstuber per la difesa 19.05 - Ancora 90 minuti e poi tutto sarà chiaro. La Champions è un traguardo fondamentale per il mercato dell’Inter, aiuterebbe sul piano degli investimenti, ma le strategie sono già definite. La partita di domenica sera all’Olimpico contro la Lazio è insomma un crocevia. Il primo passo...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Buffon aspetta il Real. I retroscena del divorzio con la Juve. Allegri, ecco cosa vuole per restare. Sarri resta con un Napoli più forte: tutti i nomi nel mirino. Milan, Baselli al posto di Bonaventura 18.05 - S’era capito che Buffon non aveva nessuna intenzione di smettere, ma alla Juve non si fanno condizionare, i piani li fanno loro e non hanno sentito storie. Alla Juve ragionano con la testa fredda e non con il cuore caldo. “Anche se sei il capitano, anche se sei un mito, anche se...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Incontro Sarri-AdL e le schiarite all'orizzonte: come può cambiare il Napoli? Buffon, l'addio e la chiusura di un'era, ma ne riparte un'altra. Le milanesi legate (anche) al risultato... 17.05 - Il tanto atteso faccia a faccia c'è stato e ora si può cominciare a ragionare sul futuro. Tutto sembra essere andato veloce come l'auto (del direttore sportivo napoletano Giuntoli) che è entrata e uscita da Castel Volturno fra un allenamento e l'altro. I tanti dubbi di questi giorni...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Esclusivo: Balotelli festeggia la convocazione in Nazionale regalandosi il Marsiglia, è quasi fatta. Nel frattempo, ecco perché la scelta di Mancini è la migliore possibile 16.05 - Mario Balotelli tornerà lunedì prossimo in Nazionale, e festeggia la convocazione dopo 4 anni regalandosi la nuova squadra: l'Olympique Marsiglia. E' quasi tutto fatto tra i francesi e Mario. L'accordo di massima c'è, si vuole però ancora aspettare su sponda Balotelli perché Raiola...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy