VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2017/18?
  Real Madrid
  Bayern Monaco
  Roma
  Liverpool

Editoriale

Tutti i numeri del mercato: ecco quanto è stato speso e dove sono finiti i soldi

07.09.2017 00:00 di Luca Marchetti   articolo letto 17485 volte
© foto di Federico De Luca

Che è stata la sessione di mercato più ricca di sempre lo avevamo intuito. Che fosse stata la più divertente lo avevamo vissuto. Ora abbiamo la certificazione dei numeri di quanto sia stata imponente questa sessione, soprattutto per l'Europa. Ed è un tema che va affrontato in questi giorni visto quello di cui si sta discutendo in Fifa e Uefa, riguardo proprio la durata del calciomercato.
A proposito di questo non vedo come possa cambiare finire prima o meno la sessione. Vorrà dire che tutto verrà finito prima, sempre con l'ultimo giorno frenetico, sempre con la stessa strategia soltanto slittata. Il problema dunque sarebbe solo che non ci sarebbe mercato aperto durante le prime giornate di campionato. Potrebbe essee un vantaggio per le società? Perché i giocatori non sarebbero distratti? Al di là del fatto che inevitabilmente (come succede in questi giorni in Turchia) qualche mercato sarebbe aperto lo stesso è un "fastidio" che potrebbe essere sopportato (come è stato finora) al netto dei vantaggi che comunque comporta. Non sarà una decisione semplice da prendere.
Torniamo però all'analisi del mercato (realizzata da CIES, il laboratorio di riferimento per la Uefa in questo tipo di statistiche): in questo hanno solare sono stati spesi 5,9 miliardi di euro fra i club del Big5 (Italia, Inghilterra, Spagna, Francia e Germania). 5,1 solo in estate... e l'effetto Neymar/Mbappé si vede nelle classifiche di Paese. Ha speso più di tutti in estate la Premier con 1.550 milioni di euro. La Serie A seconda con quasi un miliardo (997 milioni), poi appunto la Ligue1 (827) la Bundes (612) e la Liga (610) che ha risentito eccome del blocco del mercato dell'Atletico e della scelta del Real di non fare mercato. Pazzesca è la crescita da un anno all'altro della Ligue1 (che passa dal 7% al 19% del totale...).
Ma dove finiscono i soldi? Questi 5,15 miliardi di euro? Beh quasi 2 in altri club della stessa Lega. Altri 1,75 in altri club ma sempre del Big5. Quindi il 71% di questo grande movimento di denaro rimane sempre fra i "soliti noti". Soltanto il 5% finisce fuori dall'Europa e ancora di meno, il 2%, finisce nelle categorie inferiori dello stesso paese...
Facile dire chi ha guadagnato di più e chi ci ha rimesso di più... il Monaco a bilancio ha +289, seguito dal Borussia Dortumnd (+110) e dal Lione (+72). Le migliori performance italiane solo Fiorenrina (42), Sampdoria (42) e Lazio (31). In negativo inarrivabile il PSG (-343), seguito da Milan (-189) e United (-186).
L'ultima una considerazioni, quasi banale. Nell'estate dei grandi trasferimenti, secondo il CIES, ci sono dei giocatori strapagati. Mbappé (+87,4%), Dembele (+51,2%) e Mendy (+29%) i primi tre supervalutati secondo le stime del CIES. Poi è chiaro ognuno ha le sue... non c'è Neymar, per esempio in questa classifica. C'è Schick però con un 21% in più. E poi ci sono Salah e Rudiger, i due pezzi ceduti dalla Roma. Entrambi però sono stati pagati meno di quanto il CIES aveva previsto...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

I dolori del giovane Andrea Agnelli: se gli obiettivi futuri della Juventus valgono davvero questo danno d'immagine, per il club stesso, e per Gigi Buffon. Gravissima l'accusa di malafede a Collina 18.04 - È passato tutto in cavalleria. No, non di certo le parole di Buffon o di qualcun altro. Le uscite dei giocatori hanno fatto molto clamore, anche se qua in Italia si è trattato solo di rumore, mentre all'estero è stato disgusto e condanna, in un tragico giro del mondo che ha fatto...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: la corte a Marotta e il futuro di Allegri. Milan: il piano di Gattuso per la prossima stagione (e Donnarumma?). Inter: quanti processi senza senso. E a Buffon il 432esimo consiglio non richiesto 17.04 - A Milano è iniziata la Settimana del Mobile. Alla Settimana del Mobile è difficilissimo trovare dei mobili e la cosa, converrete, è molto curiosa. Molto più facile trovare gente di merda. Di quella sono piene le vie. Sembra che tutti vadano nelle feste esclusive, fanno a gara a dirtelo,...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Ecco perché Buffon va assolto. Il suicidio della Lazio senza un perché. L'Inter senza Icardi ha un problema. Empoli verso la A: bastava esonerare Vivarini 16.04 - Ci siamo lasciati alle spalle la settimana europea più folle di sempre per il calcio italiano. Istanbul a parte, una roba del genere non l'avevamo mai vista. Nel bene (la Roma) e nel male (la Lazio). E la Juve è bene o male? Vi starete chiedendo. Assolutamente nel bene. La Juventus...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il problema non è il contatto Benatia-Vazquez, il problema è tutto il resto: Ceferin faccia subito un passo indietro. La UEFA ha due scuse, ma non bastano per giustificare questo atteggiamento: ha ragione Gattuso 15.04 - Andò peggio, molto peggio, un anno fa. Erano sempre i quarti di finale di Champions League, c'era sempre il Real Madrid, ma i blancos al Bernabeu non avevano di fronte la Juventus, bensì il Bayern Monaco, sconfitto 2-1 all'andata. I bavaresi, allora guidati da Carlo Ancelotti, nei...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Juve, il sogno è sempre Isco, c’è anche Bernat per la fascia sinistra. Sarri pensa solo al campionato, il futuro a fine aprile. Chelsea e Monaco alla finestra. L’Inter torna forte su Verdi 14.04 - L’eliminazione in Champions League non cambia i piani. Marotta è stato chiaro. La Juventus aumenterà la sua qualità con un mix tra giovani e giocatori più esperti. E anche qualche sogno. Uno di questi è Isco. Il corteggiamento parte da lontano. Sono due anni, che i bianconeri sondano...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Buffon non può chiudere così, deve chiedere scusa. Collina e gli arbitri inadeguati. Il Var in Champions. Juve fantastica senza Dybala si è buttata via all’andata 13.04 - Dalla notte di Madrid in poi ne abbiamo viste e sentite di cotte e di crude, tanto per usare una vecchia espressione degli anni cinquanta che forse oggi è cara soltanto a Masterchef. IL RIGORE – Vista e rivista l’azione, anche a mente fredda, 24 ore dopo, sinceramente non so se...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Le lezioni di Juve e Roma: a tutti. Sarri e il suo sogno e i prestiti “vietati” 12.04 - È una beffa. Forse la peggiore. Un rigore, di cui discuteremo anche a lungo, nel tempo di recupero, con addirittura l’espulsione di Buffon, raramente visto così arrabbiato. La Juventus stava raddoppiando l’impresa della Roma, e sarebbe stato duro dover scegliere quale sarebbe stato...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

La rifondazione della Juventus: è davvero possibile? E dove? Ecco quello di cui ha bisogno per crescere. Ma servono molti soldi, sicuri che questo non sia il massimo in Europa? 11.04 - Si fa presto a dire rivoluzione juventina. Le macerie (solo europee, va detto) lasciate dagli attacchi aerei di Cristiano Ronaldo hanno stappato le discussioni sulla rifondazione a Vinovo. Gente che va, gente che viene, progetti che cambiano. Ora, francamente sembra altamente impraticabile...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: Morata e altri “miracoli” (ma l’Uefa chiude gli occhi). Inter: un guaio ricorrente e lo strano caso De Vrij. Milan: terremoto Gattuso, a un anno dal closing. Napoli: per i fischi c’è ancora tempo 10.04 - Per prima cosa procedo con l’esperimento. Tutti i lunedì notte da ormai dieci anni spedisco le mie cose al valido Alessio Alaimo. Lui mi odia perché gli mando i pezzi alle 23.55 e magari sta facendo fiki-fiki, oppure è legittimamente ubriaco, oppure ha sonno. A volte mi dice “per...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Napoli, che spavento. Ma il sogno è lontano. Milan, 2021 volte "Grazie Rino". Da Cagliari a Verona, da Sassuolo a Bologna... quando i DS mettono in crisi i Mister 09.04 - Erano, ormai, pronte trombette e sciarpe bianconere per iniziare la festa scudetto della Juventus. A consegnarlo, virtualmente, ai bianconeri era paradossalmente l'alleato del mercato del Napoli: il Chievo Verona che non poteva permettersi regali di primavera. Che spavento per Sarri....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.