VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Chi è stato il calciatore rivelazione della stagione di Serie A?
  Andrea Conti
  Mattia Caldara
  Federico Chiesa
  Piotr Zielinski
  Gianluigi Donnarumma
  Franck Kessie
  Sergej Milinkovic-Savic
  Roberto Gagliardini
  Emerson Palmieri
  Roberto Inglese
  Diego Falcinelli
  Giovanni Simeone
  Gerard Deulofeu
  Patrik Schick
  Lucas Torreira
  Lorenzo Pellegrini
  Jakub Jankto
  Amadou Diawara

TMW Mob
Editoriale

Unay Emery, grandi referenze e firma per il Siviglia. Ancelotti, la finale del Real parte dalla lite di settembre con la squadra. Conte, il futuro oltre il tweet. Gattuso, no Varese, no Monza, no Videoton

Nato a Milano il 10 Maggio 1965; Giornalista Professionista dal 1994. Dopo le esperienze professionali di carta stampata (La Notte e Il Giorno) e televisive (Telelombardia, Telenova, Eurosport), dirige Milan Channel dal 16 Dicembre 1999.
24.05.2014 00.00 di Mauro Suma   articolo letto 34274 volte

Unai Emery, il nuovo Rudy Garcia. Il nome che spariglia, il prospetto che non ti aspetti. E' pressochè impossibile che possa allenare il Milan, in primis perché il Milan un allenatore ce l'ha, Clarence Seedorf, e in secundis perché sono pochissimi i giorni che separano il tecnico basco dalla firma effettiva per il rinnovo del contratto con il Siviglia e i tempi sono strettissimi, sostanzialmente proibitivi, per qualsiasi squadra italiana volesse pensare anche lontanamente di avvicinarlo. Però il dovere di ogni grande Club è quello di tenersi aggiornato su tutte le situazioni in divenire e su tutte le posizioni non definite e se nel farlo capita che osservatori di primo piano del calcio italiano esprimano un giudizio non solo lusinghiero ma soprattutto credibile e affidabile su un allenatore di prospettiva, è abbastanza normale che si crei un interesse. Non allenerà dunque nel massimo campionato italiano Unai Emery la prossima stagione, ma è positivo che il calcio italiano allarghi i suoi orizzonti, si tenga informato su nomi nuovi al di fuori dei soliti noti. Lo ha fatto anche il Monaco con il portoghese Jardim, come avevamo anticipato qualche settimana fa. Dal canto suo Unai Emery è fresco, aggiornato, competitivo, collaudato. Lancia i giovani, gioca con coraggio. Buon per il Siviglia.

E' il giorno della Finale per Carlo Ancelotti, un grande giorno. Un giorno che viene da lontano, dalla fine del mese di Settembre. Un giorno nel quale i big dello spogliatoio del Real Madrid chiedono e ottengono un colloquio con l'allenatore nel suo ufficio alla Ciudad Deportiva. Detto, fatto, La squadra si sfoga: Mister così non va, non ci troviamo, con questi metodi di allenamento non veniamo al campo con piacere. Queste situazioni sono il pane di Carlo Ancelotti. Non c'è nessuno come lui che sappia girare dalla sua parte momenti del genere. Carlo Ancelotti in quel giorno di fine Settembre 2013 ascolta e fa buon viso. Chiede proposte costruttive per cambiare, le valuta e in gran parte le accetta. Debolezza? Certo che no, forza e risultati. Carlo dà e Carlo ottiene. La squadra trova pace e oggi è in Finale di Champions League. Esattamente come è accaduto al Milan dal 2003 al 2007.

Antonio Conte e Juventus, tutto qui? Fino a quando varrà il tweet di lunedì 19 Maggio? E' la parola fine o una frase interlocutoria? Sono tante le domande che scandiscono i giorni bianconeri. I sorrisi e la serenità di Antonio Conte a Melfi all'inizio di questa settimana rassicurano il popolo juventino. Ma sotto traccia umori e sentimenti sembrano ancora in movimento. E' un matrimonio importante quello fra Conte e la Juventus ed è destinato evidentemente a continuare, ma c'è forse ancora qualcosa da riannodare dopo il detto e il non detto delle ultime settimane. Adesso è estate, non si parla, non si gioca. Ma quando si tornerà a farlo, quel tweet difficilmente potrà avere una lunga gittata. E dovrà essere rafforzato o amplificato da altri fatti, da altri eventi. Altrimenti rischia di rivelarsi piuttosto debole. I matrimoni possono continuare, e questo vale anche per il Milan sul fronte del suo allenatore Clarence Seedorf (il cui compenso è extra rispetto alla pianificazione economica 2013-2014 del Club rossonero e su questi temi di fondo sia tecnici che economici la giurisdizione di Silvio Berlusconi come sempre è totale), anche dopo qualche settimana di silenzi rumorosi e di frasi di segno opposto. Ci sta nel calcio e ci sta nella vita. Ma è normale che i monitor mediatici siano destinati a rimanere accesi.

Rino Gattuso soffre da tifoso per il suo Milan, ma oggi è un allenatore, un professionista che non vuole star fermo e che non starà fermo per un anno intero. L'anno prossimo Rino Gattuso allenerà. Dove? Una settimana fa avevamo ipotizzato il Varese, ma non sarà così. La pista non è calda e non si riscalderà, con tutto il rispetto, per tanti motivi. Altri hanno scritto del Monza, questa settimana. C'è stato un confronto, ma non avrà sviluppi concreti. E la stessa opzione Videoton appartiene ormai al passato e non avrà sbocchi di carattere professionale per Rino. Le proposte per Gattuso non mancano. Si va da una Serie B di buon livello in Italia a squadre estere. Rino è nato sul mare ed è un mediterraneo doc. E in questo senso all'estero non mancano campionati e città, anche isolane, intriganti. Fra non molto sapremo.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Il futuro di Allegri e della Juve, al di là di Cardiff. Inter, Spalletti ma non solo (e su Gabigol…). Milan: i legittimi festeggiamenti e il "benefattore" dietro Li. Napoli: il piano di Sarri per fare ancora meglio 23.05 - Succedono un sacco di cose. Una è che settimana scorsa mentre scrivevo codesta articolessa sul cellulare ho preso una capocciata devastante contro un palo della luce. Ve lo giuro. Sono un cretino. Mi sono fatto talmente male che ho deciso di prendermi una settimana di pausa: per la...
Telegram

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Capolavoro Juve: Agnelli vince tutto ma la famiglia lo ostacola. Inter, Sabatini ha "scelto" Spalletti. Roma, blitz decisivo per Di Francesco. Sassuolo e Bari, in due per Bucchi 22.05 - Fanno più effetto le immagini del "trionfo" del Milan che quelle dei festeggiamenti della Juventus. La fotografia di San Siro che lancia in aria Montella e del giro di campo della squadra che festeggia un preliminare di Europa League è il riassunto di quanto abbia lavorato male in...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Sabatini non basta a Suning: c'è un altro super consulente. Spalletti, le avances all'Inter ti stanno screditando: perché non restare a Roma? Bravo Napoli, strappo alla regola necessario per il grande obiettivo 21.05 - E' stata la settimana dei verdetti: Chelsea campione d'Inghilterra, Monaco campione di Francia, Feyenoord campione d'Olanda. E così via, col Real che può aggiungersi alla lista già questa sera: basterà un pareggio sul campo del Malaga. In Italia la Juventus ha alzato la Coppa...

EditorialeDI: Mauro Suma

Giù le mani da Kessie! Milan-Atene e Juve-Cardiff. Inter: la guerra di Piero 20.05 - Ma Kessie inventeranno, se davvero il centrocampista dell'Atalanta verrà ufficializzato come nuovo giocatore del Milan? Fino a metà stagione, era il simbolo della freschezza e dell'energia dell'Atalanta, era il vero crack del centrocampo bergamasco anche più di Gagliardini, era il...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Milan, ecco i piani di Fassone e dei cinesi. Subito grandi, non solo Musacchio, Kessie e Rodriguez. Kalinic si può. Inter, Sabatini-Ausilio decidono su Spalletti 19.05 - Chissà dove saranno adesso quelli che vagavano per la Cina suonando ai campanelli con scritto mister Li per poi annunciare in Italia: non risponde nessuno, non esiste. Pensando che la Cina sia come Abbiategrasso. Chissà dove saranno le vedove di Galliani, delle cravatte gialle...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il primo passo della Juve parte 10 anni fa. Le ricostruzioni milanesi: fra Kessié e Pochettino. E i 7 gioielli del mercato italiano... 18.05 - Un passo, il primo. Quello che ti consente ancora di sperare nel triplete. Perché se la vittoria del campionato è stata rimandata dalla sconfitta di Roma (ma le prossime partite della Juventus destano meno preoccupazioni), aver alzato la coppa Italia consente alla Juventus di poter...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Sarri vuole più soldi? Inter in ascolto… Donnarumma-Milan, pericolo! Roma-Genoa, incubi per Spalletti 17.05 - Tra poche ore sapremo se la Juventus alzerà al cielo il primo trofeo della stagione (Coppa Italia) o se, come qualcuno ha ripetuto, all’infinito, in questi giorni, “la sconfitta con la Roma ha minato le certezze dei bianconeri”. Un occhio alla Juve, l’altro alla Lazio, una delle realtà...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Inter, riparte il casting: il nome per la panchina più dura della A. Il ko della Juve non riapre il campionato, ma rivela una verità.Milan: due appuntamenti, è l'ora dei fatti. W Sarri e la dura legge del talento 16.05 - Eccoci lettori di Tmw, a voi giustamente non fregherà nulla, ma l'altra sera c'è stato l'Euro-Festival, una roba di cantanti che curiosamente cantano e giurie che curiosamente giudicano. Il tutto per decretare la canzone più bella del Vecchio Continente. Bene, per l’Italia c’era in...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Piero, un consiglio da vecchi amici. Sabatini ha bruciato più calciatori che sigarette. Inter con i soldi, Milan con le idee dei dirigenti. S.P.A.L.: Serietà, Professionalità, Azzardo, Lealtà. Il patrimonio di De Laurentiis non va sprecato 15.05 - Lo abbiamo osannato quando c'era da osannarlo, lo abbiamo criticato quando c'era da criticarlo ma oggi vogliamo parlare a cuore aperto. Piero Ausilio, Direttore Sportivo dell'Inter non sappiamo ancora per quanto tempo, è un bravo ragazzo; uno che si è fatto da solo che dalla Pro Sesto...

EditorialeDI: Andrea Losapio

100 milioni per Belotti ma Dani Alves è costato 0. L'Inter vuole Conte, il Milan doveva rinnovare per Donnarumma tre mesi fa. La stampa si merita i lettori che ha... e viceversa 14.05 - È stata una settimana molto piena. Il Milan incomincia a tirare fuori le cartucce e incontra mezzo mondo, l'Inter esonera Pioli mentre la Juventus va a Cardiff, il Torino non vorrebbe cedere Belotti ma Cairo incomincia a contare i soldi, la Roma saluta Totti con l'omaggio di San Siro,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.