VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2017/2018?
  Real Madrid
  Barcellona
  Bayern Monaco
  Manchester United
  Manchester City
  Juventus
  Chelsea
  PSG
  Atletico Madrid
  Roma
  Napoli
  Monaco
  Liverpool
  Borussia Dortmund
  Altro

TMW Mob
Editoriale

Unay Emery, grandi referenze e firma per il Siviglia. Ancelotti, la finale del Real parte dalla lite di settembre con la squadra. Conte, il futuro oltre il tweet. Gattuso, no Varese, no Monza, no Videoton

Nato a Milano il 10 Maggio 1965; Giornalista Professionista dal 1994. Dopo le esperienze professionali di carta stampata (La Notte e Il Giorno) e televisive (Telelombardia, Telenova, Eurosport), dirige Milan Channel dal 16 Dicembre 1999.
24.05.2014 00:00 di Mauro Suma   articolo letto 34278 volte

Unai Emery, il nuovo Rudy Garcia. Il nome che spariglia, il prospetto che non ti aspetti. E' pressochè impossibile che possa allenare il Milan, in primis perché il Milan un allenatore ce l'ha, Clarence Seedorf, e in secundis perché sono pochissimi i giorni che separano il tecnico basco dalla firma effettiva per il rinnovo del contratto con il Siviglia e i tempi sono strettissimi, sostanzialmente proibitivi, per qualsiasi squadra italiana volesse pensare anche lontanamente di avvicinarlo. Però il dovere di ogni grande Club è quello di tenersi aggiornato su tutte le situazioni in divenire e su tutte le posizioni non definite e se nel farlo capita che osservatori di primo piano del calcio italiano esprimano un giudizio non solo lusinghiero ma soprattutto credibile e affidabile su un allenatore di prospettiva, è abbastanza normale che si crei un interesse. Non allenerà dunque nel massimo campionato italiano Unai Emery la prossima stagione, ma è positivo che il calcio italiano allarghi i suoi orizzonti, si tenga informato su nomi nuovi al di fuori dei soliti noti. Lo ha fatto anche il Monaco con il portoghese Jardim, come avevamo anticipato qualche settimana fa. Dal canto suo Unai Emery è fresco, aggiornato, competitivo, collaudato. Lancia i giovani, gioca con coraggio. Buon per il Siviglia.

E' il giorno della Finale per Carlo Ancelotti, un grande giorno. Un giorno che viene da lontano, dalla fine del mese di Settembre. Un giorno nel quale i big dello spogliatoio del Real Madrid chiedono e ottengono un colloquio con l'allenatore nel suo ufficio alla Ciudad Deportiva. Detto, fatto, La squadra si sfoga: Mister così non va, non ci troviamo, con questi metodi di allenamento non veniamo al campo con piacere. Queste situazioni sono il pane di Carlo Ancelotti. Non c'è nessuno come lui che sappia girare dalla sua parte momenti del genere. Carlo Ancelotti in quel giorno di fine Settembre 2013 ascolta e fa buon viso. Chiede proposte costruttive per cambiare, le valuta e in gran parte le accetta. Debolezza? Certo che no, forza e risultati. Carlo dà e Carlo ottiene. La squadra trova pace e oggi è in Finale di Champions League. Esattamente come è accaduto al Milan dal 2003 al 2007.

Antonio Conte e Juventus, tutto qui? Fino a quando varrà il tweet di lunedì 19 Maggio? E' la parola fine o una frase interlocutoria? Sono tante le domande che scandiscono i giorni bianconeri. I sorrisi e la serenità di Antonio Conte a Melfi all'inizio di questa settimana rassicurano il popolo juventino. Ma sotto traccia umori e sentimenti sembrano ancora in movimento. E' un matrimonio importante quello fra Conte e la Juventus ed è destinato evidentemente a continuare, ma c'è forse ancora qualcosa da riannodare dopo il detto e il non detto delle ultime settimane. Adesso è estate, non si parla, non si gioca. Ma quando si tornerà a farlo, quel tweet difficilmente potrà avere una lunga gittata. E dovrà essere rafforzato o amplificato da altri fatti, da altri eventi. Altrimenti rischia di rivelarsi piuttosto debole. I matrimoni possono continuare, e questo vale anche per il Milan sul fronte del suo allenatore Clarence Seedorf (il cui compenso è extra rispetto alla pianificazione economica 2013-2014 del Club rossonero e su questi temi di fondo sia tecnici che economici la giurisdizione di Silvio Berlusconi come sempre è totale), anche dopo qualche settimana di silenzi rumorosi e di frasi di segno opposto. Ci sta nel calcio e ci sta nella vita. Ma è normale che i monitor mediatici siano destinati a rimanere accesi.

Rino Gattuso soffre da tifoso per il suo Milan, ma oggi è un allenatore, un professionista che non vuole star fermo e che non starà fermo per un anno intero. L'anno prossimo Rino Gattuso allenerà. Dove? Una settimana fa avevamo ipotizzato il Varese, ma non sarà così. La pista non è calda e non si riscalderà, con tutto il rispetto, per tanti motivi. Altri hanno scritto del Monza, questa settimana. C'è stato un confronto, ma non avrà sviluppi concreti. E la stessa opzione Videoton appartiene ormai al passato e non avrà sbocchi di carattere professionale per Rino. Le proposte per Gattuso non mancano. Si va da una Serie B di buon livello in Italia a squadre estere. Rino è nato sul mare ed è un mediterraneo doc. E in questo senso all'estero non mancano campionati e città, anche isolane, intriganti. Fra non molto sapremo.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Andrè Silva: a Suso era andata molto peggio. Moratti: ruolo operativo non significa quote. Napoli: e goditela una volta per tutte! 23.09 - C'è qualcosa di psicologicamente ossessivo e di calcisticamente patologico nei detrattori di Andrè Silva. Dopo la tripletta di Vienna, era la fine del mondo se un talento del genere non giocava contro l'Udinese. Dopo la Spal, è tornato un boomerang da usare contro la campagna acquisti...
Telegram

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Campionato falsato, subito la riforma e premio-promozione. I limiti dell’Inter, a gennaio uno fra Ozil, Draxler e Vidal. Juve, i nodi di un mercato modesto. Howedes rotto, Douglas Costa fantasma. Con Uva in Uefa l’Italia più forte 22.09 - Dopo cinque giornate è già abbastanza chiaro che il campionato è falsato. Facendo una proiezione, a dicembre, ma forse prima, la situazione sarà già ben delineata con 7-8 squadre in corsa per i posti che contano, quattro o cinque in lotta per non retrocedere e le altre (troppe) senza...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il Napoli è devastante, Juve alla tedesca. Il duello è appena iniziato... 21.09 - Impossibile non parlare di calcio giocato nella sera dell'infrasettimanale. Impossibile non parlarne dopo una serata piena di emozioni e che regala al campionato dopo 5 giornate le due prime della classe lassù in testa alla classifica a punteggio pieno con una dimostrazione di forza...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Inter, buon carattere…. Mondi diversi: Patrick vs Patrik! Sarri perché non parla? E poi CR7 a Lisbona! 20.09 - L’Inter si ferma a quattro vittorie. A Bologna, i nerazzurri non vanno oltre l’1-1. Straordinari i giocatori di Donadoni, bravi a non mollare quelli di Spalletti. Onestamente Icardi (altro gol) e compagni non hanno incantato. Nella prima frazione, il Bologna ha dominato con un Verdi...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: l'incoerenza di chi non vuol vedere (occhio a Higuain...). Inter: c'è un nemico alle porte (ma anche una soluzione). Milan: il rebus del "9" e altre malignità. Napoli: se il problema è fuori dal campo 19.09 - Ciao. Stasera c’è il campionato, domani pure, dunque qualunque cosa io scriva rischia di essere usata contro di me. Per questo e per altri motivi ragioneremo su cose frivole. Per esempio, non so se avete letto, ma la migliore amica della piacente cantante Selena Gomez le ha donato...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Juve, ormai vincere in Italia non basta. Pecchia e Baroni, i conti non tornano. Sassuolo, il mercato non perdona. Visto Montella? Bastava metterli dentro... 18.09 - La Juventus vince e passeggia in Italia ma, ormai, non basta più. Vedere Dybala segnare e realizzare triplette non fa più un certo effetto perché, anche se il nostro campionato è leggermente migliorato, la Juventus è ancora troppo avanti sulla concorrenza. Certo, il Napoli c'è e anche...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Allenatori, la rivoluzione silenziosa: il vento è realmente cambiato? Tra podio, sottovalutati e chi ha tutto da dimostrare: ecco il nuovo trend dei presidenti di Serie A 17.09 - Parto da una rapida riflessione, prima di arrivare al nocciolo della questione: se Conte o Simeone a maggio avessero accettato la mega-offerta dell'Inter, questa estate probabilmente solo due club di Serie A avrebbero cambiato allenatore per la stagione appena iniziata. I nerazzurri,...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, da Romagnoli a Conti. Inter e Juve: primo, minimizzare. Roma, Il Ninja sbuffa 16.09 - Il Milan della scorsa stagione, pur con una rosa più stretta e meno qualitativa, ha superato le lunghe degenze di Montolivo prima, di Bonaventura poi e di Abate da Febbraio in poi. Il Milan di questa stagione è e deve essere in grado, con tutta la sua attrezzatura, di fronteggiare...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, ecco tutti gli errori fatti a Barcellona. Processo a Allegri. Douglas Costa non serve. Paragonare Dybala a Messi è follia. Donnarumma deve scegliere il Milan o Raiola. Inter, contatto per Chiesa 15.09 - Conosciamo troppo bene il calcio per non sapere che tirare conclusioni a settembre è roba da ricovero. Soprattutto quando si parla di Juve e di Allegri. Ricordate l’anno dei dodici punti in dieci partite? E comunque la non brillantezza, le partenze in salita a settembre, sono una...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Una brutta Champions e una speciale classifica: ecco quanto costano le squadre in Europa, che sorprese! 14.09 - Certo che questa due giorni di Champions non ci lascia con buoni pensieri... le italiane vanno male, un punto in tre partite, e comunque con una gara di sofferenza più che di sfortuna. La Juve che dimostra ancora di non essere al livello del Barcellona (e Dybala con alcune curve ancora...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.