VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2017/2018?
  Real Madrid
  Barcellona
  Bayern Monaco
  Manchester United
  Manchester City
  Juventus
  Chelsea
  PSG
  Atletico Madrid
  Roma
  Napoli
  Monaco
  Liverpool
  Borussia Dortmund
  Altro

TMW Mob
Editoriale

Vertice Juve, Milan e Roma scatenate, Inter guarda al futuro. Pazza idea Samp, un iraniano per la Lazio

29.06.2017 00:00 di Luca Marchetti   articolo letto 38361 volte
© foto di Federico De Luca

A Milano ovunque ti giri ci sono trattative. E' il centro del mercato, un mercato che prevede rivoluzioni, quasi in tutta la serie A, Juventus compresa. Tanto che - per esempio - ieri anche Allegri si è fatto un giro verso Palazzo Parigi, quartier generale bianconero, per trovarsi con i suoi dirigenti e andare a cena. Fare un punto sulla situazione in casa Juve dove c'è una situazione simile al Tetris. Due extracomunitari nel mirino (anche tre se si considera anche Fabinho) ovvero Danilo e Douglas Costa che non possono arrivare insieme e questo naturalmente incide nelle scelte bianconere. Se arriva Danilo, via libera per Bernardeschi. Se si punta su Douglas Costa, molte più chanches per Darmian (o De Sciglio). Quindi momento di riflessioni e di scelte in casa bianconera. E anche di attese visto che dall'Inghilterra continuano ad insistere che il Chelsea (ma attenzione anche al PSG che ha in rosa Aurier e Mautidi, che piacciono alla Juve) tornerà alla carica per Alex Sandro e se il giocatore dovesse tentennare...
Ecco perché si continua a parlare con Spinazzola per un suo possibile anticipo a Torino (anche se l'Atalanta non è d'accordo).
Protagoniste di questo primo mese di mercato Roma e Milan. A Roma nei prossimi giorni sbarcherà Gonalons. Non si ferma Monchi sia in entrata che in uscita. Dopo l'ufficialità di Korldsdurp, arriverà - salvo imprevisti - anche quella di Gonalons. 5 milioni per il cartellino, 2,7 al giocatore, martedì previste le visite mediche. Ma il vero colpo di scena a Roma è stata la vicenda Manolas-Paredes: ruoli invertiti. Se prima era Paredes che doveva essere convinto dello Zenit, ora è l'esatto contrario. Manolas non vuole andare più: la "scusa" ufficiosa è il problema della valuta. Ma la sensazione è che ci possa essere stato qualche altro club (più appetitoso: United? Arsenal? PSG? Non ci risulta Chelsea o Bayern) che lo abbia seriamente approcciato. Non sembra a rischio l'operazione Paredes, ma ormai conviene aspettare firme (e infatti qualcuno sussurra che sarebbe pronta un'eventuale offensiva a Brozovic da parte di Mancini).
Al Milan registriamo invece un altro arrivo: ecco Borini dal Sunderland, jolly offensivo in grado di poter spaziare su tutto il fronte d'attacco. Arriverà per una spesa complessiva di 6 milioni di euro (prestito con obbligo, molto probabilmente). E il Milan non si ferma qui l'arrivo di Borini non stoppa le trattative per gli uomini offensivi: continua ad insistere con il Bayer Leverkusen per Chanaloglu e continua anche il corteggiamento per Kalinic (il suo procuratore Erceg ha incontrato nuovamente Corvino per spiegarli che vuole tentare questa nuova esperienza professionale). E poi spunta un nome nuovo per la difesa se (oppure quando) dovessero partire Paletta e Zapata: Kjaer, già in Italia con il Palermo.
E poi la vicenda Conti: nel pomeriggio potrebbe anche chiudersi definitivamente la trattativa, nell'incontro previsto fra Atalanta e Milan e la chiave potrebbe essere Petagna (su cui il Milan ha mantenuto un 25% di futura rivendita).
Molto attiva anche l'Inter. In attesa di definire la vicenda Skriniar con la Sampdoria (con Caprari nell'operazione) e di vedere l'agente del difensore l'Inter guarda al futuro. Definita un'operazione molto importante con il Genoa: in arrivo Pellegri (15 milioni più 15 di bonus legati a presenze e obiettivi sia personali che di squadra nei prossimi 5 anni) e Salcedo (5 milioni il cartellino e sempre 15 di bonus più o meno con le stesse modalità). Nell'accordo il Genoa si è impegnato a prendere un giocatore dal'Inter per un valore di 5/6 milioni di euro. Il giocatore individuato è Ranocchia che però vorrebbe giocare all'estero (l'Huddersfield Town lo sta cercando) pur essendo grato a Preziosi per l'opportunità. Ecco perché si fanno anche in nomi di Miangué, di Puscas e di Biabiany. Sempre nella giornata dei giovani l'Inter ha raggiunto un accordo per Pompetti (2000 centrocampista) e si è impostata la trattativa per Colulibaly, giocatore che piace molto anche alla Juve. E poi più di una chiacchiera con l'Entella per un altro talento giovanissimo che lo scorso anno ha esordito in B: Zaniolo, trequartista dell'Entella. Nel frattempo Medel non vorrebbe andare in Turchia al Trabzonspor.
A Napoli continuano a corteggiare Rulli, portiere della Real Sociedad (che però potrebbe tornare al City che ha una recopmra su di lui da 14 milioni di euro). Il Napoli è pronto a un'offerta da 17/18 milioni in prestito con obbligo legato alle presenze del ragazzo. Il portiere verrebbe a Napoli anche se dovesse rimanere Reina (con o senza rinnovo e le parole di De Laurentiis ieri non sono propriamente distensive). Nel frattempo si lavora ancora per Berenguer e siamo già ai dettagli con Ounas.
Alla Lazio pronto il colpo a sorpresa, perché c'è un grande interesse per Azmoun, attaccante iraniano del Rostov. Ha giocato in Champions League, giocatore già bloccato. Appena esce Djordjevic si può chiudere.
A Bologna è in arrivo Poli dal Milan (a titolo gratuito), mentre sempre dal Milan potrebbe arrivare al Genoa Lapadula (che era stato molto vicino ai rossoblu già la scorsa estate). Il Benevento ha messo a segno i suoi primi colpi: in arrivo Gravillon dall'Inter (difensore in prestito) Belec e Letizia dal Carpi (definitivi per 3 milioni e mezzo, tre anni di contratto ad entrambi). Pol Lirola (Sassuolo ma di proprietà Juve) interessa allo Stoccarda. Scatenata la Spal: è balzata in pole per Viviani (Verona) e ha preso Felipe difensore dell'Udinese. La Samp ha definito Ilicic con la Fiorentina (4,5 più 1 di bonus) ora bisogna trovare accordo totale con il giocatore e il presidente Ferrero ha una pazza idea Snejider: incontrerà il suo procuratore per capire se veramente si può fare. A Bergamo provano ancora a rinnovare con il Papu Gomez, attendono Foket e prendono Eguelfi dall'Inter. Il Toro insiste per Simeone e attende ancora la risposta del Barca per Vermaelen. Ceccherini del Crotone può andare allo Spartak, mentre interessa moltissimo Kragl del Frosinone. In B: il Palermo vuole Antei (del Sassuolo) e Coronado (del Trapani). Il Carpi vuole Manaj e Radu dall'Inter. La Ternana ha preso Bleve, portiere del Lecce e oggi vuole chiudere con il Milan per Plizzari. Il Pescara chiude praticamente per Ganz e vorrebbe Dimarco dall'Inter. Il Bari è su Masi per la difesa, vicino anche il ritorno di Capradossi e vorrebbe tenere anche Floro Flores.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Andrè Silva: a Suso era andata molto peggio. Moratti: ruolo operativo non significa quote. Napoli: e goditela una volta per tutte! 23.09 - C'è qualcosa di psicologicamente ossessivo e di calcisticamente patologico nei detrattori di Andrè Silva. Dopo la tripletta di Vienna, era la fine del mondo se un talento del genere non giocava contro l'Udinese. Dopo la Spal, è tornato un boomerang da usare contro la campagna acquisti...
Telegram

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Campionato falsato, subito la riforma e premio-promozione. I limiti dell’Inter, a gennaio uno fra Ozil, Draxler e Vidal. Juve, i nodi di un mercato modesto. Howedes rotto, Douglas Costa fantasma. Con Uva in Uefa l’Italia più forte 22.09 - Dopo cinque giornate è già abbastanza chiaro che il campionato è falsato. Facendo una proiezione, a dicembre, ma forse prima, la situazione sarà già ben delineata con 7-8 squadre in corsa per i posti che contano, quattro o cinque in lotta per non retrocedere e le altre (troppe) senza...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il Napoli è devastante, Juve alla tedesca. Il duello è appena iniziato... 21.09 - Impossibile non parlare di calcio giocato nella sera dell'infrasettimanale. Impossibile non parlarne dopo una serata piena di emozioni e che regala al campionato dopo 5 giornate le due prime della classe lassù in testa alla classifica a punteggio pieno con una dimostrazione di forza...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Inter, buon carattere…. Mondi diversi: Patrick vs Patrik! Sarri perché non parla? E poi CR7 a Lisbona! 20.09 - L’Inter si ferma a quattro vittorie. A Bologna, i nerazzurri non vanno oltre l’1-1. Straordinari i giocatori di Donadoni, bravi a non mollare quelli di Spalletti. Onestamente Icardi (altro gol) e compagni non hanno incantato. Nella prima frazione, il Bologna ha dominato con un Verdi...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: l'incoerenza di chi non vuol vedere (occhio a Higuain...). Inter: c'è un nemico alle porte (ma anche una soluzione). Milan: il rebus del "9" e altre malignità. Napoli: se il problema è fuori dal campo 19.09 - Ciao. Stasera c’è il campionato, domani pure, dunque qualunque cosa io scriva rischia di essere usata contro di me. Per questo e per altri motivi ragioneremo su cose frivole. Per esempio, non so se avete letto, ma la migliore amica della piacente cantante Selena Gomez le ha donato...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Juve, ormai vincere in Italia non basta. Pecchia e Baroni, i conti non tornano. Sassuolo, il mercato non perdona. Visto Montella? Bastava metterli dentro... 18.09 - La Juventus vince e passeggia in Italia ma, ormai, non basta più. Vedere Dybala segnare e realizzare triplette non fa più un certo effetto perché, anche se il nostro campionato è leggermente migliorato, la Juventus è ancora troppo avanti sulla concorrenza. Certo, il Napoli c'è e anche...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Allenatori, la rivoluzione silenziosa: il vento è realmente cambiato? Tra podio, sottovalutati e chi ha tutto da dimostrare: ecco il nuovo trend dei presidenti di Serie A 17.09 - Parto da una rapida riflessione, prima di arrivare al nocciolo della questione: se Conte o Simeone a maggio avessero accettato la mega-offerta dell'Inter, questa estate probabilmente solo due club di Serie A avrebbero cambiato allenatore per la stagione appena iniziata. I nerazzurri,...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, da Romagnoli a Conti. Inter e Juve: primo, minimizzare. Roma, Il Ninja sbuffa 16.09 - Il Milan della scorsa stagione, pur con una rosa più stretta e meno qualitativa, ha superato le lunghe degenze di Montolivo prima, di Bonaventura poi e di Abate da Febbraio in poi. Il Milan di questa stagione è e deve essere in grado, con tutta la sua attrezzatura, di fronteggiare...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, ecco tutti gli errori fatti a Barcellona. Processo a Allegri. Douglas Costa non serve. Paragonare Dybala a Messi è follia. Donnarumma deve scegliere il Milan o Raiola. Inter, contatto per Chiesa 15.09 - Conosciamo troppo bene il calcio per non sapere che tirare conclusioni a settembre è roba da ricovero. Soprattutto quando si parla di Juve e di Allegri. Ricordate l’anno dei dodici punti in dieci partite? E comunque la non brillantezza, le partenze in salita a settembre, sono una...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Una brutta Champions e una speciale classifica: ecco quanto costano le squadre in Europa, che sorprese! 14.09 - Certo che questa due giorni di Champions non ci lascia con buoni pensieri... le italiane vanno male, un punto in tre partite, e comunque con una gara di sofferenza più che di sfortuna. La Juve che dimostra ancora di non essere al livello del Barcellona (e Dybala con alcune curve ancora...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.