VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Chi è stato il calciatore rivelazione della stagione di Serie A?
  Andrea Conti
  Mattia Caldara
  Federico Chiesa
  Piotr Zielinski
  Gianluigi Donnarumma
  Franck Kessie
  Sergej Milinkovic-Savic
  Roberto Gagliardini
  Emerson Palmieri
  Roberto Inglese
  Diego Falcinelli
  Giovanni Simeone
  Gerard Deulofeu
  Patrik Schick
  Lucas Torreira
  Lorenzo Pellegrini
  Jakub Jankto
  Amadou Diawara

TMW Mob
Editoriale

Vidal al Bayern e ora la Juve chi prende? Napoli tutto in difesa, il mercato tinto di rossoblù, Fiorentina sulle fasce

16.07.2015 07.41 di Luca Marchetti   articolo letto 104725 volte
Vidal al Bayern e ora la Juve chi prende? Napoli tutto in difesa, il mercato tinto di rossoblù, Fiorentina sulle fasce

All'improvviso irrompe il Bayern Monaco a Torino. E punta Arturo Vidal. E quando si muove il Bayern fa rumore e raggiunge l'obiettivo. Ecco perché la trattativa fra la Juventus e i tedeschi per Vidal sta procedendo a passi superspediti.

Intanto il procuratore del ragazzo è stato in Baviera per raggiungere un accordo. Ora toccherà alle società mettersi d'accordo al 100%. Si parte dalla prima offerta dei tedeschi (30 milioni) e la prima richiesta dei bianconeri (45 milioni) ma si troverà un accordo. Sui 40, bonus compresi. E sarebbe la cessione più importante di una squadra italiana degli ultimi anni. La quinta per la precisione dietro a Kakà, Cavani, Pastore e Thiago Silva (di cui 3 al PSG...). La terza cessione in assoluto per la Juventus (Zidane la prima, Inzaghi la seconda). Sarebbe una cessione di un giocatore decisamente importante, è vero. Ma a certe cifre (la Juventus) e a certe squadre (Vidal) non si può dire di no. Peraltro la Juventus è di fronte ad un bivio: o lo vende ora al top della sua popolarità o decide di tenerlo fino a fine carriera.

Vidal è stato seguito per tutta la Copa America da Michael Reschke, nuovo dirigente del Bayern Monaco che scoprì lo stesso Vidal dal Colo Colo ai tempi del Bayer Leverkusen. E che ora lo ha ripreso. Portandolo proprio al Bayern, la squadra in cui doveva andare se non si fosse inserita la Juventus con dei modi che non furono considerati ortodossi da Rumenigge.

Alla fine Vidal se ne andrà e la Juventus potrà gestire un vero e proprio tesoretto. Non investirà tutto sul mercato (posto che poi arriveranno anche altri soldi da altre cessioni, per esempio Llorente, su cui c'è l'interesse del Real Madrid). Ma investirà. E investirà probabilmente sul trequartista. Il nome nuovo, quello su cui la Juventus sta lavorando è Julien Draxler, trequartista talentuosissimo dello Schalke04. La Juve lo insegue da tre anni. Ora potrebbe essere arrivato il momento giusto. Nelle prossime ore appuntamento per parlare di lui. Classe 1993, prezzo che non è al top perché è reduce da una stagione travagliata per via di un brutto infortunio. Ma la classe non si discute.

Altre idee? Di sicuro Cuadrado che potrebbe regalare ad Allegri non solo la classe ma anche la duttilità tattica per cambiare sistema di gioco. Alex Sandro del Porto, che in realtà è un terzino sinistro spostando così Asamoah a fare il centrocampista. Ma il Porto non fa sconti neanche ad un anno dalla scadenza del contratto quindi servono almeno 20 milioni. Ha provato a chiedere Saul all'Atletico Madrid, ma gli spagnoli hanno risposto no. Ultimo nome Rabiot, che alla Juve piace tantissimo e che vuole andare via dal PSG.

La notizia di Vidal ha monopolizzato il tardo pomeriggio ma nel frattempo era stata comunque una giornata frizzante di mercato, come al solito. Il Napoli ha praticamente chiuso la trattativa con l'Udinese per Allan. Britos si è convinto ad andare al Watford, Zapata andrà a Udine in prestito biennale. Ora si pensa alla difesa: torna di moda il nome di Oikonomu (magari inserendo nell'operazione El Kaddouri o De Guzman) ma la valutazione che fa il Bologna è considerata troppo alta. Bartra continua ad essere l'obiettivo numero uno, il Napoli si è interessato anche con Puyol. Operazione che si può chiudere per 13-14 milioni ma bisognerà parlane concretamente solo dopo le elezioni del 18. E contatti continui anche con il Sassuolo per Vrsaljko e anche qui la cifra da spendere, più o meno, è la stessa.

E' stata la giornata dei colpi delle rossoblu. Il Genoa ha preso Munoz (negli ultimi sei mesi alla Samp e con la quale aveva trattato il rinnovo di contratto), proponendogli un quadriennale. E sta lavorando per Ntcham: trattativa quasi chiusa con il Manchester City per uno dei centrocampisti più interessanti in circolazione (naturalmente per la sua età, 19 anni). Qualche passo indietro invece per Masuaku dell'Olympiacos. I greci sparano alto visto che dicono di avere grandi club su di lui.

L'altra rossoblu da copertina è il Bologna. Preso Quintero che arriva in prestito con un diritto di riscatto intorno ai 15 milioni di euro dal Porto. Classe 93, colombiano, trequartista, ha segnato anche ai mondiali. La sua carriera era iniziata al Pescara, che poi l'aveva ceduto al Porto. Ora attenzione sull'attacco: Defrel (conteso anche da Torino e Samp), Borriello e Okaka.

La Fiorentina si butta a sinistra (in attesa di capire cosa succederà per Salah). Sta trattando con l'Aston Villa Aly Chissokho (l'ex Lione che doveva trasferirsi al Milan) in prestito con diritto di riscatto. Alternativa è Gilberto del Botafogo. E anche in attacco qualcosa si sta muovendo, anzi Gomez si sta muovendo. La trattativa con il Besiktas è praticamente agli sgoccioli, il tedesco andrà in Turchia e così ci si potrà concentrare su Destro, in uscita dalla Roma.

A proposito di Roma: la trattativa per Dzeko continua nonostante il prezzo alto fatto dagli inglesi. La Roma rimane comunque ottimista e cercherà di alzare l'offerta per avvicinarsi al gigante bosniaco. E nel frattempo "subisce" lo stesso tipo di strategia dal Milan per Romagnoli (sullo stesso prezzo!).

All'Inter nelle prossime ore ci sarà l'incontro con l'intermediario che si sta occupando dell'acquisto di Perisic e della cessione di Shaqiri. Non sono legate le due operazioni ma se dovessero entrare dei soldi nelle casse dell'Inter a Thohir sicuramente non avrebbe da ridire. La Lazio fa passi in avanti per Kishna e aspetta notizie positive dall'entourage del giocatore per la missione in Olanda per il talentino dell'Ajax. La Samp se dovesse uscire Duncan (piace al Bologna) vorrebbe prendere Donsah 8sul quale però c'è la Juve che lo lascerebbe a Cagliari questa stagione). E in difesa piace Acerbi, del Sassuolo. A Palermo Zamparini vuole a tutti costi Arajo del Las Palmas. Offerta alzata da 6 a 10 milioni di euro, e al giocatore sta chiamando anche Icardi consigliandogli l'Italia. A Verona è arrivato Wink e nel frattempo salutano Lazaros (che torna al Paok) e Valoti (che potrebbe andare a Pescara), al Chievo interessa Bouy della Juve.

E poi un po' di serie B, come al solito! Il Cagliari per l'attacco ha come idee Iemmello e Giannetti visto che si sta complicando la pista Avenatti. Il Como ha chiesto all'Udinese Scuffet. A Bari arriva Sansone dalla Samp, a Perugia arrivano Rosati in porta e Parigini in attacco. Queste le trattative più importanti. Tenetevi forte...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Totti Day, niente scherzi! Donnarumma, tanta paura… Inter? 11 con le valigie, con possibile scambio con la Juve… 24.05 - Domenica 28 maggio, ore 18.00, Stadio Olimpico in Roma. Ultima giornata di Serie A con i giallorossi vogliosi di blindare il secondo posto. Ci dispiace, non è questo il “titolo ad effetto” che ci interessa… Domenica 28 maggio andrà in scena il Totti Day, non c’è altro che abbia senso…...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Il futuro di Allegri e della Juve, al di là di Cardiff. Inter, Spalletti ma non solo (e su Gabigol…). Milan: i legittimi festeggiamenti e il "benefattore" dietro Li. Napoli: il piano di Sarri per fare ancora meglio 23.05 - Succedono un sacco di cose. Una è che settimana scorsa mentre scrivevo codesta articolessa sul cellulare ho preso una capocciata devastante contro un palo della luce. Ve lo giuro. Sono un cretino. Mi sono fatto talmente male che ho deciso di prendermi una settimana di pausa: per la...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Capolavoro Juve: Agnelli vince tutto ma la famiglia lo ostacola. Inter, Sabatini ha "scelto" Spalletti. Roma, blitz decisivo per Di Francesco. Sassuolo e Bari, in due per Bucchi 22.05 - Fanno più effetto le immagini del "trionfo" del Milan che quelle dei festeggiamenti della Juventus. La fotografia di San Siro che lancia in aria Montella e del giro di campo della squadra che festeggia un preliminare di Europa League è il riassunto di quanto abbia lavorato male in...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Sabatini non basta a Suning: c'è un altro super consulente. Spalletti, le avances all'Inter ti stanno screditando: perché non restare a Roma? Bravo Napoli, strappo alla regola necessario per il grande obiettivo 21.05 - E' stata la settimana dei verdetti: Chelsea campione d'Inghilterra, Monaco campione di Francia, Feyenoord campione d'Olanda. E così via, col Real che può aggiungersi alla lista già questa sera: basterà un pareggio sul campo del Malaga. In Italia la Juventus ha alzato la Coppa...

EditorialeDI: Mauro Suma

Giù le mani da Kessie! Milan-Atene e Juve-Cardiff. Inter: la guerra di Piero 20.05 - Ma Kessie inventeranno, se davvero il centrocampista dell'Atalanta verrà ufficializzato come nuovo giocatore del Milan? Fino a metà stagione, era il simbolo della freschezza e dell'energia dell'Atalanta, era il vero crack del centrocampo bergamasco anche più di Gagliardini, era il...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Milan, ecco i piani di Fassone e dei cinesi. Subito grandi, non solo Musacchio, Kessie e Rodriguez. Kalinic si può. Inter, Sabatini-Ausilio decidono su Spalletti 19.05 - Chissà dove saranno adesso quelli che vagavano per la Cina suonando ai campanelli con scritto mister Li per poi annunciare in Italia: non risponde nessuno, non esiste. Pensando che la Cina sia come Abbiategrasso. Chissà dove saranno le vedove di Galliani, delle cravatte gialle...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il primo passo della Juve parte 10 anni fa. Le ricostruzioni milanesi: fra Kessié e Pochettino. E i 7 gioielli del mercato italiano... 18.05 - Un passo, il primo. Quello che ti consente ancora di sperare nel triplete. Perché se la vittoria del campionato è stata rimandata dalla sconfitta di Roma (ma le prossime partite della Juventus destano meno preoccupazioni), aver alzato la coppa Italia consente alla Juventus di poter...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Sarri vuole più soldi? Inter in ascolto… Donnarumma-Milan, pericolo! Roma-Genoa, incubi per Spalletti 17.05 - Tra poche ore sapremo se la Juventus alzerà al cielo il primo trofeo della stagione (Coppa Italia) o se, come qualcuno ha ripetuto, all’infinito, in questi giorni, “la sconfitta con la Roma ha minato le certezze dei bianconeri”. Un occhio alla Juve, l’altro alla Lazio, una delle realtà...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Inter, riparte il casting: il nome per la panchina più dura della A. Il ko della Juve non riapre il campionato, ma rivela una verità.Milan: due appuntamenti, è l'ora dei fatti. W Sarri e la dura legge del talento 16.05 - Eccoci lettori di Tmw, a voi giustamente non fregherà nulla, ma l'altra sera c'è stato l'Euro-Festival, una roba di cantanti che curiosamente cantano e giurie che curiosamente giudicano. Il tutto per decretare la canzone più bella del Vecchio Continente. Bene, per l’Italia c’era in...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Piero, un consiglio da vecchi amici. Sabatini ha bruciato più calciatori che sigarette. Inter con i soldi, Milan con le idee dei dirigenti. S.P.A.L.: Serietà, Professionalità, Azzardo, Lealtà. Il patrimonio di De Laurentiis non va sprecato 15.05 - Lo abbiamo osannato quando c'era da osannarlo, lo abbiamo criticato quando c'era da criticarlo ma oggi vogliamo parlare a cuore aperto. Piero Ausilio, Direttore Sportivo dell'Inter non sappiamo ancora per quanto tempo, è un bravo ragazzo; uno che si è fatto da solo che dalla Pro Sesto...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.