VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2017/2018?
  Real Madrid
  Barcellona
  Bayern Monaco
  Manchester United
  Manchester City
  Juventus
  Chelsea
  PSG
  Atletico Madrid
  Roma
  Napoli
  Monaco
  Liverpool
  Borussia Dortmund
  Altro

TMW Mob
Editoriale

Vidal al Bayern e ora la Juve chi prende? Napoli tutto in difesa, il mercato tinto di rossoblù, Fiorentina sulle fasce

16.07.2015 07:41 di Luca Marchetti   articolo letto 104727 volte
Vidal al Bayern e ora la Juve chi prende? Napoli tutto in difesa, il mercato tinto di rossoblù, Fiorentina sulle fasce

All'improvviso irrompe il Bayern Monaco a Torino. E punta Arturo Vidal. E quando si muove il Bayern fa rumore e raggiunge l'obiettivo. Ecco perché la trattativa fra la Juventus e i tedeschi per Vidal sta procedendo a passi superspediti.

Intanto il procuratore del ragazzo è stato in Baviera per raggiungere un accordo. Ora toccherà alle società mettersi d'accordo al 100%. Si parte dalla prima offerta dei tedeschi (30 milioni) e la prima richiesta dei bianconeri (45 milioni) ma si troverà un accordo. Sui 40, bonus compresi. E sarebbe la cessione più importante di una squadra italiana degli ultimi anni. La quinta per la precisione dietro a Kakà, Cavani, Pastore e Thiago Silva (di cui 3 al PSG...). La terza cessione in assoluto per la Juventus (Zidane la prima, Inzaghi la seconda). Sarebbe una cessione di un giocatore decisamente importante, è vero. Ma a certe cifre (la Juventus) e a certe squadre (Vidal) non si può dire di no. Peraltro la Juventus è di fronte ad un bivio: o lo vende ora al top della sua popolarità o decide di tenerlo fino a fine carriera.

Vidal è stato seguito per tutta la Copa America da Michael Reschke, nuovo dirigente del Bayern Monaco che scoprì lo stesso Vidal dal Colo Colo ai tempi del Bayer Leverkusen. E che ora lo ha ripreso. Portandolo proprio al Bayern, la squadra in cui doveva andare se non si fosse inserita la Juventus con dei modi che non furono considerati ortodossi da Rumenigge.

Alla fine Vidal se ne andrà e la Juventus potrà gestire un vero e proprio tesoretto. Non investirà tutto sul mercato (posto che poi arriveranno anche altri soldi da altre cessioni, per esempio Llorente, su cui c'è l'interesse del Real Madrid). Ma investirà. E investirà probabilmente sul trequartista. Il nome nuovo, quello su cui la Juventus sta lavorando è Julien Draxler, trequartista talentuosissimo dello Schalke04. La Juve lo insegue da tre anni. Ora potrebbe essere arrivato il momento giusto. Nelle prossime ore appuntamento per parlare di lui. Classe 1993, prezzo che non è al top perché è reduce da una stagione travagliata per via di un brutto infortunio. Ma la classe non si discute.

Altre idee? Di sicuro Cuadrado che potrebbe regalare ad Allegri non solo la classe ma anche la duttilità tattica per cambiare sistema di gioco. Alex Sandro del Porto, che in realtà è un terzino sinistro spostando così Asamoah a fare il centrocampista. Ma il Porto non fa sconti neanche ad un anno dalla scadenza del contratto quindi servono almeno 20 milioni. Ha provato a chiedere Saul all'Atletico Madrid, ma gli spagnoli hanno risposto no. Ultimo nome Rabiot, che alla Juve piace tantissimo e che vuole andare via dal PSG.

La notizia di Vidal ha monopolizzato il tardo pomeriggio ma nel frattempo era stata comunque una giornata frizzante di mercato, come al solito. Il Napoli ha praticamente chiuso la trattativa con l'Udinese per Allan. Britos si è convinto ad andare al Watford, Zapata andrà a Udine in prestito biennale. Ora si pensa alla difesa: torna di moda il nome di Oikonomu (magari inserendo nell'operazione El Kaddouri o De Guzman) ma la valutazione che fa il Bologna è considerata troppo alta. Bartra continua ad essere l'obiettivo numero uno, il Napoli si è interessato anche con Puyol. Operazione che si può chiudere per 13-14 milioni ma bisognerà parlane concretamente solo dopo le elezioni del 18. E contatti continui anche con il Sassuolo per Vrsaljko e anche qui la cifra da spendere, più o meno, è la stessa.

E' stata la giornata dei colpi delle rossoblu. Il Genoa ha preso Munoz (negli ultimi sei mesi alla Samp e con la quale aveva trattato il rinnovo di contratto), proponendogli un quadriennale. E sta lavorando per Ntcham: trattativa quasi chiusa con il Manchester City per uno dei centrocampisti più interessanti in circolazione (naturalmente per la sua età, 19 anni). Qualche passo indietro invece per Masuaku dell'Olympiacos. I greci sparano alto visto che dicono di avere grandi club su di lui.

L'altra rossoblu da copertina è il Bologna. Preso Quintero che arriva in prestito con un diritto di riscatto intorno ai 15 milioni di euro dal Porto. Classe 93, colombiano, trequartista, ha segnato anche ai mondiali. La sua carriera era iniziata al Pescara, che poi l'aveva ceduto al Porto. Ora attenzione sull'attacco: Defrel (conteso anche da Torino e Samp), Borriello e Okaka.

La Fiorentina si butta a sinistra (in attesa di capire cosa succederà per Salah). Sta trattando con l'Aston Villa Aly Chissokho (l'ex Lione che doveva trasferirsi al Milan) in prestito con diritto di riscatto. Alternativa è Gilberto del Botafogo. E anche in attacco qualcosa si sta muovendo, anzi Gomez si sta muovendo. La trattativa con il Besiktas è praticamente agli sgoccioli, il tedesco andrà in Turchia e così ci si potrà concentrare su Destro, in uscita dalla Roma.

A proposito di Roma: la trattativa per Dzeko continua nonostante il prezzo alto fatto dagli inglesi. La Roma rimane comunque ottimista e cercherà di alzare l'offerta per avvicinarsi al gigante bosniaco. E nel frattempo "subisce" lo stesso tipo di strategia dal Milan per Romagnoli (sullo stesso prezzo!).

All'Inter nelle prossime ore ci sarà l'incontro con l'intermediario che si sta occupando dell'acquisto di Perisic e della cessione di Shaqiri. Non sono legate le due operazioni ma se dovessero entrare dei soldi nelle casse dell'Inter a Thohir sicuramente non avrebbe da ridire. La Lazio fa passi in avanti per Kishna e aspetta notizie positive dall'entourage del giocatore per la missione in Olanda per il talentino dell'Ajax. La Samp se dovesse uscire Duncan (piace al Bologna) vorrebbe prendere Donsah 8sul quale però c'è la Juve che lo lascerebbe a Cagliari questa stagione). E in difesa piace Acerbi, del Sassuolo. A Palermo Zamparini vuole a tutti costi Arajo del Las Palmas. Offerta alzata da 6 a 10 milioni di euro, e al giocatore sta chiamando anche Icardi consigliandogli l'Italia. A Verona è arrivato Wink e nel frattempo salutano Lazaros (che torna al Paok) e Valoti (che potrebbe andare a Pescara), al Chievo interessa Bouy della Juve.

E poi un po' di serie B, come al solito! Il Cagliari per l'attacco ha come idee Iemmello e Giannetti visto che si sta complicando la pista Avenatti. Il Como ha chiesto all'Udinese Scuffet. A Bari arriva Sansone dalla Samp, a Perugia arrivano Rosati in porta e Parigini in attacco. Queste le trattative più importanti. Tenetevi forte...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve: l'incoerenza di chi non vuol vedere (occhio a Higuain...). Inter: c'è un nemico alle porte (ma anche una soluzione). Milan: il rebus del "9" e altre malignità. Napoli: se il problema è fuori dal campo 19.09 - Ciao. Stasera c’è il campionato, domani pure, dunque qualunque cosa io scriva rischia di essere usata contro di me. Per questo e per altri motivi ragioneremo su cose frivole. Per esempio, non so se avete letto, ma la migliore amica della piacente cantante Selena Gomez le ha donato...
Telegram

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Juve, ormai vincere in Italia non basta. Pecchia e Baroni, i conti non tornano. Sassuolo, il mercato non perdona. Visto Montella? Bastava metterli dentro... 18.09 - La Juventus vince e passeggia in Italia ma, ormai, non basta più. Vedere Dybala segnare e realizzare triplette non fa più un certo effetto perché, anche se il nostro campionato è leggermente migliorato, la Juventus è ancora troppo avanti sulla concorrenza. Certo, il Napoli c'è e anche...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Allenatori, la rivoluzione silenziosa: il vento è realmente cambiato? Tra podio, sottovalutati e chi ha tutto da dimostrare: ecco il nuovo trend dei presidenti di Serie A 17.09 - Parto da una rapida riflessione, prima di arrivare al nocciolo della questione: se Conte o Simeone a maggio avessero accettato la mega-offerta dell'Inter, questa estate probabilmente solo due club di Serie A avrebbero cambiato allenatore per la stagione appena iniziata. I nerazzurri,...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, da Romagnoli a Conti. Inter e Juve: primo, minimizzare. Roma, Il Ninja sbuffa 16.09 - Il Milan della scorsa stagione, pur con una rosa più stretta e meno qualitativa, ha superato le lunghe degenze di Montolivo prima, di Bonaventura poi e di Abate da Febbraio in poi. Il Milan di questa stagione è e deve essere in grado, con tutta la sua attrezzatura, di fronteggiare...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, ecco tutti gli errori fatti a Barcellona. Processo a Allegri. Douglas Costa non serve. Paragonare Dybala a Messi è follia. Donnarumma deve scegliere il Milan o Raiola. Inter, contatto per Chiesa 15.09 - Conosciamo troppo bene il calcio per non sapere che tirare conclusioni a settembre è roba da ricovero. Soprattutto quando si parla di Juve e di Allegri. Ricordate l’anno dei dodici punti in dieci partite? E comunque la non brillantezza, le partenze in salita a settembre, sono una...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Una brutta Champions e una speciale classifica: ecco quanto costano le squadre in Europa, che sorprese! 14.09 - Certo che questa due giorni di Champions non ci lascia con buoni pensieri... le italiane vanno male, un punto in tre partite, e comunque con una gara di sofferenza più che di sfortuna. La Juve che dimostra ancora di non essere al livello del Barcellona (e Dybala con alcune curve ancora...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Dybala-Messi, la differenza è abissale! Di Francesco, cena per Alisson… Inter, pensieri da grande! E brindiamo con Rooney… 13.09 - La Juventus ha perso al Camp Nou. Ci ha pensato Leo Messi a spegnere i sogni di gloria dei bianconeri. Tutti aspettavamo la consacrazione, l’ennesima, di Paulo Dybala. Non è andata benissimo… Ancora una volta, la Pulce ha confermato, a suon di giocate e leadership, di essere il numero...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: la questione europea e l'obiettivo già raggiunto. Milan: è il momento del silenzio (e delle scelte). Inter: c'è qualcosa che va oltre il campo. Napoli: 90' studiati a tavolino 12.09 - Buonanotte, tra brevissimo parleremo di calcio. È andato in onda lo show denominato Miss Italia, che poi è il celeberrimo concorso di bellezza. Una volta funzionava così: un gruppo di ragazze molto belle si metteva in mostra e il pubblico decideva (“Questa è la più bella, questa...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Caro Marotta, ecco perché non ha senso chiudere prima il mercato. E ridateci le comproprietà! Presidenza di A: Brunelli la scelta migliore... 11.09 - Gli inglesi chiudono prima il mercato? Bene, allora facciamolo anche noi. Siamo il Paese del "copia e incolla". Senza senso e senza ragione. Non abbiamo una nostra idea e dobbiamo replicare, male, quelle degli altri. Il problema del nostro calciomercato non è, come dice Marotta, la...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Il PSG e il fair play finanziario, sempre più aggirato. L'Inter imbrigliata, la Juventus parte in prima fila. Il Milan punta su altri mercati e modelli esteri, ma senza sponsor rischia di star dietro 10.09 - Il Paris Saint Germain, in settimana, ha presentato Kylian Mbappé. Sula carta uno degli investimenti più onerosi di sempre, secondo solo a quello per Neymar Jr. 180 milioni di euro che, però, sono ancora da investire, perché il Monaco lo ha ceduto in prestito con diritto di riscatto...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.