VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2017/2018?
  Real Madrid
  Barcellona
  Bayern Monaco
  Manchester United
  Manchester City
  Juventus
  Chelsea
  PSG
  Atletico Madrid
  Roma
  Napoli
  Monaco
  Liverpool
  Borussia Dortmund
  Altro

TMW Mob
Editoriale

Vucinic, l'Inter ci riprova. Thohir: pronta la rivoluzione. Pirlo e Buffon nuovi amori: addio Seredova. Essien e Paletta al Milan. In Cina vogliono Totti

24.01.2014 00:00 di Enzo Bucchioni   articolo letto 61520 volte
© foto di Federico De Luca

Ha voglia Thohir di difendere l'Inter e i suoi manager (lo deve fare per carità) ma una roba del genere è da dilettanti allo sbaraglio. La Juve fa bene a usare parole forti, c'è chi tra i bianconeri voleva chiedere anche i danni ai nerazzurri. E' ovvio che la posizione di Vucinic sul mercato oggi sia meno forte dopo questa vicenda che lo ha messo in piazza e scoperto le strategie della Juventus.
Thohir, come abbiamo già scritto da un paio di settimane, è un corpo estraneo all'Inter e al calcio. Non crediamo si sia disamorato, però ha capito fino in fondo che l'impegno finanziario è forte e per tenere i nerazzurri ad alto livello serviranno altri investimenti. L'operazione Vucinic è nata proprio dall'imput dato ai manager: cambiate i giocatori senza spendere. Prendevano un attaccante gradito all'allenatore e davano un centrocampista che ha sostituti in rosa. Operazione dettata dall'emergenza.
C'è Mazzarri che insiste, dopo l'eliminazione dalla coppa Italia ha fatto notare ancora una volta come l'Inter manchi di un attaccante, di un esterno e di un centrocampista. L'esterno sarà D'Ambrosio anche se il Toro non molla.
Che fare ora con Vucinic? La risposta di Thohir è tutto sommato generica, lascia uno spiraglio per un possibile riavvicinamento. La Juve aspetta le scuse e in qualche modo potrebbero anche arrivare. Se l'Inter riuscirà a chiudere con il Borussia Dortmund per Ranocchia e portare a casa una decina di milioni, potrebbe girarli alla Juve per l'attaccante. I bianconeri stanno fermi, hanno capito che dopo questa vicenda dovrebbero svendere Vucinic e allora tanto vale tenerlo, farlo giocare di più, rimotivarlo e metterlo sul mercato a giugno con qualche gol in più nel curriculum.
La strategia definitiva prenderà corpo nelle prossime ore. La Juve se non avrà occasioni ha deciso di rimanere così, per campionato e Europa League l'organico è più che attrezzato. Conte però spinge per avere certezze sul rafforzamento prima di dire sì al prolungamento del contratto.
Il Monaco aspetta fino a marzo una sua risposta, il Manchester è alla finestra.
Più chiaro invece perché d'improvviso Pirlo ha deciso di rimanere in bianconero. Dietro ci sono anche affari di cuore che hanno portato il centrocampista a separarsi dalla moglie per una nuova love-story con una signora della Torino bene. Ecco spiegato il no alle proposte allettanti dall'estero.
A proposito di gossip e di ragioni del cuore, anche Buffon ha lasciato la moglie Alena Seredova per un nuovo amore. Lo riferiamo solo per cronaca, per noi sono e restano assolutamente affari suoi: in bocca al lupo.
Tornando all'Inter, la vicenda Guarin però ha lasciato il segno. Thohir ha capito (almeno Moratti spera) che la sua presenza a Milano deve essere più costante almeno in questa delicata fase di passaggio e soprattutto è urgente un cambio del management. E forse anche dell'allenatore.
Dal vertice che ci sarà nelle prossime ore usciranno delle decisioni. Thohir vuole mettere un manager di sua fiducia a dirigere la società e probabilmente lo sceglierà tra quelli delle sue aziende. Il suo occhio a Milano. Per la gestione sportiva è previsto un rinnovamento anche se l'indonesiano brancola nel buio. Qualcuno deve spiegargli il calcio e le sue regole scritte e non scritte, l'Inter non può essere esposta a figure come quella dell'altro giorno e se anche i tifosi potevano avere ragione sotto l'aspetto tecnico dello scambio, una società che si comporta come l'Inter rischia di diventare ostaggio della tifoseria. Servono dei piani e delle linee guida da seguire con rigore. Saranno liberati tutti i vecchi, si abbatterà il monte ingaggi, si punterà sui giovani e allora torna anche l'interrogativo su Mazzarri. E' disposto a rimanere con una squadra rinnovata, ringiovanita e quasi sicuramente non competitiva da subito? Probabilmente no. Ecco spiegato perché qualcuno ha rimesso in giro il nome di Stramaccioni che con i giovani ha fatto bene ed è sempre a libro paga. Ma il profilo non è di livello internazionale come chiedeva Thohir.
Insomma l'affare saltato Vucinic-Guarin ha mostrato tutte le difficoltà di una società in piena crisi, con un vuoto di potere e decisionale enorme.
Difficoltà enormi che ha pure il Milan. Seedorf ha chiesto di liberarsi di tutti i giocatori che non faranno parte del suo progetto. Ecco perché Mexes è finito sul mercato. E Nocerino andrà al West Ham. Ma non solo loro, la lista è lunga e con i soldi che Galliani cercherà di raccattare e il monte ingaggi che riuscirà ad abbattere, cercherà di mettere a segno due operazioni. La conclusione è imminente, Essien ha detto sì al Milan per un triennale, si aspetta l'ok del Chelsea. Il centrocampista, 31 anni, ha il carisma che non ha Montolivo e l'esperienza giusta per giocare nel centrocampo a due magari al posto di De Jong. Ma anche come esterno. L'altro colpo in arrivo, urgentissimo dopo il ko di Zapata, è quello di Paletta del Parma. Leonardi vuole 7 milioni, il Milan offre Saponara e due milioni. L'ex empolese piace molto a Donadoni, alla fine un punto di intesa si troverà.
Ultime su Diamanti. Lippi lo vorrebbe al Guangzhou alla ripresa del campionato e di fronte a 10 milioni il Bologna vacilla. Il giocatore ha paura di perdere i mondiali, andrebbe più volentieri a luglio. Intanto Lippi è andato a Trigoria a trovare Totti e recapitargli un messaggio dalla nuova frontiera del pallone: Vieni a chiudere la carriera in Cina. Il giocatore in Cina è popolarissimo, potrebbe diventare l'ambasciatore del calcio e un simbolo. Ci pensa, intanto vuol provare a rivincere qualcosa con la Roma.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Campionato falsato, subito la riforma e premio-promozione. I limiti dell’Inter, a gennaio uno fra Ozil, Draxler e Vidal. Juve, i nodi di un mercato modesto. Howedes rotto, Douglas Costa fantasma. Con Uva in Uefa l’Italia più forte 22.09 - Dopo cinque giornate è già abbastanza chiaro che il campionato è falsato. Facendo una proiezione, a dicembre, ma forse prima, la situazione sarà già ben delineata con 7-8 squadre in corsa per i posti che contano, quattro o cinque in lotta per non retrocedere e le altre (troppe) senza...
Telegram

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il Napoli è devastante, Juve alla tedesca. Il duello è appena iniziato... 21.09 - Impossibile non parlare di calcio giocato nella sera dell'infrasettimanale. Impossibile non parlarne dopo una serata piena di emozioni e che regala al campionato dopo 5 giornate le due prime della classe lassù in testa alla classifica a punteggio pieno con una dimostrazione di forza...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Inter, buon carattere…. Mondi diversi: Patrick vs Patrik! Sarri perché non parla? E poi CR7 a Lisbona! 20.09 - L’Inter si ferma a quattro vittorie. A Bologna, i nerazzurri non vanno oltre l’1-1. Straordinari i giocatori di Donadoni, bravi a non mollare quelli di Spalletti. Onestamente Icardi (altro gol) e compagni non hanno incantato. Nella prima frazione, il Bologna ha dominato con un Verdi...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: l'incoerenza di chi non vuol vedere (occhio a Higuain...). Inter: c'è un nemico alle porte (ma anche una soluzione). Milan: il rebus del "9" e altre malignità. Napoli: se il problema è fuori dal campo 19.09 - Ciao. Stasera c’è il campionato, domani pure, dunque qualunque cosa io scriva rischia di essere usata contro di me. Per questo e per altri motivi ragioneremo su cose frivole. Per esempio, non so se avete letto, ma la migliore amica della piacente cantante Selena Gomez le ha donato...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Juve, ormai vincere in Italia non basta. Pecchia e Baroni, i conti non tornano. Sassuolo, il mercato non perdona. Visto Montella? Bastava metterli dentro... 18.09 - La Juventus vince e passeggia in Italia ma, ormai, non basta più. Vedere Dybala segnare e realizzare triplette non fa più un certo effetto perché, anche se il nostro campionato è leggermente migliorato, la Juventus è ancora troppo avanti sulla concorrenza. Certo, il Napoli c'è e anche...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Allenatori, la rivoluzione silenziosa: il vento è realmente cambiato? Tra podio, sottovalutati e chi ha tutto da dimostrare: ecco il nuovo trend dei presidenti di Serie A 17.09 - Parto da una rapida riflessione, prima di arrivare al nocciolo della questione: se Conte o Simeone a maggio avessero accettato la mega-offerta dell'Inter, questa estate probabilmente solo due club di Serie A avrebbero cambiato allenatore per la stagione appena iniziata. I nerazzurri,...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, da Romagnoli a Conti. Inter e Juve: primo, minimizzare. Roma, Il Ninja sbuffa 16.09 - Il Milan della scorsa stagione, pur con una rosa più stretta e meno qualitativa, ha superato le lunghe degenze di Montolivo prima, di Bonaventura poi e di Abate da Febbraio in poi. Il Milan di questa stagione è e deve essere in grado, con tutta la sua attrezzatura, di fronteggiare...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, ecco tutti gli errori fatti a Barcellona. Processo a Allegri. Douglas Costa non serve. Paragonare Dybala a Messi è follia. Donnarumma deve scegliere il Milan o Raiola. Inter, contatto per Chiesa 15.09 - Conosciamo troppo bene il calcio per non sapere che tirare conclusioni a settembre è roba da ricovero. Soprattutto quando si parla di Juve e di Allegri. Ricordate l’anno dei dodici punti in dieci partite? E comunque la non brillantezza, le partenze in salita a settembre, sono una...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Una brutta Champions e una speciale classifica: ecco quanto costano le squadre in Europa, che sorprese! 14.09 - Certo che questa due giorni di Champions non ci lascia con buoni pensieri... le italiane vanno male, un punto in tre partite, e comunque con una gara di sofferenza più che di sfortuna. La Juve che dimostra ancora di non essere al livello del Barcellona (e Dybala con alcune curve ancora...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Dybala-Messi, la differenza è abissale! Di Francesco, cena per Alisson… Inter, pensieri da grande! E brindiamo con Rooney… 13.09 - La Juventus ha perso al Camp Nou. Ci ha pensato Leo Messi a spegnere i sogni di gloria dei bianconeri. Tutti aspettavamo la consacrazione, l’ennesima, di Paulo Dybala. Non è andata benissimo… Ancora una volta, la Pulce ha confermato, a suon di giocate e leadership, di essere il numero...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.