HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A 2017/18: chi è stato il migliore?
  Ciro Immobile
  Mauro Icardi
  Kalidou Koulibaly
  Milan Skriniar
  Allan
  Bryan Cristante
  Sergej Milinkovic-Savic
  Douglas Costa
  Alisson
  Paulo Dybala

Europa

Morata: "All'Atletico non mi divertivo. Ecco perché ho lasciato il Real"

13.02.2018 16:11 di Simone Bernabei  Twitter:    articolo letto 10625 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

L'attaccante del Chelsea Alvaro Morata ha parlato a Movistar soffermandosi sul suo passato e sulle possibilità future: "Iniziai a giocare nell'Atletico, poi un giorno mi resi conto che non mi divertivo più giocando a calcio. Non giocavo e non avevo un bel rapporto con i compagni, per questo volevo andarmene. Poi una stagione sono cresciuto in un sol colpo di 25 centimetri e ho iniziato ad avere problemi perché il mio gioco si basava tutto sulla velocità. Quello fu un periodo complicato per me. Mourinho? Fu lui a farmi firmare il mio primo contratto importante col Real Madrid. Un giorno dopo un brutto allenamento mi chiamò e mi disse: 'Se ti andrà bene nella vita potresti anche non lavorare, ma ora devi scegliere dove vuoi arrivare e impegnarti per raggiungere l'obiettivo'. L'addio al Real? Io non avevo chiesto di essere titolare al Real, so che lì ci sono giocatori di un altro pianeta. Ma in fondo non avevo giocato nessuna gara di Champions dopo la fase a gironi, nessuna gara col Barcellona, con l'Atletico o col Valencia... Mi sarebbe piaciuto giocare ancora nel Real, ma per una questione di circostanze non è stato possibile e quindi la vita va avanti".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie C

Primo piano

FOCUS TMW - Serie B, la classifica degli assistman: il Re è Ciano Il calcio, come da tradizione, è un gioco semplice. Vince la squadra che mette a segno più gol. Per riuscirci però, occorre che nell'undici in campo vi sia anche almeno un giocatore in grado di far andare in gol i compagni. L'uomo assist è merce rara, quasi quanto un bomber di razza....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy