HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » fidelisandria » Primo Piano
Cerca
Sondaggio TMW
Lotta per l'Europa: Inter e Milan andranno in Champions?
  Sì, arriveranno entrambe in Champions League
  Solo l'Inter riuscirà nell'obiettivo
  Niente Inter: sarà solo il Milan a raggiungerla
  Nessuna delle due riuscirà ad andarci

LIVE Fidelis Andria - Paganese 2-0: gli azzurri conquistano la prima vittoria stagionale. RIVIVI IL MATCH

Nella ripresa un black out costringe l'arbitro a sospendere le ostilità. La gara riprende dopo circa 9 minuti.
14.09.2016 20:00 di Nicola Massaro    per tuttofidelis.it   articolo letto 548 volte

Prima vittoria stagionale per la Fidelis Andria. La squadra andriese, di scena presso lo stadio Degli Ulivi, riesce a strappare una vittoria alla Paganese per 2-0. Match sbloccato nei primi minuti di gioco da Fall. Poco prima dell’intervallo, poi, Mancino, su calcio di punizione, beffa nuovamente Marruocco, nell'occasione tutt'altro che impeccabile.

I padroni di casa rinunciano all’estremo difensore Poluzzi, tornato ad allenarsi ma non ancora pronto, al difensore Annoni, infortunato, e agli attaccanti Klarić, in permesso per problemi famigliari, e Cianci, affaticato. Mister Giancarlo Favarin opta, considerando anche le tre gare nel giro di otto giorni, per un ampio turnover. La squadra scende in campo con il 4-2-4, mettendo da parte il 4-2-3-1: novità tra i pali con Pop che sostituisce Cilli, in difesa con Allegrini che si posiziona al posto di Rada e in attacco con Fall e Cruz lanciati dal primo minuto. Dall’altra parte mister Grassadonia risponde con il 4-3-3: Zerbi, Reginaldo, in notevole sovrappeso, e Cicerelli formano il tridente. Out il terzino Picone, il centrocampista Tagliavacche, l'esterno Caruso e l'attaccante Herrera, tutti infortunati, oltre allo stopper Camilleri, neo tesserato, e al mediano Mauri, non ancora in condizione.

Fidelis Andria sin dai primi minuti decisa e offensiva. Il primo tiro, tuttavia, è di marca ospite con Zerbo che al 7’ ci prova, ma la sfera si spegne sul fondo. Campani a trazione posteriore, in questo frangente. La squadra di Grassadonia cerca di pungere gli avversari in contropiede. Passano pochi minuti e i federiciani si fanno pericolosi con Cruz che imbeccato da Mancino, direttamente da calcio di punizione, di testa devia la palla che termina di un soffio alta sopra la traversa. Poco dopo è il numero 10 andriese ad andare alla conclusione, senza però impensierire Marruocco. Al 14’ gli andriesi passano in vantaggio: Mancino batte un calcio d’angolo, la palla viene deviata da Cruz ma, successivamente, l’estremo difensore avversario non la trattiene, favorendo Fall che a porta sguarnita non sbaglia. Al 20’ Reginaldo, da calcio di punizione, tenta di sorprendere Pop con la sfera che viene bloccata senza problemi da quest’ultimo. Nei minuti che seguono gli azzurrostellati provano a reagire ma non riescono a creare grossi grattacapi alla retroguardia federiciana. Al 25’ Deli si incunea nell’area di rigore avversaria e calcia debolmente la sfera tra le mani di Pop. Al 27’ Matera lancia in contropiede Mancino che vedendo fuori dai pali l’esperto estremo difensore avversario prova a sorprenderlo ma la mira è errata. Al 34’ Parlati, dopo un errore di Tito, lascia partire un tiro che il portiere avversario controlla con facilità. Al 37’ Fall, approfittando di un errore del numero 1 avversario, serve Mancino il quale con un pallonetto sfiora il raddoppio. 2-0 che viene solo rinviato al 43’: il fantasista andriese batte un calcio di punizione dalla sinistra che Marruocco intercetta ma non blocca, mandando clamorosamente la sfera in rete. Superficiale, ancora una volta, l’estremo difensore degli avversari. Termina così il primo tempo.

Ad inizio ripresa il primo pericolo è sempre di marca andriese: scambio Fall-Cruzz con quest’ultimo che va via sulla sinistra e calcia, ma Marruocco si rifugia in angolo. Al 59’ Mancino, sfruttando una palla vagante a seguito di una ribattuta della difesa avversaria, ci prova: la sfera si spegne sul fondo. Al 62’ la gara viene sospesa per un black out. Dopo 9’ e vari tentativi di far tornare la luce, l’impianto di illuminazione viene riattivato regolarmente. Al 72’ Aya, da posizione defilata, prova ad impensierire l’estremo difensore avversario, ma il tiro termina alto. Poco dopo Deli, di testa, servito da Celiento, non inquadra lo specchio della porta. Nei minuti finali gli andriesi tentano, in contropiede, di chiudere i conti, senza però riuscirci, mentre gli avversari cercano di dimezzare lo svantaggio, anche loro senza fortuna.

Successo importante per il team federiciano. La squadra andriese, dopo la netta sconfitta di Catanzaro, è riuscita a reagire e a conquistare una vittoria preziosa ai fini della classifica che la vede ora a 4 punti. Sconfitta meritata per la Paganese che non si è praticamente mai resa pericolosa e rimane a quota 0 in graduatoria: la squadra paga indubbiamente la precaria condizione, dovuta ad una preparazione iniziata tardi per via delle vicissitudini estive. Domenica la Fidelise Andria sarà di scena in quel Taranto, in un derby tutto pugliese e molto sentito dalle due tifoserie, mentre i campani verranno ospitati dal Catanzaro. 

FIDELIS ANDRIA - PAGANESE 2-0:

FIDELIS ANDRIA (4-2-4): 12 Pop; 2 Tartaglia, 5 Allegrini, 4 Aya, 24 Tito; 11 Matera, 8 Piccinni; 26 Onescu, 9 Fall, 23 Cruz (77' - 7 Volpicelli),10 Mancino (85' - 20 Berardino). (22 Cilli, 3 Valotti, 6 Rada, 13 Colella, 14 Masiero, 16 Minicucci, 17 Starita, 18 Ovalle, 21 Curcio). All. Favarin.

PAGANESE (4-3-3): 1 Marruocco; 25 Dicuonzo (53' - 15 Longo), 13 Alcibiade, 4 Silvestri, 3 Della Corte; 18 Parlati, 5 Pestrin, 10 Deli; 7 Zerbo (53' - 9 Iunco), 8 Reginaldo (73' - 29 Celiento), 11 Cicerelli. (22 Chiriac, 6 Mansi, 17 Bernardini, 20 Stoia, 21 Festa, 27 Maiorano). All. Grassadonia.

Stadio: Degli Ulivi.

Arbitro: Maggioni Lorenzo della sezione di Lecco

Assistenti:  De Palma Leonardo di Termoli e Pizzi Michele di Termoli.

Indisponibili: Annoni (FA), Cianci (FA), Klarić (FA), Poluzzi (FA), Camilleri (PA), Caruso (PA), Herrera (PA), Mauri (PA), Picone (PA), Tagliavacche (PA).

Marcatori: 14' Fall (FA), 42' Mancino (FA). 

Ammoniti: 57' Iunco (PA), 70' Tartaglia (FA).

Espulsi: /

Angoli: 4 (FA) - 4 (PA)

Cambio di sistema: Al 77' la Fidelis Andria passa dal 4-2-4 al 4-2-3-1. 

Recupero: 0' p.t. - 5' s.t.

Spettatori: 2275 spettatori, di cui 1324 abbonati, per in incasso di 15.600 euro. 


TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Fidelisandria

Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510