HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » fidelisandria » Primo Piano
Cerca
Sondaggio TMW
"Messi venga in Italia". CR7 lancia la sfida, credete sia possibile?
  E' solo una provocazione, Messi chiuderà al Barcellona
  In caso di addio, andrà da Guardiola
  Perché non 'con' CR7? La Juve dovrebbe pensarci
  Superato il FFP, può essere il regalo di Elliott al Milan
  Suning può provarci: Messi all'Inter contro CR7 alla Juve
  Messi come Diego. Perché non chiudere al Napoli?
  Andrà al PSG se lasceranno Mbappé o Neymar

LIVE Catania - Fidelis Andria 0-0: Poluzzi salva i suoi su un rigore. Gli azzurri concludono il 2016 con il 13° risultato utile di fila. Rivivi il match

Nella ripresa l'estremo difensore andriese para un rigore al Catania, poi la squadra rimane in 10 per l'espulsione di Piccinni ma conquista un buon punto. Non riesce il riscatto agli etnei.
29.12.2016 18:00 di Nicola Massaro    per tuttofidelis.it   articolo letto 324 volte

Termina con un pareggio a reti bianche il 2016 di Catania e Fidelis Andria che si confermano le migliori difese del girone C di Lega Pro. Le due squadre, in campo presso lo stadio Massimino, conquistano un punto dopo una gara pressoche agonistica. Meglio gli andriesi nel primo tempo, nella ripresa, invece, è il Catania ad apparire più propositivo, con un uomo in più dal 68' a causa dell'espulsione di Piccinni nelle fila degli andriesi. Etnei che al 61' avrebbero avuto l'opportunità concreta di passare in vantaggio su rigore, calciato centralmente da Mazzarani e parato da Poluzzi. 

Mister Rigoli, orfano dei difensori Nava, Bastrini e Drausio e del mediano Biagianti, tutti squalificati, oltre che del centrocampista Fornito e degli attaccanti Sibilli e Piscitella, infortunati, conferma il consueto 4-3-3. Al centro della difesa c'è Mbodj a coadiuvare Bergamelli e non De Rossi. Tridente d'attacco formato, invece, da Russotto, Barisic e Di Grazia. Mister Favarin, dall'altra parte, opta come sempre per il 3-5-2 e rilancia dal primo minuto Colella in difesa, preferito a Curcio, e Cianci, al posto dello squalificato Cruz, al fianco di Volpicelli nel reparto avanzato. Tornano a disposizione dopo diverse settimane di stop e si accomodano in panchina anche lo stopper Allegrini e il trequartista Mancino. Out per infortunio, infine, il terzino Annoni e i mediano Onescu e Ovalle.

Campo in pessime condizioni. È il Catania, dopo pochi minuti dal fischio di inizio, a farsi per primo pericoloso. Al 3’ un lancio in profondità verso Russotto mette in difficoltà la retroguardia andriese, in ritardo: Poluzzi, dunque, esce dai pali per contrastare l’avversario che lo salta allargandosi e poi crossa la sfera al centro verso Di Grazia il quale svirgola e favorisce dietro di se Barisic che va alla conclusione ma la difesa andriese sventa il pericolo. Nella successiva azione Mbodj, pescato direttamente da Di Grazia su calcio d’angolo, salta più in alto di tutti e ci prova di testa: Poluzzi devia la sfera e salva i suoi. Gli andriesi, comunque, nonostante le due occasioni per i padroni di casa, rimangono vigili, non disdegnano azioni offensive e pian piano crescono. Al 10’ Tito, dalla sinistra, crossa la sfera al centro dove trova Tartaglia che con una zuccata tenta, senza riuscirci, ad impensierire l’estremo difensore avversario. Passano 20 minuti e Volpicelli, imbeccato sugli sviluppi di un calcio d’angolo da Tartaglia, va alla conclusione da posizione ravvicinata, sulla sinistra: Pisseri è attento ed evita il vantaggio degli andriesi. Al 27’ si rifanno vedere i padroni di casa in avanti con Russotto che salta Colella e tira: la sfera si spegne sul fondo. È questa, di fatto, l’ultima occasione di rilievo della prima frazione.

Ad inizio ripresa le due formazioni si affrontano a viso aperto, senza mai chiamare in causa i due estremi difensori. Al 61’ l’arbitro decreta un penalty per fallo di Colella su Di Grazia. Un rigore, tuttavia, più che dubbio, visto che non c’è alcun contatto tra i due calciatori. Dal dischetto si presenta Mazzarani che calcia centralmente ma trova la risposta pronta di Poluzzi che intercetta la sfera e mantiene il parziale sullo 0-0. Al 65’ ancora Catania pericoloso con un tiro insidioso di Scoppa che, tuttavia, termina alto sopra la traversa. Al 68’ Mazzarani, lanciato a rete tutto solo, viene fermato dal limite dal mediano Piccinni: calcio di punizione per gli etnei ed espulsione per il centrocampista andriese. A questo punto mister Favarin inserisce Curcio sulla mediana, sacrificando la punta Volpicelli, e ricomponendo il centrocampo a 5. Il Catania, forte dell’uomo in più, cerca il vantaggio con più insistenza. Al 78’ Djordjevic, tutto solo in area, spreca una ghiotta occasione spedendo la sfera fuori. Mister Rigoli tenta il tutto per tutto passando dal 4-3-3 al 4-2-4 con i neo entrati  Paolucci e Anastasi che agiscono in qualità di punte. La mossa però non produce gli effetti sperati, visto che gli ospiti si chiudono perfettamente e sventano ogni pericolo. Dopo ben 6 minuti di recupero l'arbitro decreta la fine del match. 

Nessun riscatto per il Catania che dopo la netta sconfitta contro la Juve Stabia impatta in casa contro la Fidelis Andria. 4° pareggio di fila e 13esimo risultato utile consecutivo per gli andriesi che conquistano un punto prezioso. Entrambe le compagini concludono il 2016 in zona play-off.

CATANIA - FIDELIS ANDRIA 0-0

CATANIA (4-3-3): 12 Pisseri; 24 Di Cecco, 15 Mbodj, 3 Bergamelli, 20 Djordjevic; 4 Bucolo, 5 Scoppa, 32 Mazzarani (19 - 82' Anastasi); 10 Russotto (87' - 9 Paolucci), 11 Barisic, 23 Di Grazia (66' - 30 Piermarteri). (1 Martínez, 7 Calil, 8 Silva, 13 De Santis, 26 De Rossi, 28 Parisi, 29 Longo, 31 Graziano, 33 Manneh) All. Rigoli.

FIDELIS ANDRIA (3-5-2): 1 Poluzzi; 4 Aya, 6 Rada, 13 Colella; 2 Tartaglia, 11 Matera, 8 Piccinni, 16 Minicucci (62' - 20 Berardino), 24 Tito; 7 Volpicelli (71' - 21 Curcio), 19 Cianci. (12 Pop, 22 Cilli, 5 Allegrini, 9 Fall, 10 Mancino, 14 Masiero, 15 Paolillo, 17 Starita, 25 Imbriola) All. Favarin.

Stadio: Angelo Massimino.

Arbitro: Matteo Marchetti di Ostia Lido. 

Assistenti: Tiziano Notarangelo di Cassino e Veronica Vettorel Latina.

Indisponibili: Annoni (FA), Ovalle (FA), Onescu (FA), Cruz (FA), Klaric (FA), Valotti (FA). 

Marcatori: /

Ammoniti: 43' Cianci (FA), 43' Di Cecco (CA), 81' Scoppa (CA).

Espulsi: 68' Piccinni (FA). 

Angoli:  13 (CA) - 5 (FA). 

Cambio di sistema: All'88' il Catania passa dal 4-3-3 al 4-2-4.

Recupero: 0' p.t. - 6' s.t. 

Spettatori: 7396 spettatori totali per un incasso totale è di 20.453 euro. 


TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Fidelisandria

Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510