Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / fiorentina / Dagli inviati
MILENKOVIC: "RINNOVO PERCHÉ CREDO NEL PROGETTO. ORA CENTRIAMO LA CHAMPIONS"
giovedì 11 agosto 2022, 16:31Dagli inviati
di Redazione FV
per Firenzeviola.it
fonte dal nostro inviato Niccolò Santi

MILENKOVIC: "RINNOVO PERCHÉ CREDO NEL PROGETTO. ORA CENTRIAMO LA CHAMPIONS"

Quest'oggi il difensore della Fiorentina, Nikola Milenkovic, ha preso la parola nella sala stampa "Manuela Righini" dello stadio Artemio Franchi. Queste le sue dichiarazioni: "È un giorno molto importante per me, per il mio rinnovo. Sono molto emozionato. L'anno scorso venivamo da due stagioni difficili, né io né la società eravamo convinti di lasciarci: volevo confrontarmi col club per capire le ambizioni. E anche il mister è stato importante per me. Quindi abbiamo rinnovato inizialmente di un anno, con l'accordo di riparlare l'anno successivo del mio futuro. Qui c'è un gran progetto, la Fiorentina sta crescendo continuativamente, poi i tifosi mi hanno dato tanto affetto soprattutto nell'ultimo periodo. Ho sentito davvero tanto affetto, mi sento molto amato. Poi devo dire che anche i direttori e il presidente hanno fatto un grandissimo lavoro per darmi la possibilità di continuare la mia carriera qua. Sono davvero contento".

Qual è l'immagine più bella che si porta dietro?
"Di essere tornati in Europa. E ora spero di tornare in Champions, speriamo di raggiungere presto questo traguardo".

Che Milenkovic è adesso?
"Più sicuro, come calciatore e come uomo. Mi sento un leader di questa squadra, tutti quelli che arrivano devono essere aiutati per integrarsi velocemente nel gruppo. Ho fatto una scelta importante per il mio futuro. Ci ho pensato ed era quello che volevo di più".

Visto il rinnovo quinquennale, pensa già di poter rimanere a Firenze a vita?
"È una scelta che ho preso in un momento molto importante della mia carriera, ora è presto per parlare, sto molto bene qua e quindi vediamo a partire da questa stagione".

In cosa l'ha fatta migliorare Italiano?
"Il mister mi sta aiutando a crescere, è un vincente e ha ambizioni. Tira fuori il meglio da tutti noi, ci chiede sempre di stare sul pezzo, con idee chiare. Questo è molto importante per me e lo ringrazio per quello che ha fatto per me. Spero che insieme faremo grandi cose".

Che Fiorentina sta nascendo?
"La società sta facendo un grande lavoro, non solo dal punto di vista calcistico ma anche sul piano istituzionale come il Viola Park che dovrebbe essere completato a fine anno. Poi sicuramente la Fiorentina sta crescendo anno dopo anno. Poi i tifosi sono il nostro dodicesimo uomo, ci danno tanta spinta in campo e abbiamo fatto vedere anche l'anno scorso come giocando in casa siamo riusciti a conquistare tanti punti".

Qual è l'obiettivo quest'anno?
"Migliorare l'anno scorso, entrare nelle prime sei. Poi vincere la Conference, vogliamo regalare tante emozioni ai nostri tifosi".

Quanto è importante la fascia di capitano?
"La fascia di Davide è molto importante, il nostro capitano al momento è Biraghi e lo sta facendo molto bene".

Come vede Luka Jovic?
"Un grandissimo giocatore, gioca a calcio come pochi. Ha tecnica e visione di gioco, vede sempre la porta, viene da due anni non facili. Lo conosco e so quanto può dare: posso scommettere che farà bene".

Perché ha scelto la Fiorentina?
"Sono sensazioni che abbiamo dentro, lo sentivo, amo questa città e club e non volevo tradire le mie emozioni".

Come vede la squadra adesso?
"Sarà una stagione impegnativa, dobbiamo essere pronti"

Sarà una stagione lunghissima, quanto sarà diversa dal solito visto che ci sarà il Mondiale?
"Sarà molto impegnativa, con tantissime partite. Dovremo essere pronti e giocare su tre fronti non sarà facile. Sono arrivati giocatori importanti, faremo un salto di qualità. Il valore aggiunto sarà che lavoreremo con Italiano per il secondo anno. Sono fiducioso".

Quanto hanno inciso i serbi nella sua scelta?
"Siamo tutti un grande gruppo. Voglio ringraziare la società per avermi dato la possibilità di continuare qui la mia carriera".