Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / fiorentina / Dagli inviati
COMMISSO: "BATI? PERFERISCO NON PARLARNE. SU ATALANTA, FEMMINILE E CASTELLO..."
sabato 1 ottobre 2022, 13:30Dagli inviati
di Redazione FV
per Firenzeviola.it
fonte Dal nostro inviato Alessandro Di Nardo

COMMISSO: "BATI? PERFERISCO NON PARLARNE. SU ATALANTA, FEMMINILE E CASTELLO..."

Direttamente dagli spalti della partita tra Fiorentina femminile e Sassuolo, il presidente Rocco Commisso ha parlato ai media presenti tra cui Firenzeviola.it. Queste le sue parole sui temi che riguardano il club: "Le ragazze hanno iniziato benissimo la stagione. Questa è la prima partita che vedo dal vivo, abbiamo cambiato tante giocatrici che aggiungono qualcosa e stiamo andando molto bene. Ho già parlato delle ragazze ma a Firenze le hanno criticate molto la scorsa stagione. Quest'anno che vanno bene devono incoraggiarle e parlarne bene ogni giorno".

La trasferta con l'Atalanta?
"La Dea è fortissima, andiamo là e vediamo cosa succede. L'anno scorso abbiamo fatto molto bene e speriamo di fare lo stesso domani".

Le parole di Batistuta?
"Batistuta è un grande campione e ha fatto molto bene qui a Firenze. Preferisco non parlarne però".

L'ipotesi Castello durante il restyling del Franchi?
"Ho incontrato Arup e il sindaco ma mi devono dare proprio questo tipo di risposte: dove si giocherà, quando si comincerà e quando si finirà. Noi non possiamo avere tre anni fuori dal Franchi, non fa bene alla squadra anche se il lavoro si deve fare. Speriamo che con la nuova politica i soldi restino".