HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » hellasverona » Serie A
Cerca
Sondaggio TMW
Qual è il vostro miglior acquisto dopo il primo trimestre?
  Muriel (Atalanta)
  Nainggolan (Cagliari)
  Ribery (Fiorentina)
  Lukaku (Inter)
  De Ligt (Juventus)
  Hernandez (Milan)
  Kulusevski (Parma)
  Lozano (Napoli)
  Smalling (Roma)
  Caputo (Sassuolo)

Hellas al lavoro senza i nazionali. E Verre si sblocca in A

14.11.2019 09:30 di Luca Chiarini    articolo letto 1077 volte
Hellas al lavoro senza i nazionali. E Verre si sblocca in A
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Due giorni di riposo per mettere in archivio il ko di San Siro e ricaricare le pile, poi la ripresa: a Peschiera i lavori sono già in corso, in vista della sfida contro la Fiorentina. Dopo l'allenamento di ieri, oggi si replicherà con una seduta pomeridiana aperta al pubblico. Juric catechizza i suoi, lavora sui dettagli, per tirare a lucido una macchina che sin qui ha alzato i giri del motore oltre le aspettative. Non ci sono i nazionali, che faranno rientro a Verona la prossima settimana: Amrabat farà la spola tra Marocco e Burundi, Rrahmani ha risposto alla chiamata del Kosovo, Adjapong, Danzi e Salcedo sono aggregati rispettivamente ad Under 21, 20 e 19. Chi non ha lasciato il Veneto sono invece Miguel Veloso e Kumbulla, entrambi alle prese con una lesione muscolare di primo grado: il programma di recupero procede, e le possibilità di rivederli in campo già contro la Viola sembrano piuttosto alte. Occorre cautela, ma anche cura del particolare: "Possiamo migliorare nella gestione degli infortuni. Servono anche persone brave in quello che fanno, bisogna essere molto attenti ai viaggi, a cosa mangiano i giocatori. Là non possiamo sbagliare", aveva detto Ivan Juric alla vigilia del match di San Siro.

VERRE, PRIMA GIOIA IN A - La sconfitta di San Siro era preventivabile, per disparità di valori e antiteticità di status e ambizioni delle due squadre. Di certo l'Hellas non è uscito ridimensionato dalla sfida di sabato: in vantaggio su rigore, gli scaligeri hanno serrato le fila a protezione del risultato, capitolando di misura contro un'Inter che ha comunque legittimato la vittoria per la mole di occasioni prodotte. Alla 'Scala del calcio' ha trovato il primo centro in Serie A Valerio Verre, sulla falsariga di una vena realizzativa del reparto offensivo che sta progressivamente prendendo quota, dopo le difficoltà iniziali, alleggerite dall'apporto extra in zona gol di centrocampisti e difensori. Uno schiaffo alla sfortuna per l'ex Perugia, che in precedenza si era spesso fermato al palo: l'augurio di tutto l'ambiente è che la sua stagione possa finalmente decollare.

IL BELLO VIENE ADESSO - Nel mini-ciclo che ha preceduto la sosta i veneti hanno raccolto punti vitali contro Brescia e Parma. La classifica sorride, il decimo posto lascia margini per le battute d'arresto che rientrano inevitabilmente nella traiettoria stagionale di una formazione che lotta per il mantenimento della categoria. Ecco allora che servirà trascendere ancora i propri limiti per mantenersi a debita distanza dalla zona rossa: dopo la Fiorentina, i gialloblù affronteranno - nell'ordine - la Roma al Bentegodi e l'Atalanta a Bergamo. Altri banchi di prova per una squadra chiamata all'esame di maturità, forse quello definitivo.

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Hellasverona

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510