HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » inter » Esclusive
Cerca
Sondaggio TMW
Chi volete come centravanti dell'Italia a Euro2020?
  Ciro Immobile
  Andrea Belotti
  Mario Balotelli

FcIN - La Juve non molla Icardi. Lo scambio con Dybala non decolla, Paratici proverà con Higuain più soldi

22.04.2019 20:23 di Redazione FcInterNews.it    per fcinternews.it   articolo letto 2276 volte
FcIN - La Juve non molla Icardi. Lo scambio con Dybala non decolla, Paratici proverà con Higuain più soldi
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

La Juventus continua a corteggiare Mauro Icardi per la prossima stagione. L'ex capitano nerazzurro rappresenta uno degli obiettivi principali di Fabio Paratici per rinforzare la rosa bianconera. Non è un mistero di come i contatti, esplorativi e non, vadano avanti ormai da diverse settimane, tanto che da Torino appaiono pronti a mettere sul piatto un quinquennale da 8 milioni a stagione per l'argentino. Ovviamente l'Inter vorrebbe monetizzare al massimo in caso di partenza del suo numero nove, anche se al momento non ci sono offerte ufficiali che sfiorino i famosi 110 milioni della clausola rescissoria (valida solo per l'estero e dal primo al 15 luglio). 

PIPITA - La Juventus valuta in questo momento Icardi intorno ai 70 milioni, ma non vorrebbe concludere un'operazione solamente cash e punta all'inserimento di una contropartita per abbassare le pretese interiste. Lo scambio con Paulo Dybala a oggi non decolla sia per i diversi pesi a bilancio dei due calciatori sia per i desiderata del numero 10 bianconero, che - in caso di cessione - preferirebbe un'esperienza in Premier League o Liga. Da Corso Galileo Ferraris proveranno così a tornare alla carica di nuovo, proponendo a Suning il cartellino di Gonzalo Higuain, attualmente in prestito al Chelsea (impossibilitato al rinnovo del prestito a causa del blocco del mercato stabilito dalla FIFA) e sotto contratto con i bianconeri fino al 2021 (ingaggio da 7,5 milioni a stagione più premi). Un'operazione già imbastita l'estate scorsa e poi non decollata per la scelta dello stesso Icardi di restare a Milano. Il Pipita (a bilancio pesa 36 milioni) valutato sui 40 milioni più un conguaglio ancora da definire (sui 30-40 milioni) potrebbero in qualche maniera avvicinarsi alle richieste nerazzurre, riaprendo il tavolo delle trattative. La palla passa così a Suning, che dovrà sciogliere i dubbi sul futuro di Maurito, nel frattempo scivolato al ruolo di vice Lautaro Martinez nelle gerarchie di Luciano Spalletti. Decidendo al tempo stesso se puntare su un elemento esperto (Higuain ma occhio anche a Edin Dzeko) come partner di Lautaro piuttosto che prendere un altro centravanti (Romelu Lukaku o Duvan Zapata) che rischierebbe di fare ombra al giovane argentino oltre a rappresentare un investimento altrettanto oneroso. In tutto questo rivestirà un ruolo importante Icardi e le offerte che arriveranno per lui. Con Wanda Nara che nei giorni scorsi a 'Verissimo' ha spostato tutte le responsabilità sulla dirigenza nerazzurra. Quel "saremo ancora a Milano" infatti ha il significato di far  scivolare le attenzioni e le relative decisioni sulle spalle del management di Corso Vittorio Emanuele. Se separazione sarà a fine stagione, avverrà per una decisione del club. Come a dire "Mauro vorrebbe restare, ma se non lo volete... prendetetivi voi le responsabilità". L'ennesima puntata di una telenovela nata in autunno con i discorsi relativi al rinnovo e infuocatasi in Inverno con la destituzione dal ruolo di capitano e la conseguente assenza (causa infortunio al ginocchio) per 53 giorni. Da qui all'estate sono previsti nuovi sviluppi e non vanno esclusi possibili colpi di scena destinati a infiammare il mercato nerazzurro. Con Mauro Icardi sempre e comunque al centro della scena e la Juventus sua principale pretendente.

VIDEO - ALLA SCOPERTA DI... - GONZALO MONTIEL, IL RIVER HA SFORNATO UN NUOVO CAMPIONE


TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Inter

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale Inter
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510