HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » inter » Serie A
Cerca
Sondaggio TMW
Rinnovo Icardi: cosa farà il capitano dell'Inter?
  Resterà all'Inter senza rinnovo
  Rinnoverà il contratto in scadenza nel 2021
  Non rinnoverà e lascerà l'Inter in estate

ESCLUSIVA TMW - Diarra-Inter, il precedente Mutu fa sperare i nerazzurri

26.01.2015 21:42 di Marco Conterio    articolo letto 19961 volte
ESCLUSIVA TMW - Diarra-Inter, il precedente Mutu fa sperare i nerazzurri
© foto di Image Sport
Lassana Diarra e l'Inter. Il centrocampista francese è una precisa richiesta di Roberto Mancini al club nerazzurro. Per caratteristiche e qualità, per esperienza e colpi, il Mancio vuole Lass. Vorrebbe, per il momento. Perché, pur svincolato, ha in essere un contenzioso aperto con la Lokomotiv Mosca, dalla quale si è liberato lo scorso 31 agosto. Tuttomercatoweb.com ha ricostruito tutti quelli che sono e che saranno i passaggi che dovrebbero pendere dalla parte della bilancia nerazzurra. Con un precedente importante. Il regolamento FIFA dice che, se c'è un contenzioso in essere tra calciatore e club, ed il giocatore viene condannato a pagare il risarcimento, la nuova società, a prescindere dalla responsabilità (in questo caso non esistente, essendo la rescissione datata 31 agosto), è tenuta a pagare in via solidale, il risarcimento a cui è condannato. In soldoni: la Lokomotiv può decidere se farli pagare al calciatore o all'Inter. Questa era una situazione in ballo sino a qualche giorno fa, quando poi è arrivato il precedente che fa ben sperare Mancini. Si tratta del caso Juventus-Livorno per Adrian Mutu con il Chelsea, situazione chiaramente sovrapponibile. Il Chelsea aveva licenziato Mutu come il club di Mosca con Diarra. Le italiane avevano sottoscritto il contratto dopo 6-7 mesi con l'ex viola, come l'Inter ha trovato ora l'accordo con il francese. I Blues avevano iniziato la causa solo contro Mutu, qui la Lokomotiv solo contro Diarra. Nel caso Mutu-Chelsea, i londinesi avevano avuto ragione del ragazzo che era stato condannato; il Chelsea aveva vinto in primo grado la causa contro Livorno e Juventus. Queste hanno fatto ricorso al TAS, la scorsa settimana è uscita la sentenza che ha ribaltato quella del primo grado di giudizio. Per questo, Juventus e Livorno non devono pagare niente per un motivo: la legislazione svizzera, che si applica a tutti i contenziosi che si svolgono davanti al TAS di Losanna, non può considerare efficace una norma quale quella della FIFA, che obbliga un club che non c'entra niente, a far da garante al condannato col quale non aveva rapporti in precedenza. Questo apre la strada all'Inter, che ha intenzione di prendere il ragazzo per la volontà di Mancini. E lo stesso Lassana Diarra vuole l'Inter. Dunque cosa blocca il tutto? Per il momento manca l'accelerata nerazzurra, con l'ufficio legale che starebbe studiando proprio il precedente Mutu. Fonti vicine alla trattativa raccontano che Mancini stesso starebbe cercando di accelerare, visto che considera Lass giocatore di indubbio spessore: può giocare in Europa League ed i numeri non mentono. Lo scorso anno il Lokomotiv Mosca lo pagò 14 milioni di euro, ne percepiva 6 in Russia. Un'occasione vera ed un precedente, quello tra Mutu, il Chelsea, Juventus e Livorno, che fa pendere la bilancia dalla parte nerazzurra, per due motivi: il regolamento 2001 e 2014 è nei concetti lo stesso e, soprattutto, il TAS ha già ribaltato la sentenza di primo grado relativa al 10 rumeno.

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Inter

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale Inter
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510