HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » juventus » Il punto
Cerca
Sondaggio TMW
Italiane, chi va avanti in Champions League?
  Passerà solo la Juventus
  Juventus e Napoli
  Juventus, Napoli e Inter
  Juventus e Inter
  Juventus, Napoli e Atalanta
  Juventus, Atalanta e Inter
  Juventus, Atalanta, Napoli e Inter

Radio Bianconera

LA LANTERNA VERDE - PARLANDO CON SARRI… CR7 TRA RIPOSO E PUNIZIONI!!!

24.10.2019 00:05 di Fabrizio Ponciroli    per tuttojuve.com   articolo letto 898 volte

Poter seguire, dalla tribuna stampa dell’Allianz Stadium, la Juventus è un privilegio… Non mi capita spesso ma, quando accade, è sempre un piacere assoluto! Beh, ad essere sincero, fino al minuto 77, non è stata vera e propria goduria ma, poi, ecco che la Joya ha cosparso di magia l’ambiente, agitando il suo fatato mancino e regalando ai presenti, me compreso, attimi di pura gioia sportiva. Non so come avrei reagito nel veder festeggiare il buon Joao Mario (una delle interviste più stimolanti che abbia mai realizzato) sul prato dell’Allianz Stadium… Per fortuna, i tre punti li ha portati a casa la Vecchia Signora che ora guarda al prossimo futuro in Champions League con straordinaria tranquillità. Ho aspettato, a lungo, il buon Sarri proprio per chiedergli della sfida in quel di Mosca (sul mio profilo Facebook trovate il video). E, ancora una volta, sono stato stupito: “Se avranno lo stesso atteggiamento vuol dire che il loro obiettivo è l'Europa League. Però non penso, potrebbero provare a giocarsela e verrebbe fuori una partita diversa”. Tema centrato in pieno. Niente più barricate, a Mosca più spazio, in tutti i sensi… E che dire di questo Sarri… Dico che dovrei starmene zitto la prossima volta! Credevo che sarebbe andato in difficoltà nel gestire un gruppo di campioni e, invece, ha rigenerato tutti. Higuain festeggia i gol di Dybala e viceversa. Incredibile.
E Cristiano Ronaldo? Ecco, qui c’è da aprire un capitolo scomodo. Il giorno seguente alle sue dichiarazioni di “appoggio alla filosofia sarriana”, il portoghese è incappato in una serata horror. Al di là delle palle gol sprecate malamente, il cinque volte Pallone d’Oro è sembrato apatico. Ha cercato, in ogni modo, di “entrare in partita” ma non ci è riuscito. La sua ostinazione nel calciare le punizioni sta diventando, onestamente, irritante. Con gente come Pjanic, Dybala e Bernardeschi in squadra, credo che sarebbe saggio cominciare a lasciare a loro l’incombenza dei calci piazzati nei pressi dell’area di rigore. Altra considerazione: comprendo che il Re non può sedersi in panchina ma, forse, un po’ di riposo gioverebbe a lui (sicuramente) e anche al resto della truppa. Il turnover è sempre complicato ma, alcune volte, un modo gentile per “invitare” qualcuno a restare in tuta… CR7 è un fenomeno e lo resterà sempre. Una partita a guardare gli altri giocare e un paio di punizioni calciate in meno non ne offuscherebbero il mito…
Chiaramente c’è da fare i conti con il suo smisurato ego. Lui, per DNA, vuole giocare sempre. Rappresenta il bambino che è in tutti noi, quello che, anche quando la mamma urlava di rientrare per la cena, continuava a giocare con gli amichetti, rispondendo: “Mamma, un attimo, è l’ultima azione…”. CR7 si sente felice quando è in campo. Non riesce a starsene in disparte, non può restare in disparte. E qui servirà la bacchetta magica di Sarri Potter per non “ferirlo nell’animo”. Qualcuno dovrà pur dirglielo che Higuain e Dybala, in questo momento, possono fare una partita insieme, con Sua Maestà al di fuori del rettangolo verde. Qualcuno dovrà pur dirglielo che, a calciare le punizioni, non è Zico… Quel qualcuno è Sarri…


TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Juventus

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale Juventus
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510