HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » juventus » Il punto
Cerca
Sondaggio TMW
L'Italia di Mancini può vincere l'Europeo?
  Sì: ha dimostrato di essere all'altezza delle migliori
  Sì ma solo con un sorteggio favorevole
  Serve un miracolo, è ancora presto
  No: il girone era facile e il vero valore è sempre lo stesso

Radio Bianconera

L'IMBOSCATA - Juve, possono riaprirsi piste Donnarumma-Romagnoli (con scambio). A Paratici piace molto anche un altro portiere. Demiral diventa un caso. Inter su Mandzukic? Che ridere! Esposito, Marotta e la Figc: si crea un precedente...

Andrea Bosco ha lavorato al “Guerin Sportivo“, alla “Gazzetta dello Sport“, al “Corriere d'Informazione”, ai Periodici Rizzoli, al “Giornale“, alla Rai e al Corriere della Sera.
18.10.2019 00:10 di Andrea Bosco    per tuttojuve.com   articolo letto 1391 volte

Rieccolo, il campionato. La Juve riparte da prima in classifica ospitando il Bologna. Ci sarà Sinisa e sarà una bella cosa, rivederlo in panchina.

Che Juventus? Stanno tutti bene. A parte Chiellini (lento recupero) e Ramsey, non ancora al meglio. La sensazione è che Sarri possa (in vista della gara di Champions ) operare qualche rotazione. Per esempio Buffon in porta. Per esempio uno tra Demiral e Rugani accanto a Bonucci, preservando De Ligt. Per esempio Rabiot e/o Can dal primo minuto in mediana. Per esempio confermando davanti, la terna del Meazza con Berneardeschi, Dybala e Ronaldo.

A gara in corso dovrebbero trovare spazio Higuain, uno tra Matuidi e Khedira, forse Costa per Bernardeschi per uno scampolo di gara.

Stanno tutti bene, anche quelli destinati (Perin, Pjaca e Mandzukic) a lasciare a gennaio la Juventus. Pjaca, probabilmente solo in prestito. 

Fa un po' ridere leggere che  l'Inter vorrebbe Mandzukic (per la serie: a Torino stanno fumando pakistano) .

Mentre Luciano Moggi “boccia“ il possibile ritorno di Pogba a Torino (e le cifre che circolano sostengono i dubbi di Big Luciano)  io fossi gli osservatori di mercato darei un'occhiata alla situazione di Gigio Donnarumma. Che ha ricevuto dal Milan una offerta di rinnovo e prolungamento ma “spalmata“ al ribasso. 

A giugno (piace a Paratici, molto Gollini) la pista Juve, per Donnarumma, potrebbe riaprirsi.  Così come potrebbe formalizzarsi un clamoroso scambio: Romagnoli – Demiral .

Il turco è forte. La Juventus in estate ha rifiutato tutte le offerte ricevute. Ma l'esibizione al limite del virulento da parte di Demiral a Parigi con la sua nazionale, nell'immediato post gara, a me risulta non sia piaciuta ai piani alti della Real Casa.

La politica non dovrebbe mai entrare nello sport. Ma i nazionalisti turchi l'hanno esibita a piedi uniti.

Ora, non fosse in atto una vera carneficina da parte della Turchia, non avessero le sue soldataglie stuprata e poi lapidata una attivista curda per i diritti umani, le cose sarebbero probabilmente più sfumate. Senza ipocrisia: i curdi non sono le sole vittime, attualmente, nel mondo. Basta fare un giro sulla carta geografica: dallo Yemen , all'Afghanistan, dall'Irak ad alcuni stati sudamericani .

Tuttavia, lo dico ora, a scanso di equivoci (con buona pace di Uva e soci): a mio parere la finale di Champions  dovrebbe essere disputata altrove . Non a Istanbul .

Si decida ora di andare a giocare altrove: lo impone la decenza . 

Voglio parlare anche di razzismo: non se ne parla mai abbastanza. Bulgaria, ma non solo. Basta parole. Fatti severi: costi quel costi .

Mentre il Milan chiude l'anno con un rosso in bilancio pari a 156 milioni, impazza la vicenda stadio a Milano. Che alla fine (mio parere) si farà. Perché essendo una speculazione edilizia, prima che una necessità sportiva, converrà a tutti. Anche a quelli che oggi operarono “distinguo“. Così non fosse, il progetto realizzato per conto della Lega (di Salvini, non della nota ameba ) sembra sulla carta interessante:  Meazza che resta in piedi, restauro, capienza di 60.000 persone, terzo anello riconvertito a fruizioni commerciali, persino a campetti di calcio, con vista spettacolare sul terreno di gioco. Niente grattacieli, niente aumento volumetrico di cemento, nessun trasloco da parte di Inter e Milan. Trovassero il modo di metterci anche un poco di verde come nel progetto (scartato ) di Stefano Boeri sarebbe perfetto . Ma visto che alla fine (mio parere) perfino la sopraintendenza sarà sconfitta, almeno garantiscano un impegno certo da parte delle società, per il “fine lavori“.

Almeno ci si assicuri che le società “rispondano in solido“ . Perché oggi le proprietà sono cinesi e statunitensi: domani, magari, saranno di altri. Magari con idee (sullo stadio) diverse da quelle di Zhang e Singer .

Archiviata la maglia verde della nazionale, in tema di magliette spicca il “milione“ venduto dalla Juventus, dall'arrivo di Ronaldo in poi. Decisamente un bel introito. Ronaldo che ha raggiunto  quota 700 gol in carriera. E che adesso ha messo nel mirino il record di Pelè. 

Concludo con un pensiero sul giovane Esposito. Che avrebbe dovuto viaggiare con la Under 17 verso il Brasile, ma che a causa dell'infortunio di Sanchez (immonde sul web le accuse  a Cuadrado) Conte ha convinto a restare a Milano . Grande opportunità per il giovane talento al quale tutti pronosticano una fulgida carriera.

 Ho letto che la diplomazia dell'Inter (leggi Marotta)  presso la Federazione, sarebbe stata decisiva. Si può comprendere la posizione dell'Inter: le sue necessità. A patto che poi la Federazione non faccia figli e figliastri .

 Non vorrei, al prossimo caso (e con differente maglietta), leggere di “patria tradita” .


TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Juventus

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale Juventus
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510