Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / juventus / Il punto
SOTTOBOSCO - Tutti i dubbi su Zaniolo. Il prezzo di De Ligt, il Bayern e i precedenti che fanno pensare.  Il rebus regista. Quattro pepite da sgrezzare. Gli effetti del post Paratici
mercoledì 6 luglio 2022, 00:15Il punto
di Andrea Bosco
per Tuttojuve.com

SOTTOBOSCO - Tutti i dubbi su Zaniolo. Il prezzo di De Ligt, il Bayern e i precedenti che fanno pensare....

In attesa che arrivino i “nostri“ nel senso di Di Maria e Pogba, alla Juve stanno ponzando: Zaniolo o non Zaniolo? Vale 50 milioni cash? A mio parere non li vale. E ancora: ma quegli infortuni patiti dal giocatore non rappresentano un azzardo? Non è sospetto che la Roma se non voglia liberare? Io sarei, sotto questo profilo, più indulgente: la medicina oggi fa miracoli. E se sono tornati  a giocare (quasi) ai massimi livelli Baggio, Del Piero e Paolo Rossi, anche Zaniolo può essere ottimista sul suo futuro. Caratterialmente la Juve deve però ben valutare: non  basta essere bravi. Serve essere “giocatori“. Kean, ad esempio è un ottimo calciatore, ma chi lo conosce esprime riserve sul suo modo di concepire il lavoro. Del resto questa è l'accusa che neppure larvatamente veniva fatta anche a Dybala: di non allenarsi come un professionista dovrebbe fare. Male lingue? Mala lingua di Nedved?  Non saprei. Gli “eccessi“ di Zaniolo sono noti, ma si possono correggere. Io avrei qualche perplessità sul ruolo: a destra la Juve ha Di Maria, il “nostro“ in arrivo. Ha Cuadrado. Ha Chiesa che con l'arrivo dell'argentino sarà dirottato a sinistra. Se Allegri fosse uno paziente  con i giovani  (e non è così) a me piacerebbe  facesse a Zaniolo questo tipo di discorso: “Per le tue caratteristiche fisiche e tecniche  sulla fascia sei sprecato. O ti reinvento falso nueve, oppure (e personalmente sposerei questa soluzione) ti applichi a diventare il Milinkovic Savic italiano. Hai tutto per diventarlo. Ma devi volerlo. Da mezz'ala vedrai il campo più largo e avrai più spazio per inserirti“ . Ovviamente siamo nel futuribile.

La tela della Juve pone anche la vicenda De Ligt: se ne vuole liberare la Juve per finanziarsi, oppure è De Ligt che non si fida più della Juventus? Non saprei e non sono in grado di azzardare ipotesi. Certo che se quelli del Bayern  (ultima società in lizza per l'olandese) sono degli “amici“ direi che vale il proverbio che recita: “Dagli amici mi guardi Iddio che dai nemici mi guardo io“. Io lo rammento l'ultimo affare con Rummenigge and company:  Coman per Costa (vade retro campettaro) e Benatia (valido ma pur sempre un difensore). Direi che se De Ligt proprio deve  essere ceduto che non si transiga sui 100 milioni da incassare. Se esce l'orange, alla Juve ne servono due:  uno di qualità (Koulibaly o Bremer: meglio il secondo perché Bonucci non ha mai fatto della velocità la sua arma migliore e Chiellini a proteggerlo non c'è più) e un giovane di prospettiva. Gatti sembra ottimo ma è un esordiente in serie A .

Per il resto si naviga a vista: Cambiaso arriverà ma non si sa se resterà. E l'idea di avere ancora Alex Sandro titolare un poco inquieta. A centrocampo manca un regista. E quindi o Allegri si inventa playmaker Fagioli o Miretti, oppure ne servirà uno da affiancare a Pogba e Locatelli. Franco Leonetti che conosce più di quanto non conosca io le cose Juve, sostiene che Allegri potrebbe decidere di giocare anche senza un regista. Possibile, ma ci credo poco: le squadre che non hanno un regista sono destinate a fare poca strada. In ogni caso spero che non venga in mente alla dirigenza della Juve di perdere il controllo (nel caso) dei Fagioli, Miretti, Rovella, Ranocchia (questo ultimo, soprattutto): hanno quattro pepite da sgrezzare. Si diano una mossa per farle diventare gioielli. Ma soprattutto Madama si muova per liberarsi dei pesi “morti“: i Ramsey, gli Arthur, lo sfortunatissimo Pjaca che il Torino (come Mandragora) non ha più voluto. Cairo sotto questo profilo è stato diabolico. Mandragora è finito alla Fiorentina per 8, 3 milioni con bonus ulteriore di un milione. Ma Cairo aveva pattuito un riscatto a 14 milioni. Evidentemente non si trattava di “obbligo“. Il post Paratici sta “costicchiando“: Ramsey dovrà essere “pagato“ per vedergli svuotare l'armadietto. Arthur è un “pondus“ da quasi 40 milioni a bilancio. Su Rabiot non filtrano notizie. Io avrei stappato champagne se avesse avuto gambe la notizia di uno scambio alla pari con Keita del Liverpool. Ma era  una bufala. Paredes pare non interessi. Jorginho è alla prese con problemi personali e comunque in netto declino. I registi latitano. Berardi? Asensio? Arnautovic? Perché poi alla fine c'è sempre il problema della seconda punta. Forse Morata se Kean dovesse uscire e la  Juve dovesse trovare l'accordo con l'Atletico.

Fiumi di parole. E' estate e nel calcio mercato va di moda essere logorroici e ripetitivi. Mi sono, per una volta,  adeguato. I “nostri“ sono ancora lontani. Ma i Cheyenne  (per ora) non hanno fatto  danni. I “danni“, a mio parere, li stanno facendo dentro al “forte“:  dichiarazioni in libertà non appropriate. A Milano ho imparato un proverbio “ofelee fa el to mestè: prestinaio fai il tuo mestiere“. Dovrebbe valere anche per i venditori di automobili che si improvvisano “agenti”. E  per  gli amministratori delegati. Per questi ultimi, soprattutto.