HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » juventus » A tu per tu
Cerca
Sondaggio TMW
Roma, Totti lascia dopo 30 anni. Quale futuro ora per il Pupone?
  Reintegro nella Roma il prima possibile, non può esserci altra soluzione
  Direttore tecnico in un altro top club, che non sia la Lazio
  Carriera in federazione, sull'esempio di Riva e altri simboli azzurri
  Dirigente di alto profilo in Nazionale, la sua esperienza può far comodo a Mancini
  Un nuovo incarico all'estero, magari alla UEFA o alla FIFA

...con Canovi

“Il mio ricordo di Favini. Non amava gli agenti, a educare i giovani ci pensava lui... Mercato, le milanesi protagoniste. Da Chiesa a Barella, i colpi dell’estate. E Pastore...”
26.04.2019 00:00 di Alessio Alaimo    articolo letto 6147 volte
...con Canovi
© foto di Federico De Luca
“Ricordo Favini già da quando lavorava con Sandro Vitali al Como e tirarono fuori tantissimi calciatori che arrivarono in Serie A”. Così a TuttoMercatoWeb l’avvocato Dario Canovi ricorda Mino Favini.

Un ricordo particolare?
“La sua qualità non era scoprire i talenti, ma educarli. Una volta a Bergamo mi disse che un calciatore sarebbe potuto diventare tale anche dal modo di camminare. Era una persona di grande rispetto, amato da tutti. L’ultima volta c’eravamo sentiti un paio danni fa. Avevo rilasciato un’intervista dicendo che i più grandi scopritori di talenti a cui il calcio deve tanto erano lui e Bruno Conti. Non amava tanto i procuratori, perché andavano a rompere le scatole a quattordici-quindici anni. Nel suo caso aveva ragione perché ci pensava lui ad educare i talenti”.

Estate, tempo di mercato. Cosa si aspetta?
“Mi auguro che le milanesi riescano a ridurre la distanza dalla Juventus. Ho l’impressione che a Napoli De Laurentiis sia già contento così è che non non voglia investire più di tanto per colmare il gap. Penso invece che le milanesi abbiano mezzi e voglia”.

Il colpo dell’estate?
“Ci sono tanti giovani italiani che potrebbero fare notizia. Chiesa, Barella, Zaniolo...”.

La Roma lascerà andare Zaniolo?
“Dipende molto da ciò che accadrà con la vicenda stadio. Pallotta non è un tifoso, ma un investitore. Per mantenere un club c’è bisogno di entrare. E al di là di Zaniolo e Manolas non mi sembra che ci siano altri calciatori tali da far monetizzare la Roma in modo importante”.

Potrebbe partire Pastore...
“Sarebbe una minusvalenza micidiale. Magari potrebbe andare in prestito. Ammortare una perdita del genere sarebbe difficile. Penso che la Roma voglia cercare di recuperarlo”.

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Juventus

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale Juventus
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510