HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » juventus » Serie A
Cerca
Sondaggio TMW
Roma, Totti lascia dopo 30 anni. Quale futuro ora per il Pupone?
  Reintegro nella Roma il prima possibile, non può esserci altra soluzione
  Direttore tecnico in un altro top club, che non sia la Lazio
  Carriera in federazione, sull'esempio di Riva e altri simboli azzurri
  Dirigente di alto profilo in Nazionale, la sua esperienza può far comodo a Mancini
  Un nuovo incarico all'estero, magari alla UEFA o alla FIFA

Radio Bianconera

Arsenal prima finalista di EL: matador Aubameyang, a Valencia finisce 2-4

09.05.2019 22:53 di Giacomo Iacobellis    articolo letto 11795 volte
Arsenal prima finalista di EL: matador Aubameyang, a Valencia finisce 2-4
Dominio inglese in Champions, dominio inglese - parziale in attesa del verdetto di Chelsea-Eintracht - anche in Europa League. Perché l'Arsenal è la prima qualificata alla finale di Baku, trascinata da una tripletta di uno straripante Aubameyang e da una rete del suo gemello del gol Lacazette. Troppo superiore la qualità offensiva della squadra di Emery rispetto al Valencia, che aveva comunque provato a regalarsi una notte magica grazie all'1-0 firmato a freddo da Gameiro. Una mera illusione, purtroppo per i pipistrelli, che nel doppio confronto devono arrendersi nettamente (7-3) a un Arsenal molto più cinico e completo.

GAMEIRO CHIAMA... - Il Valencia parte fortissimo, schiacciando immediatamente il piede sull'acceleratore con la spinta del suo pubblico. Il primo brivido non tarda così ad arrivare: è il 9', infatti, quando Guedes scocca un tiro potente ma impreciso dopo un'azione devastante di Gayà sulla fascia sinistra. Maitland-Niles su quella corsia si dimostra in netta difficoltà, Marcelino legge bene la situazione e proprio dalle sue parti i suoi ragazzi sviluppano la manovra che porta all'1-0. Minuto 11, il solito Guedes lavora un buon pallone in cooperazione con Rodrigo, che in stile calcio a cinque serve Gameiro tutto solo sul secondo palo per la spaccata dell'1-0. Arsenal completamente tramortito e difesa rimandata in toto: Monreal in ritardo su Gameiro, Koscielny incapace di fermare Guedes, Sokratis mal posizionato.

...AUBAMEYANG RISPONDE - Monologo spagnolo? Tutt'altro, perché nonostante la rete subita i Gunners non si scoraggiano e capitalizzano al meglio il primo episodio a loro favore. Errore difensivo di Gabriel, che non riesce ad allontanare di testa un pallone piuttosto innocuo e dà vita a un insidioso campanile a 30 metri dalla porta. Ci si avventa come un falco Aubameyang, che non ci pensa due volte e infila Neto con un delizioso esterno al volo da fuori area al 17': 1-1 e strada a dir poco in salita per Piccini e compagni.

BEEP BEEP AUBA - È un gol, quello realizzato da Aubameyang, che consente all'Arsenal di rimettersi in campo con ordine, oltre a dare una bella mazzata psicologica alla truppa di Marcelino. Il bomber gabonese è ispiratissimo e tra il 25' e il 32', prima di testa e poi di piede, proprio con lui l'Arsenal riesce a portarsi di nuovo pericolosamente dalle parti di Neto. La reazione del Valencia arriva grazie a capitan Parejo, che al 35' esplode un siluro su punizione che soffia a pochi centimetri dal palo difeso da Cech. È una partita emozionante e non c'è alcun tempo per fermarsi a riflettere. Capovolgimento di fronte, passano pochi minuti e Lacazette, innescato ancora da Aubameyang, al 39' scheggia il palo con un destro di prima intenzione che finisce fuori di poco. L'occasione più nitida del primo tempo, dopo il botta e risposta iniziale.

LACAZETTE NON STA A GUARDARE - Prima Aubamayeng e poi Lacazette. Trascorsi appena cinque minuti dall'inizio dell'intervallo, l'Arsenal fa un altro enorme passo, forse quello decisivo, verso la finale di Baku. Parejo sbaglia a centrocampo, con Aubameyang fermato da Gayà, il 14 però resiste e serve Torreira. Appoggio in area per il bomber francese, che si libera di Piccini e con un destro violento fredda Neto.

GAMEIRO-AUBAMEYANG, PARTE II - Al Valencia ora servono ben quattro reti per rimontare, uno svantaggio pesante che non scompone però la squadra spagnola. Si riparte a centrocampo. Grande palla di Parejo per Wass e solita cooperazione Rodrigo-Gameiro per il gol del 2-2 firmato ancora dal francese (doppietta) - anche con un pizzico di fortuna - al 58'. Come accaduto nel primo tempo, però, sembra proprio che veder esultare Gameiro non piaccia per niente ad Aubameyang. Che non esita a emularlo. Strepitoso spunto sulla destra di Maitland-Niles e cross rasoterra sul quale si avventa come un falco il solito ex Milan per il 3-2 che riporta avanti i Gunners al 69'. Gameiro chiama e Aubameyang risponde, quindi, ancora una volta. Con le speranze di rimonta dei pipistrelli che si affievoliscono debolmente fino al triplice fischio finale. C'è ancora tempo però per la tripletta di Aubameyang, che si porta a casa il pallone con una gran botta da distanza ravvicinata su assist di Mkhitaryan all'89' e anche per una spiacevole rissa a partita ormai conclusa.

ARSENAL IN FINALE - Mr Europa League Unai Emery conquista la finale di Baku (la sua quarta in questa competizione) con due vittorie pienamente meritate. Merito della maggior solidità della sua squadra, di una rosa superiore tanto a livello di undici titolare che di seconde scelte, ma soprattutto di un terminale offensivo (Aubameyang-Lacazette) capace di fare la differenza. L'Arsenal torna così a giocarsi la vittoria di un titolo europeo tredici anni dopo l'ultima volta, quando fu sconfitto in Champions dal Barcellona.

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Juventus

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale Juventus
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510