HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Roma e Juventus ce la faranno a qualificarsi ai quarti di finale?
  Si, entrambe
  Solo la Roma
  Solo la Juventus
  No, nessuna delle due

La Giovane Italia
L'Angolo di Calcio2000

L’angolo di Calcio2000 - La Roma può vincere la Champions… Morata-Juve, solo se… Due addii al Milan!

11.04.2018 06:00 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    articolo letto 18012 volte

Vorrei le scuse di tutti coloro che hanno incensato il calcio spagnolo e infangato il cuore italiano. La Roma è in semifinale di Champions League, con pieno merito. I marziani (o presunti tali) del Barcellona, guidato dal più marziano di tutti (Messi), hanno scherzato col fuoco e si sono risvegliati arsi vivi nel braciere dell’Olimpico… Di Francesco ha compiuto il miracolo, ossia ha ricordato ai suoi giocatori che non esiste, nel calcio, sfida impossibile. In Spagna tutti, alla vigilia del match, disquisivano sulla possibile finale spagnola tra Real Madrid e Barcellona, chiedendosi chi, tra CR7 e Messi, l’avrebbe spuntata…. Bene, i blancos, magari, ci saranno a Kiev, il prossimo 28 maggio, giorno della finalissima 2018, ma il Barça, quella partita, se la guarderà in TV. E la Roma? Con questo spirito, i giallorossi del totem Dzeko e del Capitano Vero De Rossi possono anche vincerla questa Champions League. Cos’hanno le altre squadre ancora in corsa più di questa Roma? Sulla carta potranno anche avere più qualità ma il cuore giallorosso non ha confini… Nelle ultime nove finali di Champions League disputate, solo in tre occasioni non sono stati presenti club della Liga e, in due circostanze, la finalissima se la sono giocata tra loro (Real Madrid-Atletico Madrid, sia nel 2014 che nel 2016). La Spagna ha già vinto 17 Champions League, cinque in più di Italia e Inghilterra (seconde nella speciale classifica). 17 titoli per gli spagnoli, 21 per il resto d’Europa (tolte quelle vinte da Italia e Inghilterra). Bene, la Roma ha ricordato a tutti che la Spagna, calcisticamente parlando, non è imbattibile. Mai scherzare con il cuore delle squadre italiane… Geniale il titolo di Marca (media spagnola decisamente filo Real): “Fracaso de Champions” con la foto di un Messi disorientato e perso nel vuoto…
Importante anche che, a seguire, live, l’impresa giallorossa, fosse presente il patron Pallotta. Avrà compreso, ancora più a fondo, che la Roma è molto di più di una “semplice squadra di calcio”. E’ una fede, è un mantra… L’urlo finale, liberatorio e bellissimo, di Alisson è la miglior fotografia di una serata che è già nella storia del club giallorosso e del calcio italiano… Pallotta, abituato allo sport in stile americano, si sarà sentito, finalmente, romano fino al midollo…
La Roma non conquistava una semifinale di Champions League dal 1983/84. Ora è lecito sognare in grande… Grazie Roma! Sarebbe fantastico se anche la Juventus riuscisse nel miracolo… Ammettiamolo, gli spagnoli hanno un po’ stancato… Recentemente sembrava che ogni competizione internazionale fosse affare loro. Bene, forse siamo davanti ad una svolta campale. Sicuramente, in questo momento, a Barcellona sono in tanti che odiano, profondamente, Roma e l’Italia…
C’è uno spagnolo che, tuttavia, non vede l’ora di tornare in Italia. L’esperienza in Premier League non l’ha convinto ed ecco che Morata, legatissimo al Bel Paese, sembra davvero determinato a tornare alla Juventus, il club che, di fatto, l’ha reso un “pezzo da novanta”. Il Chelsea, la scorsa estate, ha investito tantissimi soldi (circa 64 milioni di euro) per prenderlo dal Real Madrid. Svenderlo? Non se ne parla… Uno scambio quasi alla pari? Beh, la Juventus ha un certo Alex Sandro, un esterno che i Blues puntano da diverso tempo… Ecco, la chiave potrebbe essere proprio il brasiliano. Morata, nell’attacco bianconero, prenderebbe il posto di Mandzukic, non certo di restare anche per la prossima stagione. Dovesse tornare Morata, Mario farebbe le valigie sicuramente…
Parliamo anche del Milan… Si intensificano le voci di corridoio che vorrebbero il fondo Elliott pronto a vendere il Diavolo al miglior offerente. Yonghong Li continua, stoicamente, a non ammainare la bandiera, ma le scadenze sono sempre più “pesanti e stringenti” e, all’orizzonte, c’è l’incontro con l’Uefa che non promette nulla di buono… Comunque andrà, la sensazione è che, in estate, due “big” lasceranno i rossoneri. Donnarumma pare in pole position, l’altro posto se lo giocano Bonaventura e Suso… Da capire a cosa serviranno i soldi delle due “cessioni eccellenti”…
Chiudo con Romeo Anconetani… Sul prossimo numero di Calcio2000 uno speciale dedicato a Il Presidentissimo… Uno che dichiarava, negli anni d’oro del calcio nostrano, quelli dei Rozzi e dei Sibilia: “In Italia comanda Agnelli ma, a Pisa, comando io”… Mito! Ecco, forse per far deragliare la Spagna, ci vorrebbe uno come Romeo…


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Europa

Primo piano

Izzo-Iago regalano la vittoria al Toro: 2-0 all'Atalanta, bagarre per l'Europa Si è da poco conclusa la sfida fra Atalanta e Torino. Dopo 90 minuti di battaglia, il Torino si è imposto 2-0 grazie alle reti di Izzo e Iago Falque LA DEA SPRECA, IL TORO SEGNA - Nel primo tempo è l'Atalanta a fare la partita, ma gli uomini di Gasperini sbagliano troppe palle...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510