Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaBresciaCagliariFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpalTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoCasertanaCataniaCatanzaroCesenaChievoFidelis AndriaGiana ErminioJuve StabiaLatinaLivornoNocerinaPalermoPerugiaPescaraPisaPordenonePotenzaRegginaSalernitanaSienaTernanaTrapaniTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

Nessuno al posto di Allegri! Sarà un Real Zizou! Il teatrino di Icardi ha un solo finale…

Nessuno al posto di Allegri! Sarà un Real Zizou! Il teatrino di Icardi ha un solo finale…TUTTOmercatoWEB.com
mercoledì 13 marzo 2019 06:00L'Angolo di Calcio2000
di Fabrizio Ponciroli

Le “palle” le ha mostrate la Juventus. Simeone è sembrato “piccolo e impaurito” mentre Allegri si è dimostrato un gigante! La Juventus, data per morta da tanti, è risorta nella serata più difficile. Ci ha pensato Cristiano Ronaldo, IL MOSTRO. Ha regalato al popolo bianconero una di quelle notti… La serata perfetta, quella che ogni tifoso sogna. L’Atletico Madrid va a casa. Al Wanda Metropolitano, sede della finale di Champions League, non ci sarà… La Juventus, invece, è ancora in corsa e, ora, fa ancora più paura!!! Perché, con CR7 in campo, tutto è possibile. Applausi AL MOSTRO ma onore ad Allegri. L’ho sempre difeso, l’avrei fatto anche in caso di eliminazione. Nessuno deve arrivare al posto di Allegri. La panchina bianconera la merita solo Max, nessun altro… Chi lo critica dovrebbe, citando Bonucci, sciacquarsi la bocca… Ha azzeccato ogni mossa, ha motivato al meglio la squadra. Ha gestito il match con serafica calma, mettendo in campo anche un giovanissimo come Kean… Certo, Allegri ha l’amuleto CR7 ma, soprattutto, ha una rosa che lo segue… Grande Juventus, immenso Allegri, fantascientifico CR7. E non dimenticho gli Spinazzola (alla sua prima in Champions, che bell’esterno), i Matuidi (polmoni d’acciaio), i Bernardeschi (imprendibile) e pure i Dybala. La Joya è entrata in campo con l’atteggiamento giusto e ha portato il suo mattoncino… Bravo! E pensare che, il prossimo anno, ci poteva essere Zidane sulla panchina della Juventus ma il Real se l’è ripreso (meno male, aggiungo io)… Non credo molto alle “motivazioni di cuore” ma c’è ben altro nella decisione di Zizou di tornare su quella scomoda panchina che, solo 10 mesi fa, aveva lasciato senza pensarci due volte… Ha fatto bene i conti il francese che, da giovane, girava con lo stuzzicadenti in bocca. Il Real Madrid è affondato senza di lui. Sono stati Lopetegui e Solari a mandare a gambe all’aria i galacticos. Lui non ha colpe e, ora, può tornare da salvatore della patria. Florentino Perez gli comprerà chi vorrà e terrà chi vorrà, senza proferire parola. Pieni poteri a Zidane. Bravo ed intelligente a scegliere il momento giusto per tornare. Una mossa alla Zizou…
Calcio giocato e calcio da salotto. Icardi continua a tenersi ben lontano dal campo verde. Il ginocchio duole, la voglia di scusarsi non c’è e neppure quella di parlare… “Quando lo farà, si capiranno tante cose”, ha dichiarato la moglie… Ecco, c’è da capire “quando”… Onestamente il teatrino Icardi ha stancato a tal punto che anche chi non è di fede nerazzurro ne ha le scatole piene. L’unico dato di fatto è che l’Inter si sta giocando la stagione senza il suo miglior giocatore. Le colpe sono di tutte, ovviamente in percentuali diverse tra loro. La coppia Maurito/Wanda è dalla parte dei cattivi ma anche Spalletti e Marotta devono darsi una mossa perché i giorni passano e le frasi sono sempre le stesse… “Stiamo lavorando per risolvere la situazione”, è lo slogan che va più di moda… “Parole, parole”, cantava Mina nel lontano 1972. L’Inter è un continuo chiacchiericcio con nessuno che riesce a risolvere una situazione che ha del grottesco… Credo che ci sia un solo epilogo possibile: Icardi non indosserà più la casacca nerazzurra e, a giugno, lascerà l’Inter per accasarsi altrove (Juventus e Napoli ci proveranno, attenzione anche al Real Madrid)… Giocatore svalutato? Non è così vero… La società nerazzurra, nel 2013, ha sborsato circa 13 milioni di euro, per il bomber argentino. Dovesse anche arrivare a svenderlo, a, magari, 60/70 milioni di euro, sarebbe comunque una plusvalenza importante. Da qui la decisione dell’Inter di “gestire” il caso senza fretta e senza troppi “favori” a Icardi… Chiaramente, ad una cifra “limitata”, il numero dei club che busseranno alla porta di Marotta aumenteranno in maniera esponenziale.

Primo piano
TMW Radio Sport
TMW News TMW News: Napoli, ecco la mentalità vincente. Chiesa e un presente difficile
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246
Aut. Lega Calcio Serie A e Serie B num. 53

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000