HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
L'Italia di Mancini può vincere l'Europeo?
  Sì: ha dimostrato di essere all'altezza delle migliori
  Sì ma solo con un sorteggio favorevole
  Serve un miracolo, è ancora presto
  No: il girone era facile e il vero valore è sempre lo stesso

La Giovane Italia
L'Angolo di Calcio2000

Pallone d’Oro a Salah… Ibra, ti aspettiamo! Roma, non solo sfiga…

23.10.2019 06:00 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    articolo letto 14294 volte

France Football ha svelato i 30 finalisti per la corsa al Pallone d’Oro, edizione 2019. Tre gli “italiani” in corsa, ossia CR7, de Ligt e Koulibaly. Presenti i “classici” Messi e Van Dijk ma, personalmente, spero che sia la volta buona per vedere alzare il prestigioso trofeo a Salah. Dal 2008, il Pallone d’Oro se lo sono spartiti Messi e Cristiano Ronaldo, ad eccezione della “sorpresa” Modric della passata stagione. Personalmente credo che il regno dei due mostri sia destinato agli archivi. Spazio a volti nuovi e, onestamente, Salah ha disputato una stagione da urlo e meriterebbe, ampiamente, di portarsi a casa il premio. Immagino in Egitto… Un Paese che, a livello di talento, non ha mai regalato nomi eclatanti. Pensate ai festeggiamenti se l’ex, tra le altre, di Fiorentina e Roma dovesse battere la folta concorrenza e diventare il nuovo Pallone d’Oro… Come ripeto ogni anno, non impazzisco per il Pallone d’Oro. Premio importante ma, come ha detto CR7, non è l’unica cosa che conta… Se penso che l’hanno vinto gente come Belanov (chi se lo ricorda?) e Sammer, una sorta di Furino moderno (anzi, a mio avviso, meglio il bianconero), direi che non va esaltato più di tanto. Si sa, i francesi hanno gusti particolari…
Ho gusti particolari anch’io e concordo con chi prega affinché Ibrahimovic torni a calcare i campi di Serie A. Il prossimo che mi ricorda che ha 38 anni, giuro, lo insulto… Nel calcio d’oggi, ciò che conta maggiormente, è la testa. Zlatan ha voglia, è determinato a superare i suoi limiti, sia fisici che tecnici. Nel contesto giusto, Ibra sarebbe ancora magico. Ma dove dovrebbe giocare? Personalmente ritengo che dovrebbe scegliere un club dove sia certo di giocare. Al Napoli farebbe fatica (tanta concorrenza), al Bologna sarebbe RE ASSOLUTO!!!! Dai, pensate che sogno sarebbe… Ibra a Bologna, come Roby Baggio tanti anni fa… Il calcio, a volte, regala favole a lieto fine. Ibra pensaci… In fin dei conti, a livello economico non mi pare che lo svedese sia sul lastrico, no? Quindi potrebbe anche accettare un’offerta “al ribasso” dai felsinei…
Chiudiamo con la Roma. Ormai i calciatori giallorossi hanno paura anche a scendere le scale di casa… Il rischio infortunio è altissimo. Capita di tutto a Trigoria. Sicuramente la componente sfiga incide tantissimo ma non può essere solo questo… I campi? Potrebbe essere… La preparazione di Fonseca? Improbabile… E allora cosa? Il calcio moderno. Si giocano tantissime partite, in pochissimo tempo e la pressione è sempre più forte. Non puoi mai gestirti, devi sempre andare a 200 km/h… Provate a “tirare” la vostra auto sempre al massimo… Alla fine, al motore, qualcosa capiterà! Forse serve un intervento drastico. Lo ribadisco: basta con le pause per gli impegni della Nazionale. Puntiamo sul ranking e su un mini torneo dedicato interamente alle gare di qualificazione. Sarebbe un primo passo e aiuterebbe, molto, i giocatori a respirare un po’ di più… Per farli andare sempre a 200 km/h, a volte serve anche un po’ di sano riposo sul divano…
Scappo, vado a vedere Joao Mario all’Allianz Stadium…


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie L'Angolo di Calcio2000

Primo piano

UFFICIALE: José Mourinho è il nuovo tecnico del Tottenham Tramite un comunicato ufficiale il Tottenham ha appena ufficializzato che a sedere sulla panchina degli Spurs, dopo l'esonero del tecnico Mauricio Pochettino avvenuto nella giornata di ieri, sarà l'allenatore portoghese Josè Mourinho. Dopo le esperienze al Chelsea e al Manchester...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510