HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2019/2020?
  Liverpool
  Paris Saint-Germain
  Real Madrid
  Bayern Monaco
  Tottenham
  Manchester City
  Juventus
  Atletico Madrid
  Napoli
  Borussia Dortmund
  Barcellona
  Inter
  Chelsea
  Ajax

La Giovane Italia
L'Angolo di Calcio2000

Pirlo, Totti, Nedved: nostalgia canaglia. Milan? Futuro nero… Conte come Tyson!

29.05.2019 06:00 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    articolo letto 20020 volte
Pirlo, Totti, Nedved: nostalgia canaglia. Milan? Futuro nero… Conte come Tyson!

Lunga vita alla Partita del Cuore. C’ero all’Allianz Stadium per gustarmi, live, un mix di artisti, calciatori, attori e piloti di F1, tutti uniti dalla solidarietà. Nel pre match, incrocio Raoul Bova, attaccante della Nazionale Italiana Cantanti: “Peccato che CR7 si limiti a dare il calcio d’inizio, sarebbe stato bello essere sullo stesso campo con lui, non capita tutti i giorni”. Il portoghese, invece, non si è limitato al semplice calcio d’inizio (per la gioia del pubblico e, sicuramente, di Bova). Si è messo maglia e calzoncini della squadra Campioni della Ricerca e, come un bimbo felice, si è divertito, facendo impazzire tutti a suon di colpi di tacco e giocate clamorose. Ha cercato di far segnare chiunque dei suoi compagni (Vettel in particolare) ma, compreso che non la missione era destinata a fallire (complice la presenza, tra i pali della Nazionale Italiana Cantanti di un certo Buffon), ha deciso di mettersi in proprio: azione personale da stella assoluta e palla nell’angolino. Buffon battuto e urlo in stile CR7 insieme al pubblico dell’Allianz Stadium. Bello, bellissimo ma, personalmente, ho sofferto per tutta la partita. Perché? Colpa della “nostalgia canaglia”. Vedere in azione Pirlo, Totti, Nedved e Zanetti è stato un duro colpo al cuore. La classe del Maestro (in gol su rigore), l’ineluttabile Nedved, capace di un allungo poderoso all’84’, il talento di Totti (che quasi spezza i polsi all’amico Buffon con una bordata da fantascienza) e l’infinito Zanetti, ovunque in mezzo al campo. Campioni veri, gente che ci ha fatto divertire per anni e che, ancora oggi, sa emozionare, sebbene il ritmo sia diverso (tranne per Pavel che sembra Robocop)… Ci mancate, mi mancate…
Concluso il momento geriatrico, spazio all’attualità. Sorpreso da quando sta accadendo al Milan. Capisco che il fondo Elliott abbia la necessità di rendere appetibile, economicamente, il Diavolo ma, onestamente, si sta esagerando. La rivoluzione in atto mi sembra più un’epurazione. Tutti via, spazio solo a chi è in linea con il pensiero di Gazidis. Leonardo e Gattuso, uomini di calcio e, soprattutto, uomini Milan, sacrificati. Gazidis ha deciso di fare di testa propria. Spazio ai giovani, investimenti su prospetti. Non c’è spazio per i “giocatori esperti” invocati da Ringhio (e Leonardo). Divergenze incolmabili tra le posizioni in gioco e, quindi, Milan stravolto. Onestamente non credo sia la soluzione migliore. Gattuso avrebbe potuto dare ancora molto. Invece, spazio a qualcun altro (Giampaolo?) e ad un progetto “diverso”. Prevedo un futuro nero, non rossonero…
E poi, tutti in attesa dell’arrivo di Conte sulla panchina nerazzurra. Sembra certo al 100%. Probabilmente lo è ma ci andrei comunque piano. Nel calcio non si sa mai… Comunque, pensare all’Inter con Conte alla guida tecnica mi intriga molto. L’ex tecnico, tra le altre, di Juventus e Chelsea, è come Mike Tyson. Sale sul ring e non guarda in faccia a nessuno. Si fa a modo suo. Con Conte, o vai d’accordo o vai d’accordo. Non ci sono alternative. Se decidi di andare allo scontro con Conte, il KO è sicuro, certo, inevitabile. In passato, l’Inter ha vinto con generali come Bersellini, Trapattoni e Mourinho. Conte è della stessa pasta… Scelta giusta!


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie L'Angolo di Calcio2000

Primo piano

Il punto sulla A femminile: bene Milan e Fiorentina. Juve a fatica, pari Inter Grande equilibrio nella prima giornata di campionato con una sola vittoria netta, e ben tre pareggi. Partono con il piede giusto le due principali contendenti al trono della Juventus, ovvero Milan e Fiorentina: le rossonere di Ganz espugnano il campo della Roma – regina del mercato...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510