Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaBresciaCagliariFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpalTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoCasertanaCataniaCatanzaroCesenaChievoFidelis AndriaGiana ErminioJuve StabiaLatinaLivornoNocerinaPalermoPerugiaPescaraPisaPordenonePotenzaRegginaSalernitanaSienaTernanaTrapaniTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

Tutti litigano, la Lazio gode… CR7-Real Madrid? Non scherziamo…

Tutti litigano, la Lazio gode… CR7-Real Madrid? Non scherziamo…TUTTOmercatoWEB.com
mercoledì 04 marzo 2020 06:00L'Angolo di Calcio2000
di Fabrizio Ponciroli

Caos totale. Porte aperte, chiuse, socchiuse, rinvii, recuperi e tanto altro… Non ci siamo fatti mancare nulla. Il Coronavirus non ci dà pace, il nervosismo cresce e gli errori di chi ha cariche rilevanti nel mondo del calcio aumentano in maniera esponenziale. Sfiga ha voluto che accadesse tutto nei giorni di Juventus-Inter. Dopo anni di dominio bianconero, una sfida finalmente ricca di significato, con in palio lo Scudetto. La mancanza di certezza sul da farsi, ha dato il via ad una serie di attacchi reciproci piuttosto pesanti e, in certi casi, fuori luogo. La sensazione è che proseguiranno ancora a lungo, anche dopo la disputa del big match. Un litigio a discapito dell’intera Serie A. Un biglietto da visita che non ci fa fare una gran bella figura in giro per il mondo (e, come sapete, per gli italiani non è già un bel periodo). In questo Far West c’è un fattore che nessuno pare aver preso in considerazione, ossia il fattore Lazio. Juventus e Inter bisticciano su come e quando giocare proprio mentre la Lazio conferma di avere tutte le carte in regola per sorprendere tutti e portarsi a casa lo Scudetto. I ragazzi di Simone Inzaghi giocano un calcio speciale. Ogni elemento della rosa, da Milinkovic a Cataldi, si sente parte integrante di un grande progetto, di una vera famiglia. Non c’è rivalità con il compagno, non c’è il desiderio di sopraffarlo per soffiargli il posto in campo. Ognuno sa che è importante, ognuno sa cosa deve fare. Raramente si è vista una squadra così coesa. La Juventus avrà più campioni, l’Inter più determinazione ma, signore e signori, i biancocelesti giocano con il cuore e la testa, usandoli simultaneamente…
Recentemente, parlando con Rino Marchesi (quasi 83 anni, in grandissima forma), ci siamo soffermati sulla Juventus: “Ha in mente la Champions League”. Concordo con il venerabile decano degli allenatori (il primo tecnico di Maradona a Napoli, per chi non lo ricordasse). La Juventus sembra decisa a fare All-in sulla Champions League. La prima mano gli è andata malissimo. A Lione è scivolata, nonostante avesse diversi assi da mettere sul piatto. Al ritorno, all’Allianz Stadium (sperando nella presenza del pubblico), Sarri si giocherà il suo futuro in bianconero. Nessuno mi leverà mai dalla testa che, nella malaugurante ipotesi che il Lione facesse l’impresa, Sarri, a fine stagione, sarebbe invitato a fare le valigie. Dovesse superare i francesi, tornerà sotto esame al prossimo turno. Esagerato? No, no, normalissimo… La Juventus è stata affidata a Sarri per essere grande protagonista in Champions League. Vincerla è durissima per tutti ma le semifinali, secondo me, sono l’obiettivo minimo per non pensare ad un fallimento e, di conseguenza, ad un repentino cambio a livello tecnico…
Chiudo con una risposta ai miei amici spagnoli che mi hanno contattato, chiedendomi di CR7. “Ma è vero che a Torino non si diverte più? E’ vero che ha litigato con Sarri? E’ vero…”. Mi hanno tartassato di quesiti… Bene, condivido la risposta con tutti voi. Non so come si senta CR7 perché, come il 99,999% della popolazione, non ho accesso alla sua vita privata ma so che, uno come lui, non è da “minestra riscaldata”. Ha lasciato Madrid perché il ciclo con i blancos era giunto al termine. Aprirne un altro non avrebbe senso… Ora lo rimpiangono ma l’hanno pure fischiato (io c’ero, l’ho appurato di persona). No, state sereni, a Madrid non ci tornerà, se non per farsi immortalare a qualche Clasico e ricordare alla gente quanto era bella la vita con lui stella del Real… E poi ha una missione da completare con la Juventus… Forse, la missione più complicata della sua luminosa carriera! Portare una squadra ancora indecifrabile ad alzare quella coppa dalle grandi orecchie che tutti sognano… Una “beata distrazione” che farebbe gioco sempre a quella squadra di cui si parla poco ma che pare pronta a rubare la scena a tutti…

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246
Aut. Lega Calcio Serie A e Serie B num. 53

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000