HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
"Messi venga in Italia". CR7 lancia la sfida, credete sia possibile?
  E' solo una provocazione, Messi chiuderà al Barcellona
  In caso di addio, andrà da Guardiola
  Perché non 'con' CR7? La Juve dovrebbe pensarci
  Superato il FFP, può essere il regalo di Elliott al Milan
  Suning può provarci: Messi all'Inter contro CR7 alla Juve
  Messi come Diego. Perché non chiudere al Napoli?
  Andrà al PSG se lasceranno Mbappé o Neymar

La Giovane Italia
L'avvocato del diavolo

Il mercato più freddo e grigio della storia, finalmente è finito...

Claudio Pasqualin (Udine, 30 maggio 1944) è un procuratore sportivo e avvocato italiano del Foro di Vicenza, esperto di diritto sportivo. È stato vicepresidente dell'AIC, presidente di AssoProcuratori ed è attualmente presidente di AvvocatiCalcio.
03.02.2016 17:48 di Claudio Pasqualin   articolo letto 46560 volte
© foto di Federico De Luca

Finalmente il cosiddetto mercato invernale, uno dei più freddi e grigi della storia, è finito. E' ormai evidente a tutti (tranne a chi lo organizza) che è un obbrobrio senza senso, un interminabile mese senza capo ne coda che se non completamente abolito andrebbe quantomeno ridotto e ricollocato. Così com'è, interminabile e invasivo col campionato in corso, non piace a nessuno. Non piace agli allenatori cui sottrae i giocatori in corso d'opera, non piace ai calciatori (sempre con la valigia in mano) e non piace neppure ai mezzi d'informazione data la fastidiosa interferenza con il calcio giocato. Non si capisce proprio perché di anno in anno si perpetui un così macroscopico errore. Se proprio un "mercato di riparazione" si deve fare, lo si faccia! Ma lo si organizzi durante la sosta invernale che però non dovrà più coincidere con il periodo natalizio, anzi, in quel periodo si dovrà proprio giocare come si gioca nella virtuosa Inghilterra. La sosta dovrà essere un po' abbreviata e posta subito dopo Santo Stefano che deve essere "santificato" dalla gente proprio con una bella abbuffata di calcio. Poi si riprenderà il campionato con l'Epifania. Sono dieci giorni di "astinenza" per i tifosi e chiaramente un po' di riposo in meno (rispetto a quello, lunghissimo, di quest'anno) per i 500 (non ho detto cinquemila) calciatori o "lavoratori del pallone" che dir si voglia, che per affrontare la partita il giorno della Befana dovranno riprendere gli allenamenti subito dopo i (moderati) festeggiamenti per l'arrivo dell'anno nuovo. Dieci giorni di lavoro pieno, invece, per tutti gli operatori di mercato che andrebbe così organizzato appunto in coincidenza con questa breve sosta invernale. Mercato invernale da aprire il 27 dicembre e da chiudere il 4 gennaio, in modo che, alla ripresa, tutte le squadre possano ripartire con i nuovi e definitivi organici. Non come succede oggi con gli stravolgimenti degli organici "in corso d'opera". Quindi riassumendo: sosta invernale breve coincidente col calciomercato. Ecco una novità che farebbe bene al calcio. I tifosi che hanno più tempo libero meglio sopporterebbero la (più breve!) astinenza da stadio (o divano televisivo) assumendo il metadone del "calciomercato". Gli allenatori non dovrebbero più registrare partenze o arrivi (più o meno graditi) durante il campionato. Gli unici che potrebbero storcere il naso sono i cosiddetti "operatori di mercato" (dopo la pilatesca e sciagurata "riforma Blatter" non si sa più come chiamarli) che dovrebbero "correre" per i loro affari con il rischio del panettone di traverso. Ma tant'è: nell'immaginario collettivo, guadagnano abbastanza bene per potersi esporre al rischio di qualche..indigestione. Ma sapete perché questa utilissima, quasi ovvia, riforma non si farà? E' presto detto: perché la FIGC deve attenersi ai desiderata della FIFA, cioè di un elefante burocratico che le riforme eventualmente le vara non prima che sia passato qualche lustro dall'averle pensate. E la FIFA, casomai alla FIGC venisse mai in mente di proporre una siffatta novità, replicherebbe con l'esigenza di armonizzare i tempi del mercato con quelli delle altre federazioni: Andorra e Zambia comprese.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Resto del Mondo

Primo piano

Un talento al giorno, Jerdy Schouten: nuova stellina orange L'Olanda, da sempre, è una fucina di talenti. L'ultimo nome finito sui taccuini degli scout europei è quello di Jerdy Schouten, centrocampista classe '97 di proprietà dell'Excelsior. Cresciuto nelle giovanili dell'ADO Den Haag, ha fatto il suo esordio in Eredivisie nella stagione...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->