HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi merita il Pallone d'Oro 2018?
  Sergio Aguero
  Alisson Becker
  Gareth Bale
  Karim Benzema
  Edinson Cavani
  Thibaut Courtois
  Cristiano Ronaldo
  Kevin De Bruyne
  Roberto Firmino
  Diego Godin
  Antoine Griezmann
  Eden Hazard
  N'Golo Kanté
  Isco
  Harry Kane
  Lionel Messi
  Neymar
  Jan Oblak
  Luka Modric
  Paul Pogba
  Sadio Mané
  Hugo Lloris
  Marcelo
  Kylian Mbappé
  Mario Mandzukic
  Ivan Rakitic
  Sergio Ramos
  Mohamed Salah
  Luis Suarez
  Raphael Varane

La Giovane Italia
L'avvocato del diavolo

Questione di dignità, Donadoni grande esempio. Lotito, il Carpi e il Frosinone: Beretta dove sei?

Claudio Pasqualin (Udine, 30 maggio 1944) è un procuratore sportivo e avvocato italiano del Foro di Vicenza, esperto di diritto sportivo. È stato vicepresidente dell'AIC, presidente di AssoProcuratori ed è attualmente presidente di AvvocatiCalcio.
16.02.2015 13:50 di Claudio Pasqualin   articolo letto 28987 volte
© foto di Federico De Luca

Da qualche anno batto il marciapiede del pallone, l'idea di TuttoMercatoWeb.com mi inorgoglisce: sono contento di poter dire la mia, settimanalmente, con sincerità attraverso queste colonne.

Questione di dignità... Roberto Donadoni con il suo Parma ha dato una lezione comportandosi con onestà ed onore durante il periodo travagliato della sua squadra. In Beretta, mi è parso invece di vedere la totale assenza di questa qualità. Va bene incassare, ma far finta di niente in maniera poco dignitosa sulle parole di Lotito, conferma quello che ha provocato la sua attività in Lega in questi anni. Niente. Beretta - a cui Lotito ha detto che conta zero - non ha fatto nulla nel mondo del calcio. Fa specie tutto questo improvviso scandalizzarsi per qualcosa che si sapeva da tempo, cioè che Lotito è uno che lavora. Il presidente della Lazio più degli altri si dà da fare per cambiare le cose. Poi se le cambierà in maniera giusta o sbagliata si vedrà, ma non ci si può scandalizzare per la scoperta di un fatto che già si sapeva. Come si sapeva che difende l'indifendibile Macalli. È evidente che il calcio in tv tiri di più se ci sono le grandi squadre metropolitane. Ma a rendere bella la prospettiva dello sport c'è anche la teoria del Davide contro Golia. Lotito invece sostiene che serva fare riferimento solo al bacino d'utenza. Però, il sale dello sport è anche questo: perché impedire di sognare, per esempio al Bassano, di giocare tra qualche anno a San Siro?

Cosa aspettano a fare una riforma dei campionati? Siamo tutti d'accordo che la serie A debba essere a diciotto squadre e la B a venti. E soprattutto che la serie C - richiamiamola così - debba essere solo a due gironi. Si è gridato troppo allo scandalo per delle cose che Lotito ha sempre detto. Poi che faccia politica e opera di lobbing per i suoi amici, come Macalli, è un altro discorso. Ma non si gridi allo scandalo. Il nuovo regolamento che vuole eliminare l'albo degli agenti lo ha partorito Lotito e non mi sembra un granché. Anzi, a mio parere, peggiorerà la situazione. Ma è un dato di fatto che nessun altro se n'è voluto occupare. E quindi Lotito ha lavorato indisturbato nel disinteresse generale.

L'arrabbiatura del direttore sportivo del Carpi, Cristiano Giuntoli, è legittima, ma il concetto espresso - male - da Lotito è che il calcio italiano dal punto di vista televisivo viene venduto meglio all'estero se le protagoniste sono le squadre che hanno blasone e tradizione. Che poi Carpi e Frosinone debbano andare su se meritano, spero che non sia in discussione. Tra tutte però, la reazione più imbelle è quella del Presidente Beretta, che ha fatto finta di niente quando gli hanno detto che non conta nulla. Ma cosa ricordiamo di Beretta? Quale iniziativa? Quale riforma? Solo una serie di sproloqui che dicono tutto e niente. Il nulla.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie B

Primo piano

LIVE TMW - FIGC, Gravina verso la Presidenza. Arrivati Lotito e Marotta 10.24 - 274 I DELEGATi Alle 11:00 ci sarà l'inizio della votazione per la Presidenza della FIGC con Gabriele Gravina unico candidato. Dopo nove mesi finisce il commissariamento di Roberto Fabbricini. 274 i delegati che parteciperanno all'assemblea, 516 voti ponderati complessivi. 10.07...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy