HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Totopanchina Juve: chi sarà l'erede di Allegri?
  Simone Inzaghi
  Maurizio Sarri
  Pep Guardiola
  Sinisa Mihajlovic
  Didier Deschamps
  Mauricio Pochettino
  Josè Mourinho
  Antonio Conte

La Giovane Italia
La Giovane Italia

Pordenone, è qui la festa! Una promozione costruita sui giovani

La Giovane Italia vi porta alla scoperta dei nuovi talenti del calcio italiano, raccontandovi ogni giorno, alle 8:45, le storie dei giovani di casa nostra e dei club che scommettono su di loro
30.04.2019 08:45 di La Giovane Italia   articolo letto 3741 volte
© foto di Federico Gaetano

Dalla storica prima volta a San Siro al grande salto in Serie B. Davvero niente male gli ultimi sedici mesi di storia del Pordenone, che domenica ha toccato il cielo con un dito, raggiungendo il punto più alto della sua storia. Il 3-1 rifilato alla Giana Erminio, festeggiato davanti a tremila tifosi che hanno sfidato il diluvio (talmente forte da costringere a una momentanea sospensione del match) per non mancare all’appuntamento con la storia, ha infatti certificato la promozione in Serie B della squadra guidata da Attilio Tesser. Un’impresa da incorniciare quella compiuta dai “ramarri”, una favola nata nel lontano 2007, quando il presidente Lovisa rilevò la squadra in Eccellenza parlando già di Serie B, tra le risate ironiche e scettiche dei più.

Non chiamatelo miracolo – Chi è a caccia dei miracoli, però, è nel posto sbagliato. Perché il cammino storico del Pordenone è frutto di una programmazione di lungo corso, che ha saputo far fronte agli alti e bassi inevitabili per un progetto costruito senza i capitali del magnate di turno. Il ritorno nel professionismo, arrivato nel 2014, è coinciso con una retrocessione immediata nei dilettanti. La proprietà però non si è scoraggiata, investendo una cifra importante per il ripescaggio e affidando la squadra alla guida di Bruno Tedino, uno che di giovani se ne intende e che anche coi giovani ha contribuito a gettare le basi dell’impresa finalizzata sotto la guida di mister Tesser. Un’ascesa compiuta gradino dopo gradino, con le due semifinali playoff (perse rispettivamente contro Pisa e Parma) e la cavalcata nella Coppa Italia 2017-18: colpaccio alla Sardegna Arena per eliminare il Cagliari e viaggio premio a San Siro per la sfida con l’Inter, persa soltanto ai calci di rigore dopo una mirabile lezione di marketing e autoironia sui social network.

Coi giovani, per i giovani – Un club, il Pordenone, che non ha paura di innovare e di puntare sui giovani. Lo ha dimostrato sposando con entusiasmo l’invito de La Giovane Italia al Trofeo Caroli di Gallipoli, un torneo riservato alle formazioni Under 12 che mette a disposizione dei ragazzi la possibilità di autogestirsi, lasciando ai giocatori la scelta della formazione e della organizzazione in campo con gli allenatori che si accomodano sulle tribune per seguire il lavoro inedito dei loro giovani. Un modello introdotto da quell’Ajax tornato a far stropicciare gli occhi in Europa, e che il club friulano ha fatto proprio sulla scia di una mentalità da sempre attenta ai giovani. Da Magnaghi a Rover, da Frabotta a Meneghetti, passando per Damian, Vogliacco, Cotali, fino ad arrivare a Zammarini, Candellone e Ciurria, in campo e a segno nella storica partita che ha segnato il salto in Serie B. È la lunga lista dei protagonisti della scalata dei neroverdi transitati sulle pagine degli almanacchi de La Giovane Italia. Il libro, stavolta, lo hanno scritto loro: una storia splendida, che profuma di Serie B.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Juventus, Mourinho non sarà l’allenatore. Nonostante il pressing di CR7 Non sarà José Mourinho il nuovo allenatore della Juventus nonostante negli ultimi giorni vi sia stato il pressing del connazionale Cristiano Ronaldo per convincerlo a sposare la causa bianconera. Il campione portoghese avrebbe inoltre raccomandato Mourinho, che lo allenò ai tempi...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510