Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

Puleo: "Il Benevento cresce coi giovani. E stavolta vogliamo la salvezza"

Puleo: "Il Benevento cresce coi giovani. E stavolta vogliamo la salvezza"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca
martedì 20 ottobre 2020 08:45La Giovane Italia
di La Giovane Italia
La Giovane Italia vi porta alla scoperta dei nuovi talenti del calcio italiano, raccontandovi ogni giorno, alle 8:45, le storie dei giovani di casa nostra e dei club che scommettono su di loro

A Benevento da cinque anni, due da osservatore e tre come responsabile del settore giovanile, Simone Puleo ha vissuto in prima linea la scalata della squadra campana fino alla massima serie e il seguente ritorno in Serie A, con la soddisfazione di aver visto esordire in prima squadra ben sedici prodotti del settore giovanile. Un risultato del quale ha parlato a La Giovane Italia, raccontando i segreti del vivaio giallorosso.

Direttore, quanto è stato difficile il salto dalla Serie C alla Serie A come settore giovanile?
“È stato complicato, ma abbiamo cercato di adattarci subito. Prima cercavamo giocatori funzionali ad una squadra di terza serie e li prendevamo con questa prospettiva, ma andando in Serie A abbiamo dovuto cambiare direzione. La promozione ci ha anche aiutato, perché ha aumentato l’appeal del Benevento e di conseguenza il nostro fascino; tuttavia, abbiamo dovuto iniziare a confrontarci con realtà ben diverse con cui contenderci i giocatori”.

Come vi muovete per cercare i ragazzi e che qualità cercate?
“Abbiamo degli osservatori che si muovono in tutto il territorio campano e nelle regioni limitrofe. Forse siamo un po' all’antica, ma le cose che cerchiamo in primo luogo sono delle abilità tecniche di base importanti, cui devono fare seguito delle buone abilità cognitive e anche fisiche”.

In Campania vi trovate a competere con tante realtà di alto livello
“Sicuramente, com’è ovvio che il Napoli abbia un fascino diverso rispetto agli altri. Noi cerchiamo di essere competitivi su tutti i fronti e quindi cerchiamo di fare bene il nostro lavoro, come le altre squadre della nostra regione. Inoltre, credo che noi campani siamo avvantaggiati: qui si gioca ancora tanto a calcio per strada e quindi i ragazzi che andiamo a vedere giocano di più e sviluppano più doti tecniche che altrove”.

Sei soddisfatto di questo triennio da responsabile del settore giovanile?
“Siamo contenti ma al tempo stesso consapevoli che dobbiamo ancora lavorare tanto. In questi anni abbiamo ottenuto buoni risultati, ma dobbiamo ancora migliorare. Certo, portare 16 ragazzi a debuttare in prima squadra, con anche due cessioni eccellenti a due società di altissimo livello ci fa pensare che la direzione che abbiamo intrapreso sia quella giusta”.

Il settore giovanile quindi è importantissimo per la vostra società.
“Il presidente, Oreste Vigorito, ci punta tantissimo, e con lui anche Diego Palermo e Pasquale Foggia, figure fondamentali nella nostra società e che guardano molto al settore giovanile. Sapere di avere intorno persone che credono nel lavoro che fai aiuta tantissimo a svilupparsi”.

Vi siete posti degli obiettivi come settore giovanile per questa stagione?
“Non ne abbiamo di precisi come risultati, vogliamo mantenere la strada imboccata. La Serie A è un campionato difficile in cui serve molta esperienza per salvarsi. Il nostro obiettivo è fornire alla prima squadra giocatori che ne possano rimpolpare le fila nel momento in cui sarà la necessità”.

In chiusura, due battute sulla prima squadra. Salvezza possibile?
“Sicuramente è un campionato difficile, ma rispetto all’altra stagione in Serie A siamo molto più esperti a livello di organico, con tanti ragazzi che hanno già giocato sui campi della massima serie. C’è un mix giusto tra esperienza e gioventù per raggiungere l’obiettivo salvezza”.

Articoli correlati
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000