HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Come finirà il derby di Milano?
  Vincerà l'Inter
  Finirà in pari
  Vincerà il Milan

La Giovane Italia
La Giovane Italia

Vergani, niente Sassuolo: c'è la Roma. Sulle orme di Zaniolo e... Dovizioso

La Giovane Italia vi porta alla scoperta dei nuovi talenti del calcio italiano, raccontandovi ogni giorno, alle 8:45, le storie dei giovani di casa nostra e dei club che scommettono su di loro
26.06.2019 08:45 di La Giovane Italia   articolo letto 11751 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Edoardo Vergani è uno dei giovani calciatori più chiacchierati del momento, con buona probabilità il primo della lista se stringiamo il campo a quei ragazzi che non si sono ancora affacciati al mondo del professionismo. L’attaccante classe 2001, cresciuto nel vivaio dell’Inter, è stato per giorni accostato al Sassuolo nell’ambito dell’operazione di mercato che dovrebbe portare in nerazzurro Stefano Sensi, prima del clamoroso ribaltone serale che lo ha avvicinato alla Roma, come contropartita per arrivare a Edin Dzeko. Che sia neroverde o giallorossa, Vergani si prepara a un cambio di maglia che lo metterà di fronte ad una nuova e stimolante sfida, per una giovane carriera in cerca del salto decisivo verso il calcio dei grandi.

Montagne russe - Il 2017-18 di Edoardo sembrava averlo indirizzato verso un ruolo da protagonista assoluto nel vivaio interista. I diciotto gol messi a segno con l’Under 17 gli avevano aperto le porte della Primavera, con la quale aveva subito trovato il modo di essere decisivo mettendo a segno il gol partita nella finalissima della Viareggio Cup 2018, vinta ai tempi supplementari contro la Fiorentina. Non solo, perché oltre che in nerazzurro la stellina di Vergani aveva brillato di luce propria anche con la maglia azzurra della Nazionale. Trascinatore dell’Under 17 arrivata a un passo dalla conquista dell’Europeo di categoria, con i quattro gol realizzati nella competizione continentale che lo avevano reso uno degli uomini-copertina del gruppo allenato dal c.t. Nunziata, il futuro prossimo del ragazzo sembrava poter seguire il sentiero tracciato da Pinamonti, per il quale le giovanili dell’Inter avevano rappresentato l’anticamera verso il salto in prima squadra. La stagione appena conclusa, però, non è stata all’altezza delle aspettative: Edoardo ha faticato a imporsi nella Primavera nerazzurra, mettendo insieme 17 presenze complessive con soli due gol all’attivo (entrambi segnati al Viareggio), diventando così pedina di scambio per arrivare agli obiettivi di mercato della nuova Inter di Antonio Conte.

Tra Zaniolo e Dovizioso - Il mezzo passaggio a vuoto del 2018-19, però, non deve mettere in secondo piano le qualità di un ragazzo che, in quella che dovrà necessariamente rappresentare l’annata del rilancio, ha tutte le carte in regola per imporsi come uno degli attaccanti di maggior spessore del campionato Primavera. Con il suo metro e ottantasei di altezza, Vergani è una prima punta in grado di rappresentare il punto di riferimento centrale in un tridente offensivo così come di recitare da prima punta in un tandem d’attacco. Destro naturale ma in grado di utilizzare con buona precisione anche il piede debole, a dispetto della mole considerevole è molto bravo nell’attacco alla profondità e nello sfruttare i palloni vaganti in area di rigore, grazie a un fiuto del gol davvero notevole. Deve crescere sul piano della partecipazione al gioco corale in entrambe le fasi, così come può migliorare nel gioco aereo, fondamentale da perfezionare per sfruttare al meglio i centimetri e la fisicità dei quali dispone. Dopo cinque anni di Inter, per Vergani sembra essere arrivato il momento di una nuova esperienza. La Roma è pronta al colpo di reni per anticipare il Sassuolo (che virerebbe sull'altro centravanti nerazzurro, Andrea Adorante, ndr.), una concorrenza che rappresenta una diffida in piena regola a chi identifica il ragazzo come una semplice contropartita. Edoardo ha davanti a sé un’occasione da non perdere per riprendere il filo di un discorso interrotto un anno fa, che lo vedeva tra i prospetti più interessanti del calcio italiano. Chissà che la sua non possa essere una parabola simile a quella dell’idolo (e amico) Andrea Dovizioso, capace di farsi strada tra avversità e scetticismi, fino ad issarsi ai vertici della MotoGP. A Trigoria, intanto, fanno il tifo affinché la storia si ripeta: avere tra le mani uno Zaniolo-bis rappresenterebbe il miglior viatico per il nuovo corso giallorosso.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie La Giovane Italia

Primo piano

...con Zenga Inter sottotono in Champions League, ma l’obiettivo per i nerazzurri è guardare avanti. “Come ha detto Antonio la prestazione non è stata quella che si aspettavano tutti. Ma non è una prestazione negativa che può condizionare quanto di buono è stato fatto fin adesso”, dice a TuttoMercatoWeb...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510